Square Enix

5 cose da sapere su Valkyrie Elysium, dal combat system alla localizzazione

In attesa della recensione, vi proponiamo cinque cose da sapere assolutamente su Valkyrie Elysium di Square Enix.

Valkyrie Elysium #AD
Speciale: PlayStation 5
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Fatta eccezione per Valkyrie Anatomia, spin-off lanciato nel 2016 su dispositivi iOS e Android, sono anni che i fan della serie Valkyrie Profile attendono il ritorno dello storico franchise di tri-Ace. Mentre il port di Valkyrie Profile: Lenneth atterrerrà su PlayStation Store il prossimo 22 dicembre, negli ultimi giorni di settembre abbiamo assistito all'esordio di Valkyrie Elysium, uno spin-off sviluppato dallo studio Soleil che con tutta probabilità permetterà a Square Enix di valutare se rispolverare in via definitiva lo storico franchise.

    In attesa di poter sviscerare il prodotto attraverso l'immancabile recensione, abbiamo stilato una lista di informazioni che dovreste conoscere prima ancora di avvicinarvi al nuovo gioco RPG di Square Enix (di cui vi abbiamo comunque parlato nel nostro lungo provato della demo di Valkyrie Elysium).

    Non è necessario aver giocato gli altri episodi

    Come accennato nell'introduzione, non solo Valkyrie Elysium non è stato realizzato dai ragazzi di tri-Ace, che di recente sono stati invece impegnati nello sviluppo di Star Ocean: The Divine Force, ma lo spin-off non è minimamente collegato ai tre Valkyrie Profile pubblicati a cavallo tra il 1999 e il 2008.

    Di conseguenza, chiunque non abbia ancora giocato "Lenneth", "Silmeria" e "Covenant of the Plume" potrà cimentarsi con Valkyrie Elysium senza dover necessariamente conoscere i fatti raccontati dagli altri episodi del brand. Ambientato al tempo del Ragnarok, ossia il catastrofico evento che secondo la mitologia norrena corrisponde alla fine del creato intero, il titolo ci vedrà indossare i panni di Maria, un'abile e combattiva Valchiria che il sommo Odino plasmerà nei primissimi minuti della campagna: nella speranza che questa riesca a fermare in qualche modo il Ragnarok, il Padre del Tutto infonderà infatti nella guerriera i propri poteri rimasti e la spedirà in quel di Midgard - il reame degli uomini - dove Maria dovrà vedersela con creature di ogni tipo che cercheranno a più riprese di annientarla. A giudicare dalle informazioni in nostro possesso, lungo la sua strada la nostra eroina dovrebbe persino imbattersi in una Valchiria oscura di nome Hilde, che presumiamo fungerà da antagonista.

    Il combat system non è a turni

    Trattandosi di uno spin-off, Valkyrie Elysium non ha ereditato tutti gli elementi caratteristici del franchise, non a caso lo sviluppatore Soleil ha preferito abbandonare i turni della saga in favore di un sistema di combattimento votato all'azione frenetica.

    Come vi abbiamo raccontato dopo aver provato la lunga demo di Valkyrie Elysium disponibile su PlayStation 4 e PlayStation 5, Maria è una combattente agile e leggera, e una volta scesa sul campo di battaglia si serve della propria velocità per fare a brandelli i nemici con assalti normali o pesanti, che può concatenare per intrappolare gli avversari in micidiali combo a terra e persino a mezz'aria.

    Come se non bastasse, i pattern di attacco della guerriera cambiano a seconda dell'arma equipaggiata, e poiché questa può sostituire in qualsiasi momento lo strumento di morte principale con quello secondario, nel mezzo degli scontri è possibile attuare dei repentini cambi di strategia finalizzati a sfruttare le debolezze del nemico.

    Il contributo degli Einherjar

    Nonostante Maria sia effettivamente l'unico personaggio controllabile di Valkyrie Elysium (almeno finché Square Enix non pubblicherà l'aggiornamento che, a partire dal prossimo novembre, permetterà di impersonare anche la Valchiria Hilde in una modalità a lei dedicata), la nostra eroina non sarà completamente sola nella lotta contro gli esseri che vorrebbero ostacolarla.

    Durante quella che potremmo definire una corsa contro il tempo, questa si imbatterà negli spiriti di guerrieri che, dopo la morte, hanno attratto altre anime e si sono trasformati in agghiaccianti boss di grandi dimensioni. Una volta sconfitti, non solo questi torneranno al loro aspetto originale, ma diverranno dei preziosi alleati che la Valchiria potrà evocare per farsi assistere in battaglia. Chiamati Einherjar, questi non rimarranno sul campo in maniera permanente, ma la loro provvisoria convocazione sarà regolamentata da una barra che si svuoterà dopo ogni singolo utilizzo, e che potremo invece ricaricare abbattendo i nemici. Certo, gli Einherjar potranno non compensare del tutto l'assenza di un party vero e proprio, ma nelle situazioni più concitate faranno spesso la differenza tra la vita e la morte.

    Localizzazione e difficoltà

    A differenza del recente The DioField Chronicle (ecco la nostra recensione di The DioField Chronicle), che non è stato localizzato, i menu e i sottotitoli di Valkyrie Elysium sono stati tradotti in italiano, in questo modo anche coloro che ancora non masticano l'inglese non avranno alcuna difficoltà a comprendere. Per quanto riguarda invece il doppiaggio, sono presenti sia la traccia anglofona che quella in lingua originale giapponese, che siamo certi farà la gioia dei fan del genere.

    Per quel concerne poi la difficoltà, segnaliamo che, allo scopo di andare incontro alle necessità dei neofiti e al tempo stesso soddisfare i palati dei più accaniti frequentatori di RPG, Valkyrie Elysium presente ben tre livelli di sfida.

    Se la difficoltà Normale consente di godere di un'esperienza bilanciata, la modalità Facile è studiata per favorire chiunque preferisca focalizzarsi quasi esclusivamente sulla narrazione, mentre Difficile regala un'esperienza di gioco impegnativa e indicata a coloro che desiderano mettersi costantemente alla prova. Una volta selezionato un livello di sfida non è possibile cambiarlo, per questo motivo al momento di iniziare una nuova partita è importante valutare con cura la propria esperienza e scegliere di conseguenza.

    La Digital Deluxe Edition include il capostipite

    Menzionata nell'introduzione, la riedizione di Valkyrie Profile non è esattamente una remastered, bensì un port di Valkyrie Profile: Lenneth, ossia la versione del gioco pubblicata su PlayStation Portable nel 2006. Ciononostante, Square Enix ha comunicato che questa includerà delle funzioni extra, come appunto il "Rewind" e il comodissimo "Quick Save".

    Sebbene il gioco verrà pubblicato soltanto a fine anno (e solo in digitale), coloro che decideranno di acquistare fin da ora su PlayStation Store la Digital Deluxe Edition di Valkyrie Elysium potranno scaricare gratuitamente Valkyrie Profile: Lenneth non appena questo sarà disponibile. Gli altri, invece, saranno liberi di acquistarlo anche singolarmente. Va comunque precisato che, optando per la Digital Deluxe Edition di Valkyrie Elysium, gli utenti avranno accesso immediato a un DLC esclusivo, che permetterà a Maria di aggiungere all'equipaggiamento la micidiale Svartalijr, anche nota come "la spada della dea degli inferi".

    Che voto dai a: Valkyrie Elysium

    Media Voto Utenti
    Voti: 23
    6.4
    nd