PSPLUS

Absolver: 365 giorni di botte dopo

Vediamo insieme come si è evoluto l'atipico picchiaduro di Devolver Digital, gratis a luglio per tutti gli abbonati al servizio PlayStation Plus.

speciale Absolver: 365 giorni di botte dopo
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Adal, anno 1. Sospeso nel tempo, l'eco dei colpi dei Prospect permane indelebile nell'aria del decadente regno. Non c'è pace in queste terre dimenticate, tutto sembra uguale, ma non lo è. A distanza di un anno Absolver torna a far parlare di sé, complice l'imperdibile offerta di Sony, che questo mese regala il titolo a tutti gli utenti muniti di abbonamento Plus. Durante questo periodo i ragazzi di Devolver Digital hanno perfezionato e arricchito la formula del loro titolo, con un supporto costante e appassionato. Il risultato è un gioco che va decisamente oltre le premesse iniziali. Ecco cosa vi aspetta e cosa vi attenderà qualora rimaniate ammaliati dal fascino di questo atipico picchiaduro.

    Equilibri rivisti

    Piccolo recap di quello che vi attende con Absolver: prendete quanto conoscete di un picchiaduro e dimenticatelo. Come ampiamente descritto nella recensione, Absolver è un online action meele dove le botte da orbi si danno, ma con criterio. Mille variabili, dalle statistiche individuali ai perk a nostra disposizione, influenzano il vostro incontro e possono ribaltarne l'esito in pochi istanti.

    Col tempo DevolverDigital e Sloclap hanno rivisto e corretto movenze ed efficacia di mosse e abilità speciali, addirittura aggiungendo qualche frame d'animazione qui e là per rendere più fluide le movenze del nostro combattente. Ne è scaturito un bilanciamento considerevole che ha riaperto le sfide per imporsi come miglior lottatore di Adal. Una nuova spinta che ha senz'altro giovato al titolo. Sono stati inoltre ottimizzati i server per garantire maggiore stabilità e scongiurare il lag, aspetto che in produzioni di tal genere può fare la differenza.

    Cazzotti a squadre

    Un altro colpo andato a segno è il 3v3 PVP, feature anch'essa introdotta di buon grado per scongiurare ogni possibile caso di ripetitività. Oltre allo scontro frontale in singolar tenzone ora potremo darcele di santa ragione in un folle 3 contro 3 dove le alleanza sono dichiarate e dove si vince solo quando tutti i componenti della squadra avversaria sono al tappeto.

    Non adagiatevi nella sicurezza del vantaggio numerico, alcuni combattenti danno il meglio di sé da soli. Tenete inoltre gli occhi ben aperti nella mischia, gli attacchi alle spalle e combinati sono assolutamente leciti. Recentemente SloClap ha aggiunto nuove mappe per questa modalità la cui selezione incide inesorabilmente sulle strategie. Chiudere l'avversario in angusti anfratti senza vie di fuga o spingerlo verso il vuoto di un burrone sono solo alcune delle possibilità concesse da una scelta oculata del campo di battaglia. Non dimentichiamoci delle armi, randomicamente disseminate lungo le ambientazioni. Se un Prospect disarmato incontra un Prospect con la spada, il Prospect disarmato è un un Prospect morto.

    Espressività rinnovata

    In un titolo dove la comunicazione visiva è predominante non si può ignorare il fattore estetico. Gli sviluppatori in questi mesi hanno ampliato il guardaroba dei combattenti, elementi che ricordiamo, non hanno semplice valenza grafica, ma influenzano anche le nostre statistiche di agilità e difesa. Le possibilità di combinazioni ottimali sono dunque aumentate, così come per la componente di interazione tra utenti: nuovi gesti, saluti e pose, arricchiscono il nostro silenzioso vocabolario che, rinnovato nella fisicità, può aiutarci nel consolidare alleanze o nell'ingannare i nostri nemici più sprovveduti.

    Menzione speciale per la postura da accovacciati che i giocatori stanno utilizzando per nascondersi alla vista degli avversari e tendere imboscate. Alcuni fingono addirittura di essere stanchi o distratti, portando gli avversari a identificarli come prede facili per ritrovarsi loro malgrado accerchiati o condotti verso trappole architettoniche. Non si può abbassare la guardia nel regno di Adal. È stata inoltre aggiunta la possibilità di modificare i connotati inizialmente permanenti del nostro personaggio, quali sesso, capelli e colore della pelle. Se dunque vi siete stufati dell'aspetto del vostro combattente ora potrete modificarlo a vostro piacimento dietro pagamento in cristalli.

    Un futuro di sorprese

    Mentre leggete, i ragazzi di Sloclap si preparano a rilasciare nuovi contenuti. Tra questi, due meritano particolare attenzione. Il primo è uno stile di combattimento inedito. Il nome è ancora top secret, ma che dalle prime immagini ricorda il Jeet Kune Do del leggendario Bruce Lee, ci aspettiamo dunque uno stile rapido, con attacchi dal grande potere esplosivo e con una difesa dinamica.

    Parliamo quindi di un quinto stile da padroneggia e da combinare a quelli attualmente a disposizione. In arrivo inoltre una nuova modalità PvE che ci permetterà di avventurarci in territori finora inesplorati, le miniere di Adal e di incontrare i Guardian, speciali boss da poter affrontare i coop o in solitaria. Non siate sprovveduti, DevolverDigital e Sloclap promettono una sfida estremamente tosta. Il PvE è stato concepito per garantire una buona rigiocabilità...

    Absolver Absolver rimane dunque un validissimo titolo per gli amanti dei picchiaduro, curato e coccolato dalla sua casa produttrice che si dimostra particolarmente attenta e aperta ai suggerimenti dell'utenza. Le novità non mancano e il lavoro di rifinitura è costante e degno dei migliori artigiani. Un indie ispirato che merita tutta la vostra curiosità.

    Che voto dai a: Absolver

    Media Voto Utenti
    Voti: 39
    7.4
    nd