Animal Crossing

Animal Crossing New Horizons: la guida turistica alle meraviglie dell'isola

Arriva la nostra personale guida turistica alle meraviglie di Animal Crossing New Horizons, l'ultimo capitolo della serie, disponibile su Switch.

speciale Animal Crossing New Horizons: la guida turistica alle meraviglie dell'isola
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Spiegare Animal Crossing a un neofita della serie non è un compito facile. Il Life simulator di Nintendo è da sempre stata un'esperienza unica all'interno del panorama videoludico, e sebbene nel corso degli anni il genere abbia accolto tanti nuovi esponenti, New Horizons mantiene un'identità ben definita che lo differenzia nettamente dalla concorrenza. Dopo avervi raccontato degli iconici volti che compongono la comunità zoomorfa di Animal Crossing, in questo articolo ripercorreremo alcuni degli edifici principali della serie e le loro funzioni, tra nuove aggiunte e graditi ritorni (ricordate infine di recuperare la nostra recensione di Animal Crossing: New Horizons).

    Centro Servizi

    Al posto del classico emporio di Tom Nook, all'inizio del gioco troveremo una tenda in cui l'avido procione allestirà un Centro Servizi. Al suo interno potremo inizialmente comprare beni di prima necessità, tra cui anche medicinali, e usufruire del tavolo di lavoro per creare nuovi oggetti. Il crafting è una meccanica introdotta per la prima volta in New Horizons, e prevede la realizzazione di progetti tramite l'utilizzo di materiali raccolti sull'isola. Sarà anche possibile utilizzare la valuta delle "Miglia Nook" per riscattare oggetti unici, e usare lo Stellomat per depositare le Stelline accumulate e, a poco a poco, ripagare il debito contratto con il mefistofelico Nook.

    Il Centro Servizi, come molti degli edifici, verrà ampliato con l'ingrandirsi della comunità sull'isola, e da una semplice tenda diventerà un edificio ben più strutturato dove farà ritorno anche una delle icone della serie: Fuffi. L'elegante cagnolina ci consentirà di personalizzare alcuni dettagli specifici dell'atollo, come la sua bandiera, l'inno musicale e sarà anche disposta a scambiare informazioni sugli altri abitanti.

    Dopo l'espansione, Nook ci permetterà di creare infrastrutture (ponti e rampe), spostare edifici piazzati precedentemente (al costo "moderato" di 50.000 stelline), ridecorare l'aspetto esterno della nostra casa.

    Emporio di Nook

    I nipoti di Tom Nook, Mirco e Marco, torneranno ad aiutare lo zio nella gestione degli affari. Stanchi degli spazi angusti della tenda dello zio, cercheranno subito i fondi e i materiali per aprire un emporio, dotato fra le altre cose di una cassetta di sicurezza per vendere gli oggetti anche negli orari notturni, dopo la chiusura rigorosamente fissata alle dieci di sera. Mirco e Marco devono aver preso le abitudini dello zio, perché per usufruire di questo servizio tratterranno il 20% del valore degli oggetti venduti.

    Nell'emporio sarà anche possibile dedicarsi alla compravendita delle Rape (controllate le quotazioni ogni giorno!), e dopo qualche tempo (circa un mese) Mirco e Marco decideranno di espandere le loro attività. La seconda versione dell'Emporio sarà più grande, conterrà tre oggetti speciali invece che due, e vi permetterà di acquistare attrezzi dal look molto più accattivante.

    Aeroporto

    Sede della Dodo Airlines, l'aeroporto rappresenta un'altra novità assoluta di New Horizons. Aperto 24 ore su 24, avrà una duplice funzione. Da una parte consentirà di accedere alle funzioni multiplayer (internet o wireless locale) per invitare altri giocatori sulla vostra isola o per visitare le isole dei vostri amici. Dall'altra, tramite l'utilizzo dei biglietti miglia Nook, il giocatore potrà essere trasportato verso isole remote e sconosciute e dedicarsi così alla raccolta di nuovi oggetti e materiali.

    Dall'aeroporto potrete anche spedire messaggi ai vostri amici, eventualmente allegando un regalo. Ricordate però che prima di poter accedere a questa funzione sarà necessario entrare in contatto con il giocatore desiderato in altra maniera, ad esempio invitandolo sull'isola tramite Pin Dodo.

    Il museo

    Il museo, gestito dal gufo Blatero, è uno dei punti fissi della serie e in New Horizons ritorna nella sua incarnazione più completa. La continua ricerca di fossili, insetti e pesci da catturare trova compimento nell'esposizione all'interno delle sale del museo, una tappa necessaria per ogni collezionista che si rispetti. Per questo nuovo capitolo avremo tre zone principali di esposizione: a est un acquario composto da più stanze dove potremo ritrovare tutti i rappresentati della vita marina che abbiamo donato in precedenza.

    A nord invece sarà presente la mostra dei fossili, liberamente esplorabile anch'essa e caratterizzata da una gradita aggiunta. Sul terreno infatti saranno presenti dei punti di interesse, rappresentati da dei cerchi blu: basterà posizionare il nostro avatar al di sopra di essi per focalizzare l'attenzione della telecamera virtuale sui fossili presi in esame. Infine, la terza area ad ovest, sarà un vero e proprio ecosistema dove potranno abitare tutti gli insetti appartenenti alla nostra collezione. Una passeggiata rilassante che cambierà illuminazione a seconda dell'ora del giorno in cui la visiteremo.

    Le sorelle Ago e Filo

    Le opzioni di personalizzazione messe a disposizione da Animal Crossing raggiungono il loro apice in New Horizons, e vista l'importanza attribuita al vestiario del protagonista, non poteva non tornare uno degli edifici cardine, la boutique delle Sorelle Ago e Filo. Rispetto al passato ci sono alcune importanti novità.

    Innanzitutto il negozio di Agostina e Filomena non sarà presente da subito sull'isola ma andrà sbloccato progredendo con l'ampliamento della comunità (in pratica: acquistate gli oggetti di Agostina nei giorni in cui sarà presente la sua bancarella itinerante). Una volta disponibile, avremo accesso a un'enorme quantità di vestiti e accessori: dalle magliette agli occhiali, passando per pantaloni, cappelli e anche calzini. Tutti ovviamente acquistabili tramite Stelline, la moneta del gioco.

    Comodissima l'introduzione del camerino, che vi permette di cambiarvi, indossare subito i capi acquistati, e inviare i vecchi vestiti direttamente nello sgabuzzino di casa.

    I mercanti itineranti

    I mercanti itineranti hanno un ruolo fondamentale in New Horizons. Molti dei negozi che popolavano le città dei precedenti capitoli non faranno ritorno, ma i loro proprietari saranno comunque presenti in qualità di visitatori disposti a venderci le loro merci di importazione. Bisognerà inoltre tenere sempre gli occhi ben aperti per non perdersi visitatori inaspettati.

    Iniziamo da Beatrice, sorella di Agostina e Filomena, di professione stilista. Quando arriverà sull'isola in cerca di nuove ispirazioni per la sua collezione, vi donerà un capo di vestiario e vi chiederà di lavorare ad un outifit con un tema specifico. Se deciderete di sfilare per lei otterrete un capo firmato e una serie di coupon per ottenere gratuitamente alcuni vestiti da Ago & Filo.

    Se vi sentite particolarmente modaioli, attenti anche a Sciuscià, un piccolo tasso che ricopre il ruolo di calzolaio. Nella sua bancarella non troverete soltanto scarpe, ma anche borse, zaini e marsupi!
    In arrivo da terre lontane c'è invece Sahara, la venditrice di tappeti: quando visiterà la vostra isola potrete comprare fino a tre tappeti "a sorpresa", a prezzi non sempre abbordabili. Ci saranno anche carte da parati e pavimenti... misteriosi, quindi aspettatevi che Sahara vi rifili, di tanto in tanto, qualche pacco clamoroso.

    Sempre a proposito di mercanti, di tanto in tanto (mediamente una volta ogni due settimane) faranno visita alla vostra isola Ivano e Castorino, due personaggi con la passione per insetti e pesci. Entrambi acquisteranno gli esponenti della fauna stagionale che avrete catturato per un prezzo maggiorato, anche se per convincere Castorino a comprare la vostra merce dovrete prima superare una "Prova di Pescosità" (niente di complesso, si tratta di acchiappare qualche pesce di fila).

    Oltre ad essere compratori molto remunerativi, entrambi potranno prepararvi dei soprammobili da esposizione con le forme di qualsiasi specie vogliate: dovrete però regalargliene tre esemplari per creare il "trofeo".

    Chiudiamo l'elenco dei commercianti con Brunella: la venditrice di rape spunterà ogni domenica, ma solamente la mattina (ricordatevi di mettere la sveglia prima di mezzogiorno). Vi venderà mazzi di rape che noi giorni successivi potrete rivedere all'Emporio: l'obiettivo sarà ovviamente quello di rivenderle ad un prezzo maggiore di quello a cui le avete acquistate. Le quotazioni delle rape si aggirano, nei giorni migliori, attorno alle 150 stelline, ma di tanto in tanto il mercato impazzisce e raggiunge valori record di 450 stelline e oltre. Chiedete sempre a Mirco e Marco quant'è il valore di questo prelibato ortaggio.

    Visitatori e personaggi in cerca d'aiuto

    Camminando lungo la spiaggia al mattino potreste imbattervi in un naufrago pasticcione. Si tratta di Gulliver, gabbiano marinaio che viene costantemente sbattuto fuori dalla nave in cui è di stanza. Per aiutarlo, dovrete recuperare cinque pezzi del suo "comunicatore", finiti sotto la sabbia. Scavate dove di solito si trovano le vongole per ottenere i circuiti con cui riparare il suo smartphone. Il giorno dopo vi ricompenserà con un regalo recapitato per posta, e potrebbe mandarvi anche monumenti molto imponenti.

    La notte invece potreste trovare in giro per l'isola Spirideo, un fantasma fifone che andrà letteralmente "in pezzi" quando, interagendo con lui, lo spaventerete. Recuperate i cinque frammenti spettrali di Spirideo per avere una ricompensa.

    Di tanto in tanto sull'isola farà la sua comparsa anche Celeste, la sorella di Blatero. Il nome di questo personaggio non è affatto casuale, visto il suo amore per il cielo notturno: vi insegnerà ad esprimere desideri e recuperare così frammenti di stelle cadenti, e vi regalerà ogni volta uno schema da realizzare proprio con questi materiali molto rari.

    Non possiamo non chiudere l'elenco dei visitatori speciali con il grande K.K. Slider, il musicista più famoso dell'universo di Animal Crossing. Convincerlo a raggiungere la vostra isola sarà uno degli obiettivi principali delle prime settimane di gioco: una volta che ci sarete riusciti, troverete K.K. ogni sabato, pronto ad esibirsi dal vivo sulla piazza principale. Vi regalerà ogni volta una copia del brano che avrà interpretato, che potrete fa riprodurre poi agli oggetti di arredamento come giradischi, radio e stereo.

    La casa

    Infine, come era lecito aspettarsi, l'ampliamento e la personalizzazione della propria abitazione assumono un ruolo fondamentale anche in Animal Crossing: New Horizons. Il senso di progressione dettato dal gioco trova la massima espressione nella crescita della casa, che come il Centro Servizi, da semplice tenda potrà diventare una struttura su più piani.

    L'editor ha subito notevoli miglioramenti sia nella gestione della telecamera che nella gestione dell'arredamento, feature che vanno di pari passo con un ventaglio di possibilità estremamente vasto. Sarà quindi possibile creare l'abitazione dei propri sogni in ogni minimo dettaglio, dai mobili e la loro disposizione, al tipo di pareti e pavimento. Il risultato finale varierà a seconda dei gusti del giocatore, e nulla gli vieterà di costruirsi un'abitazione dal gusto orientale o magari un piccolo castello medievale. E questa varietà sarà riscontrabile anche nelle dimore degli altri abitanti, un elemento che ci fornirà preziose informazioni sulle loro personalità.

    Che voto dai a: Animal Crossing New Horizons

    Media Voto Utenti
    Voti: 101
    8.3
    nd

    Altre guide per Animal Crossing New Horizons