Esport

Apex Legends Global Series: il futuro dell'eSport secondo EA e Respawn

Electronic Arts annuncia le Apex Legends Global Series, il primo programma ufficiale di tornei competitivi per il Battle Royale di Respawn.

speciale Apex Legends Global Series: il futuro dell'eSport secondo EA e Respawn
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Apex Legends è stato l'indiscusso fenomeno della prima parte di questo ricchissimo anno videoludico. Dopo gli incredibili numeri fatti registrare nel corso dei primissimi mesi di vita dal battle royale targato Respawn Entertainment, la spinta propulsiva si è affievolita, a causa della lentezza degli aggiornamenti e di una politica comunicativa non sempre chiara. Respawn ed EA, però, si sono ripresi in corsa, iniziando a rilasciare update regolari, riuscendo a mantenere stabile la base d'utenza attiva.

    Non è un caso, dunque, che Apex Legends non solo sia tra i più streammati, ma diventato anche velocemente lo sparatutto di punta del colosso statunitense.
    Il supporto del game as a service, dopo i contenuti rilasciati sino a questo momento, nel 2020 mira non solo a espandere l'offerta ludica attraverso una nuova road map fatta di nuove stagioni ma, con tutta probabilità, colonizzerà verso la fine dell'anno anche la prossima generazione di console (oltre che Nintendo Switch). Il futuro del battle royale, soprattutto dopo esser stato incoronato vincitore nella categoria Best Multiplayer Game del 2019 agli ultimi TGA, appare roseo e ricco di promesse.

    Tutto bene, ma...

    C'è una cosa, però, che al titolo è sempre mancata e su cui i diretti interessati si sono spesso espressi in maniera ondivaga: il framework competitivo. Essendo un titolo fortemente improntato sulla competizione online, sin dall'inizio gli utenti hanno iniziato a chiedere a gran voce l'introduzione di un qualcosa che potesse dare loro un senso di progressione: classifiche stagionali, eventi a tema e tornei in cui misurarsi con i migliori. Esattamente come accaduto per i principali competitor.

    Che qualcosa stesse bollendo nella proverbiale pentola era nell'aria: oltre al Pre Season Invitational di Settembre, c'è stata la gaffe di un pro player il quale, pochi giorni fa, ha svelato l'esistenza di un incontro (che ovviamente doveva rimanere segreto) tra alcuni professionisti e gli sviluppatori. Pare per capire come migliorare il titolo e tracciare una specie di road map per il prossimo futuro. Ed effettivamente l'esport rappresenterà una parte fondamentale del futuro di Apex Legends. Ora arriva l'ufficialità: EA e Respawn sono pronte a svelare al mondo la nascita del primo, vero circuito competitivo di Apex Legends.

    Il futuro competitivo del battle royale Respawn

    Di seguito riportiamo il comunicato stampa ufficiale di Electronic Arts e Respawn Entertainment che hanno annunciato - giusto per concludere l'anno col botto - le Apex Legends Global Series. Il torneo comprenderà eventi online e live per i giocatori di PC che si sfideranno per un montepremi di oltre 3 milioni di dollari. Le Apex Legends Global Series presenteranno inizialmente dodici eventi live globali, organizzati da EA e Respawn o prodotti da importanti organizzatori di tornei di esport come PGL e GLL.

    "La competizione è al centro di Apex Legends", ha dichiarato Vince Zampella, Head of Respawn Entertainment. "Gli eSports giocheranno un ruolo importante nel futuro di Apex Legends e tutto inizia qui, con le Apex Legends Global Series. Non vediamo l'ora di vedere chi, tra i nostri milioni di giocatori, diventerà una vera leggenda dell'arena".

    Le Apex Legends Global Series sono un ecosistema aperto e inclusivo, creato per dare a tutti i giocatori l'opportunità di diventare una star. Potranno partecipare videogiocatori da oltre 60 paesi, che soddisfano l'età minima e i requisiti di sistema del PC. Il percorso competitivo inizierà con la competizione online, con i concorrenti che progrediranno per partecipare ai Challenger Events regionali e Premier Events globali.

    I giocatori guadagneranno punti "Apex Legends Global Series" in base alle loro performance online e in alcuni eventi live selezionati. Chi resterà in vetta alla classifica potrà partecipare agli Apex Legends Global Series Majors, il più alto livello competitivo di eventi live.

    "Apex Legends è uno dei lanci di maggiore impatto nella storia dei videogiochi e possiede un enorme potenziale nel mondo eSport", ha dichiarato John Nelson, Competitive Gaming Commissioner di Apex Legends. "Attraverso una stretta comunicazione con la nostra community, abbiamo creato un ecosistema accessibile di Apex Legends in cui qualsiasi giocatore può diventare il protagonista, mentre il mondo intero guarda l'evoluzione unica e coinvolgente degli eSport di Battle Royale".

    Ciascuno dei primi tre Majors vedrà 100 squadre da tre giocatori provenienti da tutto il mondo. Il quarto Major, l'Apex Legends Global Series Championship, sarà il gran finale. Solo i migliori 60 team al mondo potranno combattere per un montepremi da ben 1 milione di Dollari e il titolo di Campione Mondiale delle Apex Legends Global Series. Tutti e quattro i Majors presenteranno l'esclusivo format Match Point di Apex Legends, che ha debuttato al già citato Apex Legends Preseason Invitational lo scorso settembre.

    Match Point richiede alle squadre in finale di raggiungere una soglia di punti attraverso una combinazione di piazzamento e uccisioni accumulate. Apex Legends è l'unico esportatore di Battle Royale a presentare questa meccanica di gioco per offrire un'esperienza di pura adrenalina.

    Il primo torneo online delle Apex Legends Global Series si terrà il 25 gennaio 2020. Le registrazioni si apriranno per l'evento all'inizio di gennaio, quindi tenetevi pronti. I giocatori potranno guadagnare punti Apex Legends Global Series e, sulla base delle loro prestazioni del torneo online, un invito al primo Major, previsto per il 13-15 marzo 2020 all'Esports Stadium di Arlington. Molti dei tornei online della serie globale Apex Legends saranno prodotti dal nuovo EA Broadcaster Center della sede centrale. I dettagli successivi del torneo saranno resi noti a breve. Per ulteriori informazioni su Apex Legends Global Series e le Regole ufficiali, potete visitare il sito ufficiale della competizione.

    Le organizzazioni, la nuova corsa all'oro

    Le maggiori organizzazioni al mondo sono già pronte a raccogliere la sfida. Nonostante l'incertezza e la pressoché totale assenza di informazioni relative a un eventuale sbocco competivivo ufficiale del titolo (quindi secondo un modello top down e non bottom up), in molti sono saltati sul fenomeno del momento reclutando velocemente i nomi più in vista del panorama. Non solo i giocatori più in vista, ma anche i principali streamer sono andati a ingrossare le fila delle organizzaizoni esport.

    Alcuni hanno abbandonato prima del tempo (come i 100 Thieves); altri invece ci hanno creduto sino a questo momento e, pare, che il loro azzardo sia stato ripagato. Tra queste spiccano il TeamSoloMid, vincitore dell'evento polacco da 500.000 Dollari di settembre, i Luminosity, i G2 Esports, i Cloud9 e così via.

    Ci sono anche delle formazioni italiane, sicuramente pronte e agguerrite per l'inaugurazione del circuito competitivo: gli Hic Sunt Leones (con Freshy, Ronba e Crems) i Samsung Morning Stars (con Nisa, Caspere e Leodeddz) i Qlash (con Omega, Shrp e TheBigOne). Le tre formazioni hanno già partecipato a diversi eventi e anche al già citato Pre Season Invitational. Nella fase finale, tra l'altro c'era anche un altro italiano: Giulio "Cybe8" Bavaresco, ex Qlash e ora in forza ai K1ck Esports Club.

    Che voto dai a: Apex Legends

    Media Voto Utenti
    Voti: 207
    7.6
    nd