Apex Legends Stagione 1: Octane e Battle Pass

La stagione 1 di Apex Legends ha debuttato già da qualche giorno portando con se il Battle Pass ed un nuovo eroe, Octane...

speciale Apex Legends Stagione 1: Octane e Battle Pass
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Non è più un segreto che Apex Legends sia ormai in aperta competizione con Fortnite, il re dei battle royale, ma questo "scontro", prima di due mesi fa, non se lo sarebbe immaginato nessuno. Il lancio di Apex è stato infatti inusuale e subitaneo: giusto il tempo di pubblicare un trailer, mandare online qualche informazione e il gioco era già scaricabile gratuitamente. Tutti sono stati presi in contropiede, persino Respawn ed EA, che probabilmente non immaginavano un riscontro così positivo. Ma in ogni caso, a poco più di un mese dall'uscita, i primi contenuti aggiuntivi sono arrivati, sotto forma di un eroe inedito e di un Battle Pass che già è stato bersagliato da numerose critiche. E infatti se il team di sviluppo ha svolto un bel lavoro con Octane, il nuovo personaggio, ha distribuito un pass stagionale molto povero e non ottimamente congegnato, soprattutto se confrontato con l'attuale offerta della concorrenza.

    Il Battle Pass

    La struttura del Battle Pass di Apex Legends non si discosta molta da quella del pass di Fortnite: Respawn ha introdotto una nuova serie di livelli - paralleli a quelli standard - che si azzereranno ad ogni nuova stagione. La prima stagione è stata battezzata Wild Frontier (Frontiera Selvaggia), durerà circa novanta giorni e metterà a disposizione diverse ricompense per tutti i cento nuovi livelli (più una extra sbloccabile al grado 110).

    Gli sviluppatori hanno provato a caratterizzare le varie ricompense seguendo uno specifico leitmotiv, che in questo caso si rifà al nome, Frontiera Selvaggia, il quale suggerisce temi come la caccia o la sopravvivenza. Le prime skin che vengono sbloccate all'acquisto del Battle Pass - per Wraith, Lifeline e Mirage - mostrano infatti i vari combattenti adornati con pitture tribali e tinte mimetiche, mentre nei badge per le carte leggenda figurano spuntoni ossei e riferimenti ai tanti scheletri titanici di cui la mappa è seminata. Purtroppo però è evidente che non ci sia stato molto tempo per organizzare bene la prima stagione: le ricompense estetiche sono sottotono, poco ispirate, e denotano una certa pigrizia nella loro ideazione, probabilmente perché il team era impreparato ad agire con così tanta celerità. Inoltre, come fatto notare da molti, non ci sono sfide o eventi particolari, nemmeno l'accenno di qualche attività che possa rafforzare i concetti tematici alla base della nuova stagione: a queste critiche, mosse da una nutrita fetta d'appassionati, il team ha già ribattuto, dicendo che si tratta di una stagione di "rodaggio" e che già in futuro, con gli altri pass, si noteranno tangibili miglioramenti.

    Se tuttavia le ricompense del Battle Pass si sono rivelate poco entusiasmanti, la vera problematica dei nuovi contenuti sta nella loro struttura messa in relazione con il prezzo d'acquisto. Per appropriarsi delle novità bisogna investire 950 Monete Apex (l'equivalente di circa dieci euro), mentre il Pass Battaglia garantisce come ricompensa 1000 monete, solo il numero necessario a rinnovare il servizio nella prossima stagione.

    Una quantità molto risicata se si considera che la progressione è piuttosto lenta (comunque più veloce rispetto a quella dei livelli standard) e che è necessario raggiungere il grado 97 per avere i fondi necessari a rinnovare il pass. Sarebbe stato secondo noi molto più sensato garantire qualche centinaio di monete bonus per "ringraziare" i giocatori più assidui, anche perché i prezzi degli oggetti nel negozio virtuale son tutti molto alti.

    Ci saremmo insomma aspettati dei bonus più sostanziosi e una maggiore generosità nei confronti di chi ha deciso di supportare e dar fiducia ad Apex Legends: siamo ben consapevoli che il gioco si sorregge interamente sulle microtransazioni - recenti misurazioni stimano il guadagno totale di 92 milioni di dollari -, ma EA dovrebbe adottare un approccio meno avido e dimostrare maggior rispetto nei confronti dei giocatori che hanno speso denaro nel gioco.

    Octane

    La nuova leggenda Octavio "Octane" Silva è di gran lunga l'aggiunta più interessante della nuova stagione: al contrario del Battle Pass, tuttavia, il personaggio può essere acquisito anche con valuta non premium. Octane va ad inserirsi nella frangia di combattenti più offensivi ed anzi rappresenta forse uno dei personaggi più aggressivi presenti nel roster. La storia di OctaneOctavio Silva, figlio del CEO della Silva Pharmaceuticals, cresciuto nel lusso e negli agi, aveva un solo problema: la noia. Octavio si dilettava a riempire le sue vuote giornate praticando folli acrobazie che filmava in video olografici. Ebbro d'adrenalina, puntava a stupire i suoi fan con imprese sempre più folli e rischiose, finché, nel tentativo di battere il record in una corsa ad ostacoli, non ha deciso di darsi una spinta propulsiva utilizzando una granata. Purtroppo per lui, dopo esser stato trasportato in ospedale, i medici gli hanno comunicato che le sue gambe erano oramai inservibili. Ma Octavio non si è dato per vinto, ha contattato l'amica Ajay Che (Lifeline) e si è fatto montare due gambe robotiche. Si è poi iscritto agli Apex Games, nella speranza di far sparire quella fastidiosa sensazione di noia che continuamente l'assaliva.
    Octane sembra ispirarsi, soprattutto per questioni estetiche, a diverse figure del mondo dei videogiochi: quella dello Psycho di Borderlands o Junkrat di Overwatch. Sebbene le somiglianze con i personaggi precedentemente citati siano quasi innegabili, gli sviluppatori hanno preso come maggior fonte d'ispirazione le imprese del giocatore Cash Mayo, il quale ha registrato il record mondiale nella Gauntlet run di Titanfall 2 dandosi la spinta proprio con una granata.

    La sua abilità tattica, "Stimolanti", gli garantisce un bonus del 30% della velocità per sei secondi ed in più lo rende immune agli effetti di rallentamento (come quelli del gas di Caustic): il tempo di ricarica di appena due secondi, inoltre, garantisce ad Octane una grandissima mobilità. Stimolanti ha però una penalità d'attivazione, visto che il personaggio consuma il 10% della salute a disposizione in quel momento, scongiurando in questa maniera un uso sconsiderato del bonus. L'abilità passiva "Pronta Guarigione" permette all'eroe di recuperare un punto ferita ogni due secondi a patto che si trovi al di fuori del combattimento: tale vantaggio gli permette di riprendersi da lievi ferite e risparmiare sull'utilizzo di una siringa. È l'accoppiata del talento passivo e dell'abilità attiva a rendere Octane un eroe piuttosto bilanciato: non può abusare della sua vantaggiosissima mobilità, ma non è neanche eccessivamente penalizzato dalla quantità di vita decurtata dall'attivazione di Stimolanti. L'ultimate è invece "Trampolino": Octane lancia sul terreno un jump pad che dà a lui e a qualsiasi altro personaggio l'opportunità di compiere un enorme balzo; il tempo di ricarica è di novanta secondi.

    Trampolino non è un'abilità immediata e la sua funzionalità primaria è quella della fuga o del riposizionamento, magari su un'altura che consenta di bersagliare un team nemico con molta più efficacia. Tuttavia il jump pad può essere utilizzato anche in maniere alternative, come una "catapulta" per granate o per le trappole di Caustic, ad esempio. Si tratta in ogni caso di un'abilità che va padroneggiata al meglio e che solo i più abili riusciranno a sfruttare in tutta la sua potenzialità, ma non rappresenta il punto di forza di Octane, il cui valore principale risiede soprattutto nella sua velocità e nella sua sagoma longilinea.

    Come Wraith, anche Octavio è un eroe difficile da bersagliare e per questo molto efficace nelle mani di giocatori più forti ed aggressivi. La sua capacità di riposizionarsi o di assaltare con scatti repentini ne fanno la scelta ideale per gli utenti che puntano su approcci offensivi e diretti.

    Per sfruttare a pieno la mobilità di Octane bisognerebbe dotarlo di armi da media o corta distanza ed ingaggiare i team nemici in zone più ampie, magari con rupi ed avvallamenti. La sua incredibile velocità, utilissima anche nelle fasi iniziali di raccolta dell'equipaggiamento, lo rende inoltre adatto a lavorare in team con eroi che possano stare al passo con la sua rapidità, come Wraith.

    Octane è insomma un assaltatore celere, che dà il suo meglio se usato da coloro che, oltre a padroneggiare il sistema di shooting, sanno sfruttare anche i trucchetti del sistema di movimento. E infatti la sua aggiunta ha fatto felici molti giocatori professionisti, che hanno visto in Octavio Silva una valida alternativa ad una delle leggende più sfruttate dai giocatori professionisti, ossia Wraith.

    Che voto dai a: Apex Legends

    Media Voto Utenti
    Voti: 196
    7.7
    nd