Assetto Corsa e il futuro: dall'arrivo su PS5 e Xbox Series X/S al mobile

Kunos ci ha mostrato il futuro di Assetto Corsa: un viaggio alla scoperta del primo gioco mobile della serie e del futuro della serie principale.

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Qualche giorno fa abbiamo avuto modo di entrare nuovamente in contatto con Kunos e, più nello specifico, con il brand Assetto Corsa. Dopo il tentativo, non particolarmente riuscito, di portare "Competizione" sulle console di ottava generazione, per il team nostrano è finalmente giunto il momento di restituire al proprio figlio prediletto la dignità che merita, confermando per il prossimo 24 Febbraio l'approdo su PlayStation 5 e Xbox Series X|S. Lo farà tra l'altro nel modo più gradito possibile: garantendo l'update gratuito a tutti i possessori del gioco su console di vecchia generazione.

    Ma nel breve showcase digitale a cui abbiamo potuto assistere sono arrivati anche altri annunci minori, tra cui la data di release, confermata per il prossimo 31 Agosto, della versione mobile di Assetto Corsa, in uscita - almeno per il momento - soltanto su piattaforme Apple. Non sappiamo se e quando arriverà sui dispositivi equipaggiati con il sistema operativo di Google. C'è stato anche qualche sottile richiamo al futuro del brand dopo Competizione: è stato proprio Marco Massarutto, fondatore del team italico, a richiamare l'annuncio "indiretto" con cui Digital Bros ha confermato qualche mese fa, durante un report finanziario, l'avvio del ciclo di sviluppo di un vero Assetto Corsa 2. Una parte del core team si sarebbe persino già smarcata dagli oneri legati allo sviluppo di nuovi contenuti per Competizione al fine di iniziare la pre-produzione del nuovo titolo, il quale però si troverebbe ancora in una fase embrionale di ricerca e sviluppo.

    Di nuovo in pista

    L'annuncio principe dello showcase, nonché il più atteso e chiacchierato, è stato logicamente quello legato alle versioni PS5 e Xbox Series X|S di Assetto Corsa Competizione, le quali nei circa trenta minuti di show hanno fatto capolino più volte, sia sotto forma di trailer che attraverso un gameplay registrato dal pilota (sia in ambito eSport che nella realtà) James Baldwin, alle prese con un giro lanciato a bordo della McLaren 720S GT3 in quel di Spa-Francorchamps. Il tutto, ovviamente, utilizzando una postazione d'altissimo profilo approntata da Fanatec.

    Inutile girarci intorno, la natura dell'evento e la limitata definizione garantita dalla presentazione, condivisa come video tramite Teams e quindi soggetta a restrizioni sia per quanto concerne il framerate che in termini di risoluzione, non ci ha permesso per il momento di apprezzare a pieno il salto generazionale, che però sembra essere comunque presente e rispondere a tutte le necessità del pubblico. A differenza delle controparti della generazione precedente, il gioco supporterà i 60 frame al secondo e una risoluzione che, nel caso di Series X e PS5, punterà al 4K nativo. Nessuno spazio invece per due funzionalità molto chiacchierate dell'ormai attuale generazione: i 120fps e il ray-tracing. Quest'ultima in particolare pare essersi rivelata troppo impattante per un gioco così complesso e "pesante" come ACC. Nei simulatori come questo, del resto, il framerate è troppo importante per essere sacrificato sull'altare di un virtuosismo tecnico così esoso e non particolarmente appariscente (almeno nei racing game simulativi come ACC, dove gran parte degli utenti gioca con la visuale dall'abitacolo).

    Kunos lo sa benissimo, vista l'ondata di critiche ricevute a seguito della pubblicazione del porting a 30 frame al secondo per l'ottava generazione di console. Discorso diverso invece per le nuove feature del DualSense, le quali sono al vaglio del team di sviluppo, che sta decidendo come implementarle nella maniera migliore possibile. Pur mancando ancora una strategia ben definita a riguardo, insomma, ci sono ottime probabilità di vedere una qualche implementazione di feedback aptico e grilletti adattivi, e per quanto Assetto Corsa Competizione resti un titolo per cui è fortemente consigliato l'utilizzo di un volante, resta un'ottima notizia.

    Per gli appassionati di multiplayer delusi dalla mancanza delle lobby private su console old-gen, inoltre, è arrivata un'altra buona notizia: queste saranno finalmente disponibili (solo) nelle versioni studiate per le nuove console di Microsoft e Sony. Contestualmente è arrivata anche la conferma della mancanza di supporto al cross-play.

    Oltre a proporre delle performance finalmente comparabili con la controparte PC, questa versione console aggiornata ripristinerà alcuni settaggi scomparsi nello sciagurato porting per PS4 e Xbox One, tra cui ad esempio la possibilità di modificare il field of view.

    Simulazione tascabile

    Altro punto saliente dello showcase è stato l'annuncio della data d'uscita di Assetto Corsa Mobile, primo esperimento tascabile di Kunos atteso sull'App Store di Cupertino il prossimo 31 Agosto. Purtroppo, come già anticipato in apertura, non è prevista per il momento una versione Android. Il fatto che gli sforzi produttivi del team siano attualmente concentrati soltanto sulla versione per device Apple, però, non significa necessariamente che non ci sarà mai una versione per l'OS del robottino verde.

    Del gioco è stato mostrato anche un breve gameplay in presa diretta, che ha visto il nuovo prodotto giocato su un iPad di ultimissima generazione dal già citato James Baldwin. Pur presentando un comparto tecnico di tutto rispetto, l'approccio ludico di Assetto Corsa Mobile si è dimostrato fin da subito ben diverso da quello del fratello maggiore per PC. Più che discreti sono però i numeri dell'operazione: si parla di qualcosa come 59 vetture, per le quali saranno disponibili più di 500 livree diverse. Per tipologia di auto e varietà sembra davvero di essere tornati ai tempi del capostipite, prima che Kunos si dedicasse anima e corpo al GT World Championship.

    Nello showcase è stato mostrato un hotlap sull'intramontabile circuito britannico di Brands Hatch, ma a fargli compagnia il giorno della release dovrebbero esserci anche altri circuiti storici, tra cui Imola, Mugello e Silverstone. Pur nella consapevolezza di trovarci di fronte ad un progetto completamente diverso - per scopo, pubblico di riferimento e grado di complessità - da tutto ciò a cui ci ha abituati negli anni il brand Assetto Corsa, i presupposti per un discreto prodotto mobile ci sono tutti.

    La competizione continua

    L'avvio della pre-produzione del nuovo Assetto Corsa 2, l'arrivo del capitolo mobile e l'uscita a inizio 2022 dell'aggiornamento "next-gen" non sono stati gli unici protagonisti dello showcase, il quale non ha mancato di soffermarsi - seppur molto brevemente - anche su alcune delle novità che attendono i numerosi fan di Competizione nei prossimi mesi. Pur senza entrare troppo nei dettagli, si è parlato della volontà da parte del team di sincronizzare completamente il ciclo di release degli aggiornamenti tra la versione console e PC e della possibilità di vedere in futuro nuove macchine e nuovi tracciati.

    Per quanto riguarda i circuiti, si parla almeno di un'altra pista in territorio americano, mentre per quanto concerne il parco macchine il discorso pare essere ancor più interessante e ricco. Si parla, al di là della nuova BMW GT3, che verrà aggiunta gratuitamente (ancora niente data però), persino di una "misteriosa" classe inedita. Il misteriosa va rigorosamente tra virgolette, dato che il gioco è interamente basato su contenuti su licenza ufficiale di SRO Motorsport Group, e quindi il range di possibilità non è poi così ampio.

    Assetto Corsa Competizione Il futuro del brand Assetto Corsa sembra radioso. Competizione è ancora molto giocato e pronto ad accogliere numerosi nuovi contenuti, mentre gli utenti muniti di PS5 ed Xbox Series X o S riusciranno finalmente a mettere le mani, a inizio 2022, su un porting di valore. Apprezzato anche il tentativo di attaccare un nuovo segmento di mercato come quello mobile, sebbene il gioco abbia dovuto necessariamente adattarsi e semplificarsi molto per aderire alle peculiarità dell’ecosistema Apple e al controllo tattile. Non ci resta che restare in attesa: noi amanti del sim-racing ne vedremo delle belle nei prossimi mesi.

    Che voto dai a: Assetto Corsa Competizione

    Media Voto Utenti
    Voti: 37
    7.2
    nd