COD

Call of Duty Cold War e Warzone: tutte le novità della Stagione 2 Furiosa

Quali novità introduce l'aggiornamento della Stagione 2 Furiosa di Call of Duty Black Ops Cold War e COD Warzone?

Call of Duty Cold War e Warzone: tutte le novità della Stagione 2 Furiosa
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Activision continua nell'ormai consolidata tradizione di aggiornare Call of Duty non solo con le novità stagionali ma anche con un corposo update di metà stagione. A questo proposito, è da poche ore approdato in Call of Duty Black Ops Cold War e Warzone l'aggiornamento che prende il nome di Stagione 2 Furiosa e che introduce una serie di novità volte a coinvolgere ogni singolo aspetto dei due sparatutto in prima persona. Se non avete ancora avuto l'opportunità di scoprire le aggiunte dell'ultima versione di Black Ops Cold War e Warzone, ecco tutto quello che c'è da sapere sulla Season 2 Reloaded.

    Se è passato un po' di tempo dall'ultima volta che avete giocato ai due sparatutto, vi suggeriamo anche di recuperare l'articolo dedicato alle novità della Stagione 2 di Call of Duty Black Ops Cold War e Warzone, così da avere un'idea complessiva del supporto post-lancio gratuito che stanno ricevendo.

    Si ritorna a Miami

    Le principali novità di questo mid-season update riguardano proprio il comparto multigiocatore classico, il quale ha finalmente ricevuto la dovuta attenzione grazie all'introduzione di un tris di arene che si adattano a varie modalità di gioco.

    Si inizia con Miami Strike, dedicata alle modalità 6 contro 6 e che costituisce una rivisitazione della mappa disponibile sin dal lancio: questa volta i vicoli della città costiera sono illuminati dalla luce del sole e presentano una serie di modifiche strutturali che dovrebbero rendere la vita difficile ai camper, il cui stile di gioco ha dato un bel po' di fastidio agli utenti nel corso dei primi mesi di vita dello sparatutto.

    Se volete provare questa versione 2.0 di Miami, potete inoltre approfittare della nuova playlist 24/7 che Treyarch ha dedicato a chi è intenzionato a esplorarla e a conoscerne ogni angolo. Gli utenti più avvezzi alla modalità Scontro o Faccia a faccia, introdotta da poco nel gioco, possono invece esplorare Villa, ideata per i 2 contro 2 e i 3 contro 3, ovvero le varianti della modalità nata in Modern Warfare.

    Questa elegante mappa è composta da una parte ampia dedicata a coloro i quali vogliono affrontarsi a viso aperto e da una sezione al chiuso in cui è possibile approfittare di archi e stanze per restare nell'ombra e colpire il nemico quando meno se l'aspetta. Vi è infine Golova, ampia mappa per le modalità multi-squadra che ha bisogno di ben poche presentazioni, dal momento che l'abbiamo già esplorata in occasione del lancio della modalità Epidemia di Zombies: si tratta di un complesso di abitazioni tra gli Urali circondato da una generosa distesa di verde, perfetta per i cecchini. A ricevere qualche aggiunta è anche il ventaglio di modalità disponibili, che propone ora la Postazione Multi-Squadra. Questa nuova modalità di gioco è l'ideale per chi ama il caos, dato che si tratta di una variazione della già nota Posizione in cui si danno battaglia dieci team da quattro giocatori. Attualmente simile variante di Postazione è l'unica modalità inedita, ma nel corso delle prossime settimane arriveranno anche Gioco delle armi progetto e Torneo Scontro.

    Quest'ultima, proprio come in Modern Warfare, rappresenta una versione competitiva della sfida 2 contro 2 in cui i vincitori possono accaparrarsi ricompense esclusive.

    Da non sottovalutare è poi il ribilanciamento delle armi, il quale ha modificato in maniera più o meno importante le seguenti bocche da fuoco: LC10, AK-74u, Mac-10, KSP 45, Milano 821, Krig 6, FFAR 1, Groza, Magnum e RPG-7. Si tratta di un intervento decisamente significativo, i cui effetti sul meta si inizieranno a vedere già nei prossimi giorni.

    A caccia di non morti, anche di notte

    Ancora una volta la modalità Zombies è parte integrante dell'aggiornamento e, proprio come il multiplayer, ha ricevuto piccole ma interessanti novità. Il contenuto principale è la versione notturna di Sanatorium, mappa già disponibile nel multigiocatore classico sulla quale è calata la notte prima dell'arrivo in Epidemia.

    Questo significa che nelle partite della nuova modalità Zombies open world sarà possibile spostarsi fra quattro diverse aree, ciascuna con i propri easter egg: Ruka, Alpine, Golova e Sanatorium. Treyarch non ha voluto però limitarsi all'aggiunta di una nuova regione per Epidemia, ma ha anche arricchito tale modalità con l'introduzione della moto da cross e di Conquista. Il primo è ovviamente il nuovo veicolo grazie al quale spostarsi rapidamente da un luogo all'altro, mentre la seconda è una tipologia inedita di attività della modalità Epidemia che prevede l'eliminazione dei non morti in un'area circoscritta per caricare un dispositivo con l'Essenza. Per la gioia dei fan di Dead Ops Arcade, inoltre, il team di sviluppo ha deciso di introdurre la mappa Piste dei gorilla e rendere anche questa particolare modalità di gioco parte del sistema di progressione unificato: ciò vuol dire che anche il completamento di partite di questo tipo consente agli utenti di accumulare Punti Esperienza e scalare i livelli del Pass Stagionale.

    I soli giocatori PlayStation possono inoltre godere della modalità Contenimento in Carneficina, che consente di affrontare i non morti nella piccola mappa studiata per Scontro e completare una sfida che mette in palio il progetto per fucile tattico, in esclusiva per le console Sony. A questo punto non possiamo che ritenerci soddisfatti del pacchetto offerto dalla modalità Zombies, che ad oggi propone una consistente varietà di mappe diverse tra loro, tutte aggiunte tramite il supporto post-lancio gratuito.

    Altro giro di pausa per Warzone

    In questo aggiornamento la battle royale è stata coinvolta solo lievemente e, più che concentrarsi sui nuovi contenuti, gli sviluppatori hanno voluto dedicare la propria attenzione al bilanciamento di armi e accessori (il rinculo dell'AUG, ad esempio, è stato sistemato) e alla correzione di piccoli bug, anche se al momento non sembra stia filando tutto liscio e, per l'ennesima volta, lo stim glitch è tornato in agguato in Call of Duty Warzone. L'unica reale novità a livello contenutistico consiste nell'introduzione di una killstreak sbloccabile esclusivamente tramite l'evento zombie, e grazie alla quale si può dare il via ad un bombardamento incredibilmente potente in una specifica area della mappa.

    Per il resto, Warzone è a corto di novità e continuiamo a essere sicuri che il costante movimento dei non morti in giro per Verdansk porterà prima o poi a un evento in game che darà una scossa alla componente free to play dello sparatutto. A compensare la carenza di contenuti arriva però una riduzione dello spazio occupato dalla battle royale di circa 10GB, non moltissimi ma abbastanza da dare un po' di respiro alle memorie delle nostre console.

    In attesa che qualcosa accada in quel di Verdansk, vi ricordiamo che nel corso delle prossime settimane potremo mettere le mani anche sul fucile da cecchino ZRG 20mm, sbloccabile semplicemente completando una sfida, proprio come la balestra Cacciatore di Ombre R1, disponibile già da qualche giorno.

    Che voto dai a: Call of Duty Black Ops Cold War

    Media Voto Utenti
    Voti: 72
    6.9
    nd