Call of Duty Modern Warfare e Warzone: le novità della Stagione 5

L'arrivo della Stagione 5 segna un netto cambio di marcia nel supporto a Call of Dury Modern Warfare e Warzone.

speciale Call of Duty Modern Warfare e Warzone: le novità della Stagione 5
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Tra una stagione e l'altra di Call of Duty Modern Warfare e Warzone, complice anche la "tenera età" del prodotto, fino ad oggi non sono avvenuti significativi cambiamenti. Il successo della modalità free to play ha però spinto Activison ad investire tempo e denaro nel gioco, con l'intento di espanderlo progressivamente: i primi risultati, con questa nuova Stagione 5, hanno finalmente iniziato a palesarsi, dal momento che l'ultimo aggiornamento non si è limitato ad introdurre un paio d'armi e qualche skin, ma ha provato anche a dare una scossa a Verdansk, l'enorme mappa che ospita le frenetiche partite con più di 100 giocatori. Scopriamo insieme tutte le novità introdotte con la season 5 dell'ultimo Call of Duty.

    "Here comes a new challenger"

    Avviando per la prima volta il gioco dopo aver installato il corposo aggiornamento della Stagione 5 è possibile assistere ad un breve filmato che permette di scoprire qualche nuovo retroscena sulla trama che fa da sfondo alle guerriglie di Verdansk. Pare infatti che gli sviluppatori vogliano proseguire su questo filone principale e contestualizzare tutte le novità in arrivo nello sparatutto.

    A questo proposito non possiamo non citare l'arrivo in campo della Shadow Company, una nuova fazione che si inserisce di prepotenza nel mondo di gioco: il video mostra infatti un'azione coordinata tra Roze, Lerch e gli altri membri del team di mercenari, i quali decidono di farsi notare piazzando degli esplosivi lungo tutto il perimetro dell'enorme vetrata che copre lo stadio, generando così un'esplosione tanto potente da distruggerne buona parte. Non è da escludere che la distruzione dello stadio da parte della Shadow Company sia solo una delle tante azioni che la compagnia ha in mente: chi ha giocato Modern Warfare 2 sa bene che si tratta della fazione dietro la quale si nasconde il malvagio generale Shepherd, che prima o poi potrebbe farsi vivo con un'azione spettacolare al pari di quella vista nel filmato.

    Si va allo stadio

    Come potete facilmente intuire, l'enorme esplosione che ha coinvolto lo stadio ha sensibilmente modificato l'edificio, il quale può ora essere liberamente visitato e rappresenta forse l'attrazione principale di questa prima parte della Stagione 5 di Warzone.

    Lo stadio è infatti l'arena perfetta per darsi battaglia, grazie alle sue dimensioni e alla sua conformazione, che consente ai cecchini di sistemarsi sugli spalti e agli amanti delle mitragliette di andare alla ricerca di uno scontro frontale tra le numerose tende in corrispondenza del campo. Non meno interessante è l'arrivo di un treno perennemente in corsa, proprio come quello che abbiamo visto nei Confini del Mondo di Apex Legends, la seconda mappa del battle royale targato Respawn Entertainment. Questo mezzo è una calamita per giocatori, poiché i suoi vagoni sono pieni zeppi di bottino d'alto livello: paracadutandosi qui è possibile raccogliere tutto il necessario per affrontare con serenità il resto della partita, purché si riesca a sopravvivere al caos iniziale.
    Le novità per quello che riguarda la mappa non sono però finite, dal momento che gli sviluppatori hanno deciso di semplificare ulteriormente il raggiungimento dei tetti degli edifici più alti, tramite strumenti già presenti negli ascensori di una manciata di palazzi, grazie ai quali si può salire e scendere rapidamente. Alcuni di questi gadget sono stati piazzati anche lungo il perimetro dello stadio, così da permettere a chiunque di raggiungere agilmente il tetto per iniziare a sfruttare le proprie doti da cecchino o cogliere alle spalle qualche camper.

    Battle Royale in miniatura

    Se la scorsa season ha avuto come protagonista la Zuffa a Squadre, la Stagione 5 di Call of Duty: Warzone ha accolto una nuova modalità extra che prende il nome di Mini Royale. Avviando una partita, alla quale possono partecipare squadre composte da un massimo di tre giocatori, si parte con una mappa già parzialmente coperta dal gas velenoso e con una zona sicura sensibilmente ridotta: in questo modo l'azione è frenetica sin dai primi minuti e, malgrado il rischio di finire subito nel Gulag sia elevato, è quasi impossibile annoiarsi.

    Se amate la frenesia ma non volete allontanarvi dalle modalità classiche potete ripiegare sui Lanci di Juggernaut, i quali danno la possibilità di trasformarsi in una temibile macchina da guerra armata di mini-gun. Di tanto in tanto questi oggetti verranno lanciati sulla Verdansk e saranno ben visibili a tutti i giocatori sulla mini-mappa, così che possiate lottare ferocemente per aggiudicarvi questo potenziamento.

    Tutte le novità di Modern Warfare

    Ovviamente i possessori di Call of Duty: Modern Warfare non restano a bocca asciutta nemmeno questa volta e con la Stagione 5 possono darsi battaglia in quattro nuove mappe. Direttamente da Warzone arriva l'Aeroporto di Verdansk, enorme area di gioco che può fare ora da sfondo anche alle partite di Guerra Terrestre.

    Ad ampliare invece il pool di arene per l'apprezzata modalità Scontro, ovvero gli adrenalinici duelli due contro due, troviamo Livestock: si tratta di una fattoria che ha al centro un fienile ed è circondata da una serie di oggetti che possono essere sfruttati dai giocatori per sorprendere l'avversario o ripararsi dai proiettili in arrivo.

    A chiudere la nuova ondata di mappe troviamo poi Petrov Oil Rig e Suldal Harbor (in questo caso si tratta del remake dell'arena già vista in Call of Duty 4: Modern Warfare), due stage pensati per le modalità multiplayer classiche che consentono di giocare i vari deathmatch e relative varianti con un pizzico di diversificazione in più, dal momento che la gamma di mappe a disposizione inizia ad essere piuttosto vasta.

    Anche il multiplayer ha ricevuto una nuova modalità esclusiva chiamata Cerca e distruggi. In questa variante del classico Search and Destroy troviamo un numero maggiore di giocatori (si tratta di scontri dodici contro dodici), il quale stravolge i ritmi in maniera sostanziale e rende ogni round molto più frenetico.

    Nuove ricompense

    A corredare tutte le novità di questa Stagione 5 in termini di gameplay troviamo il Pass Stagionale, che come al solito propone 100 livelli da scalare per entrare in possesso di altrettante ricompense, alcune delle quali possono essere sbloccate anche da chi decide di non effettuare l'acquisto al costo di 1.000 Punti COD. Come al solito, gli elementi più interessanti della sfilza di premi sono le armi, ovvero la mitraglietta ISO e il fucile d'assalto AN-94, entrambe gratuite e sbloccabili raggiungendo rispettivamente i livelli 15 e 31.

    È ancora presto per dare un giudizio sull'effettiva potenzialità di queste bocche da fuoco, ma tra le due quella con buone probabilità di entrare di prepotenza tra le armi più utilizzate è sicuramente l'AN-94, che potrebbe approfittare delle recenti modifiche apportate al Grau per spodestarlo.
    Non sorprende particolarmente la skin premium del livello 1, Lerch, che rispetto a quanto visto nelle precedenti stagioni non spicca per originalità. Molto più interessante è invece la versione total black di Roze, perfetta per incutere timore negli avversari ma che richiede il raggiungimento del livello massimo per essere sbloccata.

    Che voto dai a: Call of Duty Modern Warfare

    Media Voto Utenti
    Voti: 154
    7.3
    nd