Cosa è successo prima di Final Fantasy 7 Rebirth? Riassunto di FF7 Remake

Ripercorriamo la storia del di FF7 Remake ed Episode Intermission per non farsi trovare impreparati al nuovo gioco Square Enix.

Cosa è successo prima di Final Fantasy 7 Rebirth? #AD
Speciale: PlayStation 5
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS5
  • Uno dei giochi più attesi dell'anno è ormai alle porte: presto il grande pubblico avrà l'occasione di mettere le mani su Final Fantasy 7 Rebirth, seconda parte della trilogia che reinventa e reimmagina l'universo di uno dei JRPG più iconici della storia (qui la recensione di Final Fantasy 7 Rebirth). Si tratterà di un titolo titanico, che ha richiesto anni di sviluppo, ambientato in un universo stratificato, complesso e costellato di momenti significativi, easter egg, rimandi sia al capitolo precedente che ad altri elementi della compilation. Poiché è passato diverso tempo dall'uscita di Final Fantasy 7 Remake, è utile fare un rapido ripasso degli eventi che ci hanno portato a Rebirth, prima di cominciare un nuovo viaggio all'insegna della nostalgia, con un futuro incerto che si staglia all'orizzonte.

    L'avventura ha inizio

    Cominciamo nella città di Midgar, grande metropoli controllata dalla potente Shinra Electric Power Company, una mega corporazione che basa la propria ricchezza sull'energia Mako, usata per fornire ogni tipo di servizio alla popolazione. L'estrazione di tale energia, che avviene attraverso dei giganteschi reattori sparsi per il mondo, danneggia notevolmente il pianeta, ponendone a serio rischio l'esistenza e impoverendolo sempre più.

    In questo contesto Cloud Strife, sedicente ex Soldier al servizio della Shinra e ora mercenario tuttofare, entra in contatto con il gruppo ecoterroristico Avalanche. In particolare, ad assoldare il biondo guerriero è la cellula più devota alla causa del gruppo di ecoterroristi, capitanata dal nerboruto e burbero Barret Wallace, vera e propria incarnazione del "gigante buono", determinato a fermare Shinra a tutti i costi, anche sporcandosi le mani con azioni distruttive. La nostra prima missione per conto di Avalanche sarà appunto la distruzione di uno dei reattori Shinra a Midgar, la cosiddetta "bombing mission" tanto cara ai fan veterani della saga.

    Durante l'incarico, Cloud conoscerà gli altri membri di questa cellula di Avalanche: il simpatico Wedge, il razionale Biggs e l'ammiccante Jessie.

    La missione ha successo e il reattore esplode, causando tuttavia notevoli danni alla popolazione e mettendo in difficoltà alcuni membri del gruppo, che cominciano a porsi domande sulla moralità di tali attentati. Dal canto suo, Cloud si trova già a fare i conti con visioni inquietanti di Sephiroth, eroe di guerra considerato morto nel reattore di Nibelheim che continua a tormentare il nostro protagonista in forma eterea, ricordandogli momenti traumatici del suo passato. Poco più avanti Cloud si imbatterà in un altro dei personaggi chiave della vicenda: Aerith, una semplice fioraia cresciuta nelle baraccopoli. La ragazza insisterà per regalare all'ex Soldier un fiore che rappresenta il ricongiungimento. In questo momento dell'avventura cominciano a palesarsi le prime differenze con il titolo originale. Cloud e Aerith sono infatti circondati da figure volanti incappucciate: parliamo dei Numen, entità sovrannaturali con il compito di preservare il corso originale degli eventi. Di lì a poco, infatti, la coppia verrà separata, e Cloud proseguirà verso il 7th Heaven, Bar dei bassifondi del settore 7 che funge da quartier generale di Avalanche.

    La seconda Bombing Mission

    All'interno del locale Cloud incontrerà un secondo personaggio femminile di assoluta importanza. Parliamo di Tifa, sua amica d'infanzia che ha deciso di unirsi ad Avalanche per contrastare la Shinra. La ragazza fornirà un alloggio temporaneo nei bassifondi all'amico e cercherà di convincerlo a partecipare ad un'altra missione. In questa occasione Cloud conoscerà anche Marlene, figlia adottiva di Barret.

    Durante la sua permanenza nei bassifondi, il guerriero dai capelli biondi incontrerà Marco, un misterioso uomo incappucciato e in apparente stato confusionale che gli procurerà un'altra visione di Sephiroth. Al contrario dell'originale, Cloud non sarà subito incluso nella missione, ma i Numen causeranno un infortunio alla caviglia di Jessie rendendole impossibile l'impiego.

    Il presidente Shinra

    La chiesa

    Dopo numerosi tentativi di persuasione, il trio composto da Barret Tifa e Cloud partirà alla volta del reattore numero 5, con il compito ancora una volta di farlo esplodere. L'incarico non andrà liscio come il precedente, e i giocatori cominceranno a prendere familiarità con due delle figure chiave di Shinra: Heidegger e il Presidente Shinra, che riveleranno ai protagonisti il piano di incastrarli per gli attentati ai reattori, indicandoli come alleati della nazione nemica Wutai. Dopo lo scontro con l'Airbuster, una delle macchine da combattimento più potenti della Shinra Corporation, il gruppo è costretto a separarsi. Un'esplosione, infatti, fa precipitare Cloud in una chiesa delle baraccopoli all'interno del settore 5 ma il suo impatto con il terreno viene fortunatamente attutito da un letto di fiori.

    Le baraccopoli del settore 5

    All'interno della chiesa Cloud rivede Aerith, la fioraia conosciuta ad inizio gioco. I due scambiano qualche chiacchiera prima di essere interrotti da dei soldati della Shinra e Reno, membro di una cellula interna a Shinra specializzata in incarichi di particolare delicatezza: i Turks. Aerith chiede a Cloud di farle da guardia del corpo in cambio di un appuntamento. Dopo aver sconfitto Reno, l'ex Soldier cercherà di ucciderlo ma verrà portato via dai Numen insieme ad Aerith, ancora una volta per preservare il corso originale degli eventi.

    I due ragazzi fuggiranno dal tetto della chiesa per raggiungere il cuore delle baraccopoli, in cui Cloud si imbatterà in Elmyra, madre adottiva di Aerith. La donna non si dimostrerà troppo entusiasta dell'arrivo di un altro Soldier nella vita di Aerith e gli chiederà di lasciare la casa la notte stessa. Cloud obbedirà, ma Aerith deciderà di seguirlo per accompagnarlo dai suoi alleati. Arrivati nel parco giochi delle baraccopoli, la ragazza racconterà al guerriero del suo vecchio amore, Zack Fair, e di come anche lui fosse un Soldier prima di scomparire. Quando i due ragazzi stanno per salutarsi, vengono interrotti dalla comparsa di una chocodiligenza con a bordo Tifa. Il mercenario biondo inseguirà il mezzo e riuscirà a scambiare due parole fugaci con la proprietaria del 7th Heaven, che gli dirà di volersi intrufolare nella magione di un certo Don Corneo, boss del mercato murato (Wall Market) al servizio di Shinra, per estorcergli informazioni sui movimenti della megacorporazione. Cloud, convinto da Aerith, deciderà di inseguirla all'interno del malfamato nucleo commerciale delle baraccopoli.

    Cloud e Aerith si infiltreranno nella villa di Corneo e, dopo varie peripezie durante le quali il guerriero arriverà a vestirsi da donna, riescono ad avere un faccia a faccia con il boss e ad estorcergli delle importanti informazioni circa i piani di Shinra. Le notizie ricevute sconvolgono i protagonisti: la megacorporazione ha infatti intenzione di far crollare il piatto superiore del settore 7 per sradicare Avalanche una volta per tutte, facendo esplodere il pilastro di sostegno e uccidendo centinaia di innocenti.

    Cloud, Aerith e Tifa non hanno neanche il tempo di rendersi conto della situazione, poiché Don Corneo li farà precipitare nelle fogne attraverso una botola.

    La distruzione del settore 7

    I tre protagonisti si ritroveranno ad attraversare le fogne, affrontando nel mentre Abzu, un gigantesco mostro di Don Corneo. Passando per il cimitero dei treni e scontrandosi con alcuni fantasmi particolarmente irascibili e un cavaliere non morto di nome Eligor, riescono finalmente a tornare nel settore 7, giusto in tempo per unirsi allo scontro che Avalanche sta già portando avanti sul pilastro. La squadra quindi si dividerà: Aerith avrà il compito di portare in salvo Marlene, nascosta all'interno del bar 7th Heaven.

    La fioraia verrà tuttavia intercettata da Tseng dei Turks, che la catturerà ma prima le permetterà di condurre Marlene da Elmyra. La scena passa agli altri membri del gruppo, intenti a prevenire la distruzione dell'intero settore assieme ad Avalanche. Durante gli scontri perdono apparentemente la vita Biggs e Jessie, che riportano ferite mortali, mentre Wedge si salva per miracolo. Nonostante tutti gli sforzi, i nostri eroi non riescono a prevenire l'esplosione provocata dai Turks Reno e Rude.

    Tseng compare in video al gruppo mostrando di avere in custodia Aerith, ritenuta di grande interesse perché appartenente all'antica razza dei Cetra e ritenuta in grado di mostrare alla Shinra la collocazione della cosiddetta "Terra promessa", un luogo leggendario estremamente ricco di energia mako. Allo scadere del conto alla rovescia, il piatto del settore 7 si separa, causando danni irreparabili alla popolazione sottostante, sotto gli occhi di un soddisfatto presidente Shinra che osserva lo spettacolo pirotecnico arroccato nella torre del suo quartier generale.

    Cloud, Tifa e Barret riescono a salvarsi per il rotto della cuffia utilizzando un rampino e si ritrovano, assieme ad alcuni sopravvissuti. Il gruppo torna da Elmyra, con Barret che si ricongiungerà a Marlene. Durante un flashback, Elmyra spiega le circostanze che la hanno portata ad accudire Aerith come se fosse sua figlia e fornisce al gruppo ulteriori chiarimenti sulle sue abilità "speciali". I protagonisti decidono di salvare Aerith dalle grinfie della Shinra, in virtù del rapporto di amicizia che li lega e anche per ringraziarla di aver protetto Marlene.

    L'attacco al quartier generale

    L'attacco alla Shinra Tower è uno dei momenti più iconici di Final Fantasy 7, tanto da essere immortalato nella copertina del gioco originale con una suggestiva posa di Cloud che, preparandosi a sguainare la spada, fissa l'enorme edificio della megacorporazione dal basso verso l'alto, in un immaginario che ricorda una sorta di Davide contro Golia: una battaglia impari contro un avversario molto più potente.

    Hojo

    Scarlet

    Cloud, Barret e Tifa riescono ad infiltrarsi nel palazzo e grazie all'aiuto del Sindaco di Midgar Domino, alleato segreto di Avalanche, riescono ad accedere ai piani superiori. Facendo uso di un condotto di aerazione in pieno stile Metal Gear Solid, Cloud riesce ad ascoltare il contenuto di un meeting dei piani alti di Shinra. Oltre al Presidente e al già incontrato Heidegger, vengono mostrati per la prima volta Hojo, ambizioso scienziato con uno ruolo di primissimo piano nella trilogia; Reeve Tuesti, responsabile del dipartimento urbanistica; Scarlet, la sadica direttrice del dipartimento armamenti; infine Palmer, incaricato della gestione del dipartimento aerospaziale di Shinra.

    Ciò di cui discutono è il progetto "Neo Midgar", che prevede la creazione di una nuova città situata all'interno della "Terra promessa", in modo da poterne sfruttare le risorse quasi infinite di energia mako, permettendo alla compagnia di arricchirsi a dismisura. Il terzetto di eroi riesce infine a trovare Aerith e a salvarla dagli esperimenti disturbanti dello scienziato Hojo, il cui piano sarebbe quello di farla accoppiare con Red XIII, una cavia di laboratorio dalle sembianze canine. Dopo aver affrontato una delle mostruosità di Hojo, il gruppo riesce a salvare Aerith. La ragazza tranquillizza Red XIII toccandogli la fronte, presumibilmente fornendogli delle visioni del futuro.

    La cavia da laboratorio decide quindi di non attaccare la fioraia, ma anzi di unirsi a lei e ai suoi compagni. Proprio quando il gruppo è sul punto di cercare una via di fuga, Cloud viene colpito da una potente emicrania che gli causa un'altra visione, questa volta di una figura femminile, un'entità aliena custodita nei laboratori Shinra. Il party si ritroverà nella stanza che Aerith e la sua madre biologica Ifalna condividevano dopo essere state catturate dalla megacorporazione per la prima volta. Aerith fornirà ulteriori chiarimenti sul suo stato di "Antica" (o "Cetra") ma, prima che possa rivelare informazioni importanti ai fini della trama, viene bloccata dai Numen che le impediscono di parlare.

    Dopo questa breve pausa, il gruppo con la fioraia e Red XIII al seguito raggiunge i piani più alti del palazzo Shinra, dove finalmente trova l'entità aliena della visione: un mostro che Aerith chiamerà Jenova. Cloud avrà un altro flashback di Sephiroth, che chiamerà questa creatura "madre" prima di apparire nel mondo reale e incapacitare momentaneamente il party, rubando al contempo il corpo di Jenova dal laboratorio e allontanandosi, lasciando come unico indizio tracce di sangue bluastro.

    È seguendole che i protagonisti arrivano al piano più alto della struttura dove incontrano il Presidente Shinra sul punto di cadere dalla struttura. Nonostante l'astio di Barret nei suoi confronti, il forzuto leader di decide di salvarlo, ordinandogli di ripristinare il buon nome di Avalanche presso l'opinione pubblica. Il boss della Shinra dimostra il suo essere spietato e viscido, raggiungendo la sua scrivania e tirando fuori una pistola. Ma quando è sul punto di sparare, viene perforato dalla spada di Sephiroth, che compare alle sue spalle. Subito dopo aver ucciso il Presidente, il Soldier leggendario trafigge anche Barret con la sua Masamune. Il leader di Avalanche sarà tuttavia salvato dai Numen, ancora una volta intenti a preservare gli eventi canonici. Sephiroth si trasforma in Jenova Dreamweaver e affronta il party. Alla sua sconfitta, i protagonisti scoprono che la manifestazione fisica dell'eroe decaduto non era altro che un clone, uno degli uomini incappucciati che hanno incontrato durante i viaggi, e che avranno un ruolo di primo piano anche in Rebirth.

    La fuga da Midgar

    Un chopper di Avalanche giunge per salvare la squadra di eroi e portarla via dal palazzo Shinra, ma viene colpito e distrutto da un altro elicottero pilotato dai Turks, con all'interno l'erede della carica di presidente della Shinra, Rufus Shinra, che immediatamente subentra al padre dopo la sua uccisione. Cloud decide di affrontare Rufus mentre gli altri membri del gruppo cercano una nuova via di fuga dall'ingresso principale della sede Shinra.

    In seguito a numerosi scontri e alla fuga del neo presidente, il gruppo si riunisce e fugge da Midgar attraverso l'autostrada, utilizzando dei mezzi rubati alla megacorporazione. I soldati dell'organizzazione inseguiranno i nostri eroi, che riusciranno a seminarli dopo aver sconfitto Motorball, un'altra macchina militare. Una volta liberatisi dei propri inseguitori, davanti ai protagonisti si configura uno scenario inedito: i Numen hanno invaso la sede della Shinra e Sephiroth gli blocca la strada, invitando Cloud ad entrare in un portale che lo porterà al "Crocevia del destino".

    Aerith spiega che l'esito di questa battaglia cambierà il corso della storia, e i protagonisti accettano di entrare nel portale, per affrontare l'antagonista principale della serie. Durante la conclusione di Remake, il party di avventurieri riesce a sconfiggere Sephiroth e l'incarnazione stessa del Destino, alterando il corso del futuro in maniera definitiva. L'eroe decaduto dai capelli argentei si dissolverà in una nuvola di Numen e trasporterà Cloud in una singolarità, sconfiggendolo in duello ma risparmiandolo, alludendo in maniera enigmatica e misteriosa a eventi futuri e alla possibilità di modificarli.

    Lo scontro con i Numen crea una spaccatura nella timeline che, secondo alcune speculazioni, ha di fatto diviso la realtà in due (o più) dimensioni. In una di queste vediamo Zack - protagonista di Crisis Core il cui ruolo è estremamente importante nel proseguo della vicenda - sopravvivere al suo scontro con i soldati Shinra, e non morire in battaglia come avvenuto nell'originale. Final Fantasy 7 Remake si conclude con la squadra sul punto di lasciare Midgar, con uno sguardo incerto al futuro che, come ribadito più volte, potrebbe essere completamente diverso da ciò che ci si aspetta.

    Episode Intermission

    Parallelamente agli accadimenti del gioco principale, Intermission narra gli eventi con protagonista Yuffie, una ninja al servizio di Wutai (qui la recensione di Final Fantasy 7 Remake Intergrade). Gli avvenimenti raccontati in questo DLC partono dal momento in cui Cloud sta per partire per la sua seconda missione anti-reattore e terminano con il crollo del piatto del settore 7. Facciamo subito conoscenza con Sonon Kusakabe di Wutai, membro di Avalanche ed ex studente del padre di Yuffie, che sarà incaricato di infiltrarsi nella sede della Shinra assieme alla giovane ninja.

    L'obiettivo di Yuffie, ossessionata dalla fame di materia sin dal capitolo originale, è trovare la "materia immane" custodita negli uffici Shinra. Sonon si dimostra immediatamente protettivo nei confronti della ragazza poiché nota in lei molte somiglianze con sua sorella minore, uccisa dalla Shinra. La missione di infiltrazione prende presto una piega inaspettata quando i protagonisti vengono scoperti da Scarlet. La sadica responsabile degli armamenti decide di non denunciare i due infiltrati ma di usarli come cavie per le nuove macchine da guerra di Shinra.

    I due di Wutai riescono a sopravvivere, sconfiggendo anche il mech da guerra personale di Scarlet, e la catturano per interrogarla a proposito della materia immane. Senza battere ciglio, la donna rivela che il progetto di ricerca delle materie immani è stato messo in stand by in favore di qualcosa di molto più urgente e distruttivo: il crollo del piatto del settore 7.

    Il pacchetto completoSe volete immergervi per la prima volta nel reimagining di Final Fantasy 7, invece di prendere il solo Rebirth potete acquistare il Twin Pack, che contiene anche Remake. Inoltre, coloro che hanno già giocato a Final Fantasy 7 Remake riceveranno una Summon Materia bonus da poter utilizzare in Rebirth.

    Yuffie porta le cattive notizie a Sonon, ma nel frattempo Scarlet riesce a liberarsi e scatena contro i due ragazzi l'ira di Nero the Sable e dell'intero Deepground, una cellula segreta di Shinra nota per la propria brutalità e tenuta segreta. I due abitanti di Wutai riescono ad avere la meglio su Nero, ma il minaccioso antagonista riesce a ridestarsi e uccidere Sonon, che utilizza il proprio corpo per proteggere Yuffie. Il membro di Wutai viene quindi trascinato nell'oscurità, mentre la giovane ninja fugge in preda alla disperazione, per poi assistere al crollo del piatto del settore 7. L'avventura si conclude con un flash forward che vede Yuffie cavalcare un chocobo alla ricerca di nuove avventure. Durante una scena post-credit, lo sguardo torna sul party principale, giunto nei pressi di Kalm, e su Zack, sopravvissuto allo scontro con i soldati Shinra e sul punto di entrare nella chiesa dei bassifondi per reincontrare la sua amata Aerith. Il giovane Soldier, tuttavia, non riuscirà a trovare ciò che cerca: la chiesa è stata presa da assalto da abitanti disperati e in lacrime. Le circostanze di questo avvenimento sono lasciate in sospeso e verranno molto probabilmente chiarite in Rebirth.

    Che voto dai a: Final Fantasy 7 Rebirth

    Media Voto Utenti
    Voti: 51
    8.5
    nd