Esport

CS GO ESEA League: cammino in salita per i Samsung Morning Stars

A poche ore dal fondamentale match contro i Symptom Gaming Black, vediamo come sono andati i ragazzi di Bergamo nel precedente scontro...

speciale CS GO ESEA League: cammino in salita per i Samsung Morning Stars
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox 360
  • PS3
  • Pc
  • Per chi non conoscesse la ESEA League, questa piattaforma che si occupa di organizzare tornei online (ma anche LAN) è una delle più importanti e "storiche" dell'intero panorama competitivo. Nata nel 2004 a opera della Esport Entertainment Association, un'organizzazione che, agli esordi, si occupava di dare lezioni ai giocatori che volevano migliorare le proprie skill su titoli come Counter Strike e Team Fortress (cosa che, comunque, continua a fare ancor oggi). Ed è proprio con Counter Strike che la piattaforma ha iniziato a organizzare i primi tornei competitivi. Successivamente, la ESEA League fu acquisita dalla Modern Time Group proprietaria, per intenderci, della quota di maggioranza di colossi come ESL e DreamHack.
    Ecco, la formazione di CS: GO dei Samsung Morning Stars partecipa da qualche tempo all'ESEA League (giunto ormai alle sue battute conclusive) assieme ad alcuni tra i migliori team europei come ENCE, Vodafone Giants, Against All Authority, la Fnatic Academy e gli italiani Forge. Tra un mach e l'altro i ragazzi di Bergamo hanno raggiunto anche un ottimo terzo posto, conquistato con le unghie e con i denti durante le finali meneghine del campionato italiano di ESL dedicato a CS: GO.
    In questo momento, dopo quindici partite, i Samsung Morning Stars si trovano al cinquantacinquesimo posto, sui settantuno team iscritti della Advanced Division.
    Il roster del team di Bergamo è composto dagli ex-Mkers Andrea "omega" Carducci, coach, e dai player Christian "Stylahhhhh" Forte; Simone "simoz" Giovannini; Alex "FUSiON" Dincof; Enrico "Morphiw0w" Coppini; Cristian "befree" Baziliuc.

    Il match contro il team ucraino k1ck

    Lunedì sera è andato in scena un match molto combattuto su Inferno, contro il team ucraino k1ck esport. Alla fine lo scontro è finito 16 a 14 per gli ucraini ma i Morning Stars si sono comunque ottimamente difesi, soprattutto nel corso del primo half, durante il quale hanno messo in scena alcune giocate niente male. Quasi sempre in vantaggio nel computo dei round, il match si è tirato sino al cinque pari, quando una tripla kill di "befree" ha fatto nuovamente metter il piede avanti ai ragazzi di Bergamo i quali hanno chiuso l'half per 8 a 7.

    Nel secondo half i Morning sono andati in svantaggio ma sono stati bravi a recuperare, portandosi velocemente sul 10 a 10. La risposta dei k1ck non s'è fatta attendere e in un baleno sono volati a quota 14, cercando di scrollarsi di dosso i Morning Stars che, comunque, non hanno mollato il colpo. Con un ottimo come back i ragazzi hanno riportato il match in perfetta parità.
    Sul 14-14, però, gli ucraini si sono ripresi la testa inanellando due round, grazie soprattutto ad alcuni errori dei Morning Stars che hanno regalato qualche kill sin troppo facile agli avversari. E stasera i ragazzi di Bergamo scenderanno nuovamente in campo contro i russi dei Symptom Gaming Black per cercare di cancellare non solo la sconfitta subita, ma anche per mantenere lo slot nella ESEA League Advanced. Non ci resta che fare un grosso in bocca al lupo al team Morning Stars.

    Che voto dai a: Counter-Strike: Global Offensive

    Media Voto Utenti
    Voti: 96
    7.4
    nd