Cyberpunk 2077: le Megacorporazioni del gioco di ruolo cartaceo

Dopo avervi raccontato le basi della lore del nuovo gioco di CD Projekt Red, approfondiamo le Megacorporazioni che ne dominano il mondo.

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Mancano ormai un paio di mesi a uno degli appuntamenti videoludici più attesi dell'anno, quell'E3 2019 che CD Projekt RED ha già definito come il più importante nella storia dello sviluppatore polacco. D'altronde lo studio si sta preparando alla seconda apparizione pubblica del suo prossimo progetto, quel Cyberpunk 2077 che non manca mai di suscitare forti sommovimenti tantrici tra le fila della platea ludens.
    In attesa di conoscere tutte maggiori dettagli sul nuovo colossal ruolistico del team di Varsavia, continuiamo quindi il nostro viaggio tra le spire opprimenti della distopia modellata da Mike Pondsmith. Dopo aver speso qualche parola sulla lore generale del gioco, è quindi giunto il momento di immergersi tra le ombre più fitte di Night City, quelle proiettate dai colossi corporatativi con i quali, stando al materiale pubblicato da CD Projekt RED, avremo a che fare in Cyberpunk 2077.

    Arasaka Corporation

    Se l'alta società di Cyberpunk 2077 è un mare tempestoso popolato da squali in giacca e cravatta, l'Arasaka Corporation è senza ombra di dubbio l'esemplare più grosso e infame. Fondata all'inizio del ventesimo secolo da Sasai Arasaka, fervente patriota e abile uomo d'affari, questa zaibatsu con base a Tokyo ha mosso i primi passi nel settore della manifattura, passando poi all'industria pesante per trarre il massimo vantaggio dalla corsa agli armamenti innescata dalla seconda guerra mondiale.

    Alla morte di Sasai, nel 1960, il controllo dell'azienda passò nelle mani del figlio Saburo (selezionabile come "eroe d'infanzia" nella backstory di V), un fanatico nazionalista ossessionato dall'idea di trasformare il Giappone in una superpotenza su scala planetaria. Tanto folle quanto scaltro, nei successivi trent'anni Saburo concentrò gli investimenti della compagnia nel settore bancario e della sicurezza privata, fino a renderla un vero e proprio colosso militare.

    Per quanto i soldati in nero della Arasaka siano nel tempo diventati il simbolo del suo potere corporativo, l'azienda ha continuato a trarre grande profitto dall'industria manifatturiera, specialmente dopo il collasso dei mercati globali del 1994. Dopo decenni di acquisizioni ostili, assassini politici e guerre segrete, la compagnia giapponese è ora il più pericoloso tra i giganti corporativi che occupano lo skyline di Night City, centro nevralgico dei suoi interessi in Occidente. Se in Cyberpunk 2077 vi capiterà di incrociare un gruppo di uomini in nero pesantemente armati, vi consigliamo quindi di valutare bene la vostra prossima mossa.

    Militech International Armaments

    Principale avversaria della Arasaka, la Militech è una megacorporazione specializzata nella produzione di armamentari di ogni genere, venduti a centinaia di nazioni assieme ai servizi di una tra le forze mercenarie meglio addestrate del pianeta.

    Nata come Armatech-Lucessi International, questa compagnia venne fondata nel 1996 da Antonio Lucessi, un geniale produttore d'armi italiano che, approfittando della congiuntura favorevole generata dai continui conflitti tra i signori della droga sudamericani e il governo a stelle e strisce, tentò di aggiudicarsi un contratto molto redditizio per il rinnovo della dotazione bellica delle forze statunitensi.

    Malgrado il parere favorevole del capo del pentagono Donald Lundee, la crisi economica costrinse Washington a scartare il fucile progettato da Lucessi, optando per un modello a buon mercato che si sarebbe poi rivelato drammaticamente inefficiente. Dopo aver assistito impotente alla morte di migliaia di soldati, Lundee lasciò l'esercito per assumere il ruolo di CEO della compagnia, determinato a sfruttare la sua esperienza per tornare sul mercato con un'offerta che unisse qualità e prezzi altamente competitivi.

    Grazie al contributo del generale, l'Armatech crebbe fino a divenire uno dei principali produttori militari del mondo e, come Militech, ottenne contratti in esclusiva per la fornitura di armi e mercenari a un gran numero di paesi. Ora la Militech è uno dei principali appaltatori della Difesa, con un giro d'affari miliardario che spazia dalla sicurezza pubblica e privata, con uomini che lavorano a stretto contatto con le forze governative, alla produzione di armi leggere, pesanti e veicoli. Per quanto il lato oscuro della compagnia sia meno prominente di quello dell'avversaria Arasaka, i futuri edgerunners dovrebbero tenere sempre a mente che ostacolare gli interessi della Militech vuol dire schierarsi contro un'azienda specializzata nel business della guerra. A buon intenditor...

    Euro Business Machines

    Fondata alla fine del ventesimo secolo da un triunvirato di geniali tecnocrati, EBM (chiaramente ispirata all'americana IBM) è la più grande produttrice di elettronica di consumo del mondo di Cyberpunk 2077. Una posizione conquistata alla fine degli anni ‘90 con la più grande acquisizione ostile nella storia del libero mercato, che ha portato la compagnia tedesca ad assorbire buona parte degli avversari eliminando - di fatto - ogni traccia di concorrenza.

    Una strategia che, in tempi più moderni, viene portata avanti con l'ausilio di un piccolo esercito privato che si occupa di proteggere gli interessi della megacorporazione, che spaziano dalla manifattura di computer alla tecnologia dell'informazione. L'obiettivo a lungo termine di Kurt Muller, Ulf Grunwalder e Nathaniel Poole, i leader dell'azienda, è quello di consolidare la posizione di EBM come principale attore del mercato high tech, a tutti i costi. Per quanto il volto pubblico della compagnia sia sicuramente meno inquietante rispetto a quello di Arasaka e Militech, contrastare le mire dei suoi dirigenti può condurre a conseguenze decisamente funeste.

    Microtech

    Questa compagnia texana (ispirata a Microsoft) è specializzata nello sviluppo di sistemi informatici e interfacce di rete, comprese quelle integrate in alcuni dei cyber-potenziamenti più utilizzati in ambito civile e militare.

    Seppur non particolarmente avanzata, la loro tecnologia è considerata una delle più affidabili sul mercato: una caratteristica che ha permesso a Microtech di trasformarsi in una delle megacorporazioni più potenti del globo. Per questo motivo ci sono ottime possibilità che, nel mondo di Cyberpunk 2077, ogni vostro accesso alla grande rete finisca per passare sotto l'occhio attento dei sistemi a marchio Microtech.

    Network News 54

    In onda 24 ore su 24 su tutti gli schermi di Night City, i programmi di Network News 54 sono la voce di un vero e proprio cartello mediatico, che nel tempo ha assorbito colossi come CNN e NBC, oltre a una gamma praticamente infinita di etichette musicali. Sebbene la compagnia si sia conquistata una certa fama per il proprio approccio giornalistico irreprensibile, si tratta a tutti gli effetti di un monopolio preoccupante, perché potenzialmente in grado di manipolare l'informazione su larga scala.

    Negli ultimi anni, la megacorporazione ha investito ingenti somme nella ricerca e sviluppo di sistemi di trasmissione alternativi, per portare i propri programmi direttamente nelle teste degli ascoltatori grazie a chip integrati nei cyberpotenziamenti neurali. Un canale d'accesso pericoloso, specialmente considerando alcuni dei trascorsi meno virtuosi della compagnia, che in passato non ha esitato a risolvere i conflitti aziendali con un bel proiettile in testa.

    Trauma Team International

    La Trauma Team International è una compagnia specializzata nella fornitura di servizi medici d'emergenza, tanto efficienti quanto prezzolati. Questa megacorporazione offre un'ampia gamma di pacchetti d'assistenza, la cui tempestività dipende interamente dalle cifre che i pazienti sono disposti a sborsare.

    Ogni intervento viene eseguito da un gruppo di specialisti aviotrasportati e pesantemente armati, in grado di recuperare i pazienti in contesti più che ostili, eventualmente procedendo alla soppressione forzosa di ogni minaccia alla salute dell'assicurato. Una nozione da tenere a mente nel caso vi capiti di piantare un paio d'etti di piombo nel petto di un colletto bianco corporativo, cui potrebbe seguire la visita di un nutrito drappello di paramedici in tenuta da guerra.

    Orbital Air

    Questa compagnia keniota con base a Nairobi si occupa di trasporti al altissima quota di merci e passeggeri, a partire da diversi punti di smistamento distribuiti in giro per il mondo.

    L'azienda aerospaziale gestisce inoltre un buon numero di istallazioni suborbitali, spesso utilizzate come snodi di scambio commerciale per attività non propriamente lecite.

    Dynalar Technologies, Kiroshi, Zetatech

    Nel mondo di Cyberpunk 2077, queste tre compagnie gestiscono buona parte del "wetware" distribuito attraverso i canali ufficiali. Questo vuol dire che una fetta maggioritaria dei cyberpotenziamenti disponibili a Night City sono stati progettati e costruiti da una di queste corporazioni.

    Sebbene nessuna delle tre si occupi di produrre hardware a uso militare, non è escluso che sul mercato nero siano in vendita pezzi modificati adatti alle esigenze degli edgerunner più agguerriti.

    Quanto attendi: Cyberpunk 2077

    Hype
    Hype totali: 570
    91%
    nd