CYBERPUNK

Cyberpunk 2077 Patch 1.2: lasciate ogni speranza

La tanto attesa patch 1.2 di Cyberpunk 2077 (inizialmente prevista per febbraio) è finalmente arrivata: come gira ora il gioco su PlayStation 4 e PS4 PRO?

Cyberpunk 2077 Patch 1.2
Speciale: PlayStation 4
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Stadia
  • La Patch 1.2 di Cyberpunk 2077 avrebbe dovuto essere, secondo le dichiarazioni del team di sviluppo, un punto di ripartenza per l'avventura di V: una svolta capace di rendere il prodotto finalmente giocabile anche sulle console di vecchia generazione, migliorando la stabilità del framerate ed eliminando una volta per tutte, se non i bug che costellano la produzione, almeno i crash dell'applicazione. Tenendo fede alla timeline pubblicata qualche mese fa, indipendentemente dai ritardi causati dall'attacco hacker a CD Projekt, questa "mega patch" avrebbe anche dovuto dare il via al supporto post lancio promesso originariamente, lasciando il team libero di pubblicare i primi DLC (anche su PC). La speranza, insomma, era quella di mettersi alle spalle la brutta storia del lancio (qui la nostra recensione di Cyberpunk 2077 su PlayStation 4) e guardare al futuro con più ottimismo.

    Per capire che le cose non sono andate come preventivato basta dare un'occhiata al PlayStation Store: Cyberpunk 2077 non è ancora distribuito sulla piattaforma digitale di Sony, e questo conferma implicitamente che il gioco non ha superato, neppure dopo gli ultimi ritocchi, il controllo qualità o, come si dice in gergo, il processo di "certification". Testando il prodotto su PS4 Pro e PS4 "liscia" si scopre facilmente il motivo: nonostante un changelog incredibilmente esteso, i miglioramenti alle prestazioni sono marginali se non addirittura impercettibili. Più passa il tempo, insomma, e più si affievolisce la speranza di vedere una versione old gen di Cybeprunk 2077 che sia effettivamente dignitosa.

    Come gira Cyberpunk 2077 con la patch 1.2?

    In questa analisi tralasciamo volutamente la situazione su PlayStation 5 (e Xbox Series X), dal momento su quelle piattaforme Cyberpunk 2077 gira con discreta efficacia già dai tempi del lancio. Sarebbe inutile entrare troppo nel dettaglio anche perché, lo ripetiamo una volta in più, la versione next-gen dell'avventura di V, formalmente, non esiste.

    Quando, entro la fine dell'anno, arriverà l'update per le console di nuova generazione, valuteremo come cambiano le cose sul fronte tecnico, come sarà implementato il ray tracing, quanto muterà la densità della folla e via dicendo. Per il momento è giusto, da un punto di vista critico e metodologico, focalizzarsi sulle prestazioni registrate su PS4 e PS4 Pro. Partiamo dalla versione standard dell'hardware Sony: sperare in una fluidità che si mantenga attorno ai 30 frame al secondo nella maggior parte dei casi è, semplicemente, un miraggio.

    Bug, Crash e PoliziaSebbene nel corso delle nostre prove non ci sia capitato di assistere ad un blocco dell'applicazione, molti utenti continuano a lamentare la presenza di crash anche dopo la Patch 1.2. Anche i bug continuano a verificarsi su base regolare, ma stando alle note il team di sviluppo ha, se non altro, eliminato molti di quelli invalidanti, legati alla progressione delle questline. Se vi aspettate che Cyberpunk 2077 appaia oggi come un prodotto più rifinito e levigato che in passato, in ogni caso, rivedete le vostre stime, perché il lavoro di polishing da portare avanti è ancora molto, anche su PC.

    Neppure nei momenti meno concitati, quando si gira per le strade di Night City in un quartiere non troppo frequentato, il framerate risulta stabile attorno al valore desiderato. Si notano costantemente dei piccoli scatti, e pure il valore di riferimento sembra oscillare attorno ai 23/25fps. Se questa è la situazione di partenza, vi lasciamo immaginare cosa succede quando ci si trova alla guida o quando si estrae un'arma per affrontare un manipolo di mercenari. Gli scatti sono così frequenti che ancora oggi si ha difficoltà a mirare. L'insistente auto-aim che il team ha inserito nella speranza di facilitare le cose, senza un controllo preciso e responsivo, finisce in verità per peggiorare la situazione, imponendo ai giocatori più ostinati di scegliere la via del Netrunner come l'unica percorribile.

    Dopo la Patch 1.2, inoltre, si nota un peggioramento a tratti molto evidente nella gestione del level of detail e nel caricamento degli asset. In pratica può capitare che in diverse zone della città risulti amplificato il fenomeno di pop-in degli elementi e delle texture. Il motivo per cui questo succede è facilmente spiegabile: il team di sviluppo deve aver pensato che riducendo la priorità nel caricamento degli elementi grafici il processo di rendering sarebbe stato meno pesante, risultando in un incremento evidente della fluidità.

    Sulle console base, purtroppo, questo non avviene, e quello che si ottiene è un peggioramento generale della qualità visiva a fronte di vantaggi inconsistenti per quel che riguarda il framerate.

    Discorso parzialmente diverso, invece, su PS4 Pro, dove la contropartita per texture che appaiono più in ritardo del solito è in effetti un consolidamento della stabilità. Sulla console Mid-Gen di Sony Cyberpunk gira a 30 fps nella maggior parte delle situazioni, con qualche eccezione fastidiosa ma non del tutto invalidante. I "singhiozzi" si registrano soprattutto durante gli scontri negli ambienti particolarmente affollati, in dipendenza dal numero di avversari e dalla quantità di effetti speciali innescati da hacking e granate.

    La situazione non è insomma risolta del tutto, e sul fronte della risoluzione e della pulizia dell'immagine le limitazioni sono le stesse evidenziate negli scorsi mesi, ma se non altro l'esperienza di gioco è meno frustrante che sulle console "vanilla". Basti pensare che molto spesso si riesce a guidare per lunghi tratti, alla massima velocità consentita, senza incappare in nessun rallentamento, anche finendo in quartieri molto trafficati.

    Sebbene non sia un risultato che ci lascia completamente soddisfatti, ad oggi PS4 Pro resta l'unica piattaforma oldgen su cui Cyberpunk 2077 non giri in uno stato indecoroso. Inspiegabilmente, infatti, le prestazioni su Xbox One X sono peggiori, e in generale le console Microsoft non sembrano essere una priorità per CD Projekt.

    Cyberpunk 2077 A quattro mesi di distanza da uno dei lanci più travagliati della storia del medium, è davvero difficile sperare che la versione per console old-gen di Cyberpunk 2077 possa migliorare in maniera consistente nel prossimo futuro, soprattutto su PS4 base. Pare ormai evidente che, dal punto di vista tecnologico, le ambizioni di CD Projekt fossero troppo alte per non trovarsi "asfissiate" da un hardware che già otto anni fa arrivò sul mercato un po' affaticato. Sia chiaro che questa considerazione non vuole assolutamente rappresentare un'assoluzione per il team di sviluppo, che aveva promesso una versione old-gen del suo prodotto e avrebbe dovuto fare di tutto per renderla godibile. Che ci siano delle colpe evidenti è testimoniato anche dalla scelta del team polacco di portare avanti, per i suoi prossimi prodotti, un modello di sviluppo "in parallelo", lavorando contemporaneamente sulle versioni Console e PC, invece che concentrarsi solo sul Personal Computer per poi tentare una conversione tardiva. Dopo tutto questo tempo, in ogni caso, è venuto anche il momento di confermare in via definitiva l'insufficienza che avevamo assegnato all'edizione Console di Cyberpunk 2077. La Patch 1.2 doveva gettare le fondamenta per il futuro del gioco su tutte le piattaforme. Su alcune di esse, purtroppo, queste fondamenta sono visibilmente instabili.

    Che voto dai a: Cyberpunk 2077

    Media Voto Utenti
    Voti: 581
    7.4
    nd