CYBERPUNK

Cyberpunk 2077 e i problemi su PS4: come gira sulla vecchia console Sony?

Su console "base" la splendida creatura di CD Projekt Red arranca innegabilmente: le nostre prime impressioni sulla versione PS4 liscia.

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Stadia
  • Che Cyberpunk 2077 potesse soffrire particolarmente sui modelli di lancio delle console della scorsa generazione è una preoccupazione che ci ha accompagnato per mesi. Una preoccupazione che, diciamocelo, sconfinava in una specie di mezza certezza, a cavallo tra detto e non detto - non certo per disonestà intellettuale, quanto piuttosto perché nessuno aveva mai visto girare quella versione del gioco.

    Del resto, come conciliare un'esperienza così avveniristica, così ambiziosa e così profonda (a proposito, recuperate subito la nostra recensione di Cyberpunk 2077 in formato PC) con hardware con addirittura sette anni sulle spalle? Un problema oggettivamente di difficile risoluzione, perché la proverbiale coperta tra PC super pompati e macchine uscite nel 2013 non può che essere corta, anzi forse persino cortissima. E così se si tira da una parte, ci si scopre inevitabilmente dall'altra.

    Night City non accetta compromessi

    L'avventura di V è, da sempre, un progetto con il PC saldamente in testa. Una questione di sviluppo, di slancio tecnologico e pure di background per uno studio come CD PROJEKT RED. Non è insomma un caso che proprio le versioni console di Cyberpunk 2077 stessero dando qualche grattacapo allo sviluppatore polacco, se è vero come è vero che l'ultimo ritardo - il terzo, quello di circa tre settimane - era da imputare proprio all'ottimizzazione sugli hardware più arretrati.

    Certo, le recenti apparizioni del gioco sia in formato PS4 Pro/PS5 che Xbox One X/Series X sembravano parecchio rassicuranti. Il colpo d'occhio non era chiaramente quello della versione PC con effetti al massimo e ray tracing a bomba, eppure anche sui modelli di console mid-gen l'affascinante RPG sembrava avere carisma da vendere e una resa tecnica gagliarda. Con magari meno densità nella folla a spasso per le strade di Night City, ma con risultati comunque francamente apprezzabilissimi.

    Ieri, durante la nostra maratona su Twitch in compagnia di Jackie Welles, è però purtroppo arrivata una doccia fredda, anzi freddissima. Senza girarci troppo attorno, Cyberpunk 2077 su PlayStation 4 è davvero un altro gioco. Attenzione: non un'edizione in tono minore, che impone magari qualche compromesso anche significativo. No: un altro gioco. Un'esperienza diversa, profondamente problematica, impossibile da consigliare anche e soprattutto alla luce della bontà di un gioco che altrove si distingue con pregi evidenti.

    Semplicemente: vi meritereste di vivere la riscossa di Johnny Silverhand in condizioni molto migliori del mortificante stato in cui abbiamo trovato la versione PS4 "liscia". Un gioco con enormi problemi in termini di grafica e di performance. Più dell'evidente desolazione di una Night City spoglia sia di passanti che di veicoli - che limita parecchio la sensazione di una metropoli pulsante di vita come una sorta di formicaio al neon - i guai riguardano alcuni dettagli grafici, la risoluzione e il framerate.

    Ben più di un compromesso

    Se sulla qualità scadente delle ombre e su un conteggio poligonale discutibile si può soprassedere, è difficile accettare i limiti a livello di risoluzione. Un colpo d'occhio in media parecchio lontano da una resa in full HD, che va di pari passo a una fluidità a dir poco claudicante e a ritardi nel caricamento delle texture. Sono in particolare i cali di framerate, continui, fastidiosi e massicci, a compromettere in toto la giocabilità. Su PS4 base l'effetto è allora quello di un gioco "sporco" e mostruosamente arrancante, che in certe circostanze arriva addirittura a rendere difficoltosa la gestione della mira con le armi da fuoco per colpa del framerate disastroso. Senza contare il fattore stabilità, visti i due crash occorsi in meno di un'ora.

    Una situazione desolante, che non può non gettare qualche ombra anche sul modo in cui CD PROJEKT RED ha gestito nel corso dei mesi la comunicazione relativa alla versione console del suo esplosivo blockbuster.

    Quindi, come comportarsi? Il consiglio, spassionatamente e molto in extremis, se avete a disposizione solo e soltanto una console base (PS4 o Xbox One), è quello di pensare bene alla versione da acquistare, e quantomeno aspettare una o più patch correttive. Una raccomandazione che dovrebbe valere a rigor di logica anche facendo un parallelo sul fronte Xbox, per quel che riguarda Xbox One (S). Questo perché, alla luce della qualità del gioco di ruolo dei creatori di The Witcher 3, sarebbe giusto vivere un'Odissea fantascientifica al meglio, o per lo meno in condizioni come minimo accettabili. Uno scenario dolorosamente incompatibile con quanto purtroppo visto e provato su PS4. A tal proposito, resta da capire come si comporti Cyberpunk 2077 su PS4 Pro - promettiamo di farvi avere al più presto un parere in questo senso.

    La questione cambia invece in modo radicale in retrocompatibilità su PS5 (e, di nuovo, verosimilmente su Xbox Series X, dove però ancora non abbiamo avuto modo di effettuare dei test). Sulla piattaforma next-gen la versione PlayStation 4 della folle ascesa di V si comporta in modo sorprendente: 60fps se non proprio incrollabili comunque quasi sempre spinti verso l'alto, ottime luci, un colpo d'occhio pregevole e l'invidiabile sensazione di controllo totale. L'esatto opposto di quanto sperimentato sul modello base di PS4, dove ci si sente letteralmente in balia di un gioco ottimizzato malissimo. Un segnale confortante per il presente e particolarmente inebriante per il futuro, perché se queste sono le premesse della versione PS4 c'è da aspettarsi - al momento per un generico 2021 - una versione next-gen coi fiocchi.

    In conclusione, spiace pensare che il giudizio e che l'esperienza Cyberpunk 2077 possa variare in maniera così clamorosa a seconda della piattaforma (a proposito, occhio all'opzione Stadia perché potrebbe essere sorprendente). Mai come in questo caso però le care, vecchie console datate 2013 ci sono sembrate inadeguate, in difficoltà e dannatamente fuori contesto. Complesso e forse persino inutile stabilire ora se avesse senso pensare a un Cyberpunk 2077 solo rivolto alla next-gen. Quel che è certo è che però i possessori di PS4 meritassero un trattamento ben diverso, sia alla luce dei tanti anni di attesa sia del prezzo pieno a cui viene venduto il gioco (in generale meritatissimo, ma problematico nello specifico).

    La speranza è che il team polacco possa aggiustare la mira e ribaltare come un calzino la problematica versione PS4 attraverso patch che non mancheranno di certo nelle settimane e nei mesi a venire. Basterà? Nel dubbio tenete d'occhio la situazione, a se possibile aspettate a farvi catturare dalle spire di Night City.

    Che voto dai a: Cyberpunk 2077

    Media Voto Utenti
    Voti: 525
    7.4
    nd