Da Firewall Zero Hour a Transference: tutti i giochi VR del 2018

Firewall Zero Hour, The Persistence, Defector, Beat Saber: i migliori giochi in Realtà Virtuale (VR) in arrivo nella seconda metà del 2018.

speciale Da Firewall Zero Hour a Transference: tutti i giochi VR del 2018
Articolo a cura di

Dopo avervi fornito una panoramica dei migliori giochi in arrivo su PlayStation 4, Xbox One, Nintendo Switch e PC nei prossimi sei mesi, in questo articolo ci concentreremo sulle produzioni VR più interessanti in uscita tra luglio e dicembre. Di seguito, i principali giochi in realtà virtuale previsti su PlayStation VR, HTC Vive, Oculus Rift entro la seconda metà del 2018.

Firewall Zero Hour

Il catalogo di PlayStation VR si arricchisce il 29 agosto con Firewall Zero Hour, promettente FPS tattico improntato alla co-op e al gioco online.

Anche se il titolo include una modalità allenamento per giocare contro i nemici controllati dall'IA, così da prendere dimestichezza con le meccaniche e i controlli (a tal proposito, verranno supportarti sia il DualShock 4 che l'Aim Controller), il vero cuore pulsante dell'esperienza rimane la modalità multiplayer 4v4, con i due team chiamati a proteggere una serie di obiettivi sensibili dall'attacco degli avversari, per quello che si preannuncia uno shooter in realtà virtuale basato sul team work e sulla strategia di squadra.

The Persistence

Il 25 luglio sarà il turno di The Persistence, altra promettente esclusiva per PlayStation VR che si presenta come un survival horror roguelike dalle tinte sci-fi. Il gioco è ambientato all'interno di un vascello spaziale in avaria, vedendoci costretti a lottare per la sopravvivenza mentre cerchiamo di fare rotta verso casa.

Tra i nemici che bisognerà affrontare durante la fuga ci sono i Listener, ipersensibili al rumore e ai movimenti, i Bloodhound, che inseguono il giocatore senza tregua in ogni area della nave, e i Bolidi Misteriosi, esseri avvolti nelle fiamme che si fanno esplodere al contatto. Per cavarcela potremo contare sugli approcci stealth e su una buona varietà di armi a nostra disposizione.

Tetris Effect

Se il matrimonio tra Tetsuya Mizuguchi e Tetris si era intravisto ai tempi di Lumines, questo autunno arriverà una nuova versione del celebre rompicapo russo in grado di celebrarlo totalmente. Naturalmetne stiamo parlando di Tetris Effect, nuovo puzzle game dell'autore di Rez e Child of Eden che unisce le meccaniche di incastro dei tetramini con la sinestesia sensoriale di musica, intereazione ed effetti visivi.

Confermato anche il supporto a PlayStation VR (a partire dal lancio previsto entro l'anno), con la possibilità di giocare in realtà virtuale per un'esperienza ancora più immersiva e coinvolgente.

Dreams

Dagli autori di Little Big Planet arriva Dreams, il nuovo progetto di Media Molecule che vuole mettere nelle mani nei giocatori un potente strumento creativo con cui plasmare nuovi mondi, viaggi sensoriali e giochi veri e propri.

Anche se il titolo includerà una campagna single player tradizionale, il vero focus dell'esperienza si concentrerà sull'editor e sulla sua semplicità di utilizzo, con la possibilità di condividere le proprie creazioni con il resto della community. Anche se al momento non si conosce la finestra di lancio esatta, sappiamo che il debutto di Dreams è atteso su PlayStation 4 entro l'anno, con tanto di supporto a PlayStation VR garantito a partire dal day one.

Transference

Da Ubisoft e dalla direzione creativa di Elijah Wood (Frodo de Il Signore degli Anelli) arriva Transference, nuova avventura horror in VR dalle tinte psicologiche. Nel gioco dovremo esplorare una casa virtuale in cui sono state caricate le coscienze di tre diversi protagonisti, con l'obiettivo di conferirgli la vita eterna.

Durante la procedura di upload, però, qualcosa finirà per andare storto, affidando al giocatore il compito di capire cosa sta accadendo all'interno della simulazione. Durante l'avventura vestiremo i panni dei tre protagonisti, così da cambiare continuamente prospettiva mentre proviamo a comporre i tasselli del puzzle. L'uscita è fissata entro l'autunno su PlayStation VR e PC.

Deracine

Dopo averci consegnato due capolavori come Dark Souls e Bloodborne, From Software e Hidetaka Miyazaki provano a debuttare nel mondo della Realtà Virtuale con Déraciné, nuova avventura pensata esclusivamente per PlayStation VR in arrivo entro l'anno.

La storia ruota attorno ai segreti di alcuni studenti di un isolato collegio, con il giocatore a vestire i panni di un'entità incorporea in grado di visitare le varie stanze dell'edificio. Tra un'area e l'altra saremo chiamati a risolvere una serie di enigmi, cercando di scavare più a fondo nelle vite e nelle fitte trame che legano i vari studenti del collegio.

Marvel Powers United VR

Realizzato da Sanzaru Games e Oculus Studios, Marvel Powers United VR si appresta a debuttare su Oculus Rift il 26 luglio, presentandosi come titolo multiplayer co-op in cui si possono impersonare gli eroi dell'universo Marvel (come Captain Marvel, Hulk, Rocket Raccoon, Deadpool, Freccia Nera, Crystal, Thor e Black Panther) per sconfiggere i nemici.

Sfruttando i controlli di movimento si potranno eseguire un'ampia varietà di mosse, facendo esplodere i nemici con fasci di fotoni o tagliandoli con a colpi di katana, solo per citare alcune delle abilità messe a disposizione dai vari personaggi giocabili.

Beat Saber

Dopo l'ottima accoglienza di pubblico e critica riservata su PC, Beat Saber si appresta a debuttare anche su PlayStation VR entro i prossimi mesi.

Il gioco si presenta come un rhythm game immediato quanto impegnativo da padroneggiare, caratterizzato da un concept molto semplice: nei vari stage dovremo colpire a tempo una serie di cubi colorati, impugnando e scuotendo i due PlayStation Move come se fossero due spade Jedi. Un ottimo esponente del genere che riesce a sfruttare le caratteristiche della realtà virtuale, spingendo i giocatori a muoversi a ritmo di musica mentre si destreggiano con mosse da cyber ninja.

Prey Typhoon Hunter

Il nuovo Prey di Arkane Studios si prepara a sbarcare nella realtà virtuale con Typhoon Hunter, nuova modalità multiplayer (giocabile anche senza visori VR su tutte le piattaforme) in arrivo gratuitamente durante l'estate per tutti i possessori del DLC Mooncrash.

Gli sviluppatori la descrivono come "un gioco del gatto col topo", con la differenza che in questo caso il gatto può essere un cestino dei rifiuti o un flacone di detergente, e che il topo può imbracciare un fucile a pompa, per quella che si presenta come una nuova modalità competitiva che vede Morgan Yu alle prese con una serie di mimic che possono assumere le sembianze di oggetti comuni.

Zone of the Enders The 2nd Runner Mars

Il secondo capitolo di Zone of the Enders si ripresenta il 6 settembre su PlayStation 4 e PC con Zone of the Enders The 2nd Runner Mars, riedizione che include una modalità di gioco pensata per la realtà virtuale. Indossando il visore ci troveremo all'interno dei mech, affrontando le battaglie dalla prospettiva del pilota.

Dal momento che la visuale si sposterà all'interno dell'abitacolo, la dinamica stessa delle battaglie richiederà un approccio diverso ai combattimenti, permettendoci di vivere l'esperienza di gioco in modo ancora più immersivo. Per ingannare l'attesa, gli utenti PlayStation VR possono provare la demo gratuita del titolo presente sul PS Store.

Creed Rise to Glory

Dagli autori di Sprint Vector arriva Creed Rise to Glory, spin-off di Rocky in arrivo su PlayStation VR durante l'autunno. Il gioco si propone come un gioco di boxe in prima persona pensato per la realtà virtuale, vedendoci impugnare i due PlayStation Move per lottare sul ring come se fossimo dei veri pugili.

Stando alla prova su strada, il titolo ha dimostrato di avere tutte le potenzialità per offrire un sistema di combattimento intuitivo e profondo allo stesso tempo, permettendoci di sperimentare diversi stili di attacco e difesa nel corso degli incontri. Presente anche la possibilità di giocare nei panni di Balboa, rivivendo gli incontri più celebri del pugile interpretato da Sylvester Stallone.

Evasion

Prendendo spunto dalle ottime intuizioni di Farpoint, Evasion si presenta come un nuovo FPS sci-fi giocabile con l'AIM Controller, puntando su un ritmo di gioco ancora più veloce, sulla possibilità di affrontare l'intera avventura in co-op e sulla presenza di quattro differenti classi con cui personalizzare il proprio stile di gioco.

Rispetto al titolo di Impulse Gear, Evasion vuole concentrarsi maggiormente sui combattimenti, proponendo un livello di azione ancora più frenetico e martellante, in grado di mettere alla prova i nostri riflessi soprattutto nella modalità Sopravvivenza. Il debutto del titolo è fissato entro l'anno su PlayStation VR.

Blood & Truth

Blood & Truth si presenta come il seguito spirituale di The London Heist, il gioco di punta contenuto PlayStation VR Worlds. In un misto di azione, stealth e scontri a fuoco, i giocatori vestiranno i panni di Ryan Marks, soldato d'elite delle Forze Speciali determinato salvare la propria famiglia da uno spietato criminale.

I controlli di movimento del PlayStation Move e il tracking posizionale verranno sfruttati ancora una volta a dovere, dando vita a sparatorie adrenaliniche in cui bisognerà spostarsi continuamente da una copertura all'altra. Nell'attesa di una finestra di lancio più precisa, il debutto del gioco rimane fissato entro il 2018 in esclusiva su PlayStation VR.

Golem

In sviluppo presso Highwire Games, studio fondato da Martin O'Donnell (celebre compositore della serie Halo) con la collaborazione di alcuni veterani dell'industria, Golem si aggiunge alle esclusive più interessanti in arrivo su PlayStation VR entro l'anno (dopo il rinvio dello scorso marzo).

Protagonista dell'avventura è una giovane ragazza in grado di controllare telepaticamente i Golem, gigantesche creature di pietra che si muovono sullo sfondo di una città abbandonata. Tra epici combattimenti di spada e fasi esplorative, il titolo promette un sistema di controllo innovativo chiamato "incline control", con cui sarà possibile spostarsi nello spazio inclinando semplicemente il proprio corpo in avanti.

Star Child

Come dimostrato da Moss, i generi più insospettabili possono rivelarsi le migliori esperienze da vivere in realtà virtuale. Nel caso di Star Child, è sorprendente come un cinematic platform 2.5D possa funzionare così bene in VR, vuoi per il senso di scala, la tridimensionalità degli scenari e la possibilità di anticipare con lo sguardo l'estensione dei livelli.

Si avrà la perfetta sensazione di essere avvolti in un grande diorama, affacciati alla finestra di un piccolo mondo alieno riprodotto in scala. Da quel poco che si è visto, il titolo di Playful ha tutte le carte in regola per rivelarsi una delle esperienze più interessanti in arrivo su PlayStation VR entro la fine dell'anno.

Pixel Ripped 1989

Un gioco all'interno del gioco: questa l'idea alla base di Pixel Ripped 1989, nuova avventura dal gusto retrò in arrivo su PlayStation VR e PC). Gli utenti vestiranno i panni di Nicola, ragazza che a sua volta dovrà manovrare Dot, l'eroe protagonista di un videogioco a cavallo tra le varie epoche storiche dei videogame.

Si partirà dalla generazione 8 bit impugnando la nostra prima console portatile, quando cercheremo di giocare in classe evitando lo sguardo vigile della maestra, passando poi per le avventure 16 bit consumate tra le mura di camera nostra e così via. Dopo il rinvio dello scorso maggio, il debutto del titolo è stato fissato entro l'autunno del 2018.

Space Junkies

Dopo la Closed Beta pubblicata su Steam a fine giugno, Space Junkies si prepara a debuttare nella sua versione completa su HTC Vive e Oculus Rift entro l'anno.

Stiamo parlando di un frenetico FPS Arena ambientato nello spazio, uno sparatutto a gravità zero in cui saremo liberi di muoverci a 360° mentre impugnamo i controller di movimento per utilizzare le varie armi a nostra disposizione. Il titolo si caratterizza per la presenza di due modalità multiplayer: uno scontro a squadre 2v2, dove il team work e la comunicazione giocheranno un ruolo fondamentale, e i tesissimi duelli 1v1 a prova di nervi e riflessi.

Ace Combat 7

Da Eve Valkyrie a Ultrawings, passando per la missione X-Wing di Star Wars Battlefront. È ormai assodato che simulatori di volo e affini possono funzionare molto bene in realtà virtuale, regalando grandi sensazioni di velocità e immersione ai possessori dei vari visori.

Ace Combat 7 includerà al suo interno una campagna aggiuntiva pensata per PlayStation VR, promettendo un'esperienza di gioco che possa sfruttare al massimo le caratteristiche del caschetto Sony. Il debutto del titolo è fissato entro il 2018.

Detached

A distanza di un anno dal debutto su PC, Detached si prepara ad arrivare anche su PlayStation VR il 19 luglio, proponendosi come il gioco spaziale più "estremo" pensato per la realtà virtuale.

Nella Campagna single player dovremo fuggire da una stazione abbandonata, cercando di salvare i membri del nostro team prima che si esaurisca la nostra riserva di ossigeno, mentre nella modalità multiplayer saremo chiamati a sfidare gli altri giocatori in una rivisitazione di "Cattura la bandiera". In entrambi i casi, dovremo padroneggiare i comandi della tuta spaziale in un ambiente a zero-G che simula accelerazioni, cadute libere, rotazioni e ondeggiamenti improvvisi.

Defector

Entro il 2018 è previsto anche Defector, promettente esclusiva Oculus Rift che ci mette nei panni di un agente segreto munito di armi e gadget ipertecnologi. Il gioco si propone come un FPS a movimento libero dai ritmi sostenuti, ricalcando le tipiche situazioni al cardiopalma dei film di spionaggio, con tanto di narrazione ramificata basata sulle scelte del giocatore.

Nel corso dell'avventura saranno disponibili anche una serie di obiettivi secondari, per quella che si preannuncia un'esperienza di gioco single player longeva e dai valori produttivi degni di nota.