Da GTA 5 a Tetris: scopriamo i videogiochi più venduti di tutti i tempi

Con oltre 90 milioni di copie distribuite, GTA V è uno dei tre videogiochi più venduti di sempre, preceduto da nomi illustri come Tetris e Minecraft.

speciale Da GTA 5 a Tetris: scopriamo i videogiochi più venduti di tutti i tempi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Tracciare una classifica che sia quanto più attendibile possibile riguardo al successo dei videogame è sempre impresa improba e di difficile interpretazione. Per parafrasare Zygmunt Bauman, l'industria videoludica si è fatta via via sempre più liquida, malleabile, incerta. Se, un tempo, sarebbe stato semplice associare il numero di copie vendute di un videogioco ai profitti generati dallo stesso, la questione al giorno d'oggi s'è fatta estremamente complicata. Bisognerebbe, anzitutto, tenere su due piani separati il numero delle copie vendute dai profitti generali. I fattori da tenere in considerazione, poi, potrebbero esser molteplici a partire dal fatto che i videogiochi vengono sempre più intesi come "product as a service", ovvero protti destinati a rimanere sul mercato addirittura per anni, come tali affiancati da microtransazioni (voce ovviamente indipendente dalla quantità di copie vendute), abbonamenti mensili e season pass molto redditizi.
    Inoltre, dovremmo inserire nell'equazione anche le varie riedizioni, che possono portare un prodotto da un hardware all'altro, saltando di generazione in generazione, la questione dei franchise e il fatto che molti dei titoli vengono venduti in bundle con gli hardware che, poi, li ospitano. Quindi, senza perderci in inutili (e per forza di cose parziali) elucubrazioni sui profitti generati dai titoli più redditizi, cerchiamo di vedere quali sono i giochi che hanno venduto più copie in assoluto nella storia. Eccone alcuni.

    GTA V

    Non potevamo non inserire in questa speciale classifica proprio il titolo che l'ha, per così dire, ispirata: GTA V. Già nel corso delle ventiquattro ore successive al debutto, si avvertivano i prodromi di ciò che sarebbe stato GTA V: fu il titolo più venduto della storia con circa 800 milioni di dollari guadagnati worldwide. Inoltre, se consideriamo il franchise di GTA, solamente dal terzo episodio in avanti, la serie ha venduto oltre 180 milioni di copie. Ora, a ben cinque anni di distanza, la vicenda di Michale de Santa, Trevor Philips e Franklin Clinton ha superato le 90 milioni di copie distribuite, con un ricavo generale di sei miliardi di dollari, a fronte dei 265 milioni necessari per lo sviluppo. Una cifra da capogiro che, come abbiamo avuto modo di vedere, supera di gran lunga i ricavi di ogni opera di intrattenimento della storia.

    Il contatore, per Rockstar e Take Two non accenna a subire alcuna flessione. E pensate, senza aver mai ricevuto alcuna espansione per il single player. È la cura maniacale per ogni più insignificante dettaglio a rendere indimenticabile GTA V: un'insieme di tante esperienze diverse in un solo videogioco. Inoltre, anche la componente online - nonostante i grossi problemi iniziali che l'hanno funestata, ha giocato un ruolo fondamentale in questo successo. Il team di sviluppo, negli anni, si è dimostrato più che disposto a supportare la componente online con una interminabile serie di contenuti creati appositamente per garantire un mondo di gioco sempre fresco, attuale e vivido. GTA V, comunque, si pone "solo" al terzo posto nella speciale classifica dei titoli più venduti.

    Tetris

    Correva l'anno 1984, l'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche si stava lentamente dissolvendo, incapace di adattarsi al mutato corso della storia, che di lì a poco avrebbe disgregato in un ultimo sussulto il vecchio asset mondiale, in costante precario equilibrio, sulla Cortina di Ferro. L'eterna saga dei tetramini iniziata, appunto, nel lontanissimo 1984 grazie alla tanto semplice, quanto geniale idea di Aleksej Pažitnov, programmatore all'Accademia delle Scienze dell'URSS. Da allora son passati ben trent'anni e nessun dispositivo elettronico può definirsi tale se prima non ha ospitato almeno una versione del videogioco più famoso e conosciuto al mondo. Definirlo solo "videogioco" però potrebbe comunque esser riduttivo.

    Dal comunismo decadente degli anni '80 del secolo scorso, l'opera immortale di Pažitnov ha attraversato i decenni, accompagnando l'evoluzione tecnologica, senza mai perdere fascino e smalto ma, soprattutto, travalicando ogni barriera socio-culturale; divenendo fenomeno di costume, protagonista di mode, di innumerevoli citazioni ed espressioni entrati nel linguaggio comune, passando poi per studi scientifici di ogni sorta e dando addirittura il nome ad una patologia associata al subconscio "procedurale" denominata, appunto, Tetris Syndrome. Ebbene, i tetramini risultano attualmente il videogioco più venduto della storia, con oltre 170 milioni di copie piazzate nel corso di oltre trent'anni di permanenza sul mercato nelle sue più disparate declinazioni. Non male per un cumulo di blocchetti colorati.

    Minecraft

    Altro gioco fatto di "blocchi", altro record: stiamo parlando di Minecraft, immensa fortuna di Mojang e Microsoft. Il suo successo non conosce confini. Il titolo, uscito nel 2011, ancora a gennaio di quest'anno poteva contare su una base d'utenza attiva ogni mese di circa 74 milioni di utenti. I videogiocatori sono eternamente divisi sulla questione: Minecraft è una droga da cui è impossibile disintossicarsi, oppure non dice nulla. Non ci sono mezze misure. Eppure, per portare Microsoft ad acquisire l'IP per una cifra pari a 2.5 miliardi di dollari, qualcosa deve pur esserci sotto.

    Minecraft, per chi non lo sapesse, è un titolo sandbox che permette ai giocatori di costruire con una varietà di cubi diversi un mondo generato in modo procedurale in 3D, esplorarlo, crearlo e modificarlo stando ben attenti a sopravvivere. Il titolo è sbarcato su ogni tipo di console e su dispositivi mobile ma la versione per PC rimane la più famosa, per la vivacità della community di modder, in cui gli utenti creano nuove meccaniche di gioco, oggetti e risorse aggiuntive che portano il titolo ad espandersi con regolarità. Ad oggi, il conteggio delle copie vendute supera le 144 milioni di unità.

    Wii Sport

    Incredibilmente, GTA V è riuscito solo da pochissimo a scalzare dal podio Wii Sport. Con le quasi 83 milioni di unità vendute, il titolo firmato da Nintendo è il più venduto anche nella storia della Casa di Kyoto. Quella scarna raccolta di minigiochi (tennis, bowling, golf, baseball, boxe) a tema sportivo da sola, con tutta probabilità, non sarebbe riuscita ad andare da nessuna parte se la stessa grande N non l'avesse legata indissolubilmente alla vendita della console di riferimento e di cui ne sfruttava le peculiarità.

    È stato proprio con Wii Sport che praticamente tutti gli acquirenti della console di maggior successo della casa nipponica hanno mosso i primi passi, prendendo confidenza con i controller.

    Super Mario Bros

    Il baffuto idraulico italiano non ha età, questo ormai lo sappiamo bene. L'iconico personaggio, il più conosciuto e tra i più amati del mondo videoludico ha una longevità invidiabile, costellata di grandi successi. Mario, nel corso della sua carriera ha attraversato gli anni e i bit in modo impeccabile, passando da un agglomerato di pixel squadrati alle rotondità in alta definizione nella sua nuova Odissea.

    Se consideriamo l'intero franchise, in oltre trent'anni Nintendo è riuscita a piazzare oltre 603 milioni di unità. Semplicemente impareggiabile. Da soli, infatti, i baffi del buon Mario sarebbero in testa alla classifica senza se e senza ma, dato che quasi ogni titolo ha raggiunto almeno la doppia cifra (sempre parlando nell'ordine di grandezza di milioni). Però, se dovessimo scegliere il titolo che ha venduto di più, non possiamo che dirvi: Super Mario Bros. Singolarmente considerato, infatti, il gioco datato 1985 ha all'attivo oltre 40 milioni di copie e quasi tre miliardi e settecento mila dollari di profitti generati. Niente male per un nonnino dal cappello rosso.

    Bonus: tutti gli altri

    Agli inseguitori rimangono solo le briciole? No, non esattamente. Stiamo comunque parlando di titoli che possono contate su una quantità immensa di copie vendute. Alcuni, come Overwatch (35 milioni), PlayerUnknown's Battlegrounds (30 milioni), Skyrim (anch'esso a quota 30 milioni), sono titoli molto recenti mentre altri resistono grazie all'incredibile successo avuto all'epoca della release ma non solo. I nomi di peso, infatti, non si contano. Alcuni di questi rappresentano franchise immortali che, come Mario Kart, Pokémon, Call of Duty, ciclicamente riescono a godere di picchi di popolarità clamorosi. Chissà se la classifica verrà stravolta con l'avvento di GTA VI...o di Red Dead Redemption 2.

    Che voto dai a: Grand Theft Auto 5

    Media Voto Utenti
    Voti: 442
    8.8
    nd