Da Half-Life 2 a Metal Gear Solid: i peggiori doppiaggi italiani

Non tutti i giochi tripla A hanno sempre beneficiato di un grande lavoro di doppiaggio: scopriamo le voci più terrificanti del panorama videoludico.

speciale Da Half-Life 2 a Metal Gear Solid: i peggiori doppiaggi italiani
Articolo a cura di

Per la fruizione di questo articolo serviranno: acqua, oli essenziali, bende, garze o panni di cotone. Riscaldate l'acqua e versatela in un recipiente. A questo punto aggiungete qualche goccia di olio essenziale e immergete le bende, avendo cura di strizzarle per bene prima dell'utilizzo. Ottimo: avete appena creato degli impacchi caldi per orecchie, teneteli a disposizione e preparatevi ad una collezione dei peggiori doppiaggi italiani nei videogiochi! Breve disclaimer: questa non vuole essere in alcun modo una classifica, ma semplicemente una personalissima lista di alcune delle performance più catastrofiche a cui ho avuto il dispiacere di assistere.
Come detto, mi concentrerò esclusivamente sui titoli in lingua nostrana, senza considerare il circo degli orrori dei giochi in inglese (i più curiosi e coraggiosi possono consultare The Town with No Name, Zelda: the Wand of Gamaleon, oppure semplicemente Castlevania: Simphony of the Night, giusto per avere un assaggio del repellente menù offerto dagli anglosassoni). Inoltre, non credo sia il caso di inveire troppo contro le piccole produzioni "di nicchia": anche nei prodotti di maggior successo si nascondono, come vedremo, spiacevoli sorprese! E ricordate: una volta finito l'articolo mantenete l'impacco sulle orecchie fino a quando non raggiungerà la temperatura corporea. Nel caso in cui non fosse sufficiente, consultate pure il vostro otorino di fiducia.

Hitman: agente quaLantasette

Hitman è un titolo nato quasi per caso. Nel 1998 gli sviluppatori danesi di Reto-Moto si unirono al Nodisk Film Studio: il risultato fu la Io-Interactive. Il neonato team di sviluppo cominciò a focalizzarsi su un nuovo progetto (tra le idee c'era anche quella di creare un MMO fantasy), ma alla fine gli sforzi della squadra virarono verso la creazione di uno shooter in terza persona, veloce e dall'anima action, ispirato dai film di John Woo.

Il gioco sarebbe stato un'esclusiva PC e avrebbe utilizzato il motore grafico costruito appositamente dai ragazzi di Io-Interactive. Osservando le capacità del nuovo engine, in grado di riprodurre il movimento dei vestiti ed il ragdoll dei corpi senza vita, Eidos Interactive si interessò al progetto, offrendosi di pubblicarlo, a patto che il titolo si trasformasse in uno stealth, più lento ed in grado di sfoggiare le potenzialità straordinarie del motore.

Fu così che nacque Hitman: Codename 47. Il gioco, come sappiamo, è basato sulle gesta dell'agente 47, il risultato degli esperimenti di clonazione per creare l'assassino perfetto. Nella prima missione del gioco, 47 deve infiltrarsi tra alcuni membri della Triade. Nonostante il gameplay rivoluzionario, la maggior parte del divertimento, all'inizio, deriva proprio dal doppiaggio degli NPC orientali: talmente stereotipato da essere passibile di denuncia.

Difficile credere che frasi come "Ti pLego non spaLaLe", "Te la sei ceLcata!", o "AdoLo uccideLe" siano state realmente urlate nel microfono da un doppiatore professionista in carne ed ossa, per non parlare, poi, della voce dello stesso Agente 47. Vi lasciamo con alcune perle di questa missione...giudicate voi stessi, se ne avete il coraggio!

Metal Gear, doppiaggi poco "solidi"

Metal Gear Solid è il mio gioco preferito di sempre, punto. Nonostante il mio sia divenuto nel tempo un vero e proprio culto religioso, con tanto di altarino che sfoggia l'originale doppio disco per Playstation, incenso e petali di rosa, devo ammettere che il titolo aveva i suoi difetti (e lo faccio mentre lacrime amare si infiltrano nei solchi della mia tastiera). Il doppiaggio italiano è, infatti, a tratti pessimo.

A dispetto del buon lavoro di Alessandro Ricci, che interpreta Solid Snake, personaggi secondari come il colonnello Campbell e Sniper Wolf fanno letteralmente accapponare la pelle, leggendo roboticamente ogni singola linea di testo, come fossero tra i banchi delle scuole medie!

Vi invito caldamente a riascoltare oggi le conversazioni via codec, o ad assistere alla morte del sensuale cecchino: scene a dir poco tragicomiche. L'incontro con Otacon, poi, è tra i siparietti più divertenti: non tanto per l'incidente "incontinente" del giovane scienziato, quanto per la sua voce stridula e fuori contesto. La notizia della scelta, da parte di Kojima, di sostituire David Hayter con Kiefer Sutherland in Metal Gear Solid V fu per me uno shock, e nemmeno tutta la professionalità del protagonista di 24 mi ha mai fatto svanire il desiderio di riascoltare la "vera" voce di Snake...

Asia non ha voglia di lavorare

Oh Asia, Asia! Ti ricordo ancora sulla copertina di GQ, sigaretta in mano, sguardo sensuale, ad alimentare le mie fantasie da giovane virgulto! Poi cos'è successo? Sei finita su tutt'altre copertine, sulla bocca di tutti, scioccando i tanti che ti ammiravano, scatenando clamore e dibattiti: uno scandalo! Sto parlando, naturalmente del doppiaggio di Mirror's Edge...a cosa pensavate? Maliziosi!

L'elastica protagonista Faith Connors, una "runner" impegnata a combattere una società distopica in cui tutte le informazioni vengono controllate, è infatti interpretata da una fredda, distaccata, molle e fuori contesto Asia Argento, il che non rende assolutamente onore all'energia sprigionata dall'eroina amante del parkour.

Nonostante l'opera venne accolta caldamente dalla critica, tutti i dubbi iniziali sulla scelta dell'attrice ribelle si rivelarono, sfortunatamente, fondati. Una curiosità: ricordate della travagliata storia d'amore tra la figlia del maestro dell'horror e Morgan? Bene, perché anche l'ex frontman dei Bluvertigo ci ha "deliziati" con una pessima performance di doppiaggio, interpretando un terrorista in quel capolavoro di Splinter Cell: Pandora Tomorrow, stesso titolo in cui sua maestà Luca Ward dava la voce a Sam Fisher.

Half Life 2: "Si svegli, Mr. Freeman"

Passiamo ad un altro titolo elevato a stato divino e venerato da intere schiere di fan: Half-Life 2. Il gioco, uscito nel 2004, vede come protagonista il caro vecchio dottor Gordon Freeman, il quale, alcuni anni dopo gli eventi del primo capitolo, viene risvegliato dal misterioso G-Man: un incipit alquanto scioccante per tutti i giocatori di lingua italiana, che si sono ritrovati ad ascoltare uno dei peggiori monologhi della storia videoludica. Dopo aver scoperto che il mondo è stato conquistato dai malvagi Combine, Freeman si unisce alla resistenza per salvare il genere umano.

Peccato che la filantropia svanisca quasi del tutto, ascoltando le voci degli NPC: caratterizzate da un particolare accento est-europeo ed una strana cadenza "lagnosa". A quanto pare, a causa dei continui ritardi nell'uscita del gioco, la direzione tricolore del doppiaggio fu costretta ad organizzare e finire il lavoro in pochissimo tempo, lasciando un neo indelebile su uno dei migliori titoli di sempre. Chi sa che in Half-Life 3 non vengano prese decisioni migliori...dico bene, Gabe?

Special Guest: P****... mi son perso un'altra volta!

In Medieval 2 Total War, il doppiatore, che dovrebbe farci da cicerone attraverso la dura vita da conquistatori, ci delizia con uno degli scivoloni videoludici più noti e divertenti di sempre: durante la fase di tutorial, parlando dell'uso degli arieti e delle scale si...perde!

Il titolo risale al lontano 2002, e l'errore ha fatto il giro di internet molte volte ed è stato patchato ma, nel caso in cui vi fosse sfuggito, ve lo riproponiamo.

Videogiochi Il doppiaggio è, senza ombra di dubbio, uno degli aspetti fondamentali che contribuiscono alla qualità finale di un videogioco. Quel che abbiamo imparato da questi esempi, pochi ma significativi, è che preferiamo leggere qualche sottotitolo in più, evitando di tenere gli impacchi d'olio sulle orecchie! E voi? Quali sono i vostri suggerimenti per i peggiori doppiaggi videoludici di sempre?