Da Hollow Knight Silksong a Carrion: i giochi indie più attesi del 2020

Per i giocatori sempre alla ricerca di produzioni originali e creative, ecco una lista con i giochi indie più stimolanti in arrivo nei prossimi mesi.

speciale Da Hollow Knight Silksong a Carrion: i giochi indie più attesi del 2020
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Switch
  • Il 2020 è l'anno di PS5 e Xbox Series X, quello in cui si cominceranno a scrivere le cronache del futuro prossimo del medium. Dodici mesi che non solo ci accompagneranno verso la pubblicazione dei primi titoli next-gen ma, come da tradizione, vedranno il lancio di produzioni destinate a comporre il canto del cigno dell'attuale generazione di macchine da gioco. Tra blockbuster milionari e grandi esclusive, però, trovano spazio anche i frutti della scena indipendente, che negli anni si è dimostrata una straordinaria incubatrice di esperienze in grado di infondere nel medium originalità e inventiva, con risultati spesso più brillanti rispetto a quelli del panorama tripla A. Per questo motivo, abbiamo deciso di stilare per voi un compendio contenente quelli che, a nostro avviso, sono i prodotti indie più stimolanti in arrivo nel corso dei prossimi mesi. Una lista che, per forza di cose, non può essere totalmente esaustiva, ma che offre comunque una buona panoramica sull'orizzonte delineato da questa importantissima fetta del mercato videoludico.

    12 Minutes - PC, Xbox One

    Presentato durante lo scorso E3, e subito accolto come una delle produzioni più interessanti della fucina creativa di Annapurna Interactive, 12 Minutes è un'avventura punta e clicca con visuale dall'alto interamente ambientata tra le mura di un piccolo appartamento, palcoscenico di una rete di misteri che il giocatore dovrà dipanare con le sue scelte. Per motivi sconosciuti, infatti, il protagonista si ritrova incastrato in un loop temporale di appena 12 minuti, il tempo che separa il suo ingresso in casa dal decesso della moglie incinta, colpita a morte dal fuoco di un poliziotto giunto sul posto per arrestare la donna per l'uccisione del padre.

    Il titolo, ispirato alla cinematografia di Kubrick e a pellicole come La Finestra sul Cortile e Memento, punta a calare gli utenti in un contesto fortemente ansiogeno, dove ogni secondo è prezioso e ciascuna scelta può innescare conseguenze drammatiche. L'obiettivo è chiaramente quello di evitare la tragedia sfruttando le conoscenze che accumuleremo a ogni nuovo loop, cercando al contempo di risolvere il mistero dietro l'omicidio e l'inspiegabile trappola temporale che ghermisce i personaggi. Il titolo è sviluppato interamente da una singola persona, Luis Antonio, ex-dipendente di Rockstar e Ubisoft, nonché autore di uno degli indie più promettenti di questo 2020.

    Griftlands - PC

    Con un curriculum costellato di perle videoludiche del calibro di Mark of the Ninja, Don't Starve, Oxygen Not Included e Invisible Inc., Klei Entertainment non è semplicemente uno dei team indipendenti più talentuosi del mercato, ma anche uno dei più eclettici. Questo volontà di proporre esperienze sempre diverse, brillanti e originali fa di Griftlands, il nuovo gioco dello studio canadese, uno dei prodotti indie più intriganti tra quelli in arrivo nel corso del 2020. Si tratta di un particolarissimo mix tra dinamiche ruolistiche, roguelike e di deck-building che trascina i giocatori in un mondo spietato, dove ogni decisione può condurre a svolte inaspettate, lungo un viaggio in precario equilibrio tra gloria e morte.

    Nei panni di un mercenario con diversi centimetri di pelo sullo stomaco, ci troveremo quindi a vagare - di incarico in incarico - tra le lande di un'ambientazione che mescola fantasy e space western in un cocktail di grande pregio stilistico. Che si tratti di intavolare un duro negoziato con un abile mercante alieno, o di farsi strada con l'acciaio verso una ricca ricompensa, il gameplay sembra vantare una varietà sorprendente, che stimola gli utenti a tentare approcci sempre diversi. Il gioco, attualmente in alpha, dovrebbe essere pubblicato entro la fine di giugno.

    Kerbal Space Program 2 - PC, PS4, Xbox One

    Erede di uno degli indie più celebrati degli ultimi anni, Kerbal Space Program 2 è una simulazione spaziale che sfida i giocatori ad affrontare, passo dopo passo, la corsa verso "l'ultima frontiera". Il titolo di Star Theory Games promette una gran quantità di strumenti inediti al servizio delle ambizioni pionieristiche degli utenti, chiamati a sviluppare ogni aspetto del proprio programma spaziale: dalla costruzione delle piattaforme di lancio alla progettazione dei veicoli, fino al traguardo della colonizzazione interstellare.

    Tra le novità di questo sequel ci sono un motore di gioco completamente rivisto, la possibilità di spingersi oltre i confini di un singolo sistema galattico e, come anticipato, un sistema di costruzione degli insediamenti che permetterà agli esploratori di sfruttare la propria "casa tra le stelle" come base per nuove - e probabilmente disastrose - avventure. Per quanto serissimo dal punto di vista delle meccaniche, KSP 2 mantiene infatti intatta la propria vena umoristica, alimentata dalla lunga serie di fallimenti ingegneristici che i Kerbal, la razza umanoide del gioco, accoglierà sempre con moti di irragionevole entusiasmo. La curva di apprendimento più dolce promessa dal team di sviluppo dovrebbe inoltre offrire ai "non iniziati" un buon motivo per tentare la sorte nel vuoto cosmico.

    Sable - PC, PS4, Xbox One

    Dopo aver conquistato il cuore del pubblico durante l'E3 del 2018, soprattutto per i meriti di una direzione artistica di grande impatto, l'opera prima dello studio londinese Shedworks si appresta a raggiungere il mercato nel corso dei prossimi 12 mesi. Sable racconta la storia di un viaggio di formazione, dell'intima epopea di una protagonista alla ventura tra le dune di un deserto sconfinato, da attraversare a piedi o in sella a uno scattante speeder. La formula di gioco ricorda da vicino quella action adventure dell'indimenticabile The Legend of Zelda: Breath of the Wild, con un mondo aperto (di dimensioni relativamente contenute) liberamente perlustrabile e carico di segreti da scoprire.

    A differenza del capolavoro di Nintendo, però, Sable non proporrà alcun genere di combattimento, elemento escluso dal bilancio ludico in favore di enigmi ambientali, esplorazione e interazioni di stampo narrativo. Tra maestose rovine e dungeon alieni, la protagonista non sarà guidata da un singolo proposito trainante, ma dovrà guadagnarsi l'accesso all'età adulta accumulando un tesoro di piccole storie tra le lande desolate del suo pianeta natale, sia interagendo con gli altri personaggi che con gli scenari di questo luogo sospeso nel tempo. A consolidare il fascino dell'opera c'è un comparto grafico carico di richiami alla fantascienza a fumetti di Moebius.

    Spelunky 2 - PC, PS4, Xbox One

    Seguito di uno dei roguelike più impegnativi e appaganti degli anni 2000, il platform 2D di Derek Yu avrebbe dovuto raggiungere gli scaffali digitali già lo scorso anno, ma lo sviluppatore ha ritenuto doveroso rinviare l'uscita per garantire al pubblico un titolo all'altezza della fama del predecessore. Nei panni di Ana, la figlia dell'esploratore protagonista del primo capitolo, in Spelunky 2 saremo chiamati ad avventurarci negli abissi sotterranei della luna, da soli o in compagnia di un massimo di altri tre giocatori.

    I livelli, generati proceduralmente a ogni nuova run, offriranno una dose ancor più abbondante di creature feroci, letali trappole e pericoli ambientali, questi ultimi resi ancor più temibili da una maggiore distruttibilità degli scenari. Come di consueto, ci aspettiamo che la strada per il bottino sia lastricata di dolorose morti e prodigiose gesta atletiche, cui dovrebbero contribuire diverse cavalcature con le quali Ana potrà guadagnare un vantaggio sulle insidie in agguato sotto la superficie lunare. Salvo ulteriori rinvii, il titolo dovrebbe essere pronto per il lancio nel corso di quest'anno.

    Spiritfarer - PC, PS4, Xbox One, Switch

    Il nuovo gioco di Thunder Lotus Games, gli autori di Jotun e Sundered, è un prodotto cui è difficile dare una definizione univoca, ma ognuna delle sue componenti contribuisce a comporre un affresco che trasuda calore ed emozione: una definizione apparentemente in contrasto con quello che è il tema principale dell'opera, ovvero la morte. La protagonista del titolo è Stella, una giovane donna con il compito di traghettare le anime dei defunti fino all'oltretormba, solcando mari mistici disseminati di isole e atolli.

    A farci compagnia durante la traversata, oltre al fedele gatto Daffodil (interpretabile da un secondo giocatore in coop locale), ci sarà una nutrito gruppetto di spiriti di cui dovremo prenderci cura, fino al momento struggente dell'ultimo saluto. Le loro storie, assieme a quella della protagonista, saranno il cuore pulsante di una produzione che unisce dinamiche gestionali (dedicate alla supervisione della vita di bordo e al potenziamento della nave) e altre legate all'esplorazione degli scenari, con sequenze platform che dovrebbero contribuire alla varietà generale dell'esperienza, oltre a fornirci oggetti utili per il crafting e doni per i nostri ospiti. Tra i punti di forza del titolo c'è senza dubbio un comparto artistico di grande impatto, completamente disegnato a mano. Una produzione da tenere sicuramente d'occhio nei mesi a venire.

    Cloudpunk - PC

    In attesa di scoprire le sorti del promettente The Last Night, progetto annunciato durante l'E3 del 2017 e poi sostanzialmente scomparso dai radar, potreste voler dare un'occhiata alla particolare proposta cyberpunk di Ion Lands, team tedesco con una grande passione per gli scenari futuristici. In Couldpunk vestiremo i panni di Rania, un'autista al suo primo giorno di lavoro tra le maglie tentacolari di una metropoli tutta neon e corruzione.

    Una notte densa di cospirazioni corporative e incontri sorprendenti, durante la quale entreremo in contatto con una grande varietà di personaggi, ognuno con una storia da raccontare. Tutti tasselli narrativi di un mondo che potremo modellare con le nostre scelte, tra una consegna a bordo dell'auto volante di Rania e una pericolosa passeggiata nei vicoli di una città senza sonno. Un'avventura fortemente story-driven caratterizzata da una direzione artistica che trasuda personalità da ogni voxel.

    The Red Lantern - PC, Switch

    Ambientato nel gelido abbraccio dell'Alaska, The Red Lantern è un'avventura tra i ghiacci che unisce elementi survival e roguelite per comporre una formula dai tratti spiccatamente narrativi. Nel gioco di Timberline Studio dovremo guidare una slitta trainata da cinque intrepidi cani tra le nevi del freddo nord, per prepararci adeguatamente all'edizione annuale dell'Iditarod, competizione che ogni anno sfida un gruppo di audaci "musher" a percorrere i 1600 km che separano Anchorage da Nome.

    La lucente desolazione dei paesaggi trasformerà la traversata in un viaggio intimo e personale, lungo un tragitto carico di insidie naturali e imprevisti potenzialmente mortali. Il continuo mutare delle condizioni meteorologiche, unito alla presenza variabile di fauna zannuta e incidenti sul percorso, renderà inoltre ogni run unica e altamente impegnativa, imponendo ai giocatori nervi saldi e grande spirito di adattamento. Requisiti che si riflettono nelle meccaniche ludiche di un gioco benedetto, tra l'altro, da un'atmosfera di grande effetto.

    Ooblets - PC, Xbox One

    A metà strada tra Pokémon e Harvest Moon, Ooblets proietta i giocatori in un mondo vivace e coloratissimo, palcoscenico di un "life sim" a tema rurale popolato da bizzarre creature da catturare e allevare con cura. Una volta creato il nostro avatar personalizzato, dovremo quindi avviare la nostra fattoria nei pressi di una piccola città di campagna, nodo centrare di una regione ricca di biomi tutti da esplorare.

    Tra un raccolto e l'altro, potremo interagire con un gran numero di personaggi, migliorare la nostra casa, partecipare alla vita cittadina e unirci a club per allenatori di ooblets, dotati di un sistema di progressione in stile ruolistico. Un titolo dai ritmi compassati e dall'atmosfera pacificante, caratterizzato da un'estetica stilizzata e piacevolissima.

    The Pathless - PC, PS4

    Dai creatori di ABZÛ arriva Pathless, un'action adventure ambientato tra i boschi di un vibrante paradiso verde, che rischia di trasformarsi in un inferno a causa degli effetti di una terribile maledizione. Uno spaventoso destino che il nostro personaggio, la Cacciatrice, dovrà scongiurare con tutte le sue forze, nel corso di un'epopea naturalistica colma di segreti, enigmi da risolvere e spiriti corrotti da purificare in coda a epiche battaglie in punta di freccia.

    Se i richiami, sia ludici che estetici, all'ultima avventura di Link appaiono evidenti, l'opera di Giant Squid sembra avere carattere da vendere, oltre a un sistema di combattimento estremamente dinamico e spettacolare, interamente basato sull'uso dell'arco e sulla collaborazione con il compagno animale della protagonista. Proprio l'aquila, e il rapporto che unisce il fiero pennuto e la Cacciatrice, pare avere un ruolo centrale nella narrazione del titolo, che promette di offrire atmosfere suggestive col contributo trascinante di un comparto grafico altamente evocativo.

    Hollow Knight: Silksong - PC, Switch

    Nato come contenuto scaricabile di un titolo che non necessita presentazioni, il crudele e meraviglioso Hollow Knight, Silksong si è ben presto evoluto in qualcosa di più ambizioso: un vero e proprio seguito per il brillante metroidvania di Team Cherry. Questa volta i giocatori interpreteranno Hornet, la principessa protettrice del mondo di Hallownest, che si ritroverà dispersa in un regno oscuro e ostile, popolato da creature letali.

    Per scoprire le ragioni del suo rapimento, la protagonista dovrà raggiungere la vetta di questo mondo, lungo un sentiero narrativo che pare seguire una rotta inversa rispetto a quella del primo capitolo. Stando alle promesse degli sviluppatori, gli utenti possono aspettarsi un sistema di combattimento ancor più rapido e appagante di quello del predecessore, arricchito da un sistema di progressione costellato di nuovi attacchi, abilità e strumenti mortali. Oltre a un nuovo sistema di crafting, il gioco punta ad arricchire l'avventura con l'aggiunta di quest secondarie e obiettivi inediti: tutti ingredienti di uno degli indie più attesi del 2020.

    The Last Campfire - PC

    Sviluppato da Hello Games, già autori del pluricelebrato No Man's Sky, The Last Campfire narra l'avventura di una creatura smarrita e del suo viaggio verso casa, tra le tenebre di un mondo misterioso e traboccante di segreti. Con una progressione scandita da enigmi, strani incontri e narrativa ambientale, il titolo sembra sfruttare l'incanto degli scenari per avvolgere i giocatori in atmosfere fiabesche di grande impatto.

    Merito soprattutto di un comparto artistico ricercato e pregevole, che speriamo vada a braccetto con un racconto altrettanto affascinante. In attesa di scoprire altri dettagli sul titolo, vi ricordiamo che l'uscita di The Last Campfire è attualmente prevista entro la fine del 2020.

    Carrion - PC, PS4, Xbox One

    Descritto dai suoi autori come un "horror al contrario", Carrion ci cala tra i recessi verminosi di una creature informe e sanguinaria, risvegliata nei sotterranei di una struttura di ricerca e determinata a conquistare la libertà con la tutta ferocia di un predatore senza scrupoli. Le caratteristiche del nostro alter ego proteiforme sostengono una struttura tipicamente metroidvania, che concede ai giocatori una grande libertà d'approccio e personalizzazione alimentata dalle capacità dell'abominio, in grado di modificare sé stesso in base alle esigenze del momento.

    Man mano che divoreremo gli umani presenti nell'installazione - e tutt'altro che indifesi - diventeremo sempre più grandi e potenti, sebbene le nostre dimensioni potrebbero renderci un facile bersaglio, e perfino compromettere eventuali approcci stealth. Con evidenti richiami concettuali a "La Cosa" di John Carpenter, il titolo di Phobia Game Studio propone una pixel art efficace e ricca di dettagli sanguinosi, assieme a un comparto sonoro capace di valorizzare ognuna delle nostre imprese abiette. Considerando il fiuto di Devolver per gli indie di qualità, capite bene come Carrion porti con sé una discreta mole di aspetttive.

    Fall Guys: Ultimate Knockout - PC, PS4

    A metà strada tra "Giochi senza frontiere" e "Takeshi's Castle", Fall Guys: Ultimate Knockout è un gioco multiplayer che sfida 100 contendenti a superare una serie di prove al alto tasso di esilarante follia, tra percorsi a ostacoli, gare di abilità e competizioni pseudo-sportive progettate per danneggiare irrimediabilmente la dignità dei partecipanti. Per raggiungere il traguardo sani e salvi dovremo non solo schivare le scorrettezze degli altri concorrenti, ma superare tutte le difficoltà imposte dalle leggi della fisica, lungo percorsi disseminati di pericoli e risate.

    Per distinguerci dagli avversari, potremo inoltre personalizzare il nostro avatar sfoggiando con orgoglio le ricompense accumulate dopo ogni vittoria, in uno dei titoli multigiocatore più strambi e interessanti della scena indipendente. Come nel caso di Carrion, la firma di Devolver fa sicuramente ben sperare circa gli esiti della produzione (che abbiamo esaminato nel nostro speciale sui migliori indie dell'E3 2019).

    Quanto attendi: Hollow Knight Silksong

    Hype
    Hype totali: 103
    90%
    nd