Da RPG Maker MV a Mad Rat Dead, i nuovi giochi di NIS America in arrivo

NIS America ha approfittato della Gamescom 2020 per svelare le novità della sua lineup in arrivo nei prossimi mesi su PC e console.

speciale Da RPG Maker MV a Mad Rat Dead, i nuovi giochi di NIS America in arrivo
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Xbox One
  • Switch
  • Manca davvero poco alle attesissime festività del 2020 e l'attenzione dei fan si è già da tempo focalizzata quasi esclusivamente sulle console di prossima generazione, eppure è ancora troppo presto per dimenticare le macchine da gioco già nei nostri salotti, che proprio nei prossimi mesi ci riserveranno delle piacevoli sorprese.

    Di recente è stata NIS America a rammentarci questa insindacabile verità, che in occasione della Gamescom ha appunto tenuto una presentazione a porte chiuse volta a mettere in mostra alcuni dei promettenti titoli che entro la fine dell'anno esordiranno su PlayStation 4 e Nintendo Switch. Da RPG Maker MV a Prinny 1•2: Exploded and Reloaded, senza dimenticare Mad Rat Dead e la versione Steam di Disgaea 4 Complete+, proviamo dunque a capire cosa dovremmo aspettarci dalle prossime proposte del publisher.

    RPG Maker MV

    Anche nota in Giappone come RPG Tsukuru, quella di RPG Maker è letteralmente una serie di "programmi per creare giochi di ruolo" attraverso un sempre più elaborato editor di mappe e combattimenti. A distanza di ben 22 anni dal lancio del capostipite, il brand annovera infatti più di venti iterazioni, e la più recente, che risponde al nome di RPG Maker MZ, è stata pubblicata in patria soltanto lo scorso 30 agosto.

    In attesa di scoprire se il prodotto oltrepasserà mai i confini del paese del Sol Levante, il prossimo 11 settembre le nostre Switch e PS4 accoglieranno RPG Maker MV, ossia una versione incredibilmente evoluta e permissiva del famosissimo software nipponico.

    Laddove i precedenti titoli del brand risultavano abbastanza confusionari e poco accessibili, anche a causa di menu e sottomenu ricchi di opzioni, ma purtroppo privi di alcun tutorial (per tutti i dettagli vi suggeriamo di recuperare la nostra recensione di RPG Maker FES per Nintendo 3DS), RPG Maker MV incarna invece la volontà del team di sviluppo di semplificare l'editor e renderlo più immediato, veloce e divertente. Intuitività e varietà sono infatti le qualità del prodotto, che oltre a includere uno spaventoso quantitativo di texture, sprite, musiche ed effetti sonori con cui creare la propria avventura, agevolerà il lavoro dei "costruttori" alle prime armi con scorciatoie e meccaniche nuove di pacca. Non solo la creazione delle mappe è stata semplificata e velocizzata parecchio, ma se un tempo il passaggio dalla Map Mode all'Event Mode poteva risulta un tantino macchinoso, allungando non poco i tempi necessari per l'inserimento nello scenario di personaggi ed eventi innescabili, RPG Maker MV permetterà di passare dalla prima alla seconda modalità attraverso la pressione di un tasto.

    Di conseguenza, d'ora in avanti i giocatori saranno liberi di creare e modificare in qualsiasi momento ogni singolo aspetto del contenuto creato e mettere immediatamente in pratica le idee sorte all'improvviso, senza la necessità di salvare o completare prima le operazioni già in corso.

    Per la gioia dei curiosi, durante la Gamescom abbiamo inoltre appreso che RPG Maker MV includerà persino un tutorial di sedici minuti circa, che attraverso una breve storia obbligatoria e precostruita dallo sviluppatore consentirà ai novizi di apprendere le nozioni fondamentali del programma.

    Strizzando l'occhio ai classici RPG di un tempo, il titolo vedrà infatti gli utenti calarsi nei panni di un giovane avventuriero che nei primi minuti della vicenda farà visita al proprio re, affinché questi possa insegnargli tutto il necessario per poter diventare un vero "Maker". Dal salvataggio alla realizzazione di paesaggi originali, passando per il sistema di combattimento e la programmazione di nemici, il tutorial illustrerà quindi tutte le principali meccaniche di RPG Maker MV, agevolandone l'assimilazione.

    A ragion veduta, ad una prima occhiata RPG Maker MV sembrerebbe possedere tutte le carte in regola per spalancare finalmente le proprie porte ai giocatori meno avvezzi a perdersi in ore e ore di trial&error, ma solo la prova su strada ci permetterà di capire se gli accorgimenti escogitati dallo sviluppatore siano effettivamente serviti a semplificare la formula originale - e di certo non alla portata di tutti - della longeva e popolare serie nipponica.

    Prinny 1•2: Exploded and Reloaded

    Chiunque abbia giocato un qualsiasi episodio della serie Disgaea avrà di certo scolpito nella propria mente l'immagine dei Prinny: dei buffissimi pinguini esplosivi con trampoli al posto delle zampette e dotati di graziose ali da pipistrello. Si mormora che questi siano le reincarnazioni degli esseri umani colpevoli di aver condotto una vita dissoluta (perlopiù ladruncoli e criminali da quattro soldi), e che proprio per questo siano ora costretti a servire fedelmente i capricciosi e spesso irragionevoli signori del male del Netherworld. Quello che non tutti sanno è che un particolare esemplare della suddetta razza è stato protagonista di due platform a scorrimento orizzontale per l'indimenticabile PlayStation Portable. Pubblicati un decennio fa e intitolati rispettivamente Prinny: Sarò davvero io l'eroe? e Prinny 2: Dawn of Operation Panties, Dood!, a sorpresa i due titoli sbarcheranno su Nintendo Switch il prossimo 16 ottobre, consentendo a chiunque se li fosse persi di calarsi nei panni della strampalata mascotte di Disgaea e della stessa Nippon Ichi Software.

    Intitolata Prinny 1•2: Exploded and Reloaded, la raccolta includerà infatti le versioni rimasterizzate dei due divertentissimi titoli, che per l'occasione vanteranno una restaurata e dei controlli ottimizzati per i Joy-Con della console ibrida.

    A giudicare dai due stage mostrati durante la presentazione tenuta da NIS America, la formula ludica dei due titoli 2D è rimasta del tutto invariata: il temerario protagonista compirà quindi i soliti balzi improbabili, avanzerà a suon di piroette e spadate a mezz'aria, potrà addirittura pilotare qualche veicolo dotato di mitragliatrice e in ogni caso dovrà farsi strada in mezzo a orde di agguerriti nemici dall'aspetto ridicolo e sempre pronti a fargli la pelle.

    Se, da una parte, la scelta di non ritoccare minimamente la componente ludica molto classica e impegnativa (al punto tale da risultare quasi frustrante, anche a causa dei pessimi comandi che contraddistinguevano l'edizione per PSP) ci ha permesso di tirare un respiro di sollievo, dall'altra l'evento ha suggerito che i miglioramenti grafici potrebbero essere minimi o pressoché inesistenti. Difatti, se i filmati cui abbiamo assistito ci sono parsi poco nitidi, i personaggi si direbbero ancora oggi affetti da un anti-aliasing a dir poco osceno e incapace di compiere a dovere il proprio compito.

    Anziché mascherare le imperfezioni degli sprite classe 2008-2010, il più delle volte questo si limita ad aggiungere un massiccio bordo nero al Prinny e a buona parte dei suoi nemici, generando un effetto visivo alquanto fastidioso.

    Tenendo anche presente il prezzo budget dell'offerta (20€ ciascuno per i singoli titoli digitali contro i 60€ della versione fisica e in edizione limitata con gadget, artbook, poster e colonna sonora), il sospetto è quindi che Nippon Ichi Software abbia effettuato una rimasterizzazione piuttosto pigra e distratta, che quasi certamente non rimedierà a nessuno degli storici difetti dei due platform. Un prodotto, insomma, che a malapena rischia di soddisfare e catturare l'attenzione dei soli fan della saga di Disgaea.

    Mad Rat Dead

    Tra Fuser e Kingdom Hearts: Melody of Memory (se ancora non conoscete l'imminente spin-off della serie, recuperate la nostra anteprima di Kingdom Hearts: Melody of Memory), che verranno pubblicati nel mese di novembre, l'autunno alle porte sarà parecchio ricco di rhythm game. La stagione dei giochi musicali aprirà leggermente prima del previsto, in quanto NIS America e Nippon Ichi Software lanceranno la loro proposta già il 30 ottobre.

    Atteso su PlayStation 4 e Nintendo Switch, Mad Rat Dead è il nuovo titolo diretto da Yu Mizokami, già designer di Yomawari: Night Alone e Yomawari: Midnight Shadows, che questa volta ha confezionato un prodotto alquanto atipico. Il protagonista della vicenda sarà un buffo ratto deceduto prima ancora di poter realizzare il proprio sogno, il quale, dopo essere giunto al cospetto del magnanimo Dio dei Ratti, avrà la possibilità di tornare sulla Terra per rivivere l'ultimo giorno della sua vita. Fuggito dalla gabbia in cui era tenuto prigioniero, il ratto cercherà quindi di vendicarsi di un certo essere umano (forse colpevole della sua dipartita) e di morire senza alcun rimpianto; ben presto, tuttavia, il suo cuore abbandonerà il corpo per palesarsi dinanzi agli occhi del folle animale, dispensare consigli e cercare a più riprese di farlo desistere dalle proprie ambizioni malvagie.

    Dal momento che il titolo mescolerà l'azione tipica dei platform bidimensionali alle meccaniche ritmiche, gli utenti dovranno cimentarsi con stage pieni zeppi di ostacoli e nemici, cercando al contempo di sincronizzare gli input alle note dei vivaci brani musicali. Se effettuati a tempo di musica, i salti, gli scatti in avanti e persino gli attacchi permetteranno infatti al cuore del Mad Rat di continuare a battere e di ottenere punteggi elevati, che di volta in volta sbloccheranno livelli sempre più impegnativi.

    In ciascuno stage, però, il Mad Rad dovrà prestare molta attenzione ai cosiddetti Incubi, ossia pericolosi nemici che proveranno a bloccargli la strada e che potranno essere superati solo ricorrendo a movimenti ritmici a mezz'aria.

    Essendo un ibrido fra platform e rhythm game, la progressione in Mad Rad Dead si interromperà ogni volta che il personaggio controllato dal giocatore verrà colpito dagli Incubi, si ritroverà schiacciato dagli elementi dello scenario o precipiterà in buche senza fine. Tuttavia, anziché ricominciare da capo, gli utenti avranno la facoltà di sfruttare la funzione Rewind per tornare indietro di qualche istante e scegliere il punto esatto da cui ripartire.

    Una trovata ludica che, se priva di limitazioni, potrebbe da una parte semplificare eccessivamente il rhythm game e allontanare i puristi del genere, ma che dall'altra sembra voler spezzare più di una lancia a favore dei giocatori meno allenati a premere i tasti a ritmo di musica.

    Una prova diretta sarà quindi indispensabile per valutare le soluzioni di gameplay escogitate a questo giro da Nippon Ichi Software, che in tutti questi anni si è sempre distinta per aver immesso sul mercato dei prodotti abbastanza strampalati e adeguatamente originali.

    Disgaea 4 Complete+ (PC)

    Già disponibile su PlayStation 4 e Nintendo Switch dal mese di ottobre 2019, a fine anno Disgaea 4 Complete+ arriverà anche su Steam, esattamente come avvenuto non molto tempo fa per riedizioni del primo e del quinto episodio della saga. NIS America ha rivelato che il prodotto, proprio come il suo successore, riceverà un corposo supporto post-lancio, che difatti doterà la versione PC di Disgaea 4 Complete+ di interessanti "meccaniche network". A partire dal prossimo anno, i giocatori potranno caricare in rete le mappe realizzate attraverso l'editor e scaricare quelle create dagli altri utenti, così da affrontare sfide inedite e non previste dalla campagna. Non solo i fan di Disgaea avranno la possibilità di creare una vera e propria nave pirata e di personalizzarne l'equipaggio, ma queste potranno essere utilizzate anche per dare battaglia ad altri utenti in spettacolari match online. Inoltre, i velieri caricati in rete avranno la possibilità di comparire all'improvviso nell'Item World, al fine di attaccare o supportare i giocatori che avranno la (s)fortuna di imbattervisi.

    Proseguendo, gli utenti più dispettosi saranno liberi di nominare un "Ministro degli Esteri", che come suggerito dalla carica avrà il compito di partecipare alle Assemblee Oscure degli altri giocatori e sabotare le votazioni. I "Ministri della Difesa" creati dagli amici, invece, potranno essere evocati in battaglia per ricevere supporto immediato. Il publisher ha confermato persino la presenza di speciali tornei, durante i quali sarà permesso reclutare i personaggi degli altri giocatori e creare un potente party con cui affrontare degli esclusivi stage online.

    Data la presenza di meccaniche multiplayer competitive, il titolo verrà munito anche di Ranking Points (RP), che in base al punteggio raggiunto potranno essere scambiati nell'apposito store per ottenere materiali rari e potenzialmente introvabili altrove.

    Per quanto concerne la componente narrativa ed il sistema di combattimento, la versione PC del titolo dovrebbe risultare pressoché identica alle varie edizioni per console, di conseguenza vi suggeriamo di recuperare la nostra recensione di Disgaea 4 Complete+ e di lasciarvi incantare da un complesso e longevo gioco di ruolo strategico.

    Che voto dai a: RPG Maker MV

    Media Voto Utenti
    Voti: 1
    8
    nd