Da The Inpatient a Bravo Team, i giochi per PlayStation VR più attesi del 2018

Moss, The Inpatient, Bravo Team e Blood & Truth sono solo alcuni dei giochi PS VR in arrivo nel 2018: la lista completa delle novità nel nostro speciale.

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • PS4

Il 2018 di PlayStation VR si preannuncia un anno ricco di uscite, con oltre 60 titoli in arrivo per la realtà virtuale su PS4. Spaziando fra le esclusive, le produzioni più promettenti, le idee più originali e le modalità VR pensate per i Tripla A, in questo articolo vogliamo segnalarvi i giochi più interessanti da tenere d'occhio per il visore Sony nel corso dei prossimi mesi.


The Inpatient

Dopo il buon lavoro svolto con Until Dawn: Rush of Blood, Supermassive Games torna nei lidi della realtà virtuale con The Inpatient, atteso survival horror ambientato 60 prima gli eventi di Until Dawn.

Il gioco si svolgerà in un sanatorio e ci farà vestire i panni di un paziente che soffre di amnesia: dal momento che non ricorderemo più nulla del nostro passato, l'obiettivo dell'avventura sarà quello di far luce sugli eventi, cercando di scoprire gli antefatti che ci hanno condotto al ricovero nella struttura. Come visto per Until Dawn, anche in The Inpatient saremo chiamati a prendere una serie di scelte critiche nel corso della vicenda, influenzando così il finale e il corso degli eventi.

Transference

Tranference, il nuovo progetto di Ubisoft Montreal con la direzione creativa di Elijah Wood (attore che ha interpretato Frodo Baggins ne Il Signore degli Anelli), si presenta come un originale thriller psicologico ambientato all'interno di una casa, un'avventura narrativa in cui dovremo svelare gli oscuri segreti di una famiglia.

Entrando nella ricostruzione digitale della mente, i giocatori potranno esplorare le storie e le motivazioni dei vari membri del nucleo familiare, compiendo una serie di scelte critiche che influenzeranno le loro stesse vite. Un titolo alquanto promettente che potrebbe unire cinema, videogiochi e realtà virtuale, offrendo uno storytelling immersivo di forte impatto.

Moss

Moss, nuovo action adventure con elementi puzzle di Polyarc, è l'ennesima dimostrazione di come i giochi in terza persona possano funzionare benissimo in realtà virtuale. Mettendoci al controllo di Quill, una giovane topolina in missione per salvare lo zio da un remoto maleficio, il gioco combinerà esplorazione, combattimenti all'arma bianca e risoluzione di enigmi ambientali, il tutto con la possibilità di interagire fisicamente con i vari elementi dello scenario.

Per saggiare con mano le potenzialità del gioco e le sue atmosfere fiabesche, Moss può essere provato gratuitamente grazie alla PlayStation VR Demo Collection 2 disponibile sul PSN: vi consigliamo caldamente di dargli un'occhiata.

Blood & Truth

Blood & Truth si presenta come il seguito spirituale di The London Heist, con ogni probabilità il gioco più interessante contenuto in PlayStation VR Worlds. In un misto di azione, stealth e scontri a fuoco, i giocatori impersoneranno il ruolo di Ryan Marks, soldato d'elite delle Forze Speciali coinvolto in una missione disperata per salvare la propria famiglia da uno spietato criminale.

I controlli di movimento del PlayStation Move e il tracking posizionale verranno sfruttati ancora una volta a dovere, dando vita a sparatorie adrenaliniche in cui bisognerà spostarsi continuamente da una copertura all'altra. Senza dubbio ci troviamo di fronte a una delle esclusive PlayStation VR più promettenti in arrivo nei primi mesi del 2018.

Golem

In sviluppo presso Highwire Games, studio fondato da Martin O'Donnell (celebre compositore della serie Halo) con la collaborazione di alcuni veterani dell'industria, Golem si aggiunge alle esclusive più intriganti in arrivo nel primo trimestre del 2018.

Protagonista dell'avventura è una giovane ragazza in grado di controllare telepaticamente i Golem, gigantesche creature di pietra che si muoveranno sullo sfondo di una città abbandonata. Tra epici combattimenti di spada e fasi esplorative, il titolo promette un sistema di controllo innovativo chiamato "incline control", con cui sarà possibile spostarsi nello spazio inclinando semplicemente il proprio corpo in avanti.

Bravo Team

Pensando a esperienze come Stark Trek: Bridge Crew, è facile comprendere le potenzialità del gioco cooperativo in realtà virtuale. Con Bravo Team, altra esclusiva di Supermassive Games in arrivo a inizio 2018, ci ritroveremo nel bel mezzo di una guerriglia urbana al fianco di un altro giocatore (o un compagno controllato dall'IA), per quello che si presenta come un FPS Arcade dalle venature tattiche.

Confermato il supporto per tutti i sistemi di controllo disponibili, compreso l'Aim Controller, aggiunta davvero gradita che potrebbe replicare le ottime sensazioni vissute con Farpoint. Dopo le atmosfere horror di The Inpatient, i primi di marzo potremo tuffarci finalmente nelle sparatorie di Bravo Team.

Star Child

Per Star Child vale lo stesso discorso di Moss: se non lo avete ancora fatto, scaricate la PlayStation VR Demo Collection 2 e provatelo con le vostre stesse mani. È sorprendente come un cinematic platform 2.5D possa giovare così tanto della realtà virtuale, vuoi per il senso di scala, la tridimensionalità degli scenari e la possibilità di anticipare con lo sguardo l'estensione dei livelli.

Si avrà la perfetta sensazione di essere avvolti in un grande diorama, affacciati alla finestra di un piccolo mondo alieno riprodotto in scala. Da quel poco che si è visto, il titolo di Playful ha tutte le carte in regola per rivelarsi una delle esperienze più interessanti in arrivo su PlayStation VR nel 2018.

WipeOut VR

Chi non ha mai immaginato le corse futuristiche di WipeOut in realtà virtuale? Con un gradito annuncio alla PlayStation Experience 2017, Sony ha confermato l'arrivo di una modalità VR di WipeOut Omega Collection programmata per i primi mesi del 2018, con l'inclusione di tutte le modalità, i tracciati e le navi del titolo originale (con tanto di visuale interna all'abitacolo, naturalmente).

L'aggiornamento sarà disponibile gratuitamente per tutti i possessori del gioco, preannunciandosi un'aggiunta molto attesa per gli utenti PlayStation VR. L'unico dubbio rimane il rischio di motion sickness, ma con i dovuti accorgimenti l'esperienza potrebbe filare abbastanza liscia.

Ace Combat 7

Eve Valkyrie, la missione X-Wing di Star Wars Battlefront, Call of Duty Infinite Warfare: Jackal Assault, e perfino il pacifico Ultrawings. È ormai assodato che simulatori di volo e affini possono vivere una seconda gioventù grazie alla realtà virtuale, regalando sensazioni molto potenti ai possessori del caschetto Sony.

Ace Combat 7 includerà al suo interno una campagna aggiuntiva pensata per PlayStation VR, promettendo un'esperienza di gioco che possa sfruttare al massimo le caratteristiche del visore. Un motivo in più per tenere d'occhio la nuova iterazione del franchise, attesa nel corso del 2018 su PlayStation 4.

Dreams

Anche se il supporto alla realtà virtuale arriverà solo in un secondo momento, a distanza di qualche settimana dal suo debutto su PlayStation 4, Dreams promette di regalare un'esperienza VR dalle possibilità illimitate.

Grazie ai tool creativi messi a disposizione dal gioco, infatti, avremo la possibilità di entrare letteralmente nelle varie creazioni realizzate da noi stessi o dalla community. L'idea di indossare il visore, entrare nei nostri mondi o in quelli degli altri giocatori, vivendo ogni volta nuove esperienze sensoriali, mini-game e autentici viaggi virtuali, rimane una delle cose più promettenti in arrivo su PlayStation VR nel corso del 2018.

Eden Tomorrow

Al momento non abbiamo visto molto di Eden Tomorrow, a parte un trailer e qualche immagine raffigurante gli scenari del gioco, ma le sue premesse lo rendono uno dei titoli PlayStation VR da attendere con più curiosità nel 2018.

Il gioco si presenta come un'avventura survival ambientata su un pianeta alieno, in un misto di esplorazione, sequenze action, horror e mistero. Le atmosfere sci-fi e la presenza di un drone al nostro fianco portano alla mente Robinson: The Journey e un pizzico di Farpoint, per quella che potrebbe rivelarsi un'esperienza VR molto immersiva e ricca di sorprese.

Vacation Simulator

Anche se a una prima occhiata poteva apparire come una semplice raccolta di mini-game, Job Simulator è finito per confermarsi uno dei titoli VR più divertenti da giocare, sicuramente uno di quelli che ha saputo sfruttare con più inventiva i controlli di movimento.

In Vacation Simulator, come è facile intuire dal titolo, ci troveremo a simulare le tipiche attività di una vacanza estiva, passando dagli ambienti di lavoro dell'opera originale alle spiagge soleggiate di una location marina. Come al solito, tra un'attività e l'altra avremo modo di interagire con l'ambiente e con i vari oggetti presenti nello scenario, tornando a scaldare i nostri PlayStation Move.

Firewall Zero Hour

Annunciato in occasione della PlayStation Experience 2017, Firewall Zero Hour si presenta come una sorta di Counter Strike in realtà virtuale, con pieno supporto all'Aim Controller per garantire un gunplay totalmente immersivo. Se con Bravo Team potremo sperimentare il gioco cooperativo in VR, collaborando con amici o altri utenti sparsi per il mondo, in questo caso dovremo vedercela faccia a faccia contro avversari umani in intensi deathmatch tattici.

Il gioco, fruibile anche con un semplice DualShock 4, vedrà scontrarsi due squadre di mercenari divise in attaccanti e difensori, con la possibilità di potenziare l'equipaggiamento e personalizzare il proprio personaggio grazie alla criptovaluta guadagnata in-game.

Killing Floor: Incursion

Anche Killing Floor si prepara a debuttare su PlayStation VR con Killing Floor: Incursion, spin-off della serie interamente concepito per la realtà virtuale. Come dimostrato dall'ottimo Raw Data, gli FPS a ondate possono funzionare magnificamente bene in VR, soprattutto se muniti di controller di movimento con cui simulare il gesto dello sparo.

Affrontabile sia da soli che in co-op, Killing Floor: Incursion includerà anche una modalità con cui fronteggiare orde infinite di zombie, sbloccando nuove armi e power-up tra un'ondata e l'altra. Già disponibile su PC, il titolo uscirà anche su PlayStation VR nel corso del 2018.

The Persistence

Tra le esclusive PlayStation VR segnaliamo anche The Persistence, survival horror rogue-like ambientato nel 2521 a bordo di un vascello spaziale in avaria. A seguito di un incidente che ha trasformato i membri dell'equipaggio in esseri mutanti, i giocatori dovranno vedersela con le minacce nemiche attraversando una serie di livelli generati proceduralmente, contando sulle proprie abilità e sull'istinto di sopravvivenza.

Il gioco include meccaniche shooter che sembrano ricordare da vicino Dead Space, titolo con cui vengono condivise anche le atmosfere horror/sci-fi. Se siete curiosi di provarlo, all'interno della PlayStation VR Demo Collection 2 è inclusa una demo di The Persistence.

Sprint Vector

Se non disdegnate l'attività motoria durante le sessioni di gioco VR (avete mai provato Sparc?), allora vi consigliamo di tenere d'occhio Sprint Vector. Stiamo parlando di un running game in prima persona dallo stile grafico molto accattivante, in cui bisognerà scuotere continuamente i PlayStation Move per generare il movimento della corsa.

Il titolo includerà la possibilità di giocare online, in modo da sfidare gli altri utenti sparsi per il mondo in gare di velocità e resistenza. All'interno dei tracciati, inoltre, si potranno raccogliere armi e power-up da sfruttare a proprio vantaggio, facendo costantemente leva sulla coordinazione e la prontezza dei riflessi.

Che voto dai a: PlayStation VR

Media Voto Utenti
Voti: 118
7.4
nd