Destiny 2: dalle Origini alla Guerra Rossa

Ripercorriamo tutta la storia del primo Destiny, in modo tale da aiutare i nuovi giocatori ad orientarsi nella trama del secondo episodio.

speciale Destiny 2: dalle Origini alla Guerra Rossa
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Con l'inserimento di Destiny 2 nella Instant Game Collection del PlayStation Plus di settembre, molti nuovi giocatori si sono fiondati sullo sparatutto a mondo condiviso di Bungie. In tanti hanno trovato qualche difficoltà ad assimilare le meccaniche di gioco, per questo abbiamo ben pensato di strutturare una giuda per accompagnare i nuovi arrivati verso l'endgame, indirizzandoli fin dal processo di selezione della classe e delle armi. Ovviamente i più attenti al comparto narrativo si sono sentiti un po' spaesati anche per quel che riguarda la storia: del resto Destiny 2 arriva sul mercato raccogliendo tutta la mitologia descritta, esplorata e costruita nel corso dei primi tre anni di vita del progetto.
    Per fortuna "mettersi in pari" non è un'impresa troppo complessa, anche perché la versione "vanilla" del primo Destiny non si distingueva certo per una trama complessa e articolata. A connettersi in maniera più stringente con gli avvenimenti di Forsaken è invece Il Re Dei Corrotti, che rappresenta l'antefatto della storia di quest'ultima espansione. I Signori del Ferro può essere considerata una parentesi autonoma, una singola storia ambientata nell'universo di Destiny 2, aperta e chiusa una volta per tutte, alla stessa maniera della Guerra Rossa di Ghaul e degli eventi raccontati nella campagna principale del secondo episodio.
    In questo articolo, in ogni caso, cercheremo di darvi un'infarinatura generale sui racconti del primo Destiny, così che possiate affrontare le nuove avventure nel sistema solare con più consapevolezza.

    Le Origini, l'Età dell'Oro, il Crollo

    La storia di Destiny comincia in realtà molti secoli prima degli eventi narrati durante il gioco. Di quest'epoca remota non sappiamo molto, ma abbiamo un'infarinatura generale tramandata attraverso racconti e leggende. Sappiamo che la misteriosa entità nota come Il Viaggiatore arrivò un giorno nel sistema solare, portando con sé grandi conoscenze, una sapienza millenaria e tecnologie incredibili. Grazie a questo prezioso bagaglio di conoscenza l'umanità entrò in quella che viene definita Età dell'Oro: un'epoca di scoperte e colonizzazione, in cui la società degli uomini raggiunse il suo vertice.

    Il Viaggiatore era però braccato da nemici antichi, genericamente definiti come l'Oscurità. In verità sappiamo che le minacce alla Luce dei Guardiani sono molteplici: ci sono i Caduti, un popolo a cui il Viaggiatore aveva concesso la propria sapienza, ma che è poi finito in disgrazia dopo il suo l'allontanamento; ci sono i Cabal che, come ci ha dimostrato la Guerra Rossa, pianificavano di conquistare la Luce del viaggiatore grazie alla supremazia militare; ci sono i Vex, esseri sintetici che vogliono avere il controllo sul tempo e sullo spazio; e infine l'Alveare, opposto al viaggiatore per sua stessa natura, dal momento che prospera nel buio e adora le tenebre.
    Non sappiamo bene se l'Oscurità rappresenti l'insieme di queste forze ostili, oppure una specifica entità malevola nascosta chissà dove nel cosmo o nei piani ad esso paralleli; fatto sta che a causa degli attacchi subiti il Viaggiatore ha dovuto improvvisamente "sospendere le sue funzioni", entrando in una sorta di "letargo" durato secoli. Questo evento traumatico è generalmente identificato come "il Crollo".

    Prima di "spegnersi", tuttavia, il viaggiatore ha fatto un ultimo dono all'Umanità: con i residui del suo potere ha creato gli Spettri, piccole intelligenze artificiali impregnate del potere della Luce, capaci quindi di resuscitare i guerrieri più valorosi e meritevoli: è proprio questa schiera di combattenti determinati che forma l'esercito dei Guardiani, l'ultimo baluardo a difesa dell'Umanità.

    Il Giardino Nero

    La storia del primo Destiny comincia diversi secoli dopo il Crollo. Uno spettro ancora "orfano" del proprio Guardiano identifica un individuo meritevole, tra le pile di cadaveri che giacciono tra le rugginose piane del Cosmodromo (antico spazioporto che sorgeva sulla Terra, nei freddi territori della Russia). È così che si risveglia il protagonista dell'avventura, il vostro alter ego, morto in chissà quale battaglia e salvato dalla Luce di una microscopica IA che diventerà il suo più fedele alleato.
    Le prime fasi della storia servono più che altro per imparare a conoscere le meccaniche di gioco, i poteri della luce e le fazioni (alleate o nemiche) del mondo di gioco. A livello ludico si acquisiscono le armi, le granate ed il corpo a corpo, nonché la super legata ad uno specifico elemento.

    Si ottiene una nave per raggiungere la Torre, l'ultima Città ancora in piedi sulla Terra, costruita all'Ombra del Viaggiatore, e qui facciamo la conoscenza di diversi personaggi. Incontriamo ad esempio i membri dell'Avanguardia, che rappresentano le tre classi a disposizione dei Guardiani, e persino l'Oratore, colui che sostiene di essere il tramite fra l'Umanità e il Viaggiatore, parlando in sua vece.
    Da qui in avanti la campagna di Destiny procederà in maniera abbastanza disorganica, cercando soltanto sul finale (ed in maniera piuttosto frettolosa) di arrivare ad un punto. In queste fasi emergerà anche una figura misteriosa, quella dell'Ignota Exo, su cui il team di sviluppo non ha mai fatto chiarezza. L'Ignota sembra avere una conoscenza più approfondita dei piani dell'Oscurità e - sebbene non abbia tempo per spiegare - terrà sotto controllo i nostri spostamenti, svolgendo il ruolo di una guida nascosta e silenziosa.
    L'avventura principale è chiaramente pensata come un pretesto per spedirci sui vari pianeti e farci affrontare, una dopo l'altra, le varie razze ostili. Tutte le fasi iniziali saranno giocate sulla Terra, dove scopriremo l'esistenza dell'ultima Mente Bellica: un'avanzata intelligenza artificiale che durante l'Età dell'Oro era preposta a difesa della città. Rasputin, questo il nome dell'IA, giocherà un ruolo fondamentale anche nell'espansione Warmind del secondo capitolo.

    Successivamente ci sposteremo sulla Luna e faremo la conoscenza dell'Alveare, la minaccia che storicamente darà più filo da torcere ai Guardiani. A questo punto l'Ignota ci chiederà di recarci su Venere, dove dovremo difendere dai Vex tutte le conoscenze accumulate dall'umanità e stipate all'interno dei server del Collettivo Ishtar. Se fino a questo momento i vari incarichi si erano susseguiti in maniera molto meccanica, proprio l'incontro con i Vex ci mette di fronte alla vera minaccia del primo Destiny: il Giardino Nero.

    Scopriamo che si tratta di un luogo al di fuori del tempo e dello spazio, che cresce assieme all'esercito Vex, ed in cui questa razza misteriosa conserva il Cuore Nero: una massa nera e pulsante di energia negativa, che in qualche modo riesce ad inibire la Luce del Viaggiatore e tenerlo bloccato nello stato di torpore in cui si trova.
    Per riuscire ad accedere al Giardino Nero i Guardiani si troveranno costretti a chiedere l'aiuto della regina degli Insonni, Mara Sov, accompagnata dal fratello, il principe Uldren Sov. I due non si sposteranno mai dall'Atollo, ma daranno ai Guardiani le indicazioni necessarie per localizzare il Giardino, spedendoli su Marte ad affrontare la militarizzata razza dei Cabal. Una volta individuata la posizione del Giardino, i Guardiani sconfiggeranno la Progenie di Sol a difesa del Cuore Nero, distruggendo poi quest'ultimo e avviando così il processo di risanamento del Viaggiatore.

    Crota: L'Oscurità dal Profondo

    I primi due DLC di Destiny servirono più che altro per espandere la gamma di attività a disposizione dei giocatori e allargare la mitologia del mondo di gioco, introducendo nuovi personaggi e avversari, ma di fatto non portarono avanti la narrazione principale, lasciando inalterata la situazione del Viaggiatore e gli equilibri del sistema solare.

    Il primo contenuto aggiuntivo, The Dark Below, segnò l'arrivo sulla Torre di Eris Morn, una guardiana profondamente segnata dall'incontro con Crota, principe dell'Alveare. Durante la breve avventura che compone la questline del DLC Eris racconta la tragica storia del suo gruppo di guardiani, di cui è unica sopravvissuta. L'obiettivo del giocatore è quello di distruggere l'emissaria di Crota, la maliarda Onmigul, e poi quello di affrontare Crota in persona, raggiungendolo nel piano astrale in cui si trova. Un'azione preventiva che serve a ridurre il rischio che l'Alveare espanda la sua influenza, ma che innescherà più avanti l'arrivo di Oryx.

    Una notte in Prigione

    Narrativamente parlando Il Casato dei Lupi è forse il DLC più debole di tutto il progetto. In pratica il racconto si focalizza sul tentativo di Skolas, uno dei più potenti e determinati Kell dei Caduti, di unificare sotto un'unica bandiera i resti dei vari casati, in disgrazia dopo gli scontri con i Guardiani.
    Ad opporsi al tentativo troveremo le forze della regina degli Insonni: per lungo tempo, infatti, i caduti del Casato dei Lupi erano rimasti fedeli a Mara Sov, e quella di Skolas è un'azione sovversiva imperdonabile. Guidati anche da Variks, un vecchio caduto rimasto fedele alla regina, sconfiggeremo Skolas e lo spediremo nelle Prigioni degli Anziani, dove avremo modo di affrontarlo più e più volte, in una delle prove di abilità organizzate da Variks.

    La Corruzione dilaga

    E arriviamo finalmente al Re dei Corrotti, la prima vera espansione di Destiny. Ai tempi questo contenuto riuscì a risollevare le sorti della produzione, dopo una prima annata molto contestata. Al di là delle innovazioni a livello ludico, il Re dei Corrotti riuscì ad estendere in maniera sicuramente virtuosa la "lore" dello sparatutto Bungie.

    La cinematica iniziale racconta dell'arrivo, nei pressi di Saturno, dell'enorme Astrocorazzata, la nave di Oryx. Questo nuovo nemico, collocato in alto nelle gerarchie dell'Alveare, rappresenta una minaccia a suo modo unica, visto il suo rapporto particolare con l'Oscurità. Oryx è infatti in grado usare la forza della Corruzione: riesce a rapire le unità delle altre razze, trasportarle all'interno di un piano astrale fatto di buio, e rigettarle nel sistema solare in una forma completamente mutata: i nuovi nemici sono avvolti da un manto di Oscurità, dalla quale traggono poteri e capacità inaspettati.

    L'arrivo di Oryx, in ogni caso, rappresenta una seria minaccia per gli equilibri del sistema, tanto che persino la regina degli Insonni decide di intervenire. La sua flotta viene letteralmente spazzata via da un'arma distruttiva, e di fatto è proprio in questo momento che si innescando gli eventi che daranno il via a I Rinnegati: Mara viene creduta morta (mentre si rifugia nel suo Tronomondo), e la nave di Uldren precipita rovinosamente. Una disfatta che innescherà nel principe terribili propositi di vendetta.

    Il sacrificio di Mara sarà in ogni caso indispensabile affinché i Guardiani possano atterrare sull'Astrocorazzata, iniziando a minare dall'interno di dominio di Oryx (che nel frattempo stava esplorando la città sognante ed entrava in contatto con Riven). Da qui, con l'aiuto di Cayde-6, il giocatore riuscirà a sventare il piano del Re dei Corrotti, disinnescando le armi della sua nave, cacciando la sua manifestazione fisica su Phobos, e infine affrontandolo il tutto il suo potere, dopo aver distrutto i Cavalieri e gli Orchi mutati che si nascondevano all'interno della Dreadnaught.

    Viva la SIVA!

    I Signori del Ferro è stata un'espansione apprezzabile soprattutto per il Raid, ma non ha portato con sé una narrativa troppo integrata con le sorti del mondo di gioco. Il racconto si concentra sulla nuova scoperta del Casato dei Diavoli: i caduti rimasti sulla terra, scavando nelle profondità del cosmodromo, hanno rinvenuto qualcosa che i Guardiani pensavano di aver sigillato per sempre. Si tratta della SIVA, una nanotecnologia senziente sviluppata dall'umanità stessa. La SIVA è in grado di apprendere, migliorarsi, crescere, assumere il controllo delle macchine e delle creature con cui si fonde.

    Queste sue caratteristiche avevano già determinato, in passato, situazioni molto problematiche, e tragedie rimaste scolpite nella memoria dell'Umanità. I Signori del Ferro, un gruppo mitologico di Guardiani valorosi che si erano distinti per le loro gesta durante la Battaglia dei Sei Fronti, furono decimati a causa della SIVA, che avevano provato a recuperare nel tentativo di innescare una nuova Età dell'Oro. La nanotecnologia si rivoltò loro contro, e li costrinse a sacrificarsi per sigillare per sempre la camera di replicazione. In mano ai Caduti, ovviamente, la SIVA sarebbe potuta diventare ancora più pericolosa.

    Per questo i Guardiani, nel corso della main quest dell'espansione, dovranno distruggere una volta per tutte la camera di replicazione e sconfiggere Aksis, un arconte completamente infestato dalla nanotecnologia.
    Non sappiamo ancora se l'azione dei Guardiani abbia davvero posto la parola fine alla crisi della SIVA: alcune navi contenenti la tecnologia sviluppata nelle industrie Bray furono infatti inviate al di fuori del sistema solare, e una di quelle navi è proprio l'Esodo Nero, precipitata su Nessus. Da qualche parte, nel cosmo o nella pancia metallica del relitto, la SIVA potrebbe essere ancora in agguato.

    Destiny 2 Con questo rapido riassunto degli eventi del primo Destiny speriamo di aver aiutato chi vuole orientarsi nel mondo costruito da Bungie. L'universo ideato dal team di Seattle è uno dei migliori contesti sci-fi mai nati in seno al mondo videoludico: affascinante, misterioso e pieno di storie da ricordare. La narrativa di Forsaken è finalmente efficace ed elaborata, e sembra proprio che il team abbia iniziato a costruire una storia trascinante ed efficace sulle basi gettate nel corso degli anni. Ora non resta che scoprire cosa ci riserva il futuro, quale sarà il destino di Riven e di Mara Sov. Nel caso in cui vogliate approfondire ancora di più la lore del titolo, vi rimandiamo ai nostri approfondimenti sul Ramingo e sui Baroni Infami. Ricordate inoltre che dal 16 ottobre l'espansione I Rinnegati includerà i due precedenti DLC, ovvero La Maledizione di Osiride e La Mente Bellica: non c'è momento migliore per entrare nel mondo di Destiny 2, e iniziare a conoscere più approfonditamente le sue leggende.

    Che voto dai a: Destiny 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 282
    6.9
    nd