Destiny2

Destiny 2: le novità dell'Anno 5, cosa ci aspettiamo?

Proviamo ad immaginare quali saranno i contenuti principali dell'Anno 5 di Destiny 2 che avrà ufficialmente inizio a fine 2021.

Destiny 2: le novità dell'Anno 5, cosa ci aspettiamo?
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Stadia
  • Xbox Series X
  • Se al debutto del primo Destiny il settore non era particolarmente denso di produzioni a supporto continuo, nel corso degli anni sono approdati sul mercato numerosi titoli della stessa tipologia, incrementando la concorrenza e rendendo così la vita dello shooter targato Bungie tutt'altro che semplice. Nonostante il panorama videoludico sia ben nutrito di congeneri, il team non si è adagiato sugli allori: Destiny 2 e relative espansioni continuano a proporre sempre nuovi contenuti, cercando di attirare l'attenzione soprattutto dei giocatori più accaniti, quelli che hanno visto nascere il proprio Guardiano nel vecchio Cosmodromo, hanno affrontato e superato le sfide della Volta di Vetro e sconfitto minacce incredibilmente potenti come Oryx, il Re dei Corrotti, trascorrendo nell'universo creato dal team di Seattle un'infinità di ore.

    In tutto questo tempo il gioco è cresciuto ed è stato modificato in molteplici modi, e a quanto pare continuerà a svilupparsi e ad aumentare la propria offerta. In attesa di scoprire informazioni ufficiali sulle prossime aggiunte dello sparatutto, proviamo ad immaginare come sarà il futuro di Destiny 2.

    Un anno di passaggio

    A separarci dall'Anno 5 di Destiny 2 ci sono diverse stagioni, ma per quanto siano in arrivo nuove attività a tempo, armi esotiche e mini-eventi, le novità più corpose approderanno non prima della fine del 2021, quando Bungie sparerà le sue cartucce migliori. Dopotutto, l'ultimo periodo, per quanto abbia visto l'arrivo di Oltre la Luce, è stato perlopiù un frangente di transizione, durante il quale lo shooter ha ufficialmente abbracciato le console di nuova generazione grazie all'upgrade di Destiny 2 per PlayStation 5 e Xbox Series X, che permette finalmente di giocare a 60 fotogrammi al secondo anche su console.

    L'altro cambiamento che ha coinvolto il gioco è l'importante modifica ai contenuti, che ha consentito alla software house di avere un maggior controllo non solo sulle destinazioni e le relative attività (Campagne, Incursioni e Imprese), ma anche sull'equipaggiamento, il quale può ora essere gestito e bilanciato all'occorrenza.

    Certo, non potremo più vivere una campagna come quella della Guerra Rossa, la quale ha avuto un posto importante nel processo attraverso il quale i giocatori potevano affezionarsi al proprio Guardiano e fare in modo che risalisse dall'abisso nel quale i Cabal l'avevano gettato, ma con la direzione intrapresa da Bungie non ci ritroveremo più di fronte a problemi come quelli legati alla Lente di Prometeo e al Signore dei Lupi.

    Queste due armi hanno terrorizzato in periodi diversi tutti i Guardiani nel Crogiolo a causa della loro estrema efficacia e della difficoltà di bilanciamento: d'ora in poi tutto questo non dovrebbe più accadere, e il team sembra essere pronto ad intervenire tempestivamente.

    La stessa aggiunta di un sistema di obsolescenza programmata delle armi (ovvero l'introduzione di un cap all'infusione) è un aspetto che ha del potenziale per quanto riguarda la cura dei singoli strumenti.

    Con meno bocche da fuoco in circolazione, possiamo aspettarci in futuro un minor quantitativo di armi ed armature che vantano però una maggiore diversificazione sia dal punto di vista estetico che funzionale. L'unica criticità in tal senso, dovuta alla recente carenza di oggetti da ottenere, è stata già parzialmente risolta dagli sviluppatori, i quali con un piccolo aggiornamento hanno riproposto delle nuove versioni dell'equipaggiamento principale de I Rinnegati e di Ombre dal Profondo.

    Se questa nuova filosofia dovesse ingranare, ci aspettiamo grandi cose per il futuro, soprattutto per i nuovi set di corazze e bocche da fuoco in arrivo con lo Stendardo di Ferro e l'Incursione dell'Anno 5.

    Caccia alla Strega

    Chiusa la parentesi dedicata ad aspetti di "contorno" che potrebbero avere un impatto sensibile sul futuro del gioco, non possiamo che parlare dell'elemento più atteso da parte di qualsiasi Guardiano: l'espansione che aprirà l'Anno 5 di Destiny 2.

    Qualche mese fa, infatti, Bungie ha ufficializzato la roadmap di Destiny dei prossimi due anni svelando il nome dei contenuti che verranno pubblicati in apertura di ciascuno di essi: a meno che non vi siano cambi di programma improvvisi come visto in occasione di Oltre la Luce (qui la nostra recensione di Destiny 2 Oltre La Luce), il prossimo novembre 2021 potremo infatti mettere le mani su The Witch Queen.

    Se lo scorso anno abbiamo finalmente avuto un primo contatto con l'Oscurità grazie all'arrivo della Stasi (per approfondire ecco il nostro speciale sulla Stasi in Destiny 2 Oltre la Luce), il nuovo DLC dovrebbe permetterci di proseguire con un altro filone narrativo ancora irrisolto e che va ormai avanti da svariati anni, ovvero quello legato a Savathun, la Regina Megera.

    Basta infatti dare un fugace sguardo all'immagine proposta dagli sviluppatori per far sfumare ogni dubbio: quello sullo sfondo non è altro che il logo dell'attuale Regina dei Corrotti, la quale rappresenterà per i Guardiani una minaccia più concreta e meno sfuggente di quanto non lo sia stata negli ultimi quattro anni e, con tutta probabilità il boss finale della prossima Incursione potrebbe essere proprio la sorella di Oryx in persona.

    Chissà se anche questa volta l'umanità non correrà un pericolo tanto grave da spingere i Guardiani ad abbracciare l'Oscurità e magari accedere ad una nuova sottoclasse, il cui potere si rivelerà essere essenziale per sconfiggere questa temibile avversaria.

    Dal momento in cui i Corrotti saranno poi i villain principali del DLC, non possiamo escludere un ritorno in prima fila della Città Sognante, una delle componenti del gioco ad oggi meglio riuscita e che potrebbe celare ancora numerosi segreti. Dopotutto Bungie può ancora giocarsi la carta Mara Sov, personaggio chiave che potrebbe tornare in una veste profondamente diversa rispetto a quella che abbiamo avuto modo di conoscere negli anni, visto che secondo alcune teorie potrebbe assumere il ruolo di leader dei Corrotti e infastidire i Guardiani negli anni successivi, magari dopo l'uscita di Lightfall nel 2022.

    Un tuffo nel passato

    Al netto delle capacità di sviluppo, Bungie non è un team enorme ed è attualmente al lavoro su diversi progetti (alcuni dei quali in collaborazione con NetEase, uno dei colossi del mercato orientale), motivo per il quale potrebbe non disporre di forze sufficienti a produrre quantità elevate di contenuti.

    A venire in aiuto sia degli sviluppatori che dei giocatori più incalliti arriva il Vault, un elemento da non sottovalutare a causa dell'effetto che potrebbe avere proprio sui fan più assidui.

    Se in Fortnite Battaglia Reale Epic Games ha creato il Magazzino per inserirci tutte le armi non più adatte al gameplay, in Destiny il team di sviluppo ha di recente creato un sistema molto simile e nel quale finiscono non solo tutte le ambientazioni e le attività che spariscono dal secondo capitolo, ma anche quelle del primo episodio, che potrebbero ricomparire da un momento all'altro con una veste grafica migliorata.

    A questo proposito, proprio di recente abbiamo fatto ritorno al Cosmodromo con tanto di possibilità di impugnare un Falco Lunare, ed entro la fine dell'anno dovremmo poter nuovamente affrontare l'Incursione per eccellenza, quella che ha stregato i fan per complessità e level design e che ancora oggi è la più amata della serie: la Volta di Vetro.

    Facendo due conti, una distribuzione graduale di questi contenuti potrebbe far sì che nell'Anno 5 i giocatori possano ancora una volta massacrare quel brutto ceffo di Crota a suon di spadate, possibilmente senza l'ausilio di glitch. Restate quindi sulle nostre pagine: poco alla volta scopriremo insieme cosa ci aspetta nel futuro di Destiny 2.

    Che voto dai a: Destiny 2 Oltre la Luce

    Media Voto Utenti
    Voti: 60
    7.5
    nd