Destiny2

Destiny 2 Oltre La Luce: arriva la Stasi, il primo potere dell'Oscurità

Con Destiny 2 Oltre La Luce i Guardiani possono utilizzare il primo potere dell'Oscurità: la Stasi. Ecco tutti i dettagli sulle nuove abilità.

Destiny 2 Oltre la Luce: alla scoperta della Stasi
Speciale: Multi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Stadia
  • Xbox Series X
  • È ormai da quel lontano settembre 2014 che i giocatori di Destiny continuano a sentir parlare dell'Oscurità senza che mai questa si manifesti in maniera palese ai Guardiani. Con l'ultima stagione dell'Anno 3 del secondo capitolo, però, qualcosa ha iniziato a muoversi per poi concretizzarsi con il debutto di Oltre la Luce (ora disponibile anche su Xbox Series X/S e Xbox Game Pass), l'espansione che apre il quarto anno e che permette finalmente ai "Guerrieri della Luce" di abbracciare l'Oscurità e sfruttare una piccola parte del suo grande potere, la Stasi, per combattere un pericolosissimo nemico Caduto: Eramis.

    Al di là dell'indiscutibile fascinazione dal punto di vista narrativo, l'arrivo di una sottoclasse dell'Oscurità in Destiny 2 ha anche delle grosse implicazioni per quello che riguarda il gameplay: scopriamo insieme come funziona questo nuovo set di abilità e come si incastra nel meta della produzione. Se volete saperne di più vi rimandiamo alla recensione della campagna di Destiny 2 Oltre La Luce e la guida alle novità di Destiny 2 Oltre La Luce.

    "Abbraccia l'Oscurità"

    Questa prima comparsa dell'Oscurità tra i set di abilità dei Guardiani (nel menu si lascia intendere che le Sottoclassi dell'Oscurità verranno espanse ben oltre la Stasi) ha permesso agli sviluppatori di ampliare la scelta in termini di poteri elementali presenti nel gioco, dal momento che la Stasi corrisponde ad una rivisitazione in chiave Bungie del ghiaccio.

    A prescindere dalla classe utilizzata, infatti, le abilità della Stasi possono intrappolare all'interno di cristalli, congelare e rallentare gli avversari, nonché renderli vulnerabili ad attacchi devastanti, i quali possono infliggere ingenti danni o addirittura sminuzzare in mille pezzi i nemici che sono caduti in trappola. Per quanto vi siano delle grosse similitudini tra le Sottoclassi della Stasi di Cacciatori, Stregoni e Titani (le tre granate sono le stesse per tutti, ad esempio), occorre precisare che ogni tipologia di Guardiano propone meccaniche diverse.

    Il Revenant e il Vincolatore dell'Ombra, ovvero Cacciatore e Stregone,

    prediligono il congelamento a distanza: il primo lancia delle piccole falci che bloccano gli avversari e poi li distrugge con uno schianto a terra, incredibilmente efficace sui nemici cristallizzati; il secondo, invece, utilizza un bastone per scagliare delle sfere congelanti sui mob per poi spezzarli con un'onda d'urto emessa dallo stesso strumento pregno del potere dell'Oscurità. Il Titano, con il suo Behemoth, continua ad essere il più aggressivo del terzetto e quando attiva la Sottoclasse della Stasi permette al giocatore di eseguire delle mosse molto simili a quelle dell'Assaltatore: lo schianto a terra serve a congelare i nemici nei paraggi e a far spuntare dei cristalli dal pavimento, invece il corpo a corpo consiste in una potente ginocchiata che distrugge con una facilità disarmante il cristallo e infligge grossi danni ai nemici congelati, con buone probabilità di eliminarli sul colpo.
    La Stasi non è però una banale Sottoclasse ma qualcosa di più, e lo si intuisce anche solo dando un fugace sguardo al suo particolare "albero delle abilità". Questa volta non ci limiteremo a scegliere il tipo di salto, la granata e l'abilità speciale da attivare con Cerchio/B, ma è anche possibile sbloccare una serie di modifiche, le Nature e i Frammenti di Stasi, che funzionano in maniera pressoché identica al sistema delle Armature 2.0 e rendono più profonda la personalizzazione del personaggio.

    Crogiolo nel caos

    Ma come si incastrano queste abilità nel PvP? Dare una risposta a questa domanda, ad oggi, è davvero complesso: il PvP è forse il comparto del gioco nel quale la Stasi riesce a dare il meglio di sé, ma non tutti sembrano esserne felici. L'intero set di abilità legate all'Oscurità è molto efficace nel Crogiolo, forse anche troppo. Provate ad immaginare le prestazioni di un giocatore dotato di ottima mira e buone capacità di movimento che può anche rallentare o bloccare gli avversari e massacrarli a suon di colpi di cannone portatile o fucile di precisione (congelare un nemico equivale ad ucciderlo nel 99% dei casi).

    La lenta ricarica delle abilità nello sparatutto Bungie non riesce a mitigare questo sbilanciamento per due diversi motivi: il primo è che quasi tutti i giocatori utilizzano la Stasi e quindi ci sarà sempre qualcuno con le abilità pronte all'utilizzo; il secondo è che esistono già delle build che consentono di ricaricare molto velocemente granate e attacco melee, permettendo così il costante utilizzo di tali poteri.

    È evidente quindi che la situazione attuale del Crogiolo sia solo temporanea ed è molto probabile che nel giro di qualche settimana gli equilibri verranno stravolti da una patch correttiva che punterà a bilanciare la Stasi nel multiplayer competitivo. Se dovessimo provare ad immaginare quali potrebbero essere le modifiche da apportare al gioco per arginare le problematiche attuali, il pensiero va ad un'ipotetica riduzione dell'efficacia del congelamento o ad una semplificazione del procedimento attraverso il quale è possibile liberarsi dal rivestimento di cristallo, che richiede troppo tempo per i ritmi del PvP.

    Freeze!

    Tutt'altro discorso vale invece per il PvE, dove la Stasi esalta più che mai la libertà che viene data al giocatore nell'approccio al gioco. Grazie al suo utilizzo si possono creare piattaforme per raggiungere agilmente luoghi impervi, innalzare ripari improvvisati o tenere a bada gli stiletti esplosivi per fare in modo che si congelino pochi istanti prima della detonazione.

    Viaggiando poi con la fantasia, non riusciamo a non pensare a quanti e quali possano essere i possibili utilizzi della Stasi nella prossima Incursione: dalla semplice creazione di barriere per proteggersi dai colpi del boss di turno, fino al rallentamento dei nemici più insidiosi per dare qualche momento di tregua alla propria squadra, che magari può nel frattempo raccogliere munizioni e Particelle di Potere (per evitare incongruenze narrative, non ci sono più Particelle di Luce). Insomma, siamo più che convinti che sin da subito le strategie di completamento del nuovo Raid coinvolgeranno pesantemente l'utilizzo dell'Oscurità.

    Una Stasi in continua evoluzione

    Rispetto alle Sottoclassi ad Arco, Vuoto e Solare, questo potere derivante dall'Oscurità è quello che esprime meglio la volontà di Bungie di inserire nel suo game as a service sempre più elementi ruolistici. Pertanto l'introduzione della Stasi ha avuto un impatto significativo nelle meccaniche di Destiny 2, ma potete facilmente intuire come sia ancora troppo presto per dare giudizi definitivi soprattutto sul versante competitivo, dove siamo sicuri che questi poteri subiranno diversi cambiamenti prima che gli sviluppatori riescano a bilanciare il tutto. Su un aspetto però non c'è alcun dubbio: chiunque abbia acquistato l'ultima espansione e completato la campagna, per un bel po' di tempo continuerà a tenere attiva la Stasi e a mettere da parte le Sottoclassi della Luce.

    Che voto dai a: Destiny 2 Oltre la Luce

    Media Voto Utenti
    Voti: 50
    7.5
    nd