Esport

DOTA 2: OG vincitori a sorpresa del The International 2018

Gli OG hanno vinto il The International 2018 contro ogni pronostico andando a sconfiggere in finale il PSG.LGD.

speciale DOTA 2: OG vincitori a sorpresa del The International 2018
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Passare dall'essere gli anonimi (Monkey) Business a essere gli OG sponsorizzati da Red Bull non è sicuramente una cosa che capita tutti i giorni.
    Oltretutto, chi avrebbe mai pensato che quel "passaggio di proprietà" avvenuto lontano dai riflettori nel 2015 avrebbe poi portato quella squadra di ragazzi europei ad alzare al cielo il trofeo del The International 2018 di Dota 2?
    Quello che oggi viene definito come il torneo più ricco e prestigioso della storia degli esport, li aveva visti protagonisti già nel 2017 dove però si erano fermati intorno all'ottavo posto e ancora nel 2016, dove avevano fatto ancor peggio terminando mestamente tra il dodicesimo ed il nono posto.

    The International: una vittoria contro ogni pronostico

    La storia degli OG è di quelle che fanno spontaneamente uscire qualche lacrima di commozione se si pensa al percorso che ha portato questi ragazzi a vincere un torneo che inevitabilmente li consacrerà, in futuro, alla leggenda.
    Johan "N0tail" Sundstein, Jesse "JerAx" Vainikka, Sébastien "7ckngMad" Debs, Anathan "ana" Pham e Topias "Topson" Taavitsainen, questi i nomi dei cyber-atleti degli OG, capaci di compiere una delle più belle ed emozionanti imprese della storia degli esport.
    All'interno della Rogers Arena di Vancouver dove si è svolta l'ottava edizione del The International gli OG hanno dato vita a uno spettacolo unico che ha regalato al pubblico momenti di altissimo livello sia dal punto di vista sportivo che emotivo.
    La squadra, capitanata da Johan "N0tail" Sundstein, è riuscita a passare il girone A di qualificazione al quarto posto arrivando ad un passo da quel tabellone di recupero che avrebbe potuto portare la formazione europea a giocarsi un torneo completamente diverso anche dal punto di vista psicologico.

    Affrontare ai quarti di finale la squadra dei VGj.Storm che aveva dominato il girone B, seppur penalizzata dallo staff arbitrale per aver utilizzato un doppio coach durante le fasi di draft, deve aver rappresentato per gli OG il momento decisivo in cui la squadra europea ha acquisito quella sicurezza necessaria che gli ha permesso poi di andarsi a prendere la coppa e gli undici milioni di dollari messi in palio dagli organizzatori.
    Il 2-0 rifilato ai VGj.Storm è stato il colpaccio per la formazione degli OG la quale, nel successivo match, hanno affrontato a viso aperto gli Evil Geniuses. La squadra campione nel 2015 nel corso degli anni non è più riuscita a ripetere la stessa performance, nonostante sia sempre giunta tra le prime posizioni.
    Gli OG sono riusciti a domare gli Evil Geniuses che, dopo essere andati in svantaggio, sono stati in grado di rimanere in partita conquistando la seconda mappa e mettendo pressione alla squadra capitanata da N0tail. Gli OG, però, sono riusciti a mantenere la concentrazione necessaria arrivando a chiudere i conti sul 2-1 e raggiungendo, così, una clamorosa (quanto totalmente inaspettata) finale del tabellone principale del The International 2018.

    Finale da mille e una notte tra PSG e OG

    Qui gli OG hanno affrontato il PSG.LGD, formazione ad altissimo tasso tecnico e qualità, che però ha dovuto fare i conti con la tenacia della formazione europea finendo per perdere clamorosamente per 2-1 un match che li ha visti protagonisti soprattutto nella seconda mappa prima di cedere il passo agli OG nella terza.

    La squadra del PSG.LGD non ha poi fatto alcuna fatica a liquidare gli Evil Geniuses per 2-0 arrivando ad affrontare nuovamente gli OG nella finale assoluta del The International 2018 dal valore - come accennavamo poco fa - di oltre 11 milioni di dollari.
    Il match è stato spettacolare, ricco di emozioni e chi scrive non ricorda una partita della stessa intensità del quarto game di questa serie che ha riportato i conti in parità quando tutto sembrava ormai perduto, con il PSG.LGD ad un passo dalla vittoria.
    La squadra degli OG si è aggrappata alla qualità del suo Anathan "ana" Pham che sia durante la quarta partita che nella quinta ha letteralmente regalato delle giocate spettacolari al pubblico della Rogers Arena di Vancouver in visibilio.

    Il PSG.LGD ha dominato, in particolare, fino al minuto 45 durante il quarto game della serie sul punteggio fisso sul 2-1, lasciando poi troppo spazio di manovra agli OG che hanno clamorosamente rimontato al sessantacinquesimo minuto una partita che sembrava indirizzata su binari completamente opposti.
    Nel quinto game, giocatosi all'alba qui in Italia, gli OG hanno spezzato la resistenza del PSG.LGD finendo per travolgerli in 36 minuti regalandosi la gioia di una vittoria che verrà ricordata negli anni a venire come un'impresa sportiva di grande rilievo.

    OG vincitori del montepremi più ricco di sempre

    Gli OG hanno dunque conquistato il primo posto assoluto nel The International 2018 e vinto un montepremi pari a 11,227,487$ che rappresenta la più alta vincita in un torneo della storia degli esport e di Dota 2.
    In seconda posizione il PSG.LGD si è dovuto accontentare di "appena" 4,082,723$ mentre al terzo posto, a completare il podio, sono stati gli Evil Geniuses che hanno percepito un premio pari a 2,679,287$ complessivi.
    Il The International 2018 è stato seguito in diretta streaming da oltre 4 milioni di spettatori che hanno generato un volume di visualizzazioni per tutta la durata dell'evento pari a 66 milioni, numeri che contribuiranno ad incoraggiare ed incrementare la scena esportiva internazionale anche se rispetto alla scorsa edizione 2017 si è avvertito un calo di circa il 30% nel conto delle visualizzazioni complessive.
    Per godere del prossimo evento Premier di Dota 2 bisognerà aspettare il 2019 mentre ad ottobre andrà in scena l'evento Major dell'ESL One di Amburgo che si svolgerà all'interno della prestigiosa location della Barclaycard Arena.

    Quanto attendi: DOTA 2

    Hype
    Hype totali: 85
    64%
    nd