eFootball PES 2020: tutto quello che c'è da sapere sulla modalità Match Day

Tra le tante novità di eFootball PES 2020 c'è anche la modalità Match Day, innovazione che promette di coinvolgere la community in modo del tutto nuovo.

speciale eFootball PES 2020: tutto quello che c'è da sapere sulla modalità Match Day
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Qualche giorno fa abbiamo avuto modo di analizzare la nuova filosofia di Konami sul futuro dell'eSport, tesa principalmente a un maggiore investimento nel gaming competitivo sul lungo periodo. Una scommessa razionale, pianificata e decisamente ambiziosa, che punta non solo a far ripartire in quarta la sua storica serie ma ovviamente anche a riconquistare in maniera diversa e innovativa la sconfinata platea di fedeli appassionati. Questa nuova dichiarazione d'intenti, come vi abbiamo già detto, appare di tutta evidenza sin dall'inedito nome che accompagna l'ennesima iterazione del brand: eFootball PES 2020.

    Insomma, quest'anno Konami ha deciso di coinvolgere l'utenza in un modo del tutto nuovo, per provare accorciare le distanze tra i professionisti - da sempre una cerchia ristretta che compete in eventi dedicati solo e soltanto a loro - e quell'indistinta etichetta che raggruppa un po' tutti: ovvero il "giocatore medio". L'impegno del team giapponese su questo fronte è notevole, come testimoniato concretamente dall'avvento dell'eFootball.Open e dalla modalità Match Day.

    Su Everyeye.it, oltre alla recensione di eFootball Pes 2020, trovate anche la guida e i trucchi per vincere nel gioco di calcio Konami.

    Dall'Amateur al Pro...il passo è breve. Forse.

    Per ciò che concerne il rinnovato focus sull'esport, quindi, Konami ha deciso di rivedere la propria struttura competitiva, rielaborandola e ampliandola. Abbiamo visto le novità che riguardano la lega professionistica "eFootball.Pro", campionato che può già vantare la partecipazione di alcuni tra i migliori club europei e a cui molto probabilmente si aggiungerà qualche altro interessante annuncio proprio a partire da questa stagione.

    Sappiamo anche che l'intero campionato verrà giocato nella modalità 3vs3, quindi ogni squadra dovrà avere almeno tre giocatori e non più i canonici due. A fianco dell'eFootball.Pro, la multinazionale nipponica ha svelato anche la nascita dell'eFootball.Open, competizione che manderà definitivamente in soffitta il vecchio format della PES League. Ed è proprio nella peculiare commistione tra Pro e Open che si sublima il sogno di Konami di coinvolgere l'intera platea di giocatori. Con l'eFootball.Open i giocatori si affronteranno in match 1vs1, guadagneranno punti per scalare posizioni in classifica. Per aumentare l'accessibilità alla modalità Open, Konami ha aggiunto tre categorie di abilità differenti: Principiante, Intermedio e Professionista.
    Non solo: tutto l'impianto della "lega amatoriale" di PES ruoterà attorno all'inedita modalità Match Day. Ma cos'è questo fantomatico "giorno di gara" e come si inserisce nel nuovo corso inaugurato dall'ultimo episodio della storica serie calcistica?

    La rivalità come non l'avete mai vissuta

    Lo scopo di Konami è molto semplice: stuzzicare i giocatori attraverso la rivalità sportiva e celebrarne l'abilità coinvolgendoli direttamente in un torneo, intimamente connesso a partite reali, al quale tutti possono partecipare. Questa modalità di gioco non fa altro che tradurre l'atavico bisogno di appartenere a un gruppo, a una fazione, in una vera e propria competizione.

    Il Match Day, insomma, cerca di riprodurre l'essenza stessa del tifo e condensarla in un evento a tempo (la finestra dura tre ore) in cui non solo c'è in palio l'onore e la difesa dei propri colori, ma anche la possibilità di ricevere diverse, succose ricompense in base alla quantità di Punti Evento che si vanno ad accumulare. Alcune ricompense includono crediti, nuovi Osservatori speciali e così via.

    Senza contare l'opportunità, se si è particolarmente bravi, di giocare la fase finale in diretta streaming in modalità Match Day.
    Andiamo comunque con ordine: la nuova modalità si aggiorna su base settimanale. Konami, all'inizio di ogni turno, dirama i nomi delle formazioni coinvolte. Ad esempio, per questa settimana le squadre prescelte sono il Manchester United (per la fazione che gioca in Casa) e l'Arsenal (per quella in trasferta).

    Non a caso si tratta di una sfida di cartello, tra le più importanti della Premier League, che verrà realmente giocata lunedì 30 settembre.
    Una volta selezionata una fazione, gli utenti possono sfidare, nel corso di diverse giornate, i rivali dello schieramento opposto nelle Partite del Group Stage. L'obbiettivo è quello di ottenere Punti Evento, che possono essere guadagnati giocando gli incontri e segnando più goal possibili.

    Conclusa questa fase, infine, vengono analizzati i risultati di tutti i match giocati e viene operata la scrematura che elegge i migliori cinquecento giocatori della settimana. Alla fine, i due utenti che avranno garantito le migliori prestazioni in ciascuno schieramento saranno selezionati per contendersi la finalissima che decreterà, in live stream, la fazione vincitrice.

    Il sistema, nonostante sia forse improprio definirlo un "Path to Pro", possiede comunque un fascino magnetico: questo nuovo modo di intendere la competizione, in effetti, cerca di avvicinare sempre di più l'atmosfera sportiva e il senso della competizione all'enorme platea di giocatori del calcistico targato Konami; dà loro una motivazione in più (al di là delle ricompense) per testare i propri talenti e, per i migliori, di mettersi in mostra. Non solo: Match Day getta in maniera intelligente e raffinata le basi per creare un nuovo senso di community "partecipata": più appassionata, coinvolta e collaborativa.

    Che voto dai a: eFootball PES 2020

    Media Voto Utenti
    Voti: 140
    7.8
    nd