Esport

EVC League of Legends: Samsung Morning Stars dominatori assoluti

I Samsung Morning Stars sono lanciati verso il primo posto della regular season. Dietro è bagarre per il secondo posto e una semifinale più abbordabile.

speciale EVC League of Legends: Samsung Morning Stars dominatori assoluti
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Se nell'altro campionato di League of Legends, il PGNats, la classifica non sorride troppo, tutt'altra storia è invece nell'ESL Vodafone Championship dove i Samsung Morning Stars sono l'unica squadra imbattuta con cinque vittorie su cinque partite disputate e tutte le pretendenti più agguerrite per il titolo già affrontate. Per le quattro partite rimanenti restano infatti Manguste, Racoon, Team Amelia e ViS Esports: incontri decisamente più che abbordabili che potrebbero consegnare agli SMS una regular season perfetta.

    Il frontman e il carry invisibile

    I protagonisti principali sono i titolari fissi della formazione: Bruno in corsia superiore e la coppia Saddy-Simpy in corsia inferiore. Saddy, per anni talento italiano, sembra essere finalmente riuscito a trovare la propria dimensione dominando di fatto quasi tutti gli avversari che gli si sono parati di fronte. Solido in lane, ottimo positioning in teamfight nonostante qualche lieve sbavatura.

    È il tipico carry che vale la pena proteggere: ha la media di morti più bassa di tutta la squadra con appena 2,1 morti a game e un KDA mostruoso da 7,6, guadagnato stando più tempo possibile vicino ai propri alleati come mostra il suo 71,6% di Kill Participation. Il modo in cui incarna il carry tradizionale lo si evince anche dalle risorse ottenute, il 25,8%, il che significa che un quarto dell'oro totale guadagnato dal team finisce nelle sue tasche, e le uccisioni che porta a casa: il 33,8% dell'intero team. Una fiducia che lui, puntualmente, non tradisce. Un altro dei protagonisti, questa volta da dietro le quinte, è invece Bruno, abile nell'essersi saputo immedesimare nel ruolo fuori partita della toplane. Storicamente considerata una corsia a parte, Bruno è riuscito ad affiancare alla sua dominazione in lane il supporto nelle altre corsie. Le sue statisiche sul KDA, 2,8, non sono certo le migliori del team, ma è il suo apporto in termini di tranquillità psicologica a essere fondamentale. Sia il jungler che le altre corsie sono consapevoli che in toplane Bruno non soffrirà particolarmente, potendo così concentrarsi serenamente sulle altre zone della mappa.

    Duttilità e nuovi innesti

    Una fortuna, soprattutto per lo staff, avere poi un team così duttile e facilmente adattabile in corso alle esigenze o situazioni strategiche. Bruno non ha difficoltà ad abbadonare all'evenienza la toplane per trasferirsi in corsia centrale, così come il subentrante Rypsee può aiutare in corsia superiore o in giungla in base alle necessità.

    Lo stesso Sebekx, titolare al PGNats, si è integrato nel migliore dei modi su EVC sostituendo senza alcun problema Primacy, trasferitosi nel Regno Unito per giocare la Regional League con gli Enclave Gaming.
    Proprio Sebekx ha da subito messo le cose in chiaro facendo capire di essere di un'altra categoria. In appena due match ha totalizzato un KDA di 5,18, secondo del team, insieme ai 460 gold guadagnati al minuto, dietro solo a Saddy. Un apporto che non ha fatto altro che incrementare il divario con le altre formazioni, tutte cadute finora.

    Le altre: playoff e salvezza

    A sole quattro giornate dal termine con il giro di boa appena compiuto, si delinea una situazione ben precisa dietro i dominanti Morning Stars. Il gruppo degli inseguitori, benché lontano quasi 140 punti dai primi, è composto dal trio MOBA ROG, Outplayed e QLASH Forge, tutti e tre con tre vittorie, un pareggio e una sconfitta. Se, però, i MOR partecipano con una squadra di potenziali titolari, tra cui figura anche lo streamer PaoloCannone, Q4G e OP si ritrovano con il team academy: una vetrina importantissima per questi giocatori di farsi notare e, soprattutto, di farsi le ossa per aspirare a un posto in prima squadra.

    I MOBA ROG, con gli innesti di Khema in giungla e Skar in corsia superiore, hanno certamente guadagnato in gioventù sfrontata ma anche in esperienza: nonostante la sua giovane età, Khema è uno dei jungler più navigati della scena competitiva italiana e, dopo uno split passato a scaldare la panchina degli Sparks, ha adesso la possibilità di mostrare tutto il proprio valore. L'obiettivo è la Top4 finale, traguardo già raggiunto dai MOBA ROG nella scorsa edizione di EVC. Senza dimenticare che, sul campo, i MOR avrebbero due punti in più, tolti per aver infranto il regolamento contro i Dropz Esports.

    Seguono dopo di loro quattro squadre: Cyberground Gaming, Racoon, Team Amelia e ViS Esports. Importantissima in chiave playoff ma soprattutto in chiave fiducia la prima vittoria dei ViS Esports, funestati da problematiche interne di alcuni giocatori e finalmente tornati sulla cresta dell'onda. La vittoria contro le Manguste Esports, rivale diretta per la salvezza, è una boccata d'ossigeno che vale tre punti pieni in classifica e 109 punti nel Power Ranking. A sottolineare il buon momento di forma, tutti e quattro i punti guadagnati dai ViS sono arrivati proprio nelle ultime due giornate. Le ultime quattro partite diventano decisive ma solo due sembrano realmente abbordabili: contro Dropz e Team Amelia può sicuramente arrivare un importante risultato ma contro Outplayed e Samsung Morning Stars serve un'impresa miracolosa.

    Se un posto in finale sembra già prenotato, la lotta per il secondo sembra un affare a tre: arrivare secondi sarà fondamentale per evitare di scontrarsi già in semifinale contro gli SMS, al momento apparentemente irraggiungibili. Discorso diverso per la salvezza, posto che al termine di questo split saranno addirittura quattro a rischiare, vista l'intenzione degli organizzatori di ridurre il numero di squadre partecipanti da 10 a 8 per il prossimo split. Non solo Team Amelia e Manguste, almeno attualmente, rischiano, ma anche tutte le altre fino ai Cyberground. Le prime quattro distano già cinque punti dalle successive sei, tutte racchiuse in appena tre punti. Un solco atteso, sì, ma forse non così presto.

    L'EVC ritorna con la sesta settimana il 19 e 20 giugno. Tutte le prime quattro saranno impegnate contro avversarie della parte inferiore di classifica con i pronostici apparentemente già scritti. Almeno secondo i Power Ranking.

    Che voto dai a: League of Legends

    Media Voto Utenti
    Voti: 108
    7.3
    nd