Everyeye Awards 2017: il Gioco dell'Anno per gli utenti e la redazione

Il vincitore del premio Game of the Year 2017 secondo gli utenti e la redazione di Everyeye.it, oltre alle migliori esclusive per tutte le piattaforme...

speciale Everyeye Awards 2017: il Gioco dell'Anno per gli utenti e la redazione
Articolo a cura di

Signore e Signori, popolo del web e videogiocatori incalliti benvenuti nell'Everyeye Theater, il palcoscenico sul quale si svolgerà, come ogni anno, la tanto attesa cerimonia di premiazione degli Everyeye Awards 2017: mettetevi comodi, in poltrona o sugli spalti, e preparatevi allo spettacolo. Questo è l'evento che tutto il mondo ci invidia e che si contende con la Notte degli Oscar il predominio per la premiazione più glamour dello show business. Sul palco salgono così uno ad uno i redattori e gli utenti di Everyeye.it, pronti a consegnare personalmente la corona del vincitore ai giochi più votati di ogni categoria. Non nascondiamo un pizzico di emozione: i titoli che passeranno sotto i nostri riflettori, infatti, sono semplicemente straordinari. Lo abbiamo ripetuto più volte nel corso del tempo, ma non possiamo far a meno di ribadirlo: l'annata appena trascorsa ci ha lasciato estasiati, ed ha addirittura permesso al settore di dettare nuovi standard in termini narrativi, artistici e ludici.
Alcune produzioni - come vedrete - hanno raggiunto un tale livello qualitativo da mettere (quasi) tutti d'accordo, in barba alle differenze di genere o alla becera console war. Mai come in questa occasione, del resto, sia la redazione di Everyeye sia la sua adorata combriccola di lettori sono stati concordi nel decretare i trionfatori. Prima di iniziare la cerimonia, il nostro speciale ringraziamento va ovviamente a tutti voi, assidui e fedeli frequentatori delle nostre pagine, che con la vostra partecipazione ed il vostro supporto rendete il nostro lavoro sempre più bello e denso di soddisfazioni. Ma bando alle ciance: asciughiamoci le lacrime di commozione, accendiamo le luci in sala e diamo il via alle danze.

Gioco dell'Anno

Non poteva essere altrimenti. Nintendo ha dato vita ad un assoluto capolavoro, un'opera già entrata di diritto nella storia, destinata a rappresentare un modello di riferimento per i prossimi capitoli della serie e per tutti gli open world a venire. The Legend of Zelda: Breath of the Wild è i vincitore del gioco dell'anno sia per la redazione che per gli utenti: un trionfo quasi schiacciante, che non lascia adito a dubbi.

Secondo il giudizio dei lettori il sorpasso rispetto al pur brillante Horizon è stato fin troppo netto, mentre per i membri di Everyeye.it la battaglia contro il meraviglioso NieR: Automata è stata combattuta fino alla fine. Tuttavia, senza troppi sforzi, l'ultima avventura di Link ha saputo sbaragliare l'agguerrita concorrenza. Breath of the Wild è un episodio conservativo ma coraggioso, antico e moderno allo stesso tempo, in cui si percepisce il "respiro" dell'epica, della libertà, della selvaggia meraviglia. La Grande N non poteva fare ai propri accoliti un dono migliore: un gioco titanico, trionfale e "leggendario".

Miglior Esclusiva PlayStation 4

Sebbene non sia riuscito a spuntarla come Game of the Year, il bellissimo Horizon: Zero Dawn si è accaparrato (a mani basse) il premio come miglior esclusiva PlayStation 4 in base al giudizio dei lettori. Nonostante i contendenti avessero gli artigli ben affilati, il carisma di Aloy e la fascinazione dell'universo "stonepunk" imbastito da Guerrilla Games hanno avuto la meglio (e di gran lunga) su tutti gli altri candidati.

Merito anche di un gameplay piuttosto assuefacente e di una resa grafica mozzafiato. Per il team di Everyeye.it, invece, al primo posto del podio siede Persona 5: un JRPG davvero stratosferico, longevo e profondo, incorniciato da una direzione artistica fuori scala e da una narrazione epocale. Non solo il capitolo più bello dell'intera saga di Persona, ma anche uno dei più grandi giochi di ruolo delle ultime stagioni videoludiche.

Miglior Esclusiva Microsoft

In questa categoria non c'è stata partita: utenti e redazione concordano nell'eleggere con un vero plebiscito Cuphead quale miglior esclusiva Microsoft del 2017. Pur riconoscendo l'alto spessore di opere come Forza Motorsport 7 e Halo Wars 2, il gioiello indipendente di Studio MDHR supera di diverse spanne i suoi diretti rivali.

Una produzione magnetica, appagante, impietosa e artisticamente sensazionale. Il frutto di anni ed anni di lavoro, studio, sacrifici e passione, che ha permesso a Cuphead di divenire un piccolo, grande capolavoro. A colpire l'attenzione dei lettori così come dei redattori è stato non soltanto un gameplay tanto punitivo quanto soddisfacente, ma soprattutto l'impareggiabile stile grafico, che lo rende del tutto indistinguibile da un cartone animato degli anni '30. Se è vero che non bisogna mai scendere a patti col diavolo, per Cuphead possiamo fare un'eccezione.

Migliore Esclusiva PC

Nessun dubbio anche per quanto riguarda il miglior gioco in esclusiva per Personal Computer. La redazione e gli utenti, ancora una volta, hanno dimostrato di saper riconoscere al volo un vero pezzo da novanta del settore. Divinity Original Sin 2 è un titolo che non conosce paragoni, una grande pietra miliare del genere ruolistico: l'opera magna di Larian Studios è nata grazie ad una cospicua raccolta fondi su Kickstarter, dove i donatori hanno prestato tutti i loro risparmi e la loro fiducia ad un team che, già con il primo episodio, aveva ampiamente ripagato la generosità del suo pubblico.

Con il sequel le ambizioni si sono addirittura triplicate: Original Sin 2 è una produzione immensa ed inestinguibile, con cui - d'ora in avanti - qualsiasi altro gioco di ruolo dovrà necessariamente confrontarsi.

Miglior Esclusiva Switch

In tutta onestà, eravamo convinti che ci sarebbe stata una sfida più equilibrata tra le esclusive per Nintendo Switch. L'ibrida di Kyoto, d'altronde, ha sfornato nel 2017 un parco titoli pazzesco sul versante della qualità e della quantità.

Considerata la presenza di prodigi indiscussi come Super Mario Odyssey e Xenoblade Chronicles 2, a cui si affiancano con orgoglio produzioni del calibro di ARMS e Mario+Rabbids: Kingdom Battle, in sostanza, credevamo che il risultato si sarebbe rivelato meno prevedibile. E invece ci sbagliavamo: The Legend of Zelda: Breath of the Wild, secondo il parare dei redattori e degli utenti, si è aggiudicato il premio senza versare troppo sudore, ed anzi distanziando considerevolmente gli altri aspiranti vincitori. C'è poco da commentare: il sorriso di Zelda ha incantato tutti ancora una volta.

Miglior Esclusiva 3DS

Benché l'annata della casa di Kyoto sia stata dominata dall'avvento messianico della miracolosa Switch, lo spirito della "Nintendo Difference" alberga anche nel piccolo schermo delle console portatili. Il 3DS, infatti, ha dimostrato di saper ancora mostrare i muscoli, grazie all'uscita di titoli di tutto rispetto come Pokémon UltraSole e UltraLuna e Monster Hunter Stories.

Tra i due litiganti, però, il terzo gode: a vincer con largo margine sia per il team di Everyeye.it che per i lettori è stato Metroid: Samus Returns, sopraffino remake - ad opera dello studio spagnolo MercurySteam - che dona nuova linfa all'indimenticato Metroid II: Return of Samus, distribuito nell'ormai preistorico 1992. Questa riedizione non si limita solamente ad aggiornare secondo il gusto moderno un videogame con più di vent'anni sulle spalle, ma riporta sugli schermi del 3DS una grande icona Nintendo. Da (ri)giocare ed amare, in attesa di poter mettere le mani sul già annunciato Metroid Prime 4.

Most Wanted 2018

Kratos? Kara? Ryo Hazuki? Sora, Topolino, Paperino e Pippo? Nossignore: le praterie del vecchio West. Gli sterminati campi incontaminati, i duelli carichi di tensione, l'epica della frontiera: è questo che vi tiene svegli la notte e culla i vostri sogni virtuali. Red Dead Redemption 2 è il gioco più atteso del 2018 un po' da chiunque, dalla crew di Everyeye.it, dai lettori e forse persino da buona parte delle software house.

Sebbene la gara sia stata comunque piuttosto combattuta (il dio della guerra, in particolare, incalzava con fare alquanto minaccioso...), il secondo capitolo del capolavoro Rockstar ha stuzzicato la nostra curiosità sin dal primissimo trailer: complice sia il retaggio di un primo episodio senza eguali, sia l'immaginario travolgente del West, sia la rinomata maestria della casa statunitense, Red Dead Redemption 2 ha preso al lazo tutti gli sfidanti. Sellate i cavalli e spolverate a dovere le vostre pistole: in primavera si torna a galoppare verso orizzonti lontani.

Miglior Sistema di Gioco

In una cerimonia di premiazione caratterizzata dall'omogeneità di giudizio, la categoria della miglior piattaforma ha diviso le opinioni di lettori e redazione. Il divario tra i due eletti, a dire il vero, resta comunque piuttosto ridotto: per gli utenti a trionfare è stata PlayStation 4, seguita da Switch di una sola incollatura, mentre per il team di Everyeye.it la corona spetta all'ibrida della Grande N, con un lievissimo margine di distacco dalla console di casa Sony.

Da una parte troviamo quindi una macchina da gioco che, anno dopo anno, ha coccolato i propri fedeli con una pletora di esclusive da capogiro, e dall'altra un sistema multiforme, giovane e promettente, che in una sola annata ha sconvolto l'industria con la sua carica innovativa e le sue produzioni qualitativamente esorbitanti. A prescindere dalle singole preferenze, pertanto, il mondo videoludico non può che esultare di gioia.

Dopo questa succosa infornata di premi, lo spettacolo degli Everyeye Awards si prende una piccola pausa. Termina qui la prima parte dello show: restate sempre vigili sulle nostre pagine per scoprire tutti gli altri vincitori.