Everyeye Awards 2018: Il Gioco dell'Anno per gli utenti e la redazione

Si aprono le porte dell'Everyeye Theater per l'inizio della cerimonia di premiazione: quali saranno i giochi migliori dell'anno?

speciale Everyeye Awards 2018: Il Gioco dell'Anno per gli utenti e la redazione
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Mobile Gaming
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Il tappeto rosso è stato disteso lungo l'ingresso. Le luci dei riflettori si fanno più intense. I flash delle macchine fotografiche illuminano la sera più delle stelle. Dinanzi ai nostri occhi sfilano le più grandi celebrità del panorama videoludico ed il pubblico è in delirio. Arthur Morgan si tiene a debita distanza, Kratos chiama costantemente il suo "ragazzo" distratto dai selfie con i fan, Microsoft giunge al teatro con una schiera di auto fiammanti, mentre altre Star come Sam di Death Stranding ed Ellie di The Last of Us Parte II continuano a farsi attendere. Ma ora non c'è più tempo per la passerella e le foto: lo spettacolo sta per cominciare. Sedetevi pure sugli spalti e preparatevi allo show più glamour del mondo dell'intrattenimento interattivo!

    Benvenuti all'Everyeye Theater, signore e signori (o "gentlemen", come direbbe il caro Dutch Van Der Linde): le vostre votazioni sono concluse, ed è giunto il momento di confrontare le preferenze dell'utenza con quelle della redazione. Esattamente come avvenuto per lo scorso anno, sebbene non siano mancate ardue battaglie per il primo posto, anche nel 2018 l'indiscutibile qualità di alcune produzioni ha messo praticamente tutti d'accordo. I nostri personalissimi applausi spettano non soltanto alle software house che hanno saputo regalarci grandi capolavori, ma anche - e soprattutto - a tutti voi lettori che, con il vostro supporto, avete reso possibile l'allestimento di un simile spettacolo. Senza ulteriori indugi, mettiamoci comodi: la cerimonia di premiazione ha finalmente inizio!

    Gioco dell'anno

    Durante lo show di Geoff Keighley, l'epopea western di Arthur Morgan ha visto sottrarsi il premio di Game of the Year dall'avventura norrena di Kratos. Ma tutti noi sappiamo che i The Game Awards stanno agli Everyeye Awards come i Golden Globe stanno agli Oscar. Per gli utenti e la redazione, insomma, è Red Dead Redemption 2 l'indiscusso trionfatore del 2018, con buona pace del pur sublime God of War.

    L'ultima opera di Rockstar è un titolo che detta nuovi standard per quanto riguarda la narrazione e l'interattività all'interno di un open world: un gioco monumentale e totalizzante, epico e destabilizzante. Un'opera in grado di dimostrare al mondo la massima potenza espressiva del gaming, e capace di sfruttare al massimo tutte le caratteristiche distintive che rendono unico il videogioco rispetto a qualsiasi altra forma di interazione. La parabola di redenzione del nostro fuorilegge ha la forza narrativa di un romanzo e la grandiosità visiva di un film western diretto a sei mani da Leone, Ford e Peckinpah. Semplicemente irraggiungibile.

    Miglior esclusiva PS4

    Ad un passo dal GOTY, l'immensa battaglia di Kratos nel regno della mitologia nordica ha ottenuto, senza troppo sforzo, la corona di esclusiva migliore per PlayStation 4 sia per gli utenti che per la redazione. Benché non mancassero rivali piuttosto agguerriti, God of War ha distanziato di parecchio tutti gli altri concorrenti: parliamo d'altronde di un capolavoro integrale, che è riuscito a riscrivere le regole ludiche di un'intera saga, dando forma ad un racconto intenso e sorprendente.

    Supportata da una componente tecnica poderosa e da uno stile registico incredibilmente virtuoso, l'opera di Santa Monica ha reinterpretato in modo sensazionale il mito norreno: per la grande virtù mostrata durante lo sviluppo, i guerrieri guidati da Cory Barlog meriterebbero senza dubbio di sedersi a banchettare nelle sale del Valhalla.

    Miglior esclusiva Microsoft

    Altra esclusiva, altra unanimità di giudizio: Forza Horizon 4 sbaraglia la concorrenza, tagliando il traguardo dopo aver "doppiato" gli altri partecipanti. La lentezza degli zombie di State of Decay 2 e delle caravelle di Sea of Thieves è stata surclassata dalla velocità di un bolide come quello di Playground Games. E non avrebbe potuto essere altrimenti: il nuovo capitolo della serie corsistica è quasi certamente il miglior racing game in salsa arcade di questa generazione.

    L'aggiunta del ciclo delle stagioni è inoltre una feature avanguardistica e rivoluzionaria, che modifica il setting ed il sistema di guida, rendendo quello di Forza Horizon 4 un mondo in continuo mutamento. Ed è per questo che il capolavoro Microsoft non poteva che partire in pole position e aggiudicarsi senza troppo sforzo il trofeo del vincitore.

    Miglior esclusiva PC

    Nella categoria delle esclusive PC, invece (ed anche con un pizzico di sorpresa), la redazione e gli utenti hanno scelto due differenti rappresentanti. Per quanto riguarda i lettori, è il gioco di ruolo targato Obsidian (di recente acquisita da Microsoft) ad avere avuto la meglio sugli altri candidati, con un notevole distacco rispetto a Return of the Obra Dinn, che invece è il gioco prediletto dalla giuria di Everyeye.it.

    Due esperienze parecchio diverse tra di loro: da una parte abbiamo un solido RPG vecchio stampo, erede del fu Baldur's Gate, mentre dall'altra un'avventura investigativa estremamente originale, dove viene concessa piena libertà al giocatore durante la risoluzione delle indagini. Le preferenze della redazione e del pubblico sono anche esemplificative dell'enorme varietà che contraddistingue la piattaforma PC: un sistema da sempre incline a proporre un'offerta ben differenziata in termini ludici e narrativi, pienamente in grado di accontentare i gusti di tutti i videogiocatori.

    Miglior esclusiva Switch

    Lo scontro su Nintendo Switch si è rivelato molto più duro del previsto. A spuntarla, dopo una battaglia senza esclusione di colpi, è stato il brawler game di Sakurai, da molti definito come "il più grande crossover di sempre". Con un roster immenso ed un ottimo bilanciamento tra immediatezza e profondità, Super Smash Bros. Ultimate si è aggiudicato in extremis la corona di migliore esclusiva per l'ibrida di Kyoto.

    Per quanto meno ricca di titoli indimenticabili come nello scorso anno, la line up della Grande N nel 2019 ha conosciuto comunque giochi di un certo spessore, tra cui spicca in particolare Octopath Traveler, una vera lettera d'amore ai Final Fantasy in due dimensioni. Ed è stato proprio il JRPG di Square-Enix a tallonare fino all'ultimo istante il picchiaduro Nintendo: il margine di vittoria di Super Smash Bros. Ultimate, sia per gli utenti che per la redazione, è infatti davvero minimo, eppure sufficiente per scagliare il suo avversario fuori dal ring ed agguantare il premio tanto ambito.

    Miglior esclusiva 3DS

    Il Nintendo 3DS resiste con le unghie e con i denti: pur di fronte allo strapotere di Switch, che funge al contempo da console casalinga e portatile, la piccola piattaforma Nintendo ha saputo portare sui nostri scaffali tre esclusive di peso: a vincere contro il perfido Wario e contro Pikachu in formato detective è l'ottima conversione di Luigi's Mansion, che ha (ri)conquistato le simpatie dei lettori e delle firme di Everyeye.it.

    Un action adventure con componente enigmistica che si è ritagliato di nuovo un posto nella ludoteca degli appassionati, pronti ad accogliere il fratello di Mario a braccia aperte: merito di qualche succulenta novità e di una modalità cooperativa con cui ingannare l'attesa prima dell'arrivo di Luigi's Mansion 3. Questa volta, però, solo su Nintendo Switch.

    Il gioco più atteso del 2019

    Dinanzi a due nomi così altisonanti della scuderia Sony, l'utenza e la redazione si dividono. Mentre i lettori sono in trepidante attesa per il sequel di uno dei giochi più belli della passata generazione, la squadra di Everyeye.it è stata ipnotizzata dalla macchina di hype costruita negli anni da Hideo Kojima.

    The Last of Us Parte 2 e Death Stranding guidano insomma la classifica dei most wanted del 2019, sconfiggendo altre produzioni di grande caratura come Sekiro: Shadows Die Twice (che tra i nostri redattori ha macinato molti consensi), Kingdom Hearts 3 e persino Cyberpunk 2077 (il quale, tra le preferenze del pubblico, deve accontentarsi di un dignitoso "secondo posto"). In mezzo alla fiumana di opere in arrivo, sono dunque due esclusive PlayStation 4 al cento dell'attenzione, segno evidente di come il colosso giapponese sappia attirare su di sé un quantitativo smodato di aspettative.

    Miglior sistema di gioco

    Ancora una volta, è Sony porsi come regina indiscussa sotto i riflettori dell'Everyeye Theater: eletta all'unanimità come miglior piattaforma di gioco, PlayStation 4 (e la sua variante PRO) ha battuto la concorrenza soprattutto per merito della line-up di titoli in esclusiva, con la quale alza continuamente l'asticella dell'ambizione.

    Esaurita l'esaltazione per l'esordio di Switch, che nel 2017 aveva ottenuto i favori del pubblico, è la console Sony a riprendersi lo scettro, forte di una costanza qualitativa che le rivali ancora non hanno raggiunto del tutto. Dopo un eccellente 2018, che ha visto l'arrivo di God of War, Marvel's Spider-Man e Detroit: Become Human, l'azienda nipponica dovrà darsi da fare per riconfermare il suo primato. Considerando le esclusive in uscita, le possibilità sono decisamente elevate.

    Smaltita la prima ondata di premiazioni, arriva il momento di prenderci una piccola pausa durante lo show! Lo spettacolo ricomincerà molto presto, e nella seconda parte vi elencheremo tutti gli altri vincitori per le categorie artistiche. Restate con noi!

    Quanto attendi: Everyeye Awards 2018

    Hype
    Hype totali: 48
    86%
    nd