Everyeye Awards: Alan Wake 2 contro Baldur's Gate 3 per i premi artistici

Categorie tecniche, artistiche e per genere: quali sono i migliori titoli usciti negli ultimi dodici mesi? Lo avete deciso voi con i vostri voti.

Everyeye Awards: Alan Wake 2 contro Baldur's Gate 3 per i premi artistici
INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di

Le luci dell'Everyeye Theater si riaccendono e le premiazioni tornano al centro della scena. Dopo la prima parte, in cui abbiamo svelato i titoli più brillanti del 2023 per i lettori e la redazione, siamo pronti a dare spazio ai singoli generi e alle categorie tecniche e artistiche. In molti casi le vostre e le nostre opinioni si sono rivelate allineate, ma chiaramente non sono mancate alcune differenze significative. Restate con noi per scoprire i nomi di tutti i vincitori!

Miglior sparatutto

Per il miglior sparatutto dell'anno abbiamo imboccato due strade differenti. Voi lettori vi siete fatti catturare dagli scontri del capitano Price e della Task Force 141, al centro di un'esperienza zeppa di modalità in cui divertirsi.

L'ago della nostra bilancia invece si è orientato verso The Finals, il colorato shooter di Embark Studios rivelatosi una vera sorpresa di fine 2023, in grado di attirare l'attenzione di folte schiere di appassionati.

Miglior action adventure

Da Star Wars Jedi Survivor a Marvel's Spider-Man 2, gli action adventure di valore non ci sono mancati nel 2023. Voi avete assegnato il primo posto a The Legend of Zelda Tears of the Kingdom, un inno alla creatività targato Nintendo che non dimenticherete tanto presto.

Dopotutto, non lo faremo nemmeno noi e infatti anche la redazione di Everyeye ha finito col premiare la nuova avventura del prode Link (qui la nostra recensione di The Legend of Zelda Tears of the Kingdom).

Miglior GDR/Action RPG

Sea of Stars, Lies of P, Starfield: GDR e Action RPG di valore sono usciti in gran quantità nel 2023. Il fatto è che l'approdo sul mercato di Baldur's Gate 3 ha segnato un "prima" e un "dopo" per il genere di appartenenza, con la sua trama mutevole, i suoi tanti personaggi memorabili e una libertà di forgiare il destino del proprio alter ego fuori dal comune.

Noi di Everyeye e voi lettori abbiamo scelto in perfetta sintonia di premiare l'opera magna di Larian Studios.

Miglior strategico/gestionale/simulativo

F1 Manager e Football Manager, Company of Heroes 3, Cities Skylines 2: strategici e gestionali ci hanno tenuto decisamente impegnati nel 2023, ma c'è spazio per un solo vincitore (due, in teoria).

Il premio di utenza e redazione è andato a casa Nintendo e a Pikmin 4, nuova iterazione dell'apprezzata serie che ci ha fatto vestire i panni di una recluta del soccorso intergalattico per entrare in azione assieme al fidato compagno canino di nome Occin (per saperne di più, qui la nostra recensione di Pikmin 4).

Miglior picchiaduro

Nel 2023 le botte da orbi videoludiche son passate per due grandi esponenti del genere. Mortal Kombat 1 ci ha offerto una timeline nuova di zecca, personaggi reinterpretati e Fatality più folli che mai.

Alla fine però sia voi lettori che noi della truppa di Everyeye ci siamo orientati verso Street Fighter 6, col suo combat system rinnovato e la sua deliziosa presentazione visiva in RE Engine (qui la recensione di Street FIghter 6).

Miglior gioco di corse

Hot Wheels Unleashed 2, F1 23, EA Sports WRC, Ride 5: tante gare e competizioni su quattro e due ruote ci hanno tenuto compagnia durante gli scorsi 12 mesi. Alla fine però il "campionato" si è concluso in perfetta sintonia tra lettori di Everyeye e redazione.

Il Forza Motorsport di Turn 10 ha saputo conquistarci un po' tutti, merito non solo del suo comparto grafico tirato a lucido, ma anche di alcune trovate in grado di massimizzare il legame tra il pilota e le sue auto preferite, che sono state pensate per crescere in base al loro utilizzo.

Miglior sportivo

Per quanto concerne i titoli sportivi, l'anno che si è appena concluso di ha trattato più che bene. Come scrivevamo nella recensione di WWE 2K23, Visual Concepts ha fatto un ottimo lavoro con questa iterazione della serie e nel mentre EA si è presentata sul mercato con EA Sports FC, dopo la conclusione dell'era FIFA (qui la recensione di EA Sports FC24).

Alla fine, sia voi lettori che noi della redazione abbiamo premiato i cestisti di NBA 2K24, ma è stata una sfida combattuta (qui per la recensione di NBA 2K24).

Miglior gioco indie

La prima volta che abbiamo provato Cocoon abbiamo subito compreso di avere per le mani qualcosa di speciale. Quest'avventura a base di puzzle dal sapore sci-fi, ambientata in un mondo contenente altre terre piene di sorprese si è distinta grazie al suo concept originale e alla sua capacità di instillare nel giocatore un senso d'inquietudine difficile da decifrare.

Voi lo avete apprezzato, noi abbiamo fatto lo stesso. I concorrenti di livello non mancavano affatto, ma alla fine il premio di lettori e redazione è andato al titolo di Jeppe Carlsen (qui la nostra recensione di Cocoon).

Miglior multiplayer

Per quanto concerne il miglior multiplayer, voi avete premiato l'esperienza cooperativa di Baldur's Gate 3, un'altra perfetta dimensione per vivere quest'avventura memorabile.

Noi della truppa di Everyeye abbiamo voluto conferire il titolo a un gioco legato indissolubilmente alla dimensione multiplayer, che è stato un po'anche una sorpresa di fine anno: parliamo di The Finals e dei suoi scontri rapidi in ambienti distruttibili.

Miglior esperienza VR

Caliamoci nel mondo della realtà virtuale per svelare le migliori esperienze dedicate del 2023: voi avete pensato di eleggere Resident Evil 4 in modalità VR, una scelta di assoluto rispetto viste le qualità di questo rifacimento/reimagining del viaggio del brivido di Leon S. Kennedy.

Noi invece abbiamo scelto Asgard's Wrath 2, esperienza targata Sanzaru Games in cui siamo chiamati a interagire con le divinità della mitologia egizia e a trovare un modo per vendicarci del dio Loki.

Miglior colonna sonora

Gli accompagnamenti musicali nei videogiochi sono stati stupefacenti nel 2023. La più tesa lotta tra titani ha riguardato Final Fantasy 16 e Alan Wake 2. L'epicità orchestrale di To Sail Forbidden Seas o Herald of Darkness, base di un musical indimenticabile? La risposta è, banalmente, tutte e due.

Voi lettori avete premiato la splendida soundtrack che ha accompagnato Clive, Jill, Cid e soci nel corso di avventure e combattimenti e noi della redazione stavamo per fare lo stesso. Alla fine abbiamo scelto le tracce del gioco di Remedy, perché oltre al loro valore musicale abbiamo apprezzato anche quello narrativo.

Miglior direzione artistica

Dalle giornate uggiose di Watery, fino agli evocativi tramonti sulle rive di Cauldron Lake, Alan Wake 2 presenta degli scenari davvero ispirati e diverse sezioni ibride in cui contenuti live action si incontrano con momenti e scenari in-game.

Chi ha vissuto in prima persona un certo musical nei panni dello scrittore sa di cosa stiamo parlando, e probabilmente non ci ha pensato un attimo ad assegnare al titolo di Remedy la propria preferenza: qui in redazione abbiamo fatto lo stesso.

Miglior grafica

Tanti sono i giochi che quest'anno si sono distinti per la presentazione visiva. Da Dead Space a Marvel's Spider-Man 2, passando per Final Fantasy 16, fino ad Avatar Frontiers of Pandora. Uno però ha davvero stregato l'utenza e stiamo parlando di Alan Wake 2. Giocarlo su console significa immergersi in un mondo ricco di dettagli, con personaggi splendidamente realizzati e un sistema di illuminazione degno dell'attuale generazione.

Chi poi ha vissuto l'avventura dello scrittore e di Saga su un certo tipo di PC, come quelli dotati di schede Nvidia all'ultimo grido, ha potuto godersi l'opera in Northlight Engine al massimo dello splendore, per un'esperienza tra le più avanzate di sempre sul fronte visivo. Insomma, il responso di lettori e redazione è stato il medesimo: Alan Wake 2 ha trionfato senza riserve.

Miglior sceneggiatura

Anche per il premio di miglior sceneggiatura, tanti colossi si sono ritrovati a sfidarsi. I due esponenti più luminosi della categoria si sono distanziati dagli altri e sono Alan Wake 2 e Baldur's Gate 3. Voi lettori avete premiato l'opera di Remedy e giustamente, aggiungiamo.

La nostra scelta è ricaduta sul titolo di Larian Studios per un motivo molto semplice. Alla grande qualità della sceneggiatura ha affiancato una quantità semplicemente strabordante.

Miglior personaggio

Tante esperienze memorabili ci hanno permesso di conoscere personaggi in grado di lasciare il segno. Abbiamo adorato l'intelligenza di Saga Anderson, il carisma di Solomon Reed, così come i comportamenti tra il serio e il faceto del grande Cidolfus di Final Fantasy 16.

Redazione e lettori però sono stati allineati nell'attribuire all'Astarion di Baldur's Gate 3 il titolo di miglior personaggio del 2023, complice l'interpretazione magistrale di Neil Newbon (a proposito, qui l'intervista all'attore di Baldur's Gate 3).

Miglior collection/remaster/remake

Nella nostra recensione di Dead Space vi abbiamo parlato dell'ottimo lavoro svolto dal team per riportare in vita questo grande classico. È stato però un altro il rifacimento più brillante per pubblico e redazione: quello di Resident Evil 4.

Da un combat system del tutto modernizzato, fino ai (graditi) cambiamenti sul fronte narrativo e alla presentazione visiva, il viaggio del brivido di Leon è di quelli che creano dipendenza, che spingono i giocatori a tuffarsi nell'azione ancora e ancora per migliorare sé stessi e sbloccare premi e gingilli d'ogni sorta: brava, Capcom!

Miglior supporto post lancio

Cyberpunk 2077 è giunto al primo appuntamento coi giocatori non ancora al massimo della forma. Nell'era moderna del gaming però con il supporto post lancio è possibile continuare ad affinare una produzione anche ad anni di distanza dal suo debutto: proprio questo è accaduto con il titolo di CD Projekt RED, che proprio nel 2023 ci ha offerta numerose novità, tra cui un sistema di polizia migliorato.

Se a ciò aggiungiamo l'arrivo dell'ottima espansione Phantom Liberty, i motivi che hanno spinto lettori e redazione a premiare Cybeerpunk 2077 si fanno ancor più evidenti (qui la recensione di Cyberpunk 2077 Phantom Liberty).

Siamo arrivati alla fine del nostro evento e ci teniamo nuovamente a dirvi grazie per l'instancabile supporto che ci date quotidianamente. Augurandoci che il 2024 possa dar vita a una edizione altrettanto scoppiettante, vi diamo appuntamento ai prossimi Everyeye Awards!