Esport

Ferrari Velas Esports Series: la spettacolare vittoria di Michael Romagnoli

Durante le Finali Regionali della Ferrari Velas Esports Series, Michael Romagnoli si porta a casa il titolo in grande stile!

Ferrari Velas Esports Series: la spettacolare vittoria di Michael Romagnoli
Articolo a cura di

Il campionato esport targato Ferrari, di cui vi abbiamo già parlato (non dimenticate di recuperare il nostro approfondimento sulle Ferrari Velas Esports Series), è finalmente giunto alla fine, almeno per quanto concerne le due fasi di qualifica svoltesi in Europa e negli Stati Uniti. Per quanto riguarda il ramo continentale della competizione la vittoria è andata a Michael Romagnoli. Quest'ultimo ora avrà la possibilità di incontrare i rivali proprio qui, in Italia, in occasione della Grand Final, la sfida conclusiva prevista il 2 ottobre 2022.

Anche quest'anno, esattamente come accaduto nelle passate edizioni, il vincitore avrà la possibilità di accedere al programma Esports della "Scuderia Ferrari Velas Esports Team" per il 2023, occasione estesa per la prima volta - data l'estensione al Nord America - anche ai sim racer di USA, Canada e Messico. Dunque, il prossimo pilota Ferrari potrà provenire anche da Oltreoceano. In attesa della Grand Final, vediamo come si sono comportati i piloti virtuali nel corso della finalissima regionale.

Dalla Gran Bretagna a Imola

Impreziosite dalla presenza di Charles Leclerc e Aristotelis Vasilakos di Kunos Simulazioni (orgogliosi sviluppatori della serie Assetto Corsa, per chi ancora non lo sapesse), lo spettacolo delle finalissime europee si è rivelato un successo di pubblico.

Le finali regionali del Vecchio Continente hanno visto i sim driver qualificati scendere in pista per ben due volte. La prima, al circuito di Silverstone, mentre per la seconda i piloti si sono giocati le loro chance di vittoria all'autodromo storico di Imola. Non sono stati né tracciati facilissimi, né tantomeno gare agevoli, per i contendenti, i quali nel corso delle due sessioni hanno dovuto adattarsi a diverse sorprese e, in alcuni casi, piegarsi anche a un infausto destino.

Gara 1 - Silverstone

Il GP d'apertura si è rivelato, per molti dei piloti europei, un vero e proprio campo minato. Con soli trenta minuti di tempo a loro disposizione e dopo delle qualifiche disputate a tutta (tanto da raggruppare i protagonisti a distanze di pochissimi centesimi di secondo), la battaglia in pista è stata decisamente molto combattuta. Addirittura, i piloti non si sono risparmiati le sportellate e degli attacchi all'ultima staccata piuttosto aggressivi. Insomma, i contendenti non si sono risparmiati, consci dell'importanza del momento.

Il britannico Jonathan Riley si è dimostrato il più veloce con una prestazione di assoluto rilievo. Riley non è mai sembrato in difficoltà, al contrario di altri favoriti per la qualificazione e, in totale controllo, è riuscito al primo tentativo a mettersi in tasca il bottino completo.

Gara 2 - Imola

Tutto avrebbe potuto filare liscio per il britannico, apparentemente in uno stato di grazia. Il grosso problema, per Riley, è stato proprio l'autodromo di Imola. Dopo aver ottenuto un ottimo piazzamento in qualifica, gli eventi sono sembrati precipitare molto presto per il britannico. Un contatto fortuito nella parte iniziale della gara lo ha, infatti, buttato fuori dalle posizioni più importanti, utili per i punti della classifica generale.

Relegato nella pancia del gruppo, oltre la decima piazza - l'ultima utile a racimolare punti - il pilota di Sua Maestà ha visto ridursi drasticamente le sue possibilità di ottenere un numero di punti sufficiente per avanzare al Gran Finale Ferrari Velas Esports Series del 2 ottobre. Eppure la zampata, il campione, l'ha assestata lo stesso. Riley è stato autore di una feroce rimonta ed è riuscito a rientrare in classifica quel tanto che è bastato, pur senza vincere, a staccare il biglietto d'oro che vale una finale mondiale.

La vittoria del GP, invece, è andata a Michael Romagnoli che a Imola è passato per primo sotto la bandiera a scacchi. Romagnoli, insomma, grazie ai punti conquistati messi in saccoccia nelle due gare, ha concluso la serata in bellezza venendo incoronato Campione Regionale Europeo. Ora saranno Romagnoli, Marcin Swiderek e il già citato Jonathan Riley a rappresentare il Vecchio Continente nella Grand Final. Appuntamento, quindi, per domenica 2 ottobre quando la Grand Final verrà giocata dal vivo proprio qui, in Italia!