Final Fantasy 7 Remake Intergrade: come gira su PC in 4K?

Il giorno di Square Enix è arrivato. Come gira il colossale Remake di Final Fantasy 7 su Windows 11 in 4K? Scopriamolo insieme.

Final Fantasy 7 Remake Intergrade: come gira su PC in 4K?
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS5
  • Di voci, conferme, smentite e indiscrezioni ne abbiamo misurate a tonnellate negli ultimi mesi. Dopo un'attesa a dir poco estenuante, il Remake del settimo capitolo della creatura di Sakaguchi cessa di essere un'esclusiva temporale PlayStation e sbarca finalmente anche su PC. Al netto dell'avventura di Cloud Strife, quest'edizione, senza dubbio più ricca del Remake confezionato inizialmente per PS4, già su nuova generazione permetteva di percorrere i passi di Yuffie nell'espansione EPISODE INTERmission, di cui avevamo parlato nella nostra recensione di Final Fantasy VII Remake Intergrade, che da' anche il nome a questa edizione speciale.

    Su PC, Square Enix mette sul piatto un pacchetto che promette davvero bene dal punto di vista tecnico e alla luce del magnifico lavoro svolto sulle console giapponesi, le aspettative difficilmente saranno disattese.

    Nulla di nuovo sul fronte orientale

    In quest'analisi non ci saranno spoiler o considerazioni di carattere critico, dal momento che potrebbero risultare in qualche modo ridondanti con quanto già affrontato a suo tempo nell'analisi della versione PS5.

    In questa sede cercheremo di valutare il lavoro di porting svolto dal team di sviluppo, e quanto l'uso di una piattaforma a più ampio margine di personalizzazione incida sull'esperienza complessiva.Nulla di nuovo all'orizzonte, perché si tratta a tutti gli effetti del "travaso", con tutte le ottimizzazioni del caso, di un lavoro già completo. Del resto, se proprio vogliamo procedere per frasi fatte, squadra che vince non si cambia. Rivestiti dunque i panni del super soldato Cloud Strife, siamo tornati ad unirci ad Avalanche per ostacolare i piani della tentacolare Shinra Corporation, muovendo i primi passi tra le maglie di un impianto narrativo con diversi spunti inediti, sostenuto da meccaniche di gioco profondamente rinnovate.

    Sebbene non tutte le divergenze con la storia originale risultino egualmente convincenti (a questo proposito vi invitiamo a leggere il nostro speciale sulle differenze tra Final Fantasy VII Remake e l'originale), l'impegno profuso nella caratterizzazione dei personaggi e nel miglioramento della messinscena valorizza la resa complessiva di un'opera che, al netto delle incognite, si dimostra degna del nome che porta.

    Requisiti e configurazione di prova

    Per quanto il prezzo di Final Fantasy VII Remake per PC non abbia mancato di generare qualche polemica, le pretese tecniche della versione risultano più che abbordabili.

    Per un'esperienza completa, Square Enix raccomanda un sistema con almeno una CPU Intel Core i7-3770, dunque un ben invecchiato processore Ivy Bridge, oppure un Ryzen 3 3100 su piattaforme AMD. L'asticella sale sul fronte della RAM, con un minimo sindacale di 8 GB che diventano 12 per un'esperienza ottimale. Quanto alla GPU, per raggiungere buone prestazioni è richiesta una NVIDIA GeForce GTX 1080 oppure una Radeon RX 5700,con 8 GB di memoria video a disposizione. Con queste specifiche, non dovrebbe essere particolarmente complicato raggiungere 1440p senza grandi rinunce . Quanto allo spazio di archiviazione, il titolo richiede di avere almeno 100 GB di spazio a disposizione sull'hard disk.

    La nostra configurazione di prova supera i requisiti di un ampio margine, ma abbiamo ritenuto fondamentale provare il gioco su una macchina aggiornata e di fascia media: il PC utilizzato monta una CPU AMD Ryzen 5800X, 32 GB di RAM a 3200 MHz e una GPU NVIDIA GeForce RTX 3060, una tra le soluzioni più abbordabili attualmente a disposizione. Definito il contesto tecnico dei nostri test, apriamo l'analisi parlando dei settaggi grafici di questa nuova versione, che non fatichiamo a definire essenziali. È possibile impostare la risoluzione di rendering, la qualità complessiva di texture e ombre, il limite per il frame rate, la quantità massima di personaggi a schermo e l'HDR. Quanto alla schermata di gioco, si può impostare in finestra oppure in modalità senza bordi, senza una reale opzione per il full screen esclusivo.

    Rudimentali anche le opzioni che permettono di configurare il gameplay, che non mostrano variazioni di spessore rispetto alla controparte per console, fatta ovviamente eccezione per il supporto a mouse e tastiera.

    Come gira su PC?

    Passando alla prova vera e propria, non possiamo che confermare la bontà di un comparto grafico di grande impatto, che eredita dalla versione PS5 tutte le migliorie estetiche aggiunte con il passaggio generazionale. Con il nostro setup, impostando al risoluzione a 1440p, siamo stati in grado di massimizzare agevolmente il frame rate nelle varie ambientazioni di gioco, indipendentemente dagli elementi a schermo e alla qualità più elevata possibile. I 120 FPS sono granitici , e non abbiamo mai riscontrato flessioni significative durante il gameplay.

    Gli unici cedimenti si notato in concomitanza delle cutscene che scandiscono la progressione, frangenti in cui il conteggio si attesta sui 90-100 fotogrammi al secondo. Vale la pena di precisare che questi cali, a volte difficili da cogliere, non intaccano in alcun modo la godibilità dell'insieme. Il comparto tecnico di Final Fantasy VII Remake si dimostra più che solido anche impostando la risoluzione a 4K, circostanza nella quale il frame rate raggiunge piuttosto agilmente la soglia dei 75 fotogrammi al secondo. In ogni caso vi consigliamo di impostare il limitatore sui 60 fps, in modo da ottenere un'esperienza più consistente in tutte le fasi di gioco.

    Pur non trovandoci di fronte a un titolo dalla complessità grafica particolarmente elevata, occorre quindi fare un plauso al team responsabile del porting, che si è dimostrato capace di ottimizzare ogni aspetto dell'impianto tecnico, in modo da esaltare a dovere i meriti di una direzione artistica magistrale: non esistono particolari incidenti degni di menzione, impuntamenti di qualsiasi natura o men che meno popup di elementi a schermo. I caricamenti sono rapidi su SSD Gen3, e l'unico aspetto del pacchetto che non convince appieno è rappresentato da una manciata di texture di infima qualità, probabilmente ereditate dalla versione PS4.

    Urge precisare che non si tratta di una problematica diffusa, ma più che altro di una dissonanza qualitativa relegata solo a piccolissimi dettagli ambientali. A questo punto resta solo da scoprire come e quando il filone narrativo di questa saga remake arriverà alla sua conclusione, nella speranza che il team Tetsuya Nomura riesca a soddisfare appieno le aspettative degli appassionati.

    Che voto dai a: Final Fantasy 7 Remake Intergrade

    Media Voto Utenti
    Voti: 86
    7.8
    nd