Final Fantasy XIV Stormblood: come cambiano tutti i Job

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle novità di Final Fantasy XIV Stormblood: ecco come cambiano tutti i Job del gioco.

speciale Final Fantasy XIV Stormblood: come cambiano tutti i Job
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • La più grossa delle novità introdotte da Stormblood, più ancora dei due nuovi job o dell'esplorazione sottomarina è sicuramente la revisione del combat system, che porta in dote anche le Job Gauges. Il loro primo compito è quello di riassumere importanti informazioni relative all'andamento del combattimento e rendere più visibili alcuni indicatori e marker, in modo che i giocatori possano concentrarsi più su quello che effettivamente succede a schermo anziché badare alle sole icone delle abilità.
    Se a questo aggiungete anche il deciso passo verso la totale eliminazione delle classi, rappresentato dall'inserimento delle Role Actions, avrete la dimensione della portata di questo cambiamento, che segue pedissequamente quello che Yoshida ha ripetuto nel corso della presentazione di Amburgo (di cui tra l'altro abbiamo vi abbiamo già raccontato qua), e cioè cercare di eliminare quella enorme differenza che c'è tra i core player e quelli più casual. Dopo avervi descritto nel dettaglio abilità e rotazione di Samurai e Red Mage è il momento di entrare a gamba tesa su come cambiano tutti gli altri job di Final Fantasy XIV.

    Warrior - Beast Gauge

    La novità principale della Job Gauge del Warrior, oltre alla maggiore visibilità di Defiance e Deliverance (la prima aumenta gli HP ma diminuisce il danno, la seconda aumenta il danno lasciando gli HP intatti). Mentre si è in Defiance e si usano determinate weaponskill e combo, aumenterà il valore di wrath all'interno della Beast Gauge, il che avrà come primo effetto l'aumento del parry rate.

    Wrath però potrà anche essere usata per Inner Beast o tutte le altre abilità (come Steel Cyclone) che nella versione 3.0 consumavano gli stack di wrath in un solo colpo. Cambiare stance durante il combattimento passando da Defiance a Deliverance (o viceversa) causerà il dimezzamento della Beast Gauge. Storm's Path perde il debuff al danno fatto dal nemico, Berserk non ha più Pacification e il bluff di Maim passa da sedici a ventiquattro secondi. Shake it Off permetterà invece di scrollarsi di dosso tutti gli effetti negativi. Il Warrior insomma riceve aggiornamenti consistenti che cambiano la micro gestione di ogni scontro e sarà interessante capire la portata effettiva di tutte queste modifiche.

    Paladin - Oath Gauge

    Con Stormblood il Paladino riceve una consistente revisione: intanto sarà in grado di bloccare anche il danno magico, vantaggio non da poco per determinati scontri end game, e in secondo luogo riceve la sua Fell Cleave, che si chiama Holy Spirit ed è una magia di forza 430 che può essere accompagnata dal buff di Requiescat (che permette di eseguire un attacco da 350 di potency e garantisce il 20% di danno magico in più se gli MP sono superiori all'80%).La Job Gauge del Paladin è composta da una barra che indica la forza di Sword Oath (danni addizionali inflitti dopo ogni auto-attack) o Shield Oath (danni subiti e fatti ridotti, ma enmity aumentata). Un simbolo dietro l'indicatore mostra chiaramente quale delle due stance è attiva.

    Una volta che la Oath Gauge raggiunge un determinato valore si accede ad alcune abilità come Sheltron (liv. 52, blocca per dieci secondi gli attacchi fisici) e Intervention (liv. 62, che riduce il danno subito da un membro del party), che consumano appunto Oath. La più scenografica (e probabilmente utile) delle nuove abilità è però Passage in Arms (liv 70): questa è un'abilità channelled (funziona finché si sta fermi) che porta il block rate al 100% e crea un'area conica dietro il paladino nella quale tutti quelli all'interno subiscono solo l'85% dei danni inflitti.

    Dark Knight - Blood Gauge

    Il Dark Knight, che già era stato sistemato nel corso dei contenuti 3.0 riceve giusto una ulteriore sistematina, che male ovviamente non fa. Il simbolo a sinistra indica se Grit (stance difensiva che riduce sia il danno fatto che quello subito) sia o meno attiva. L'indicatore rosso a destra, che si chiama Blood Gauge, mostra la quantità di Blackblood che si accumula in combattimento, e che può essere aumentata anche tramite l'utilizzo di specifiche weaponskill. Raggiunto il livello sessantotto si può usare Bloodspiller (liv. 68, potency 650 se in Grit, 520 senza), che costa 50 punti di Blood Gauge, il nuovo Delirium a cooldown o Quietus, AoE che consuma Dark Arts. Il Dark Knight è però quello che forse beneficia di più delle nuove Role Abilities: Rampart, Convalescence, Anticipation e Reprisal completano infatti il suo parco abilità difensive. 

    White Mage - Healing Gauge

    La Healing Gauge mostra il numero di Lily che vengono accumulati dal White Mage. In base al loro numero questi riducono il tempo di cast di Asylum, Assize, Divine Benison e Tetragrammaton del 4, 10 o 20%.

    Per accumularli si deve semplicemente utilizzare Cure e Cure II su un membro ferito del party che deve però essere in combattimento: ogni cura ha il 20% di possibilità di creare un lily. Oltre ai lily però anche Plenary Indulgence (liv. 70) crea una nuova serie di stock, chiamati Confession. Questi arrivano fino a un massimo di tre e determinato la potenza della cura di Plenary Indulgence, che è ad area e dura trenta secondi.

    Scholar - Aetherflow/Faerie Gauge

    Gli indicatori che lo Scholar dovrà sempre tenere sott'occhio sono due, uno suo e uno della fatina che lo accompagna. L'Aetherflow Gauge misura la quantità di aether a disposizione dello Scholar e può arrivare fino a tre stack.

    Usare abilità come Energy Drain la riducono o azzerano, ma aumentano la quantità di far ather, l'indicatore della fata (che stavolta è numerico e arriva fino a cento). Excogitation (liv. 62) che cura il bersaglio quando questo scende sotto la metà dei suoi HP consuma del tutta l'Aetherflow Gauge, mentre tenere fuori la fata implica un consumo costante di fae aether.

    Astrologian - Arcana Gauge

    La nuova gauge dell'Astrologian gli permette di vedere sempre quale carta (arcanum) è al momento attiva (per pescarla si usa Draw). Una volta attivata questa viene posizionata al centro dell'interfaccia. Usare una seconda volta Draw attiva l'azione corrispondente della carta. Royal Road invece scarta l'arcanum attivo per avere il successivo con potenza aumentata, e questo incremento viene indicato nell'Arcana Gauge. Spread invece permette di spostare la carta a sinistra per un utilizzo futuro, esattamente come Lord of Crowns (danno con potency 300) o Lady of Crowns (cura del tutto gli HP a un membro del party), attivati da Minor Arcana. Sleeve Draw infine (liv. 70) permette di eseguire in successione Draw, Royal Road, Spread e Minor Arcana in fila.

    Monk - Lightning/Chackra Gauge

    Una delle lamentele più evidenti dei Monk 3.0 era l'eccessiva difficoltà nel tener traccia del chakra, che ora ha una sua interfaccia specifica. I chakra aperti sono ora sempre chiari e a vista, così utilizzare Forbidden Chakra (abilità da potency 230 fuori da global cooldown) o Purification (liv. 58) dovrebbe risultare più immediato. Il secondo indicatore è la Lightning Gauge che segnala la quantità di Greased Lightning del Monk così come il tempo che rimane prima che l'effetto svanisca. Questa può essere accumulata fino a tre volte e influenza direttamente il danno inflitto e la velocità di attacco. A livello di sinergia con il resto del party, forse la componente in cui il Monk faticava di più, c'è ora Brotherhood (liv. 70), abilità che aumenta il danno inflitto dagli alleati vicini del 5% e che dà a loro la possibilità di aggiungere uno stack di Chackra al Monk utilizzando le weaponskill.

    Dragoon - Dragon Gauge

    I veri protagonisti della scorsa espansione tornano con diverse modifiche nelle loro rotation e in generale nel loro job, che si arricchisce di una notevole arroganza grafica rappresentata dal drago che va a schiantarsi contro il nemico. La job gauge indica sia il tempo che rimane prima che Blood of the Dragon svanisca, sia ogni volta che viene utilizzato Mirage Dive (liv. 68), a sua volta attivato da Jump e Spineshatter Dive. Questo giro permette di guadagnare un "occhio" (visualizzato sulla gauge): quando si arriva a quattro si può usare Geirskogul che attiva Life of The Dragon e cambia anche visivamente la Dragon Gauge. A questo punto diventa utilizzabile Nostrond, attacco da 320 di potency a tutti i nemici davanti al Dragoon.

    Ninja - Huton Gauge

    Anche la nuova interfaccia del Ninja è divisa in due elementi separati: la prima è la Huton Gauge, che mostra con chiarezza quanto tempo rimane prima che l'effetto di Huton sparisca, la seconda è la Ninki Gauge, che mostra invece quanta energia Ninki si ha a disposizione. Questo è di fatto il pool dal quale attingere per eseguire tutte le abilità dei Ninja che non richiedono Mudra, e si carica con Mug o con gli auto attack. Una volta caricata a dovere permette di utilizzare Hellfrog Medium (liv. 62, 80 ninki, AoE con 400 di potency), Bhavacakra (liv 68, 80 ninki, danno single target da 550 di potency) e sopratutto Ten Chi Jin (liv. 70, ninki 80), che oltre a raddoppiare l'effetto dei Ninjutsu azzera il consuma di Mudra e il loro recast time. Un po' come Meyko Shisui del Samurai.

    Black Mage - Elemental Gauge

    Nel corso degli anni il Black Mage è passato dall'essere uno dei DPS più semplici da usare a uno dei più complessi, e questo grazie fondamentalmente all'introduzione di Enochian (che ora aumenta il danno del 5% e fa accedere a Blizzard IV e Fire IV). La sua gauge è una delle più complesse e piene di informazioni: vengono infatti sempre indicati sia gli stack di Astral Fire che quelli di Umbral Ice (tre per ognuno), che una volta riempiti (uno dei due indifferentemente) attivano Enochian, che aggiunge un indicatore in basso a destra. Se Enochian rimane attivo per almeno trenta secondi fa accedere a Foul (liv. 70, 650 di potency), AoE che fa danno in base alla distanza del nemico sul quale è utilizzata. L'ultimo elemento da tenere sempre bene a vista, ed è uno di quelli importanti, è l'indicatore degli Umbral Hearts. Questi si ottengono dopo aver usato Blizzard IV e permettono di utilizzare una magia in Astral Fire al solo costo nominale, il che implica parecchi Fire IV in più (visto che costa in questo modo solo 1200 MP) e magari pure Flare, visto che si possono usare gli Umbral hearts per diminuirne il costo di cast.

    Summoner - Elemental Gauge

    Affrontiamo subito l'elefante nella stanza: sì, Bahamut merita e mena come un fabbro. Per evocarlo bisogna entrare in Dreadwyrm Trance due volte (dopo aver accumulato Aetherflow), il che farà cambiare lo stato della gauge e farà guadagnare un Bahamut Aether. Arrivati a due stack (dopo quindi diversi giri di trance) si potrà evocare per venti secondi un Demi-Bahamut che andrà a sostituire automaticamente il pet, e che farà Shockwave in maniera indipendente ogni volta che il summoner esegue un'azione. Ahk Morn, l'azione che si ottiene dopo aver usato Enkindle Bahamut, manco a dirlo è devastante. Sono stati rivisti anche alcuni DoT (Bio III e Miasma III, che possono essere applicati anche tramite Tri-Disaster) e aggiunto Ruin IV, che si potrà utilizzare solo come proc (15%) di una weaponskill del pet.

    Bard - Song Gauge

    Da quando esiste A Realm Reborn quella del Bardo è forse la classe che ha subito più cambi e modifiche: con Heavensward e l'introduzione di Wanderer's Minuet diventarono dei caster visto che le loro abilità guadagnarono un tempo di attivazione mentre con Stormblood torneranno a essere mobili e con abilità istantanee. Anche l'utilizzo delle canzoni cambia radicalmente: Mage's Ballad, Army's Paeon e Wanderer's Minuet sono ora di fatto delle stance che durano trenta secondi con un cooldown di ottanta, il che implica che ruoteranno ferocemente. Ognuna di esse aumenta il danno del party del 2% e attiva uno stock di Repertoire, il cui effetto cambia in base alla canzone. La job gauge mostra i tre pentagrammi delle canzoni e i relativi massimi stack di Repertoire possibili (che tra l'altro si attivano con condizioni differenti), che nel caso di Army's Paeon aumentano il danno inflitto (4% ogni stack) ma diminuiscono l'auto attack, con Wanderer's Minuet  fanno usare Pitch Perfect (da 100 a 420 di potency in base al numero) e con Mage's Ballad resettano il cooldown di Bloodletter e Rain of Death per ogni proc dei DoT. Un benvenuto anche a Refulgent Arrow (liv. 70, 300 potency) che si attiva con Straighter Shot che verosimilmente sostituirà il massiccio uso passato di Bloodletter.

    Machinist - Ammunition/Heat Gauge

    Anche il Machinist ha subito diversi cambiamenti, anche se non sostanziali come altre classi. Certo, anche lui ora come il Bardo non è più legato al casting time, ma le meccaniche base sono di fatto invariate. La sua Job Gauge è divisa in tre: una parte è dedicata alle torrette, una all'Ammunition Gauge che indica di quante munizioni speciali si è in possesso (fino a un massimo di tre) e infine l'heat Gauge.

    Questa indica la "temperatura" dell'arma in un valore da uno a cento, oltre il quale la arma si surriscalda (ovviamente dopo Gauss Barrel che aumenta il danno ma fa si che ogni weaponskill generi calore) e diventa inutilizzabile per dieci secondi. Se però si riesce a mantenere il valore tra cinquanta e cento (anche grazie a Barrel Stabilizer che lo riporta fisso a cinquanta o a Cooldown che lo diminuisce di venticinque) Split Shot, Slug Shot e Clean Shot diventano "heated", e causano più danno.

    Che voto dai a: Final Fantasy XIV: Stormblood

    Media Voto Utenti
    Voti: 30
    7.1
    nd