Esport

Fortnite in crisi? Macché, i team eSports Excel e Vitality investono forte

Excel e Vitality protagonisti di un botta e risposta nella scena competitiva di Fortnite: ingaggiati due giovanissimi top player.

speciale Fortnite in crisi? Macché, i team eSports Excel e Vitality investono forte
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • La percezione comune sullo stato di Fortnite non è molto positiva. Alcuni credono che il gioco si trovi in un momento di declino in termini di popolarità e di apprezzamento. Tuttavia il fatto che se ne parli meno e che ci sia un'attenzione mediatica indiscutibilmente minore non si traduce necessariamente in un gioco in difficoltà: tutt'altro. Allo stato attuale Fortnite registra 250 milioni di utenti e ogni singolo evento diventa oggetto di analisi da esperti non solo di marketing ma anche di costume: come il buco nero in occasione del passaggio a Fortnite - Capitolo 2 o del più recente concerto di Travis Scott in anteprima digitale e mondiale.

    E pazienza che la World Cup 2020 sia stata rimandata a causa dell'emergenza Covid-19, sono sufficienti i numeri di quella 2019 per comprenderne la dimensione di popolarità: 2 milioni di spettatori unici e un montepremi da 30 milioni di Dollari per la sola fase finale. Senza dimenticare le visualizzazioni sulle varie piattaforme di streaming di influencer grandi e piccoli.

    L'esport investe

    Tutta una serie di motivi che convince le organizzazioni esports a continuare, o iniziare, a investire su Fortnite sia come aspetto competitivo che di marketing. È il caso recente di due tra le più importanti realtà europee, e di conseguenza mondiali: i francesi Vitality e gli inglesi Excel che ai due lati del Canale della Manica si sono sfidati a distanza nella corsa ai migliori.
    Hanno iniziato, per correttezza, gli Excel Esports, con sede al Twickenham Stadium, casa del rugby inglese a Londra, mettendo sotto contratto il prodigio britannico Jaden "Wolfiez" Ashman, il miglior giocatore di Fortnite del Regno Unito nonostante la sua giovane età: appena 16 anni.

    Età che gli ha permesso di entrare nel Guinness World Record per la persona più giovane a vincere 1 milione di Dollari a un torneo esports. Per gli Excel l'arrivo di Wolfiez rappresenta il loro approdo su Fortnite per la prima volta dall'uscita del titolo. Famosi in particolare per la sezione di League of Legends, presente sia nella massima serie LEC che nella Regional League inglese, che dal Summer Split diventerà Northern Championship inglobando anche i paesi scandinavi, gli Excel mirano così a espandere la propria rete competitiva e, in particolare, ad allargare la propria comunità di tifosi e appassionati con un titolo dominante nel mercato del gaming che tutti, ormai, conoscono. Parole sottolineate anche da Kieran Holmes-Darby, co-fondatore e Chief Gaming Officer:

    "Come organizzazione siamo sempre attenti alle nuove opportunità ed esploriamo costantemente potenziali nuovi settori competitivi. Quando abbiamo conosciuto Wolfiez, britannico come noi, ci è sembra quasi naturale accoglierlo nella nostra casa. Fortnite è indubbiamente uno degli esports più seguiti al mondo ed è cresciuto in modo più che esponenziale negli ultimi due anni: una combinazione che nei nostri obiettivi ci permetterà di imporci nel panorama e di rappresentare l'esports di Sua Maestà."

    Discorso differente ma non troppo per i Vitality, per i quali Fortnite non rappresenta una novità. Conosciuti per i team di League of Legends, Rainbow Six Siege, Counter-Strike: GO, sponsorizzati da Red Bull, Renault e Orange, possono vantare di avere il proprio centro tecnico per i giocatori allo Stade de France a Parigi. Perché allora ampliare il proprio roster con un nome nuovo? Perché il nuovo innesto di cui parliamo è Klaus "Stompy" Konstanzer, austriaco, uno dei migliori giocatori del 2019: primo nella finale europea della Fortnite Champions Series: Season X - Grand Finals, Top15 alla World Cup, innumerevoli ottimi risultati nella scena competitiva.

    Ma soprattutto un personaggio che porta con sé 200.000 follower sui vari social media: numeri che farebbero gola a chiunque nell'ottica di arrivare a un certo pubblico. Soprattutto a potenziali sponsor interessati ai Vitality: è il nome che unisce abilità competitiva, e costanza nei risultati, all'abilità di fare da tramite per un ampio reach di giovani e giovanissimi. Stompy farà parte di una sorta di dream team della scena di Fortnite con le due star Nicolas "Nikof" Frejavise e il due volte vincitore del Pro-AM Karim "Airwaks" Benghalia. L'occhio dei Vitality osservava da tempo Stompy, come ha dichiarato lo stesso Fabien "Neo" Devide, presidente e co-fondatore del Team Vitality:

    "Per noi è l'inizio di un nuovo percorso, incentrato sull'osservazione dei giocatori a livello internazionale per assicurarci i migliori giocatori al mondo. Le prestazioni di Stompy nel 2019 hanno attirato la nostra attenzione, convinti che sia la mossa giusta per ampliare il nostro roster. Fortnite rimane ancora oggi uno dei videogiochi più giocati e seguiti al mondo: pertanto per noi deve essere una priorità essere rappresentati ai massimi livelli."

    Che voto dai a: Fortnite 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 223
    8
    nd