Il futuro di Assassin's Creed: il motore Ubisoft Anvil ancora protagonista

Il motore grafico "dinamico" Ubisoft Anvil continuerà a essere protagonista anche nei futuri giochi della saga degli Assassini.

Il futuro di Assassin's Creed: il motore Ubisoft Anvil ancora protagonista
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Durante l'esclusivo appuntamento parigino di Ubisoft, abbiamo scoperto qualcosa in più sul misterioso futuro di Assassin's Creed Infinity, il progetto ad ampio respiro che diverrà il crocevia delle future esperienze a marchio Assassin's Creed, dal tanto atteso Mirage ai nuovi progetti in fase più o meno embrionale, tra cui l'interessante tappa nel Giappone feudale di Codename Red e il più oscuro Assassin's Creed Hexe.

    Per quanto il futuro della saga sia ancora tutto interamente da scrivere, c'è una sicurezza nell'aria: tutto ruoterà intorno a Ubisoft Anvil, un motore di gioco in forma letteralmente "liquida", che abbiamo imparato ad apprezzare in tutte le sue iterazioni e che si è adattato ed evoluto negli anni, sin dal suo esordio del 2007, per arrivare ai giorni nostri con nuovi e potenti mezzi a disposizione del team, tra cui un innovativo workflow interattivo che garantirà il giusto progresso grafico e tecnologico senza soluzioni di continuità per i vari team di sviluppo dell'azienda.

    Technology Innovation Pipeline

    Quando si parla di Anvil, parliamo inevitabilmente della Anvil Pipeline, concetto chiave per i progetti attualmente in lavorazione. Trattandosi di un ecosistema di sviluppo fortemente dinamico, il motore consente di superare i confini dello spazio e del tempo, garantendo la possibilità di traghettarci nei viaggi che continueremo a vivere in futuro.

    Uno dei capisaldi di Ubisoft Anvil è la sua capacità di dare vita ad asset e risorse tecniche condivisibili tra diversi team di sviluppo, in modo da ottenere un costante miglioramento della qualità dell'intero flusso di lavoro, anche per chi opera dietro le quinte, senza la necessità di dover procedere in parallelo. Un esempio piuttosto eloquente riguarda l'elaborazione dei modelli degli umani, che possono essere sviluppati indipendentemente dal loro utilizzo, in modo tale da poter fondere assieme qualità e quantità, alzando il livello di dettaglio e accuratezza del processo artistico senza interrompere necessariamente quello creativo, anche per più progetti contemporaneamente e quindi per più team di sviluppo - concetto, questo, fortemente voluto e ribadito nel corso dell'evento.

    Flessibilità come pilastro fondamentale, quindi, per un motore di gioco che non soltanto permetterà di coprire in un sol colpo più progetti differenti, ma che continuerà a evolversi un passo alla volta insieme alla visione di Ubisoft e alle storie che vorrà raccontarci.

    Ampio spazio anche alla grafica

    Anvil promette di continuare a raccontarci scontri e storie indimenticabili, attraversando epoche differenti con gli occhi dei suoi epici protagonisti. Telaio dell'intero tessuto artistico e narrativo, il motore continuerà a stupire anche in futuro in questa sua nuova veste, parlandoci sia con gli sguardi dei personaggi di gioco che con ciò che li circonda.

    Focalizzandoci sui modelli umanoidi, durante la presentazione c'è stato spazio per gli shader della pelle e dei toni, che permettono di conferire varie sfumature di realismo al soggetto. Si parla di emoglobina e melanina, che possiamo immaginare grossolanamente come dei veri e propri slider che permettono di ottenere un'infinità di combinazioni differenti e variazioni anche minime - ma fondamentali - nella tonalità e morfologia dei personaggi. Raccontandoci il processo creativo attraverso le parole degli artisti al lavoro su Ubisof Anvil, l'azienda ha spiegato che la nuova pipeline sta ridefinendo il concetto di espressione artistica, conferendo comportamenti dinamici agli elementi di gioco come vestiario e armature, permettendo anche a questi asset di arricchire il racconto attraverso il deterioramento che li accompagnerà nel corso delle diverse .

    Un aspetto tutt'altro che banale, che consentirà di aggiungere un ulteriore elemento umorale al racconto, delegando anche a questi elementi parte dell'arduo compito didattico e narrativo dei prossimi capitoli della saga.

    Il suo potenziale futuro è sicuramente ancora tutto da dimostrare e noi non vediamo l'ora di scoprirlo, come sempre, su queste pagine.

    Quanto attendi: Assassin's Creed Mirage

    Hype
    Hype totali: 51
    69%
    nd