Quale sarà il futuro di Xbox? Console, Game Pass e qualche multipiattaforma

Phil Spencer, Matt Botty e Sarah Bond ci svelano la strategia di Microsoft per la crescita del brand Xbox. Ci sono buone o cattive notizie?

Il futuro di Xbox
Speciale: Xbox Series X
Articolo a cura di

Come promesso, il gran giorno è arrivato: Phil Spencer, Sarah Bond e Matt Booty hanno svelato tante novità sul mondo Xbox e sul futuro della divisione. Una chiacchierata lunga poco più di 20 minuti, durante i quali i tre hanno rivelato interessanti dettagli sulla strategia che la casa di Redmond adotterà per espandere il marchio Xbox e far crescere il numero dei giocatori. Siete pronti? Si parte.

Quale sarà il futuro di Xbox

In primis, Spencer ha svelato che quattro giochi Xbox arriveranno su altre piattaforme, ma per ragioni specifiche. Questo non significa che le esclusive Microsoft arriveranno ovunque in ogni circostanza. Ogni decisione, ha detto Phil, viene presa sempre tenendo a mente la salute a lungo termine di Xbox e la sua crescita in termini di fanbase.

Quali sono questi quattro giochi? Saranno i loro creatori a comunicarlo, quindi non ci è dato saperlo in via ufficiale, anche se un leak di Famitsu e The Verge cita Sea of Thieves, Hi-Fi Rush, Grounded e Pentiment. Phil Spencer sottolinea come si tratterà di produzioni arrivate su Xbox da almeno un anno, incluse 2 gemme nascoste più piccole e 2 giochi community driven, che certamente andranno a beneficiare della presenza su più piattaforme. Questi titoli sono legati a franchise su cui Microsoft vuole continuare a investire e per farlo ha bisogno che il loro pubblico vada a espandersi. Insomma, si tratta di non danneggiare Xbox, ma di dare la possibilità a specifici franchise di espandersi ulteriormente. Inoltre, con questi arrivi su altri lidi Spencer spera di poter avvicinare altri utenti al brand Xbox.

Matt Booty ci ha tenuto a ribadirlo: i titoli first party continueranno ad arrivare al day one su Game Pass, e quest'ultimo è un servizio che sarà disponibile soltanto su Xbox. Sarah Bond ha inoltre annunciato l'arrivo di Diablo 4 su Game Pass, previsto per il 28 marzo, che a quanto pare sarà solo il primo dei giochi di Activision Blizzard a giungere nel catalogo, all'attenzione di 34 milioni di abbonati.

In generale, Xbox è una piattaforma pensata per i creatori che vogliono raggiungere ampie masse di giocatori, per i grandi franchise come Minecraft e Call of Duty e per il gioco su più dispositivi, anche grazie al Cloud Gaming.

Adesso Microsoft Gaming è di fatto uno dei più grandi publisher su PlayStation, Nintendo e mobile avendo accolto in famiglia Activision Blizzard King e Zenimax, ed essendo la casa di Minecraft. Spencer non vuole smettere di produrre giochi diretti su varie piattaforme ma è ben conscio di dover pensare alla crescita e alla salute di Xbox, che vuole sia nella migliore posizione possibile per i prossimi 20 anni. In soldoni, l'hardware Xbox gioca un ruolo cruciale in questo processo.

Proprio Phil ha anche parlato del 2023 videoludico, che ha ospitato grandissimi giochi ma ha anche messo in luce un'industria che non è cresciuta. Da qui il licenziamento di migliaia di persone, non solo in Microsoft ma in molte delle grandi realtà che conosciamo. Perché i grandi attori dell'industry crescano ci sono soltanto due vie: trovare il modo di ottenere più denaro dalla base installata esistente o espandere un business cercando nuovi giocatori.

È da anni che Xbox sta percorrendo questa seconda strada. Sarah Bond si è soffermata sul successo di Palworld, uscito su Game Pass e anche su Steam, coi suoi creatori che hanno avuto un enorme successo, questo anche perché Microsoft ha dato loro varie opzioni valide.

Quindi, tornando all'hardware, Microsoft ne ha parlato come l'esperienza di bandiera per Xbox, come di un modo per godersi i giochi alla grande. Lato hardware la Bond ha promesso novità per queste festività natalizie e ha detto che la divisione è anche concentrata sullo sviluppo della nuova generazione di Xbox. In tal senso, ha preannunciato il più ampio balzo tecnico mai visto in una generazione.

Per riassumere, l'hardware Xbox occuperà un ruolo centrale nel futuro del gaming secondo Microsoft. È chiaro però che la compagnia voglia continuare a offrire numerosi modi per accedere alle sue produzioni, sfruttando dove serve le altre console, il cloud gaming e i servizi.