Gears of War 4: come gira su Xbox One X?

Gears of War 4 si aggiorna con il supporto 4K per sfruttare le potenzialità di Xbox One X: ecco come gira il gioco sulla nuova console Microsoft.

speciale Gears of War 4: come gira su Xbox One X?
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox One
  • Gears of War 4, come tanti altri prodotti First Party, è uno dei titoli che più ha tratto beneficio dall'arrivo di Xbox One X. Sebbene anche i principali prodotti multipiattaforma, come Shadow of War e Assassin's Creed: Origins abbiano sfruttato in maniera ottimale lo scarto di potenza garantito dalla nuova console Microsoft, sono le esclusive che ci danno un vero metro di paragone delle potenzialità dell'hardware.

    Il team di sviluppo The Coalition, in particolare, ha lavorato in maniera ottimale, regalando al suo sparatutto una seconda giovinezza. In coppia, 4K e HDR fanno un lavoro meraviglioso, ma i giocatori possono anche scegliere di preferire il framerate alla risoluzione: un'opzione che, se fosse implementata in tutti i giochi, renderebbe la nuova console molto più appetibile anche ai possessori di una TV "classica" a 1080p, sconvolgendo addirittura la filosofia produttiva dietro alla macchina.

    La meraviglia dell'HDR

    Lo abbiamo sempre sostenuto e continueremo a farlo anche adesso che Xbox One X punta sul 4K nativo: fra l'aumento della risoluzione ed il supporto all'HDR, è sicuramente il secondo che ha un impatto maggiore in termini di impatto visivo. Soprattutto su televisori dalla diagonale non troppo ampia (inferiori ai 50 pollici), l'aumento della gamma cromatica ed il miglioramento dei contrasti ha un effetto più dirompente: immediatamente percepibile e quasi assuefacente, tanto che risulta difficile "tornare indietro".
    Gears of War 4, in verità, il supporto all'HDR lo aveva già prima dell'arrivo di Xbox One X, dal momento che anche la versione S della console era compatibile con questa tecnologia, e il team di sviluppo non si era lasciato scappare l'occasione di sfruttarla.
    Grazie all'High Dynamic Range le ambientazioni calcate da James e Anya rifioriscono letteralmente: per la sua impostazione stilistica, del resto, il titolo si diverte a giocare coi contrasti, e siamo fermamente convinti che l'HDR renda le scenografie di Gears of War 4 molto più vicine a quella che era la visione creativa originale del team di sviluppo.
    Si noti, inoltre, che di fatto questa tecnologia aumenta il numero di dettagli visibili. Non si tratta ovviamente di dettagli poligonali, ma di dettagli cromatici: aumentando il numero di colori, lo sguardo può percepire sfumature e sfaccettature altrimenti precluse.

    2160p

    È chiaro, in ogni caso, che anche il 4K fa la sua bella figura, e migliora notevolmente pulizia, nitidezza e resa complessiva dell'immagine. Selezionando l'opzione "qualità", anzitutto, si sbloccano le texture in 4K, prima esclusivo appannaggio della versione PC.
    Un'aggiunta che già da sola risulta vistosa, ma che in coppia con il miglioramento operato sugli shader rende quasi tutte le superfici più credibili e dettagliate.
    La pulizia del rendering è ovviamente impressionante, anche perché qui si parla di 4K nativi, senza nessuna operazione di upscaling ad introdurre artefatti, patine o sfocature generalizzate. Peccato invece che queste ultime siano presenti durante i filmati, che non sono stati renderizzati nuovamente per adattarsi alla massima risoluzione.

    Fra gli altri miglioramenti si possono annoverare le ombre dinamiche e alcuni aggiornamenti degli effetti di luce, come una miglior gestione di quelli che in gergo si chiamano "God Rays", o raggi crepuscolari (più semplicemente, i raggi che filtrano oltre gli oggetti, "debordando" dai loro contorni). Entrambi questi interventi, unitamente a quelli - già citati - sugli shader, contribuiscono a rendere molto più naturale la caduta della luce.
    La potenza di Xbox One X, insomma, non determina solamente un aumento della risoluzione, ma viene sfruttata in maniera molto virtuosa. Lo dimostra anche l'aumento della Draw Distance, che riduce gli effetti di pop-in e rende molto più dettagliati gli oggetti si confini del campo visivo.

    Complessivamente, insomma, accordando la propria priorità alla qualità dell'immagine, si ottiene uno sparatutto in terza persona visivamente spettacolare, fra i picchi più alti raggiunti sulla console di casa Microsoft.

    Qualità o Prestazioni?

    Se siete pronti a rinunciare a tutto quello che fino ad ora abbiamo elencato, potete scegliere di preferire la fluidità dell'esperienza di gioco. In questo caso tutto lo scarto di potenza di Project Scorpio viene sfruttato per incrementare il framerate. Gears of War 4, lo ricordiamo, gira a 60 fps solo nel comparto multiplayer, mentre Campagna e Modalità Orda restano bloccate a 30.
    Questo succede anche al passaggio in 4K, ma è possibile scegliere di mantenere la risoluzione a 1080p e raddoppiare il framerate anche durante l'esperienza Single Player e quella cooperativa.

    Ovviamente sui televisori ad ampia diagonale (50 pollici o superiori) questa rinuncia si vede: il segnale verrà upscalato da una risoluzione di partenza molto inferiore rispetto a quella d'arrivo, e l'immagine uscirà leggermente "sfocata" e un po' sporca sui bordi, con un aliasing a tratti vistoso.
    Inutile dire che i 60 fps sono una vera goduria: l'esperienza di gioco ne esce rinvigorita, la reattività dei personaggi aumenta, così come si percepiscono meglio l'intensità e la frenesia dell'azione.
    Purtroppo in alcuni momenti si notano dei cali anche abbastanza vistosi (sembra che il titolo scenda attorno ai 50 fps), segno che le architetture attuali faticano a gestire framerate elevati (magari a causa delle CPU, tallone d'Achille di questa generazione di hardware).
    Visto che gli inciampi non sono all'ordine del giorno, che avesse deciso di connettere Xbox One X ad una TV tradizionale (a1080p) potrebbe anche preferire questa opzione. Sarebbe bello che team seguissero l'esempio di The Coalition, provando non solo a stabilizzare il framerate (un "bonus" che, come abbiamo già scritto sulla nostra review, è sostanzialmente gratuito per tutti i titoli che girano su Xbox One X), ma anche provando a raddoppiarlo, se possibile.

    Gears of War 4 Gears of War 4, in conclusione, resta per il momento uno dei migliori esempi di ottimizzazione per Xbox One X: un titolo capace di sfruttare la potenza aggiuntiva della macchina in maniera mirata e intelligente, per adattarsi alle esigenze e ai gusti di ogni tipologia di utente. Grazie ai miglioramenti apportati dall'update, il Third Person Shooter del team The Coalition si riscopre in ottima forma. Anche se l'avete già giocato e finito, lanciatevi in un secondo giro e superate le prime, non troppo riuscite ambientazioni. Vi troverete di fronte agli occhi un meraviglioso spettacolo, ed avrete un'idea di quello che è possibile fare con un po' di dedizione e le giuste qualità tecniche.

    Che voto dai a: Gears of War 4

    Media Voto Utenti
    Voti: 110
    8
    nd