Giochi gratis per tutte le console e PC, esclusi i Battle Royale

Cercate nuovi videogiochi a costo zero per intrattenervi durante la quarantena, ad esclusione dei Battle Royale gratis? Ecco i nostri consigli.

Articolo a cura di

Il periodo di quarantena che stiamo vivendo ci chiede di restare al sicuro all'interno delle mura domestiche per salvaguardare la nostra salute e quella dei nostri cari. Per alleggerire le preoccupazioni e permetterci di ingannare il tempo, l'industria videoludica ha reagito con alcune iniziative degne di nota, come la lista di giochi gratis per l'emergenza coronavirus composta da Matteo Sciutteri e rimpolpata da altri suoi colleghi sviluppatori.

Anche noi di Everyeye, nel nostro piccolo promuoviamo l'hashtag #iorestoacasa e in questo periodo vi stiamo segnalando esperienze gratuite che potrebbero intrattenervi in questi giorni di isolamento. Dopo i nostri consigli sui giochi multiplayer competitivi, ecco quindi un elenco composto da free-to-play appartenenti ai generi più disparati, adatti a chi vuole allontanarsi dai Battle Royale più in voga del momento.

Path of Exile

Genere: Hack'n'Slash
Piattaforme: PC, PS4, Xbox One

Prima che Diablo 3 recuperasse la fiducia dei fan più affezionati con l'espansione Reaper of Souls, un altro gioco riuscì a mettere in difficoltà Blizzard sul suo stesso campo, e senza chiedere un centesimo in cambio. Path of Exile è infatti un hack'n'slash nato dagli sforzi del team neozelandese Grinding Gear Games capace di conquistarsi una propria fanbase grazie alle sue qualità. Il segreto del successo di questa perla indipendente è da ricercarsi interamente nel vasto sistema di crescita del personaggio, ispirato al classico modello a "sferografia", e in un endgame sconfinato.

Nel suo piccolo Path of Exile ha inoltre proposto delle interessanti evoluzioni al genere, come l'uso di un sistema economico basato sul baratto di sfere del potere, e una difficoltà che si adatta in base alla composizione del team, nel caso in cui decidiate di affrontare delle spedizioni in compagnia di altri avventurieri. Come se non bastasse gli sviluppatori hanno totalmente rifiutato di usare microtransazioni che incidessero sul gameplay e, grazie alla loro scelta, potrete godere di questa esperienza senza spendere nulla.

Recensione Path of Exile

Dauntless

Genere: Azione
Piattaforme: PC, Switch, PS4, Xbox One

Forse il nome dello studio Phoenix Lab potrebbe dirvi poco, ma sappiate che è composto da ex sviluppatori di BioWare, Riot Games, Capcom e Blizzard. A questo talentuoso collettivo dobbiamo Dantless, un action ispirato largamente alla saga di Monster Hunter. Dalla celebre serie sui cacciatori, però, questo free to play prende in parte le distanze, preferendo un'esperienza più snella e accessibile. La mancanza di trappole e fasi di ricerca troppo approfondite, però, viene controbilanciata da - ottime - meccaniche di personalizzazione che alleggeriscono di gran lunga la noia che potrebbe subentrare durante la ricerca di materiali sempre più rari.

Tra mostri colossali e la crescente necessità di preparare a puntino il proprio equipaggiamento, le ore spese crescono vertiginosamente. Anche in questo caso ci troviamo davanti a un sistema di microtransazioni che punta principalmente su oggetti estetici e boost all'esperienza: Dauntless resta insomma una delle migliori alternative a sua maestà Monster Hunter.

Warframe

Genere: Sparatutto in terza persona
Piattaforme: PC, Switch, PS4, Xbox One

All'inizio di questa generazione, uno dei primi free-to-play a colonizzare il mondo console è stato proprio Warframe, il third person shooter di Digital Extremes. In un sistema solare sull'orlo del collasso, tra invasioni aliene, virus cibernetici e mega-corporazioni assetate di tecnologia, l'unica speranza è l'antica razza dei Tenno, risvegliatasi da un lungo sonno e ora investita del compito di ripulire il cosmo dalle minacce che lo popolano.

Nato come un gioco gratuito interessante ma abbastanza ripetitivo, il mondo di Warframe si è espanso a vista d'occhio grazie al supporto costante dei suoi sviluppatori. Oggi possiamo dunque parlare di un titolo vasto, ricco di attività secondarie, una lore che si rispetti e un'offerta potenzialmente infinita. Chi non ha mai dato una possibilità alla creatura di Digital Extremes farà bene a ricredersi, c'è un intero universo di avventure pronto ad accoglierlo.

Recensione Warframe

Let it Die

Genere: Azione
Piattaforme: PS4

Se invece preferite un'esperienza più scanzonata e nonsense, la follia di Suda51 e del suo team Grasshopper Manufacture sono un'assoluta garanzia, senza dimenticare che il prezzo del biglietto per fare un giro in Let it Die è pari a zero.
Guidati dallo Zio Morte, un mietitore in skateboard che di tristo non ha assolutamente nulla, dovremo scalare la Torre di Barb, una struttura popolata da creature e avversari di ogni tipo.

A metà strada tra dungeon crawler e souls like, Let it Die è un lungo cammino infarcito di scontri e boss fuori di testa all'interno di labirinti creati proceduralmente. Arrivare sulla cima della torre non è quindi una missione facile, e con i recenti aggiornamenti sono stati aggiunti piani extra con ancora più insidie. Adatto a tutti quelli che non temono le sfide e gli scheletri con gli occhiali da sole.

Recensione Let it Die

Killer Instinct

Genere: Picchiaduro a incontri
Piattaforme: Xbox One, PC

Dopo una storia passata a rivaleggiare con Mortal Kombat, Killer Instinct non ha goduto della stessa fortuna col passare degli anni, complice il lento declino di Rare. Nel 2013, però, è avvenuta la sua rinascita grazie al team Double Helix, supportato dal creatore della serie Ken Lobb. Il ritorno dei mattatori del combo breaker è stato di assoluto pregio, grazie a un gameplay progettato per appassionare giocatori alle prime armi ed esperti del genere. Inanellare le varie mosse speciali, studiate per costruire sequenze di attacchi praticamente infinite, ha portato a risultati eccezionali. Pensate che l'attuale world record per la combo più lunga si attesta a 2603 colpi consecutivi.

Con il suo particolare sistema di distribuzione, poi, fare un giro di prova con Killer Instinct non richiede nessun esborso, anche se non potrete avere accesso a tutti i lottatori giunti nel tempo con le varie espansioni. A parte questa limitazione, potrete comunque riscoprire gratuitamente il fascino di un picchiaduro, a suo modo, davvero unico.

Recensione Killer Instinct

Tetris 99

Genere: davvero non conoscete Tetris?
Piattaforme: Nintendo Switch

Giunti a questo punto del nostro elenco ci perdonerete se ci avviciniamo leggermente ai battle royale, ma la reinterpretazione di Tetris 99 è la più originale su cui si possa mettere gli occhi. La formula di questo leggendario prodotto si sposa con la battaglia reale per dar vita alla più assurda fusione dei due generi, in un amalgama capace di generare profonda assuefazione. Tetris 99 prevede un'unica tipologia di sfida, che mette il giocatore al centro di un deathmatch in tempo reale contro altri novantotto concorrenti collegati alla stessa partita le cui singole griglie, rimpicciolite, sono visibili ai lati della propria. Vince chi dura più degli avversari, evitando fino all'ultimo che i tetramini riempiano per intero il proprio reticolo.

La novità è che l'atto di completare righe di quadratini per disfarsene non solo dà respiro al nostro gioco, ma al contempo interferisce con le performance dei rivali. Infatti, ogni qualvolta l'utente riesce a eliminare due o più linee simultaneamente, i suoi oppositori finiscono per essere bombardati con file di "blocchi spazzatura" che si manifestano a tradimento sui rispettivi display. Una produzione tanto geniale, quanto imperdibile.

Recensione Tetris 99

Videogiochi e Dintorni Termina qui la nostra lista di consigli sui migliori giochi free to play da provare in questo periodo di quarantena forzata. Chiaramente non si tratta delle uniche alternative che offre il mercato free to play, e la ricchezza di generi è decisamente vasta: basti pensare ai card game come Gwent ed Hearthstone, che hanno alle spalle studi di spessore come CD Projekt RED e Blizzard, oppure il divertente Paladins, che offre gratuitamente la struttura da hero shooter che ha fatto la fortuna di Overwatch, senza dimenticare gli sparatutto come Warface e Counter Strike: Global Offensive. Divertirsi con prodotti di qualità, è il caso di dirlo, può davvero non costare nulla.