I giochi di Persona invadono Xbox, Game Pass, PS5 e PC, anche in italiano

Persona 5 Royal, Persona 4 Golden e Persona 3 Portable si preparano a debuttare su Game Pass e tante altre piattaforme, anche con testi in italiano.

I giochi di Persona invadono Xbox, Game Pass, PS5 e PC, anche in italiano
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Xbox Series X
  • Tra rumor, citazioni involontarie e tweet sospetti da parte di Atlus stessa, la volontà dello sviluppatore di portare Persona 5 Royal su altre piattaforme era ormai evidente. Dopo aver sondato il terreno con Persona 4 Golden, che solo il 13 giugno 2020 è appunto approdato su Steam, la divisione occidentale di Atlus ha approfittato del recente Xbox & Bethesda Games Showcase per annunciare che le più recenti incarnazioni dell'amatissimo franchise nipponico saranno a breve disponibili su Xbox, PC e Game Pass.

    Persona 5 Royal

    Già disponibile da qualche anno su PlayStation 4, Persona 5 Royal sarà il primo episodio a piantare la bandiera su console verdecrociate, difatti i Phantom Thieves saranno liberi di rubare i cuori degli utenti Xbox (e PC) a partire dal prossimo 21 ottobre.

    Considerabile come la veste definitiva del capolavoro Atlus, l'edizione Royal differisce dalla versione "vanilla" di Persona 5 grazie alla presenza di personaggi inediti che, a dispetto dei pronostici, si sono incastrati perfettamente nella già sensazionale sceneggiatura del prodotto. Proprio questi sono inoltre protagonisti di una ricca, drammatica e coinvolgente porzione di storia assolutamente nuova e affrontabile solo dopo aver completato la campagna originale di Persona 5, che tuttavia non si sblocca in automatico. Per quanto possa apparire strano, per accedere al "terzo semestre" è infatti necessario incrementare un certo legame sociale fino al Rango 9 entro il termine ultimo (rappresentato in gioco dalla data del 17 novembre); in caso contrario, il giocatore perde qualsiasi possibilità di sbloccare la nuova storia e per accedervi è costretto a iniziare una nuova partita.

    Persona 5 Royal è inoltre impreziosito da nuove attività legate alla sfera social e all'apprezzatissima componente "slice-of-life", che negli orari diurni consente al protagonista di frequentare la scuola, lavorare part-time nei negozi, migliorare le proprie statistiche sociali, bighellonare nei negozi assieme ai compagni di classe e addirittura costruire delle relazioni romantiche con le innumerevoli fanciulle incontrate durante la sua permanenza a Tokyo.

    Per quanto concerne invece gli accorgimenti apportati alle attività notturne, nella versione Royal il nostro Joker dispone di un comodissimo rampino con cui snellire le fasi esplorative e soprattutto raggiungere le nuove aree che lo sviluppatore ha nascosto nei vari Palazzi. È però il combat system ad averne giovato maggiormente, giacché il team ha deciso di modificare la gestione dei proiettili delle armi da fuoco: laddove nell'originale le munizioni potevano essere ricaricate soltanto dopo aver abbandonato un dungeon, in Persona 5 Royal queste vengono ripristinate in automatico dopo ogni sconto, in questo modo gli utenti non sono costretti a dosarne l'utilizzo con estrema oculatezza e parsimonia.

    Persona 4 Golden

    Versione corretta, riveduta e ampliata dell'originale gioco lanciato su PlayStation 2 nel lontano 2008, Persona 4 Golden sarà disponibile su Xbox One e Xbox Series X|S soltanto nel 2023, al fine di spronare gli appassionati di giochi di ruolo a indagare sulla tremenda scia di omicidi misteriosi che ha sconvolto l'altrimenti tranquilla città di campagna di Inaba. A differenza dell'edizione pubblicata sul leggendario monolite nero, l'edizione Golden di Persona 4 pone sul piatto una pletora di contenuti extra, tra i quali non possiamo non citare due nuovi Social Link, una legione di Personae reclutabili, allettanti contenuti da post-game, dei finali inediti, livelli di difficoltà aggiuntivi e tutta una serie di costumi con cui personalizzare l'aspetto di Rise, Yosuke e gli altri componenti del Team di Investigazione.

    Come spiegato nel nostro speciale sulla serie Persona, il piatto forte di Persona 4 Golden è però rappresentato dalla sottotraccia legata a Marie, una minuta ragazza affetta da amnesia che, se frequentata, consente al protagonista di esprimere il reale potenziale del Social Link dell'arcano Aeon e di evocare la potentissima Kaguya.

    Già disponibile su Steam, la remastered di Persona 4 Golden che il prossimo anno invaderà l'universo Xbox presenterà il frame rate sbloccato, una risoluzione in 4k, due tracce doppiate in inglese e giapponese (per la gioia dei fan più puristi) e per la prima volta sarà persino localizzata in lingua italiana. Avvalendosi dell'italico idioma, che con tutta probabilità verrà reso disponibile anche su PC attraverso una patch, la nuova versione di Persona 4 Golden rappresenterà insomma una tappa obbligatoria per tutti gli appassionati del genere, che potranno scoprire per la prima volta o comunque riscoprire uno dei più riusciti JRPG di tutti i tempi.

    Persona 3 Portable

    L'ultimo episodio ad accasarsi su Steam e console della famiglia Xbox sarà dunque Persona 3, la cui ultima comparsa risale ormai al 2009. Tuttavia, mentre il pubblico ne chiedeva a gran voce un completo remake o quantomeno un'edizione che mescolasse i contenuti di Persona 3 FES e Portable, Atlus ha invece rivelato di aver messo in cantiere soltanto una semplice remastered della versione originariamente lanciata su PSP. Di conseguenza, se da una parte il prodotto con cui potremo cimentarci il prossimo anno presenterà le non poche migliorie introdotte dalla seconda riedizione di Persona 3, come ad esempio la possibilità di controllare in battaglia tutti i personaggi del party, parare gli attacchi delle Ombre, godere di livelli di difficoltà aggiuntivi o persino indossare i panni dell'esclusiva protagonista femminile, dall'altra dovremo purtroppo rinunciare alle cutscene in stile anime di Persona 3 FES e la componente esplorativa apparirà drasticamente ridotta.

    Oltretutto, una volta completata la campagna principale - anche nota come "The Journey" - non avremo modo di accedere a "The Answer", ossia la lunga porzione di storia inclusa soltanto in Persona 3 FES e ambientata subito dopo lo scontro finale di P3.

    Tenendo presente che Atlus potrebbe decidere di pubblicare "The Answer" in un secondo momento (anche perché il contenuto extra si comportava quasi come un gioco a sé e difatti non consentiva nemmeno di caricare i propri salvataggi per conservare livelli, denaro, Personae e quant'altro), in compenso l'edizione rimasterizzata di P3 Portable seguirà l'esempio di Persona 4 Golden e ci proporrà quasi certamente una risoluzione in 4k, il supporto al formato widescreen, il frame rate sbloccato e la doppia traccia parlata in inglese e giapponese.

    Al pari degli altri due capitoli, anche Persona 3 Portable godrà infine della localizzazione italiana, che finalmente lo renderà appetibile e comprensibile anche agli occhi dei non esperti conoscitori dell'idioma anglofono.

    You'll never see it coming...!

    Se l'annuncio avvenuto durante l'Xbox & Bethesda Games Showcase aveva fatto presupporre l'esistenza di qualche accordo di esclusività temporale tra Microsoft e lo sviluppatore giapponese, un comunicato stampa diramato da Atlus nei giorni immediatamente successivi all'evento ha confermato che i tre amatissimi giochi di ruolo arriveranno anche su console di casa Sony.

    Già disponibile su PS4, Persona 5 Royal riceverà una versione per PlayStation 5 (magari comprensiva di tutti i DLC pubblicati dopo il lancio), mentre Persona 3 Portable e Persona 4 Golden dovranno "accontentarsi" della sola edizione PS4. Peccato soltanto che, stando a quanto riportato sul sito ufficiale giapponese, al momento non sia prevista nessuna edizione fisica o collector's edition per P3P e P4G.

    Ad ogni modo, la conferma è giunta solo dopo la scoperta, da parte dei fan, dei loghi PlayStation all'interno del sito ufficiale della serie: modificando l'URL, gli appassionati del brand hanno infatti individuato non solo il logo della macchina targata Sony, ma anche quelli di Nintendo Switch e Google Stadia. È dunque plausibile che la serie di Atlus sia prossima colonizzare più o meno tutte le piattaforme attualmente in circolazione, ragion per cui, entro un anno al massimo, non esisteranno più scuse per continuare a non accogliere in collezione tre indiscussi capolavori quali gli ultimi tre capitoli di Persona.

    Che voto dai a: Persona 5 Royal

    Media Voto Utenti
    Voti: 114
    8.7
    nd