Gran Turismo Sport: alla guida della nuova Toyota GR 86 sul Monte Fuji

Prima ancora dell'arrivo in concessionaria, abbiamo testato il bolide della Toyota sul circuito del Monte Fuji in Gran Turismo Sport.

Gran Turismo Sport: alla guida della nuova Toyota GR 86 sul Monte Fuji
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • Oyama, Prefettura di Shizuoka, 24 luglio 2021.
    La sveglia suona presto stamattina. Il cielo è limpido e il clima è mite: la giornata perfetta per il test drive che ci aspetta. Sono arrivato in hotel ieri pomeriggio tardi, direttamente da Milano e non ho potuto dormire molto. Forse per il jet-lag. Oppure, più probabilmente, per l'eccitazione del test drive di oggi! Ebbene sì: proverò in anteprima la nuova Toyota GR 86 sul Circuito del Monte Fuji. E mi metterò al volante su GT SPORT, il simulatore targato Polyphony Digital (se volete approfondire, a questo link trovate il nostro speciale Gran Turismo: la storia della leggendaria serie): il gioco dove il circuito della realtà e quello del mondo virtuale si incrociano in maniera indissolubile.

    Il tracciato

    Il Circuito del Monte Fuji, o Fuji International Speedway, si trova a una cinquantina di chilometri dalla celebre vetta vulcanica nipponica. Inaugurato nel 1965, era un tracciato caratterizzato per un lungo rettilineo di 1,5 km che si immetteva in una pericolosissima curva sopraelevata, la Daiichi.

    Nel 1974, a seguito di un tremendo incidente in cui perse la vita il pilota nipponico Hiroshi Kazato la Daiichi venne chiusa e dal 1976 al 1978 ospitò per la prima volta il GP del Giappone di Formula 1. Durante gli anni '80 sul circuito si sono svolte prevalentemente le gare del Campionato del mondo Sport Prototipi; nel 2000 il tracciato venne poi rilevato da Toyota, che lo acquistò con l'intenzione di portare via il GP del Giappone alla Honda, sua concorrente e proprietaria del Circuito di Suzuka.

    La F1 fece ritorno al Fuji Speedway nel 2007 e nel 2008. L'anno successivo, Toyota annunciò tuttavia che il tracciato non avrebbe più fatto parte del circuito della Formula 1. Attualmente ospita gare di endurance e, per nostra fortuna, anche il test drive con la GR 86.

    L'auto

    La Toyota GR 86 prende il posto della GT 86. Presentata ad aprile 2021, troverà spazio nelle concessionarie e nelle nostre strade solo a partire dal 2022. È però stata inserita nell'aggiornamento di luglio di GT Sport e noi di Everyeye.it non potevamo ovviamente fare a meno di provarla.

    Iniziamo dal nome: come i più attenti di voi avranno notato, c'è una R al posto della T. Quando si parla di Toyota, la sigla GR è un acronimo per Gazoo Racing. Si tratta, per chi non lo sapesse, del brand ad alte performance di casa Toyota. La Supra del 2020 porta l'emblema GR, così come quel piccolo mostriciattolo della Yaris. Possiamo quindi definire le GR come le versioni stradali a performance elevate della casa giapponese, e questa GR 86 non fa assolutamente eccezione. Del resto, è una vera auto sportiva: il motore 4 cilindri boxer da 2.4 litri eroga 235 CV e 250 nm di coppia, che la spingono da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi.Il telaio è più rigido del 50% rispetto alla versione precedente ed è abbinato a cerchi in lega leggera da 18 pollici. Il peso a secco è di 1270 kg e questo permette alla GR 86 di essere veloce. Veramente veloce. Il motore anteriore e la trazione posteriore la rendono poi assolutamente uno spasso da guidare, soprattutto nelle curve.

    Il test

    Toyota GR 86 non tradisce l'attesa. È indubbiamente divertente da controllare. Le curve sono il suo regno. Il primo tornante, che arriva in fondo al lunghissimo rettilineo, ci dà subito la possibilità di capire il comportamento dell'auto.

    La buttiamo dentro a destra in staccata senza nessun fastidio: è leggera, i freni rispondono benissimo e ridare gas ci provoca davvero un piccolo brivido. La seconda curva va via di volata, e l'inserimento a sinistra nella Coca Cola ci proietta nella 100 R, la lunga curva a destra. Giocare con il gas qui è essenziale: bisogna modularlo bene, eppure l'auto non strappa. È forte, ma mai nervosa.La 100 R finisce nella Hairpin. Stacchiamo decisi e giriamo a sinistra.

    Un'accelerazione lunga ci porta alla 300 R che anticipa la parte più divertente del tracciato: prima la Dunlop, poi la Netz ed infine la Panasonic. Scorrono via bene. La Dunlop è la più impegnativa, ma se la si imposta a dovere, se ne esce davvero in velocità. Fuori dalla Panasonic ci troviamo infine sul rettilineo, e in pochissimi secondi tagliamo il traguardo.

    Gran Turismo Sport Toyota GR 86 è l'auto da guidare oggi. I passi in avanti rispetto alla GT 86 si fanno sentire tutti, specialmente la partenza da 0 a 100, migliorata di un secondo netto. Con la GR 86 Toyota conferma il concetto di kaizen, ossia quel miglioramento continuo che la rende uno dei brand automobilistici più all'avanguardia nel 2021.

    Che voto dai a: Gran Turismo Sport

    Media Voto Utenti
    Voti: 152
    7.2
    nd