GTA 6 tra leak, hacker e ricatti: Rockstar Games nell'occhio del ciclone

Il leak di GTA 6 è sicuramente uno dei più clamorosi degli ultimi anni: ma cosa è successo esattamente? Ripercorriamo gli eventi!

INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Un terremoto ha sconvolto il mondo dei videogiochi in una apparentemente tranquilla domenica di settembre: a sorpresa qualcuno ha pubblicato in rete video gameplay e informazioni sulle meccaniche di gioco, sull'ambientazione e sui protagonisti di GTA 6, la cui esistenza è stata confermata a inizio anno da Rockstar Games, anche se ad oggi la compagnia non ha ancora mostrato nulla, neanche il logo o un breve teaser (a tal proposito, anche il logo di GTA VI che vedete in apertura non è ufficiale ma realizzato dalla community).

    Ma cosa è successo esattamente? Senza voler in alcun modo commentare o analizzare il materiale trafugato, ripercorriamo la vicenda in ordine cronologico. Sono le prime ore del mattino quando su YouTube, Reddit, Twitter e altre piattaforme, iniziano a diffondersi alcuni video intitolati genericamente GTA VI Leak. Parliamo di filmati divisi in più parti e che mostrano sequenze di gameplay, scenari, modelli poligonali e meccaniche di gioco di uno dei prodotti d'intrattenimento più attesi degli ultimi anni.

    Il gigaleak di GTA 6

    Si tratta di materiale attendibile oppure di un fake montato ad arte? Inizialmente nessuno si sbilancia e voci autorevoli come Jason Schreier e Tom Henderson affermano di non poter confermare l'autenticità del leak, almeno fino a quando non ci sarà modo di sentire fonti vicino a Rockstar Games. Si tratta di una gigantesca mole di contenuti, che sembra confermare parte dei rumor emersi negli anni scorsi. Tutto qui, dunque? Ovviamente no e la vicenda coinvolge un sempre maggior numero di persone.

    Nelle ore successive si scopre che in rete sono finite anche 10.000 righe del codice sorgente di GTA VI oltre a frammenti di codice di GTA V. Rockstar non commenta ma arriva una conferma da parte di Jason Schreier: il giornalista di Bloomberg non ha nessun dubbio e dopo aver sentito alcuni suoi informatori dichiara l'autenticità del materiale trafugato, seppur datato e proveniente da una build preliminare datata e riferita alle prime fasi di sviluppo, realizzata per testare l'engine e le meccaniche di gioco su PS4 e PC.

    Lo stesso Schreier definisce il leak "uno dei più grandi della storia dei videogiochi" nonché un vero e proprio incubo per Rockstar Games, che inizia ad attivarsi per riparare il danno. Nel giro di poche ore centinaia di video vengono cancellati da YouTube, così come immagini e altro materiale rubato, sebbene questo sia ancora reperibile su determinati canali. D'altra parte, pensare di poter rimuovere tutto è difficile, considerano che decine di migliaia di persone avranno presumibilmente scaricato copie dei filmati sul proprio computer così da non perderli in seguito alla sicura cancellazione dalla piattaforme di video sharing (cosa poi effettivamente avvenuta).

    Ulteriori sviluppi arrivano quando Tom Henderson riporta che l'hacker responsabile del leak starebbe cercando di negoziare un possibile accordo con Rockstar Games per non diffondere il codice sorgente di GTA 5 e GTA 6. Si tratta ovviamente di materiale assolutamente riservato e che non deve essere diffuso per alcun motivo. Per Rockstar si tratterebbe di un danno enorme sia a livello di immagine che economico e produttivo, un disastro di proporzioni inimmaginabili che potrebbe far slittare la data di uscita del gioco, come riportato dall'analista Benji-Sales.

    Lo YouTuber LegacyKilla, molto vicino a Rockstar Games, fa sapere come i dipendenti di Rockstar Games siano devastati e dispiaciuti per l'accaduto, un imprevisto che rischia di rovinare anni di duro e serio lavoro.

    L'azienda al momento non ha ancora commentato la vicenda ma, stando al content creator, nella giornata del 19 settembre Rockstar emetterà un comunicato stampa per chiarire la situazione. Nel frattempo è arrivato anche il supporto di Neil Druckmann di Naughty Dog, studio che in passato si è trovato ad affrontare problematiche simili con The Last of Us Parte 2 e The Last of Us Parte 1, quest'ultimo addirittura svelato interamente, con tanto di data di uscita e trailer, qualche ora prima dell'annuncio ufficiale:

    "Ai miei colleghi sviluppatori che sono stati colpiti da una fuga di notizie, sappiate che tutto quello che vi sta travolgendo è destinato a passare. Un giorno ci divertiremo con il vostro gioco, apprezzeremo il lavoro che state facendo e tutto ciò che sta accadendo con questi leak verrà relegato in una nota di una pagina su Wikipedia. Andate avanti, siate sereni e continuate a creare."

    Per quanto le anticipazioni e i leak siano da anni al centro del mercato dei videogiochi (e non solo), bisogna segnalare come in questo caso la vicenda sia ben più complessa e in gioco c'è la diffusione di tecnologie proprietarie, idee e asset che potrebbero finire tra le mani di aziende concorrenti e di persone senza scrupoli, pronte a tutto pur di guadagnare illecitamente.

    Ha ragione Jason Schreier quando parla di "uno dei più grandi leak della storia dei videogiochi" se non il più grande in assoluto, considerando la caratura dei nomi coinvolti in questa fuga di notizie non autorizzata. Rockstar è da sempre conosciuta come una azienda attentissima alla sicurezza e negli anni ha messo in atto vari protocolli per evitare episodi come questi.

    Il 19 settembre accadono due cose importanti per l'evoluzione della vicenda: Take-Two fa rimuovere qualsiasi video da GTAForums e dal Subreddit GTA 6 mentre Rockstar Games conferma il leak e si scusa con il pubblico.

    L'intrusione di terzi ha permesso a personale non autorizzato di entrare in possesso di materiale relativo ad una fase di sviluppo preliminare di GTA 6, tuttavia questo non avrà alcun impatto sullo sviluppo del gioco e di altri progetti in sviluppo. La compagnia chiede scusa per questa fuga di notizie e si dice rammaricata del fatto che la community abbia dovuto scoprire in questo modo alcune caratteristiche di GTA 6, rimandando al prossimo futuro per ulteriori aggiornamenti.

    Quanto attendi: GTA 6

    Hype
    Hype totali: 276
    82%
    nd