GTA Online: After Hours porta un nuovo ritmo nel cuore di Grand Theft Auto

Abbiamo passato qualche ora in compagnia di After Hours, il nuovo DLC di GTA Online, e ne siamo usciti inebriati e soddisfatti...

speciale GTA Online: After Hours porta un nuovo ritmo nel cuore di Grand Theft Auto
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox 360
  • PS3
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Mentre una fetta consistente della community videoludica, dopo l'anteprima di Red Dead Redemption 2, ha dovuto approfittare dei servizi di un abile sarto per arginare le conseguenze erogene del nuovo gioco di Rockstar, lo sviluppatore continua imperterrito a nutrire il mondo di GTA Online con nuovi contenuti. L'ultimo di questi è After Hours, un'espansione che offre agli habituè di Los Santos la possibilità di lanciarsi nel business della vita notturna. A farvi da padrino nella nuova avventura finanziaria dei vostri avatar sarà nientemeno che Tony Price, patrono delle notti brave di di Liberty City. Un nome, una garanzia... ma non sempre di cose gradevoli.

    Di notte leoni, di giorno...

    Nel caso siate stanchi di passare le vostre serate occhieggiando, attraverso l'ottica di un buon fucile automatico, un'allegra combriccola di mercenari in assetto da guerra, o guidando a tutta velocità un autoarticolato carico di sballo chimico su un tappeto di carcasse poligonali, sarete lieti di sapere che ora avete un'ulteriore alternativa per le vostre seratine di sollazzo criminoso in quel di Los Santos. Un'alternativa che, tra l'altro, non comporta necessariamente l'utilizzo intensivo del vostro indice destro per ridipingere le mura cittadine con una bella tonalità di rosso emorragico. Ma andiamo con ordine.

    Dopo gli eventi di The Ballad of Gay Tony, il principe della movida di Liberty City ha deciso di espandere le proprie attività danzanti verso la West Coast, aprendo una serie di nuovi club per rianimare a colpi di decibel il cuore pulsante di San Andreas. A supportarlo in questa nuova impresa ad alto tasso di frenesia festaiola c'è quel campione di sobrietà di Lazlow Jones, assieme al guru della disco English Dave e, pecunia permettendo, al vostro brigante digitale. Il signor Prince ha individuato una decina di location piuttosto stimolanti, ma per assicurarvi un posto tra le stelle della notte di Los Santos avrete bisogno di almeno un milioncino (abbondante) di dollari, spese accessorie escluse.
    Per gli standard delle attività in-game di GTA Online si tratta di una cifra non particolarmente esosa, specialmente considerando che, diversamente dalle altre imprese criminali del gioco, il posizionamento dello stabile non rappresenta un fattore determinante per i vostri affari.

    Una volta scelte le mura, potrete imprimere un tocco personale agli ambienti, rimpolpando la quota investita per modellare lo stile del club con una buona quantità di opzioni di illuminazione e arredamento, senza ovviamente trascurare la mise con la quale mettere in risalto - ammicca, ammicca - i punti di forza del corpo di ballo. Stranamente, After Hours non concede ai giocatori la possibilità di decidere liberamente il nome del locale, limitando la scelta a una manciata di opzioni caratterizzate da valori monetari piuttosto arbitrari. Invece che pagare qualche decino per scolpire sull'insegna un vocabolo impronunciabile come Gefängnis, avremmo sicuramente preferito battezzare il nostro esordio nella vita notturna con un nome pienamente personale e, con tutta probabilità, altamente imbarazzante. Messi da parte i dettagli organizzativi del progetto, il primo passo operativo comporta la sottrazione indebita, con annesso probabile massacro, delle attrezzature necessarie al varo ufficiale del club. Oltre ad attraversare la città alla guida di un camion stracarico di strumenti per la promozione della sordità ritmo-indotta, dovremo raccogliere la nostra futura forza lavoro in giro per la città, per poi avviarci col sorriso verso la serata inaugurale.

    A quel punto, a separarci dal primo beat sarà solo la firma del contratto con il primo resident DJ del locale, Solomun, sempre che il divo della deep house sopravviva all'atterraggio del suo volo. Rockstar ha optato per una formula episodica che, a cadenza settimanale, vedrà l'arrivo a Los Santos di un totale di quattro DJ internazionali, protagonisti di altrettante missioni "d'ingaggio". Finora ne abbiamo viste due (Solomun e Tale of Us) che, in linea con gli altri incarichi del contenuto, non si sono dimostrate particolarmente originali o entusiasmanti. Il più delle volte si tratta di scarrozzare i musicisti in questione da punto a punto, affrontando una mole variabile di imprevisti. Anche gli incarichi secondari legati alla promozione del locale, sebbene caratterizzati da una maggiore varietà, risultano generalmente meno avvincenti rispetto a quelli delle precedenti espansioni, sia che si tratti di darsi al volantinaggio aereo, sia che il programma della serata coinvolga il recupero di un vip da sfoggiare nel privé .

    Eravamo quattro amici al club

    Sulle stesse note, anche il valore di After Hours nel quadro dell'economia di GTA Online non è particolarmente significativo. Oltre a fornire entrate per un massimo di 10.000 per ogni giorno di gioco, determinate dal livello di popolarità del club, questo ricettacolo di vizio e musica elettronica rappresenta anche un punto di raccordo per le altre attività del nostro impero malavitoso. Aggiungendo vari tecnici all'organico del locale, potremo utilizzare i suoi magazzini per accumulare alcune delle merci prodotte grazie agli investimenti già fatti in qualità di CEO e presidenti di MC.

    La limitatezza degli incassi, e la forte dipendenza dalle altre attività per la maggiorazione degli stessi, fa del club una delle proprietà meno remunerative del gioco, almeno in una prospettiva globale, ma la verità è che il vero valore del contenuto sfugge tanto alla matematica, quanto alla qualità degli incarichi strettamente legati alla gestione dell'attività. Come spesso succede nell'affollato e folle mondo di GTA Online, il vero punto di forza dell'espansione è strettamente legato al meraviglioso concetto di "giocazzeggio". Ritrovarsi sulla pista da ballo assieme a un drappello di giocatori a diverse gradazioni di degrado alcolico, sfidandosi a colpi d'anca in duelli all'ultima figuraccia danzante, può trasformarsi in un'esperienza esilarante, utile a comporre i tasselli di quella narrativa personale che rende ogni serata in compagnia di GTA Online un coacervo di aneddoti e risate.
    Sì, le missioni di promozione sono già diventate la fiera del "griefing" esplosivo, e sì, possedere un club non comporta particolari benefici per le tasche dei vostri malfattori poligonali, ma si tratta comunque di un investimento che non lascia ombra di rimorso.

    Come spesso succede, tra le maglie del comparto online del capolavoro di Rockstar, il grosso del divertimento di After Hours sfugge alle dinamiche ludiche più ortodosse, e si intesse con l'epica accidentale che riempe lo spazio tra un colpo e il successivo, tra una gara e un omicidio su commissione. No, non adorerete After Hours per quella manciata di dollari extra spillati al vostro solido traffico di cristalleria chimica. Lo amerete quando uno dei vostri compagni di bevute, uno particolarmente assetato, sparirà all'improvviso senza lasciare traccia, se non per qualche nota di panico in chat vocale.
    Tempo 15 secondi e vi starete scompisciando quando il cammello in questione vi racconterà di essersi appena risvegliato, in stato confusionale, abbracciato a una spigola in un fiumiciattolo a qualche chilometro di distanza. Per certi versi, After Hours rappresenta l'anima migliore dell'esperienza online di GTA V, quella fatta di storie condivise, slegate dalla classica formula "cane mangia cane ed entrambi finiscono bombardati da un dodicenne ululante". C'è poi da considerare il fatto che, come da tradizione Rockstar, parliamo di un contenuto sopra le righe che si spinge oltre i limiti classici del medium. DJ set reali e digitalizzati, videoclip girati direttamente in-game, pezzi presentati in anteprima tra le strade di Los Santos, sfide all'ultimo streaming musicale tra gli utenti del gioco: tutte trovate che alimentano il fuoco creativo di un prodotto ludico che, a cinque anni dal suo esordio e grazie a un supporto post lancio clamoroso, ha ancora molto, moltissimo da dire.

    GTA Online After Hours non sarà certo ricordato come l’espansione più sorprendente di GTA Online, né come quella col più imponente carico di novità, eppure è praticamente impossibile non considerarla un’aggiunta preziosa. Se da una parte i contenuti strettamente connessi alle missioni e all’economia di gioco non convincono appieno, dall’altra After Hours risuona meravigliosamente bene con l’anima più bella di GTA Online. Quell’esperienza svincolata dall’accumulo selvaggio di dollari e oggettistica letale, ma scandita invece dalle risate di gruppo dopo l’ennesima serata di puro “giocazzeggio”, madre di una valanga di aneddoti imbarazzanti. Vestirsi in maniera imbarazzante e darsi alle danze, all’alcol e al completo degenero potrebbe non soddisfare i più accaniti agonisti del gioco, ma il contenuto è comunque in grado di offrire momenti di grande qualità, specialmente se siete soliti frequentare le strade di Los Santos in buona compagnia.

    Che voto dai a: GTA Online

    Media Voto Utenti
    Voti: 49
    8.3
    nd