Harry Potter RPG: cosa attendersi dal gioco basato sulla saga di J.K. Rowling?

Riassumiamo tutto ciò che sappiamo sul progetto Warner Bros dedicato ad Harry Potter dopo la recente fuga di informazioni, con qualche speculazione.

speciale Harry Potter RPG: cosa attendersi dal gioco basato sulla saga di J.K. Rowling?
INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Lo scorso 2 ottobre un fulmine a ciel sereno ha improvvisamente sconvolto l'intero fandom di Harry Potter con la forza di mille Schiantesimi. Un misterioso utente ha infatti caricato su YouTube un breve filmato che mostra chiaramente rapidi stralci di un prossimo videogioco - ancora in pieno sviluppo - ambientato proprio in quel Mondo Magico creato dall'immaginazione di J.K. Rowling attraverso i sette romanzi di Harry Potter, ed espanso nel tempo grazie alle molte opere collaterali.
    Il video, di un minuto e poco più, sarebbe stato preparato in occasione di un focus group presso gli studi di Warner Bros. Interactive, durante il quale un addetto ai lavori avrebbe registrato il materiale tramite smartphone. Non si tratta quindi di un trailer destinato al pubblico, quanto piuttosto di una presentazione a uso interno: lo si può intuire dai nomi provvisori disseminati tra i menù, mentre le icone dei tasti PlayStation e Xbox potrebbero essere invece indicative della natura multipiattaforma del progetto. Quel che appare subito evidente, ad ogni modo, è che sia tutto fin troppo elaborato per venir etichettato come semplice fake: il livello di dettaglio grafico, la qualità delle animazioni e del sistema d'illuminazione fanno pensare al contrario a uno sviluppo avanzato e ingente dal punto di vista produttivo; la tempestiva rimozione del materiale da parte della casa madre non fa altro che rafforzare l'ipotesi di partenza.

    Un videogioco del tutto originale, basato sull'universo magico della Rowling ma slegato da libri e film, sarebbe peraltro un'operazione in linea con la politica della divisione gaming di Warner Bros: dopo aver trasposto videoludicamente il mondo DC Comics con la serie Batman Arkham e Injustice, oltre che La Terra di Mezzo con i giochi firmati Monolith, stavolta la celebre licenza da impiegare per un titolo dagli alti valori di produzione potrebbe essere proprio quella di Harry Potter. L'eccitamento è comprensibile: il potenziale videoludico espresso dalla mitologia fantasy più acclamata del nostro tempo è elevatissimo e in larga parte ancora inespresso. In mezzo alla sequela di pessimi tie-in ispirati ai film prodotti da Electronic Arts, l'occasione sprecata Harry Potter Kinect e i recenti titoli mobile, invasi dalle microtransazioni, di un prodotto di qualità non vi è stata nemmeno l'ombra. Auspichiamo sia questa la volta giusta: data anche la ritrovata popolarità (sempre che sia mai scesa!) dovuta al ritorno nelle sale dell'immaginario magico grazie alla nuova saga Animali Fantastici, tale mossa si inserirebbe ottimamente nel contesto generale di una rinnovata qualità per i giochi su licenza, come dimostra il recente Marvel's Spider-Man. Nell'attesa di una presentazione ufficiale abbiamo esaminato con attenzione il filmato trapelato, cercando di riassumere le informazioni più interessanti e provando a dedurre cosa è lecito aspettarsi da un titolo che gli appassionati bramavano tanto quanto una lettera di ammissione proveniente da Hogwarts.

    L'analisi del filmato

    Cominciamo dalla fonte del leak stesso: la descrizione allegata al video di YouTube reca diverse informazioni circa le premesse narrative, il setting e le caratteristiche di gioco. Già sappiamo, infatti, che la vicenda sarà completamente inedita e ambientata durante il XIX secolo: a livello narrativo, si collocherà temporalmente ben prima rispetto sia ai romanzi di Harry Potter (la cui storia si svolge negli anni '90 del Novecento), sia alla saga prequel con protagonista il magizoologo Newt Scamandro (ambientata invece negli anni '20).Vestiremo l'uniforme studentesca di un alunno al quinto anno di studi presso la prestigiosa Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts; il protagonista sembra dotato di abilità che lo rendono unico, come la capacità di rintracciare i residui di un antico potere magico. Pare che dal suo arrivo qualcosa di insolito stia accadendo nei meandri della Foresta Proibita: assistito dal professor Elezar Fig, sarà pertanto compito del nostro avatar fare luce sul mistero che circonda la scuola e i suoi dintorni.

    Protagonista che, come dimostra il classico editor del personaggio in perfetto stile gioco di ruolo, sarà totalmente personalizzabile: oltre alle icone che richiamano caratteristiche fisiche come sesso, corporatura, forma del volto e degli occhi, segni particolari (come tatuaggi e cicatrici) e accessori, ne possiamo osservare una raffigurante il blasone di Hogwarts e che potrebbe rivestire un'importanza fondamentale nello sviluppo del proprio destino. Sempre secondo gli aspetti di gioco emersi dalla descrizione, sarà possibile non solo scegliere (con buona pace del Cappello Parlante) a quale Casa appartenere tra Grifondoro, Tassorosso, Corvonero e Serpeverde, ma anche fra quale delle otto tipologie di mago (non meglio precisate) specializzarsi. E qua le cose si fanno interessanti, mentre la fantasia galoppa: immaginiamo se tra le varie scelte fosse inserita la facoltà di diventare Animagus, o un Auror del Ministero della Magia, specializzato in Difesa contro le Arti Oscure, oppure ancora uno stregone completamente votato al male. Allineamenti morali a parte, sarebbe interessante gestire un sistema di sviluppo abbastanza flessibile da permettere di focalizzarsi sui molti aspetti che caratterizzano il mondo magico, come il rapporto con le creature magiche, l'abilità nella preparazione di pozioni o perfino il talento per lo sport del Quidditch.

    Non vorremmo impantanarci nel pericoloso terreno delle speculazioni, ma un albero di crescita costruito intorno a scelte ben distinte e interessanti potrebbe fare realmente la differenza tra il solito gioco su licenza e uno di qualità: un RPG su un mondo immaginario tanto sfaccettato quanto affascinante, la cui potenza evocativa va ben oltre la storia del Bambino Sopravvissuto, è davvero un'occasione troppo preziosa per non far divampare il fuoco della speranza.

    Alla natura di gioco di ruolo con visuale in terza persona si accompagna un'altra certezza, quella di un mondo vasto e liberamente esplorabile: tra i molti luoghi celebri appartenenti al Wizarding World fanno la loro comparsa nel video ovviamente Hogwarts (se ne può apprezzare l'atrio principale e la Sala Grande), l'oscura Foresta Proibita ma anche quello che a tutti gli effetti pare il piccolo villaggio di Hogsmeade, l'unico paese di tutta la Gran Bretagna interamente popolato da maghi. Tanto del fascino del mondo di Harry Potter deriva dalla presenza delle varie Creature Magiche, molte delle quali saranno una sicura minaccia nel gioco in questione: in mezzo agli animali fantastici si possono osservare i resti di un drago, mentre è invece presente in carne e ossa un minaccioso essere cornuto, il Graphorn; in un altro momento, invece, sembra possibile prendersi cura e nutrire dei teneri Mooncalf dagli occhi giganti.

    E cosa sarebbe poi, un videogioco di Harry Potter senza incantesimi? Osservando l'interfaccia si notano subito i nomi di alcuni sortilegi propriamente offensivi che costituiranno con ogni probabilità l'ossatura del combat system, come l'Incantesimo di Schianto (Stupeficium), quello di Disarmo (Expelliarmus), quello utile a far esplodere oggetti (Expulso) o a scagliarli via (Depulso). Tuttavia, non possono certo mancare versatili stregonerie per permettere di illuminare l'ambiente circostante (Lumos), aprire serrature (Alohomora), riparare oggetti anche grandi, come un ponte (Reparo), o farli galleggiare in aria (Wingardium Leviosa). In uno dei pochi momenti dedicati agli scontri a colpi di bacchetta magica si può apprezzare anche un duello contro un altro mago (di cui sembra possibile schivare le fatture), mentre in un altro abbiamo notato una scena piuttosto forte (dove un goblin viene impalato contro una colonna, con tanto di sangue), il che fa pensare a un prodotto pensato per chi da piccolo è cresciuto sui libri di Harry Potter e adesso ha qualche anno in più alle spalle, target condiviso dalla stessa saga cinematografica Animali Fantastici.

    Titoli su licenza fantastici...ma dove trovarli?

    Nulla di certo circa l'identità degli sviluppatori dietro il progetto. Benché tra i papabili fosse inizialmente comparso perfino il nome di Rocksteady (ipotesi smentita quasi subito, voci più insistenti la vedrebbero impegnata su un certo Batman Arkham Universe), fonti vicine a Eurogamer.net indicano piuttosto Avalanche Software (da non confondere con gli Avalanche Studios di Just Cause), gli autori di Disney Infinity che nel 2016 chiusero i battenti salvo riaprirli l'anno seguente, proprio grazie all'acquisizione da parte di Warner Bros. Non proprio un team dal curriculum invidiabile, a dire il vero, ma la ristrutturazione interna avvenuta di recente potrebbe aver rinnovato completamente il personale e lanciato lo studio verso nuovi traguardi da raggiungere. A fornire credito all'ipotesi ci pensa un misterioso annuncio, pubblicato da WB, nel quale si ricercavano narrative designer con una forte conoscenza della cultura britannica e della grammatica inglese, oltre che aventi esperienza con produzioni ad alto budget e RPG open world: tutte caratteristiche in linea col progetto Harry Potter.

    Infine, secondo un tweet di Lizo Mzimba, giornalista della BBC, il nome del gioco - probabilmente ancora in codice - sarebbe Harry Potter Magic Awakened (o Magic Forever): dovrebbe uscire su PlayStation 4 e Xbox One nel 2019 e sarebbe il primo di una serie di videogiochi basati sulla licenza del maghetto occhialuto.

    Visto il polverone sollevato dal leak, non dovrebbe passare molto tempo prima che Warner Bros. decida di presentare ufficialmente il titolo: ciò potrebbe avvenire durante uno dei prossimi eventi di rilievo, come l'X018 del 10 novembre, tutto dedicato a Xbox, oppure in occasione dei Game Awards di dicembre. Restate quindi sulle pagine di Everyeye.it per ogni aggiornamento futuro: e voi cosa vorreste vedere in un videogioco basato su Harry Potter?

    Quanto attendi: Harry Potter RPG

    Hype
    Hype totali: 44
    89%
    nd