Hearthstone: in esclusiva italiana ecco la carta leggendaria del Warlock

Abbiamo avuto il piacere di scoprire in anteprima la nuova leggendaria di Hearthstone Ceneri delle Terre Esterne: Keli'dan il Demolitore.

speciale Hearthstone: in esclusiva italiana ecco la carta leggendaria del Warlock
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Mobile Gaming
  • Pc
  • La Fenice è un animale mitologico che ritroviamo in ogni cultura del mondo e in ogni epoca storica. Curiosamente - e indipedentemente da tempo, luogo e nome attribuitogli - l'uccello fantastico ha sempre simboleggiato un'unica cosa: la sussunzione del concetto di immortalità nel ciclo di morte e resurrezione.
    Non è un caso che il team di Blizzard al lavoro su Hearthstone abbia deciso di battezzare il nuovo anno del card game con questo nome. Il significato, non troppo velato, si palesa senza bisogno di ulteriori chiarimenti. L'obbiettivo, in questo 2020, è solo uno: ripartire con rinnovato vigore, dopo alcuni momenti difficili che hanno decretato, in qualche modo, la fine di un ciclo per il popolare card game del colosso di Irvine. La Fenice è quindi chiamata ad inaugurare un percorso inedito, per dimenticare la mini rivoluzione dell'Anno del Drago di Hearthstone e ripartire con il piede giusto.

    Una sorta di nuovo inizio, dunque, le cui novità sono già state anticipate dall'assaggio streaming della scorsa settimana, durante il quale gli sviluppatori Ayala e Nerving hanno svelato ciò che ci attende a partire dal prossimo 7 aprile. Ora è arrivato il momento di scoprire cosa si cela nel misterioso documento che Blizzard ci ha gentilmente concesso di svelare al nostro pubblico.

    Post fata resurgo

    Prima di rompere il sigillo in ceralacca, vediamo alcune delle novità della prima espansione dell'Anno della Fenice. Come abbiamo anticipato il primo contenuto aggiuntivo sarà foriero di grandi novità, presentate dal team di sviluppo attraverso una road map chiara e ben scandita in tre diverse fasi. Queste, in sostanza, seguiranno le uscite canoniche delle tre espansioni previste per il 2020.

    La sorpresa più evidente della cosiddetta Fase 1 vedrà, anzitutto, l'introduzione di una nuova Classe giocabile: il Cacciatore di Demoni (il cui ruolo è ovviamente interpretato dal buon Traditore, Illidan Grantempesta). La classe, da quanto abbiamo potuto vedere e dalle carte sino a questo momento svelate, sembra fondare la propria essenza non solo sull'esercito di demoni al servizio del Cacciatore ma anche su potenti e aggressive combinazioni d'attacco. Non a caso Artigli Demoniaci, il Potere Eroe del Cacciatore di Demoni, permette di esser sfruttato appieno in sinergia proprio con le nuove carte di classe.

    Queste ultime, peraltro, presentano anche una nuova meccanica di gioco specifica del Cacciatore di Demoni: Ripudio. La keyword promette di agire in piena sinergia con l'esercito demoniaco a disposizione del giocatore, anche se abbastanza situazionale. L'effetto potenziato della carta che possiede la keyword si attiva solamente se la carta si trova nell'estrema sinistra (o estrema destra) della mano del giocatore. D'obbligo usarle, ad esempio, quando nella mano ci sono pochissime carte o quando la carta con Ripudio si troverà in quelle due posizioni.

    Inoltre, l'espansione Ceneri delle Terre Esterne introdurrà altre meccaniche di gioco molto interessanti come le leggendarie di classe supreme (ovvero servitori che, una volta rimossi dalla board, inseriranno nel mazzo una loro copia potenziata) e i Demoni Inibiti. Queste creature entrano in gioco "dormienti"; ciò significa che non potranno prendere parte attiva allo scontro per due turni. Quando si risvegliano, però, attivano il loro devastante effetto.

    Riguardo a questa meccanica di gioco siamo davvero curiosi di scoprire se potrà ritagliarsi il proprio posto nel meta e se ci saranno dei validi counter.
    La fiamma purificatrice della Fenice porterà via con sé le espansioni dell'Anno del Corvo (Boscotetro, Operazione Apocalisse, La Sfida Di Rastakhan), che verranno spostate nel formato Selvaggio.

    I giocatori, poi, potranno aspettarsi un bel po' di altre sorprese: dalla totale rivisitazione della modalità classificata (che pare finalmente sensata e appagante) alle aggiunte per la modalità Battaglia, dall'evento stagionale alla politica di favore per i duplicati sino al "rework" del Sacerdote o, meglio, di alcune sue carte storiche. Insomma, un bel po' di carne al fuoco su cui non vediamo l'ora di tuffarci.
    Ora è giunto finalmente il momento di svelare la carta che Blizzard ci ha affidato: ecco a voi Keli'dan il Demolitore.

    Nomen Omen

    Keli'dan, detto appunto il Demolitore, fa esattamente ciò che promette il suo infausto epiteto.
    Fedele servitore di Illidan, questo orco del Sangue delle Outland è stato promosso a "carceriere" dallo stesso Traditore, il quale gli ha impartito un compito molto semplice: sorvegliare il decaduto Signore delle Fosse Magtheridon (peraltro presente nella prossima espansione come leggendaria neutrale), imprigionato nella Forgia del Sangue. La nuova leggendaria di classe, in questo caso del Warlock, è un po' costosa (sei cristalli di mana) per essere un 3/3. Il vero punto d'interesse è comunque da ricercarsi nella sua descrizione.

    Lo stregone inferocito al servizio di Illidan, infatti, presenta un Grido di battaglia che non ha bisogno di grosse sinergie (anzi, di nessuna visto che si parla di distruzione indiscriminata) ma che si rivelerà molto utile in diverse situazioni, soprattutto quelle in cui la board dell'avversario sarà piena di servitori.

    L'ampiezza dell'effetto di Keli'dan, però, varierà a seconda del momento in cui il giocatore deciderà di evocarlo sul campo di battaglia.
    Se evocato immediatamente, ovvero nel turno stesso in cui il leggendario verrà pescato, l'effetto sarà totale: il Grido di battaglia distruggerà tutti i servitori presenti sulla board, tranne Keli'dan. Nel caso in cui, per qualche motivo lo stregone non potrà esser evocato nello stesso turno della pescata, l'effetto si ridurrà a un solo servitore.
    Keli'dan può essere una buona aggiunta a un deck Warlock, tutto sta nel capire su quante carte utili potrà contare questa classe al momento della release. Per ora ne conosciamo solo quattro: Keli'dan, Portale Oscuro, Concilio dell'Ombra e Imp di Rottami Inibito. Quest'ultima forse la più interessante: Demone raro, due cristalli di mana per un 3/3 e un buon effetto ("Dormiente per due turni: quando si risveglia +2, +2 ai servitori nella tua mano").

    Hearthstone Ceneri delle Terre Esterne La prima espansione dell'Anno della Fenice si sta avvicinando a grandi passi con il suo carico di novità. Il team di sviluppo durante lo streaming della scorsa settimana ha svelato una road map chiara e interessante, che dovrebbe portare una ventata di aria fresca in Hearthstone. Tra le 135 nuove carte che comporranno il set Ceneri delle Terre Esterne ci sarà anche la leggendaria del Warlock, Keli'dan il Demolitore. Questo fedele servitore di Illidan potrebbe rappresentare una aggiunta versatile al mazzo, dato che non necessita di grosse sinergie e si limita a portare un buon grado di distruzione sulla board di gioco.

    Quanto attendi: Hearthstone Ceneri delle Terre Esterne

    Hype
    Hype totali: 5
    60%
    nd