Esport

Heroes of the Storm: uno sguardo alla nuova stagione competitiva

Il 2018 eSportivo di Heroes of the Storm si preannuncia pieno di grandi sorprese e nomi di spicco: un primo sguardo alla stagione competitiva di HOTS.

Heroes of the Storm: uno sguardo alla nuova stagione competitiva
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Dopo Starcraft, Overwatch e, da ultimo, Heroes of the Storm, possiamo affermare con un certo grado di certezza che il 2017 è stato davvero un anno d'oro per la Corea del Sud. Dopo la grande vittoria dei MVP Black al Blizzcon 2017 (manco a dirlo, ovviamente una squadra coreana), il team più forte al mondo ha successivamente spostato il proprio roster nei KSV Black dominando anche il Gold Club World Championship. Questa competizione contava gli otto migliori team del mondo e metteva in palio un prize pool di circa 300.000 dollari. Guardando, però, al futuro proviamo a vedere cosa ci riserverà l'anno che è appena iniziato e come saranno strutturati i nuovi team che nel 2018 andranno a dominare la scena esport del MOBA targato Blizzard.

    I cambi al vertice

    La roster-mania vista all'ultimo torneo è terminata e nuove squadre sono andate a formarsi alla fine di una intensa sessione di mercato. Nel corso di questo processo sono stati effettuati alcuni "scambi" al vertice tra i top team europei Fnatic e Team Dignitas: i due giocatori interessati sono stati Jonathan "Wubby" Gunnarsson e Thomas "Ménè" Cailleux. Presto potremo trarre le nostre conclusioni su chi effettivamente avrà fatto la scelta migliore. Non è l'unico grande cambiamento per il prossimo anno: una nuova regola infatti, permette ai team di effettuare tre sostituzioni durante la selezione del personaggio. Inoltre, a partire dalla nuova stagione competitiva, assisteremo allo scioglimento di due team: Mighty (Corea del Sud) e Lag Force (Nord America) sostituite, rispettivamente, da Team Feliz e LFM eSports. Proviamo a vedere cosa, questi stravolgimenti, potrebbero portare nella tabella della Fase 1 del 2018.

    Il bracket nordamericano:

    -Tempo Storm
    - Gale Force Esports
    - LFM Esports
    - HeroesHearth Esports
    - Spacestation Gaming
    - Team Freedom
    - Roll20 Esports
    - Old Gods

    Interessante, riguardo alla divisione continentale nordamericana, è l'acquisizione da parte di LFM del roster (e del posto) di Imported Support. Inoltre, i Tempo Storm si sono rinforzati con due nuovi, interessanti acquisti: Fan e Glaurung i quali prendono il posto di CauthonLuck (che è diventato head coach del team HeroesHearth) e Fury (andato a Gale Force Esports). Spacestation Gaming, invece, vede due nuovi ingressi tra le proprie fila: Jschritte e Tomster.

    L'Europa

    - Team Dignitas
    - Fnatic
    - Team Expert
    - Team Liquid
    - Tricked Esport
    - Zealots
    - Leftovers
    - Diamond Skin


    In questo gruppo troviamo, ovviamente, due giganti del Vecchio Continente: Team Dignitas e Fnatic, squadre che si sono portati a casa, rispettivamente, il secondo posto all'HGC (Heroes of the Storm Global Championship) e al GCWC (il già citato Gold Club World Championship).
    Nel Team Expert dobbiamo annotare la fuoriuscita di BadBenny e Adrd, sostituiti da ScHwimpi e Arcaner. Gli ultimi acquisti di casa Liquid, invece, sono Ethernal e SportBilly, ovvero due giocatori performanti che si sono distinti per abilità e risultati nel corso degli ultimi anni. Tricked, invece, acquisisce GranPkt, giocatore con una streak eccellente. Non da meno sono i Diamond Skin i quali acquisiscono un giocatore che si è fatto decisamente notare alle qualificazioni di Australia e Nuova Zelanda: Robadobah.

    L'imbattibile Corea

    - Ballistix;

    - Team Ace
    - Team Feliz
    - KSV Black
    - Miracle
    - Good Luck
    - Team Blossom
    - Tempest


    Ballistix vede il ritiro di Swoy, rimpiazzato prontamente da Magi; Tempest accoglie invece due giocatori dai team Ksv Miracle e Mighty: ovvero Ju Dalm "dami" Park (giocatore dal palmares non indifferente) e Sung Hyun "Good" Moon. Vedremo se anche quest'anno la Corea del Sud riuscirà a monopolizzare il panorama internazionale o se verrà sopraffatta dagli agguerriti team europei.

    I Pro Made in Italy

    Andando, infine, a esaminare la situazione nostrana, possiamo notare giocatori di spicco che, senza alcun dubbio, si sono fatti notare in molti tornei sia nel 2015 che nel 2016. Coach originale dei TCM Gaming è Cristian "AceofSpades" Lippa nel ruolo di Support. Francesco "Bimbz" De Luca, invece, ha dimostrato tutto il suo valore militando nei Goofers e, successivamente, nei Monkeys Of The Storm. Un altro ex giocatore di questo team è Riccardo "Kesil" Archetti, Carry che ha saputo portare a casa ottimi risultati grazie ai Fnatic dove e' rimasto fino al novembre 2015.

    Non finisce qui: nel nostro paese, infatti, anche quest'anno si terranno i campionati di Serie A e Serie B di Heroes of the Storm. I campionati nazionali vedranno, proprio come accaduto l'autunno scorso, la partecipazione di 16 squadre totali, suddivise equamente dopo la conclusione dei tornei aperti HCS Spring, Summer e Fall: 8 per la Serie A e 8 per la Serie B. Il campionato si concluderà come di consueto con la Italy Cup, torneo conclusivo (presente fin dal 2015) che l'anno appena trascorso ha segnato la partecipazione delle migliori quattro squadre classificate nella Serie A HOTS le quali si sono sfidate senza esclusione di colpi per contendersi il titolo di campione del 2017. Quali sono stati, dunque, i Team che hanno partecipato al campionato? E, sopratutto, li vedremo anche quest'anno? Andiamoli ad esaminare più nel dettaglio:

    Serie A
    Team Go Next
    Più di Due
    ADGF
    Lucid Dreams
    Esox Yolo
    Esox Unlucky
    Vae Victis
    Gufi Ruspanti

    Serie B
    Fartriders
    Esox@Exas
    Lok'tar O Pan
    Sexy Panda
    Team Rosikstorm
    Ignoranteam
    CLN Aristocatzi
    Emt Spacechickens

    Lo scorso dicembre, la Italy Cup ha visto lo scontato trionfo del Team Go Next che ha chiuso mettendosi alle spalle i Più di Due. A chiudere il podio, infine, la sorpresa ADGF che, nelle ultime giornate, sono riusciti a scavalcare il team Lucid Dream aggiudicandosi il terzo premio messo in palio. In fondo alla classifica, invece, dobbiamo segnalare la brutta prestazione di Gufi Ruspanti e VaeVictis. Quindi, a partire dalla prossima stagione, queste squadre retrocederanno in serie B. Per quanto riguarda proprio la serie B, al contrario, abbiamo assistito al netto dominio dei FartRiders che conquistano la promozione alla serie A, assieme al team ESOX Exas.

    Ci rimane quindi di attendere solo le date dei prossimi HCS, permettendo ai giocatori di mettersi alla prova e per aggiudicarsi uno slot per le finali della Italy Cup, certi che non ci sarà alcuna esclusione di colpiNonostante la scena esportiva italiana sia ancora in forte in ritardo rispetto al resto del mondo, sta fortunatamente dimostrando - grazie soprattutto a iniziative come queste che speriamo si ripetano con successo anche nel corso del 2018 - che esiste molta vivacità e interesse attorno al MOBA targato Blizzard. Dal canto nostro, per questo 2018 non aspettiamo altro che poter conoscere tutte le nuove iniziative pensate per la community e, speriamo, assistere alla crescita dei nostri campioni in campo internazionale.

    Che voto dai a: Heroes of the Storm

    Media Voto Utenti
    Voti: 46
    7.8
    nd