Hogwarts Legacy: 5 dettagli interessanti che probabilmente vi siete persi

Dal Preside Black all'uso dell'Avada Kedavra, passando per la Metropolvere, ecco una serie di dettagli di Hogwarts Legacy che potrebbero esservi sfuggiti.

Hogwarts Legacy
Speciale: Multi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Preparatevi ad una sortita estiva a Diagon Alley, per radunare tutto il necessario per l'inizio del vostro viaggio nel mondo magico. Come vi abbiamo raccontato nella nostra anteprima dedicata ad Hogwarts Legacy, il ritorno alla Scuola di Magia e Stregoneria più famosa al mondo è infatti in programma per la fine dell'anno. Il ricco gameplay proposto da Avalanche ha svelato moltissimi aspetti dell'avventura che ci attende nei panni di studenti di Hogwarts, spaziando tra l'inclusione della Stanza delle Necessità, la possibilità di scegliere la propria Casa di appartenenza e di salvare creature fantastiche disseminate nell'open-world.

    Come da tradizione per l'immaginario nato dalla penna di J.K. Rowling, tuttavia, una serie di indizi e piccoli segreti si celavano in bella vista nel video gameplay di Hogwarts Legacy pubblicato da Warner Bros. Per questa ragione, siamo tornati a documentarci presso la nostra biblioteca a tema Harry Potter, alla ricerca dei dettagli più interessanti sull'attesissimo Action RPG a firma di Avalanche: ecco cosa abbiamo scoperto!

    1 Settembre: appuntamento a Hogwarts

    Con l'annuncio della finestra di uscita di Hogwarts Legacy - fissata per la stagione delle festività invernali - si è purtroppo spenta la nostra speranza di vedere il gioco approdare su PC e console il prossimo giovedì 1 settembre 2022. Questo non impedirà tuttavia alla data di rivestire un ruolo di rilievo all'interno dell'Action RPG. Come noto a tutti i fan del maghetto inglese, l'inizio del nono mese dell'anno è infatti la tradizionale data d'inizio dell'anno scolastico presso la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Non a caso, proprio questa data è riportata su di una copia della Gazzetta del Profeta immortalata nell'ultimo trailer. Grazie al quotidiano del mondo magico, possiamo finalmente scoprire l'anno esatto nel quale sarà ambientato Hogwarts Legacy, ovvero il 1890.

    Sino a questo momento, Avalanche aveva confermato la scelta del tardo Ottocento come ambientazione del titolo, ma non aveva offerto indicazioni più precise in merito. Grazie alla scoperta di questo dettaglio, possiamo sottolineare un'interessante circostanza. Nel periodo di svolgimento delle nostre avventure tra Hogwarts e dintorni, Albus Silente si prepara a fare il suo ingresso nell'istituto scolastico. Il futuro preside si è infatti unito alle fila di Grifondoro esattamente nel 1892. Nel nostro 1890, Silente ha perciò soli 9 anni, ma non è escluso che un simpatico Easter Egg possa portarci a intercettare il suo cammino!

    Un Weasley...o due!

    Ora che abbiamo scoperto l'esatto anno di svolgimento di Hogwarts Legacy, possiamo addentrarci ulteriormente nell'analisi dei nomi familiari che potremmo udire all'interno dell'Action RPG. Uno di questi è già stato oggetto delle nostre speculazioni in precedenza: difficile infatti non notare il potenziale collegamento tra Viktor Rookwood, tra i villain principali di Hogwarts Legacy, e il più noto Augustus Rookwood, Mangiamorte nominato più volte nella saga letteraria di Harry Potter. Ma procediamo oltre!

    Tra i personaggi principali di Hogwarts Legacy, troviamo all'appello il Professor Eleazar Fig, che rivestirà il ruolo di mentore per il nostro alter-ego magico. Il cognome di quest'ultimo non è però del tutto nuovo ai fan del Wizarding World, che potranno ricordare la vera identità di Arabella Figg. Presentata inizialmente come una noiosa vicina di casa dei Dursley, quest'ultima era invece una maganò al servizio di Silente. Certo, lo spelling del cognome è differente, ma forse anche nel mondo magico non mancano errori di registrazione all'Ufficio Anagrafe!

    Quasi certa è invece la possibilità di imbattersi nel corso del gioco in degli antenati della famiglia Weasley: lo stesso team di Avalanche si è infatti divertito ad offrire dei teaser in merito. In tal caso, il candidato più probabile è Septimus Weasley, padre di Arthur Weasley e dunque nonno di Ron Weasley.

    Quest'ultimo presenta del resto anche un collegamento con la famiglia Black, dalla quale è nato il padrino di Harry, Sirius. Septimus era infatti marito di Cedrella Black, che per la sua scelta matrimoniale era stata peraltro ripudiata dai suoi genitori.

    Preside Black

    E restando in tema di famiglia Black, è giunto il momento di accendere i riflettori su di un dettaglio davvero interessante: l'identità del preside di Hogwarts che incontreremo all'interno del gioco. Stando infatti all'anno di svolgimento del titolo, il prestigioso ruolo dovrebbe essere ricoperto da nientemeno che da Phineas Nigellus Black, trisnonno di Sirius Black!

    Stando alla cronologia creata da J.K. Rowling, lo scontroso mago dovrebbe aver occupato la sedia del preside di Hogwarts proprio nel tardo Ottocento. Serpeverde sin nel midollo, l'uomo è descritto come il preside meno popolare nella storia della scuola di magia. Una prova del suo pessimo carattere ci è del resto giunta direttamente dalla sua eco presente nell'ufficio di Silente, dove sono riuniti i quadri raffiguranti tutti i presidi del passato della Scuola di Magia e Stregoneria.

    A contribuire a stuzzicare la nostra curiosità, ci ha pensato inoltre l'assenza di informazioni diffuse da Avalanche sul nuovo preside, che però ci è probabilmente stato mostrato nel corso della sequenza dedicata alla cerimonia dello Smistamento in Hogwarts Legacy. Il candidato è il personaggio che vediamo poggiare il Cappello Parlante sul capo del nostro protagonista: notate una certa somiglianza con il ritratto di Phineas Nigellus presente nell'imponente albero genealogico della famiglia Black?

    Metropolvere

    Come ormai dovreste tutti sapere - pena l'ira funesta di Hermione Granger - non è possibile materializzarsi o smaterializzarsi entro i confini di Hogwarts. Presumendo che questa regola fosse già in vigore nel 1890, ne consegue che per spostarci all'interno dell'open-world di Avalanche dovremo ricorrere ad altre soluzioni. Di alcune di queste abbiamo già parlato nella nostra precedente anteprima di Hogwarts Legacy: nei panni di studenti potremo ad esempio sfruttare scope volanti o salire sul dorso di un Ippogrifo.

    Un ulteriore dettaglio ha però attirato ora la nostra attenzione. Nel video gameplay di Hogwarts Legacy è infatti possibile avvistare in alcune aree dei piccoli camini illuminati da una fiammella di colore verde. Difficile non ricollegare quest'ultima al colore della sempre utile Metropolvere, linea di comunicazione che collega moltissimi punti nevralgici della vita della società magica britannica. Per rendere possibile il viaggio rapido all'interno del proprio Action RPG, il team di Warner Bros potrebbe dunque aver scelto di creare una soluzione ispirata alla celebre metropolitana stregata.

    Arti Oscure

    Infine, dedichiamo spazio a un intrigante dettaglio: per un fugace momento, il già citato video gameplay di Hogwarts Legacy ci mostra infatti il nostro protagonista intento a scagliare un Avada Kedavra, la letale Maledizione Senza Perdono che infligge la morte a chi ne viene colpito. Più volte utilizzata da Voldemort e dai Mangiamorte, l'incantesimo viene espressamente pronunciato dallo studente al centro delle vicende di Hogwarts Legacy. Impossibile a questo punto escludere un meccanismo di gameplay che ci porterà a dover scegliere che tipo di mago diventare.

    E se è vero che nel nostro viaggio potremo scegliere se impiegare o meno l'Avada Kedavra, è altrettanto interessante notare come il nostro alter-ego sia in grado di interagire con i Thestral. Come noto, infatti, queste particolari creature magiche possono essere viste solamente da coloro che hanno avuto il triste destino di dover assistere ad una morte nell'età della ragione. Quest'ultimo rappresenta un dettaglio importante, poiché spiega il perché Harry Potter riesca a vederli solamente dopo l'assassinio di Cedric Diggory, a dispetto dell'aver assistito da neonato alla morte della madre.

    È probabile che la possibilità di vedere i Thestral sia legata al background del protagonista di Hogwarts Legacy, in merito al quale non sappiamo ancora molto, ma in assenza di certezze evidenziamo che sarebbe sicuramente intrigante vedere apparire le creature solamente in seguito all'impiego da parte nostra dell'Avada Kedavra.

    Quanto attendi: Hogwarts Legacy

    Hype
    Hype totali: 195
    89%
    nd