Horizon Forbidden West: alla scoperta delle incredibili Macchine

Guerrilla Games ha approfondito molti aspetti sulle macchine di Horizon Forbidden West e noi ne approfittiamo per farvi un riassunto delle novità.

Le Macchine di Horizon: Forbidden West
Speciale: Multi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Il 2022 si preannuncia davvero denso di uscite, tant'è che nella seconda metà di febbraio assisteremo al lancio di ben due attesissimi blockbuster come Elder Ring (a proposito, avete già dato uno sguardo alla nostra ricca prova di Elden Ring?) e Horizon: Forbidden West. Per ingolosire i fan e al tempo stesso aiutarli a ingannare la trepidante attesa, sul PlayStation Blog sono state recentemente pubblicate tantissime nuove informazioni sul titolo targato Guerrilla Games, che spaziano dalla coinvolgente componente esplorativa al rinnovato arsenale di Aloy, senza disdegnare il giusto spazio alle nuove e incredibili belve di metallo che il secondo capitolo schiererà in campo. Abbiamo dunque raccolto tutti i dettagli più succulenti sul prodotto e vi proponiamo di seguito una sontuosa scorpacciata a base di Horizon: Forbidden West!

    Largo alla verticalità

    Paragonato dai ragazzi di Guerrilla Games a un immenso parco giochi, lo sterminato open-world di Horizon: Zero Dawn era e rimane uno degli elementi più riusciti e apprezzati del titolo originale (per tutti i dettagli fiondatevi sulla recensione di Horizon: Zero Dawn), ragion per cui il team del sequel ha cercato innanzitutto di elevarne ulteriormente la resa, incrementare il livello di interazione dinamica con l'ambiente e garantire al giocatore una libertà persino maggiore.

    Per riuscire in tale impresa, David McMullen (capo progettista sistemi di Guerrilla) e i suoi hanno fatto in modo che Aloy possa ad esempio arrampicarsi liberamente su ampi tratti di terreno roccioso, tuffarsi in acqua e scandagliare i fondali per sfuggire agli inseguitori e ammirare la fauna marina, o magari cavalcare un elevato numero di bestie meccaniche. Come dichiarato da McMullen, proprio il sistema di arrampicata libera è una delle novità di cui il team va particolarmente fiero: laddove in Horizon: Zero Dawn era impossibile valicare determinate superfici senza l'ausilio di appigli tribali, nell'Ovest Proibito la nostra Aloy avrà invece una sensazionale libertà di azione e potrà scalare ampie sezioni di terreno che in precedenza avrebbero richiesto soluzioni alternative o deviazioni. Tra l'altro, la suddetta meccanica sarà supportata dalla facoltà di scavalcare agilmente un'ampia gamma di ostacoli incontrati lungo il cammino, perché questi non superino le dimensioni massime e che vi sia lo spazio necessario per aggirarli realisticamente in fretta e furia.

    Come rivelato dall'ultimo trailer di gameplay di Horizon: Forbidden West, la guerriera è stata oltretutto munita di due preziosi strumenti quali il rampino e l'alascudo, che appunto introducono nuove possibilità, sia alle fasi esplorative che alle immancabili battaglie con le Macchine. Il primo è un congegno portatile da polso che Aloy può usare per agganciare qualsiasi elemento circostante e volteggiare nello scenario di gioco, così da sottrarsi ai pericoli, raggiungere sporgenze sopraelevate o lanciarsi in picchiata con l'alascudo per sferrare un attacco dall'alto.

    Oltre a esplorare la verticalità dei paesaggi, difatti, il rampino può essere usato per spiccare il volo col secondo gadget e contemplare il meraviglioso Ovest Proibito da altezze anche vertiginose, o magari per afferrare, spostare o distruggere determinati oggetti nei dintorni: ad esempio Aloy può ricorrervi per far cadere le case nascoste in alto, o magari agganciare una grata ed estenderla per generare un passaggio.

    Non meno interessante ci è parso il soprammenzionato alascudo, che al termine di una faticosa scalata può essere impiegato per tornare comodamente a valle e scongiurare l'altrimenti tediosa necessità di dover ripercorrere a ritroso il medesimo percorso battuto durante la salita. Due trovate, queste, a nostro avviso sfiziose e brillanti, in quanto siamo convinti che invoglieranno gli utenti a mescolare meccaniche vecchie e nuove in modi alquanto fantasiosi pur di superare in maniera intelligente le innumerevoli sfide che si annidano in un mondo insidioso come quello di Horizon.

    Le nuove risorse della cacciatrice di Macchine

    A proposito di pericoli, poiché l'Ovest Proibito metterà la nostra Aloy dinanzi a minacce più misteriose e letali di qualsiasi altra cosa lei abbia mai dovuto fronteggiare, Dennis Zopfi (capo progettista combattimenti di Guerrilla) e i suoi collaboratori hanno dovuto ampliare l'armamentario e la rosa delle abilità dell'intrepida protagonista, al fine di mettere a sua disposizione un'ampia scelta di strumenti e risorse adatte per gestire al meglio le avvincenti battaglie che verranno.

    Se la lancia, l'arco da caccia, quello di precisione e la fionda esplosiva non mancheranno all'appello (e potranno essere rinforzati attraverso gli inediti banchi da lavoro), questa volta la combattente dalla chioma rossa potrà fare affidamento anche sul cosiddetto lancia-punte, ossia un'arma potentissima che se usata al momento opportuno consentirà di arrecare ingenti danni ai bersagli particolarmente voluminosi. Affinché vi fosse maggiore integrazione tra lo scontro ravvicinato e quello sulla distanza, gli sviluppatori hanno rivelato di aver reso più fluido il passaggio dal primo al secondo, che all'atto pratico dovrebbe ad esempio consentirci di caricare la lancia con una serie di attacchi in mischia e di rilasciare tutta l'energia accumulata durante il procedimento, sparando un singolo proiettile esplosivo di inaudita potenza. In alternativa all'appena descritta "Esplosione Risonante", i giocatori potranno attingere alle "Cariche Valorose": dodici abilità estremamente diverse che sbloccheremo durante l'avventura e che saremo liberi di potenziare fino a tre volte ciascuna, rafforzando di volta in volta uno specifico approccio al gioco. Tempestando di colpi i punti deboli dei nemici, distruggendone le componenti o comunque eseguendo delle azioni spettacolari, Aloy accumulerà valore e vedrà riempirsi la barra della Carica, che una volta colma darà accesso ad abilità straordinariamente rovinose come lo "Scoppio Radiale" esibito nell'ultimo trailer.

    Se in Horizon: Zero Dawn era abbastanza raro che Macchine e umanoidi aggredissero l'eroina in gruppo, Zopfi ci ha fatto sapere che diverse fazioni nemiche dell'Ovest Proibito potranno invece combattere assieme e che richiederanno molta più attenzione del normale.

    Durante le dispute coi cosiddetti cavalca-Macchine, infatti, sarà fondamentale decidere l'approccio da adottare e stabilire chi abbattere per primo, anche perché le creature meccaniche e i loro "fantini" tenderanno a colmare l'uno le mancanze dell'altro, completandosi a vicenda e innalzando un livello di sfida già appagante e ben al di sopra della media. Mettendo a dura prova la nostra capacità di giudizio, queste particolari situazioni ci costringeranno quindi a tenere d'occhio sia la Macchina che il nemico alle sue redini, ma soprattutto ci sproneranno a esplorare le tante nuove possibilità offerte dalle abilità e dal rinnovato equipaggiamento di Aloy.

    Le insidie dell'Ovest Proibito

    Il primo episodio di Horizon era stracolmo di robot sofisticati e tecnologicamente avanzatissimi, che non a caso sono divenuti la specie dominante del pianeta Terra, ma Blake Politeski (capo progettista delle Macchine) ha dichiarato che nel sequel ve ne saranno parecchi ancora più pericolosi e micidiali. Stando alle sue parole, durante la prossima avventura di Aloy ci capiterà ancora di imbatterci in nemici già noti, come il terrificante Celermorso o la Vedetta, tuttavia nelle terre ostili dell'Ovest Proibito saranno ben altre le minacce meccaniche dalle quali dovremo guardarci.

    I benefici del DualSenseGli sviluppatori di Horizon: Forbidden West hanno raccontato che l'hardware di PlayStation 5 ha rappresentato per loro una sfida molto interessante, spronandoli a sfruttare e a valorizzare nei modi più disparati possibili le funzioni esclusive del DualSense. A tal proposito, McMullen ha spiegato che i grilletti adattivi della versione next-gen potranno simulare la tensione di una corda che si srotola rapidamente, mentre le sensazioni tattili - talvolta appena percettibili - trasmetteranno l'impressione di sentire il fruscio dell'erba al passaggio di Aloy, specie quando questa cercherà di nascondersi nella fitta vegetazione per seminare eventuali inseguitori. Benefici che sostanzialmente incrementeranno il livello di coinvolgimento e, in alcuni casi, persino il valore del gameplay.

    Ripescando alcune delle tantissime idee messe da parte durante lo sviluppo di Horizon: Zero Dawn, il team di Politeski ha dato vita a creature precedentemente irrealizzabili e dai comportamenti unici, alcuni dei quali potranno essere sfruttati per ottenere un vantaggio in battaglia. In presenza di belve di metallo intente a scavare nel terreno per recuperare risorse, Aloy potrà approfittare della nube di polvere sollevata per avvicinarsi e attaccarle di soppiatto, o magari ricorrere all'Override per riprogrammarle e spingerle a combattere dalla propria parte, selezionando per la prima volta se far assumere loro un ruolo aggressivo o difensivo. Ad ogni modo, poiché ogni Macchina potrà essere sopraffatta in svariati modi diversi, Maxim Fleury (capo grafico degli asset) e il suo reparto hanno cercato di suggerirne qualcuno adottando precise scelte di design e aggiungendo alle creature robotiche delle texture che potessero metterne in evidenza i punti deboli, le componenti interattive, e così via.

    In altri casi saranno addirittura gli effetti sonori a fornire qualche preziosa informazione sull'avversario e a indicare il momento giusto per passare all'azione, in quanto ogni Macchina inattiva emetterà dei suoni inconfondibili e realizzati con maggiore precisione grazie all'audio 3D di PlayStation 5, che appunto dovrebbe garantire uno straordinario coinvolgimento sensoriale.

    Tra le nuove mostruosità tecnologiche dell'Ovest Proibito troveremo ad attenderci i Solcasole, uccelli che si ricaricano di energia solare e che durante tale fase compensano uno stato di particolare vulnerabilità con una maggiore propensione a individuare eventuali minacce negli immediati dintorni. Se i piccoli e agili Foraterra potranno sopraffare in un battito di ciglia gli utenti più avventati, Blake Politeski sostiene che le abilità del massiccio Gusciatroce lasceranno a bocca aperta i giocatori, con tratti realistici e ispirati a quanto visto nel mondo del cinema.

    Un avversario particolarmente ostico sarà comunque il gigantesco Tremorzanna, uno spettacolare mammut in possesso di un armamentario sorprendente e ispirato tanto agli elefanti da guerra, quanto alle torri d'assedio utilizzate nel Medioevo per attaccare le fortezze. Il colosso avrà a disposizione una vasta sfilza di pattern di attacco, difatti a seconda della situazione potrà usare le proprie zanne o la proboscide lanciafiamme per eseguire assalti a distanza ravvicinata, o magari ricorrere alle altre armi elementali di cui il suo possente corpo sarà appunto tappezzato.

    Controllati perlopiù dalla fazione ribelle dei Tenakth e raramente incontrabili allo stato brado, i temibili Tremorzanna saranno quindi una forza pressoché inarrestabile e compenseranno la propria lentezza con una corazza molto spessa e una potenza di fuoco che nel sempre più affascinante quanto mortifero mondo di Horizon non conosce eguali. Un rivale che gli stessi Politeski e Fleury considerano a buon ragione la creatura più formidabile dell'intero bestiario e col quale non vediamo già l'ora di misurarci.

    Quanto attendi: Horizon Forbidden West

    Hype
    Hype totali: 290
    84%
    nd