I migliori giochi del 2020: ecco quali sono

Celebriamo i migliori giochi del 2020 scelti dal pubblico e dalla redazione di Everyeye.it: la prima parte del nostro speciale sui GOTY!

speciale I migliori giochi del 2020: ecco quali sono
Articolo a cura di

Il 2020 ha avuto tantissime storie da raccontare, e noi di Everyeye.it siamo pronti, come ogni anno, a premiare le migliori. Benvenuti, signori e signore, videogiocatori e videogiocatrici, nell'ampio Everyeye Theater, dove si celebra la cerimonia volta a incoronare le opere più prestigiose degli ultimi 12 mesi, accuratamente votate dal pubblico e dalla redazione. Lo spettacolo sarà ancora una volta ricchissimo di grandi ospiti, da Abby di The Last of Us Parte 2, fino al ribelle Zagreus, figlio di Ade (qui potete recuperare la nostra recensione di Hades), senza dimenticare il buon Miles Morales, tutto emozionatissimo per la premiazione. Ad allietare il pubblico da casa ci sarà poi la band Samurai, riunitasi per l'occasione e guidata da una vera rockstar. Ma bando alle ciance e prepariamoci allo show! Come direbbe Johnny Silverhand: "Wake the fuck up, Samurai. We have a theater to burn"!

Gioco dell'Anno

Perdizione, vendetta, violenza, redenzione. The Last of Us Parte 2 è un'opera superiore, che si nutre di sangue e sentimenti, di crudeltà e perdono, di lacrime sottili e accordi delicati. Nonostante l'alta caratura dei suoi sfidanti, da Cyberpunk 2077 a Ghost of Tsushima, passando per Half-Life Alyx e Ori and the Will of the Wisps, quest'anno nessuno, né il pubblico né la redazione, ha avuto alcun dubbio (a proposito, eccovi la recensione di The Last of Us Parte 2).

L'epopea di Ellie e di Abby ha trionfato con grande margine rispetto ai rivali, aggiudicandosi il premio più ambito: quello di migliore gioco del 2020. E, come vedremo, questa statuetta è solo la prima di una lunga serie...

Miglior Esclusiva PS4/PS5

Non c'è nemmeno bisogno di salutare i protagonisti di The Last of Us Parte 2: possono ritirare il prossimo premio sin da subito, senza scendere dal palcoscenico. Com'era ampiamente prevedibile, sia per i lettori che per i membri di Everyeye.it la miglior esclusiva Sony è incarnata dal capolavoro di Naughty Dog.

Punto di riferimento ludico, narrativo e visivo per i giochi che verranno, nonché il canto del cigno della strepitosa console Sony, che saluta il suo pubblico con un prodotto monumentale, tra i migliori dell'intera generazione appena terminata. Ellie ed Abby alzano la statuetta al cielo. E lo fanno insieme.

Miglior Esclusiva Microsoft

Anche in questa categoria c'è stata una totale uniformità di giudizio. Senza un rivale molto pericoloso come il delizioso Ori and the will of the Wisps, uscito nello stesso anno anche su Nintendo Switch, Flight Simulator ha avuto la visuale ben libera per atterrare nella pista delle migliori esclusive Microsoft, in tutta sicurezza.

Pur rientrando in un genere di nicchia, poco diffuso tra il grande pubblico, l'opera di ASOBO è un assoluto prodigio tecnologico e visivo: un simulatore strepitoso e stratificato, che si fa giustamente vanto di una cornice grafica che sfiora il fotorealismo. Flight Simulator vola ad alta quota, più di ogni altro gioco a marchio Microsoft. E trionfa meritatamente, come raccontato nella nostra recensione di Microsoft Flight Simulator.

Miglior Esclusiva Nintendo Switch

Anche su Switch la gara è stata quasi a senso unico. Ancora una volta, il consenso di pubblico e critica ha confermato la supremazia di Animal Crossing: New Horizons su tutti gli altri candidati. La meravigliosa esclusiva Nintendo si aggiudica la statuetta grazie a una essenza ludica assuefacente, in cui dar forma e sostanza alla nostra personalissima isola virtuale.

Un paradiso digitale, una forma di evasione, un passatempo spensierato che è stato descritto a dovere nella nostra recensione di Animal Crossing: New Horizons. Chiunque abbia fatto un giro tra le lande di New Horizons, del resto, non ha mai comprato il biglietto di ritorno. E le malelingue si mettano l'anima in pace: no, Tom Nook non ha sganciato nessuna "mazzetta" per vincere il premio!

Miglior Esclusiva PC

Pochi giochi sono stati in grado di settare nuovi standard per l'intera industria nell'arco della generazione appena trascorsa, ma Half-Life Alyx è uno di questi. La realtà virtuale conosce un "prima" e un "dopo" il capolavoro indiscusso di Valve: uno sparatutto colossale, che sfrutta al massimo le potenzialità degli attuali sistemi in VR per innalzare in maniera esponenziale il livello di coinvolgimento sensoriale e immersivo offerto dal gaming moderno.

Non poteva che essere Half-Life Alyx la migliore esclusiva PC per i lettori e la redazione: se non avete mai pensato di indossare un visore per la realtà virtuale, questo è il momento migliore per farlo. Non ve ne pentirete. Per approfondire, eccovi la nostra recensione di Half Life: Alyx.

Most Wanted 2021

L'arrivo della next gen ha alzato le aspettative degli utenti e della stampa di settore. Dopo il timido benvenuto al crepuscolo del 2020, spetta al 2021 mostrare tutto il potenziale della nuova generazione. E non sorprende dunque che per il pubblico sia la prossima avventura dello spartano Kratos, oramai naturalizzato norreno, il Most Wanted più desiderato dell'anno corrente. Il secondo atto della saga nordica, probabilmente intitolato God of War Ragnarok, dovrebbe uscire nel corso dei prossimi 12 mesi su PlayStation 5 (e forse PS4), travolgendoci con la carica di epicità che è lecita aspettarsi dalle opere di Santa Monica.

Non senza una faida interna, che ha visto Kratos combattere duramente, la redazione di Everyeye.it ha invece virato in direzione di un altro attesissimo gioco: stiamo parlando dell'evanescente Elden Ring, la nuova creatura di From Software realizzata nientemeno che in collaborazione con George R.R. Martin. Speriamo che questi due titani possano mostrarsi definitivamente nel 2021.

Miglior Sorpresa dell'Anno

E aggiungiamo alla lista anche un'altra categoria, legata alla miglior sorpresa dell'anno. A strappare la statuetta del vincitore è il brillante Hades di Supergiant Games: un roguelike esaltante, caratterizzato da una poderosa direzione artistica e da un combat system da manuale.

Un titolo indipendente che non solo è riuscito a combattere a testa alta contro i colossi dell'industria, ma che è anche stato in grado di metterne un bel po' al tappeto, figurandosi come uno dei giochi migliori del 2020. Una vera sorpresa, non c'è che dire.

Miglior Sistema di Gioco

A quanto sembra, l'avvento della next gen non è riuscito ad avere la meglio su anni e anni di onorata carriera. Al termine di una battaglia sul filo della percentuale, la preferenza dei lettori e della ciurmaglia di Everyeye.it è ricaduta su PlayStation 4 (e la sua variante PRO): una console che non è ancora pronta a salutare i suoi fan, e che - stando alle dichiarazioni di Jim Ryan - affiancherà PlayStation 5 ancora per un bel po' di tempo.

Pur dinanzi alle indubbie potenzialità di PS5 e Xbox Series X, d'altronde, era difficile non premiare un sistema di gioco che, nell'ultimo anno prima di passare il testimone, ha donato alla platea un capolavoro come The Last of Us Parte 2. Per celebrare a dovere la console, potete leggere lo speciale Generazione PS4: tra esclusive e successi.

Miglior Servizio in Abbonamento

Microsoft vince ancora. Nuovo anno, nuovo trionfo per il Game Pass, il servizio in abbonamento che non conosce alcun eguale nel panorama videoludico attuale. Né Google Stadia, né il PlayStation Now hanno potuto nulla contro lo strapotere del colosso di Redmond, che ha salvato Xbox One dal naufragio proprio grazie all'introduzione di quello che da molti è stato definito "il Netflix dei videogiochi".

Ricchissimo di opere di ogni genere, con un catalogo in costante espansione e nobilitato dall'introduzione delle esclusive Microsoft sin dal Day One, il Game Pass si riconferma come una delle più grandi intuizioni della storia recente del gaming. E dopo l'acquisizione di Bethesda e l'ampliamento degli Xbox Game Studios, questo premio potrebbe restare ancora a lungo saldamente stretto nelle mani del team guidato da Phil Spencer.

Le luci si affievoliscono, signore e signori: è il momento di fare una piccola pausa. La prima metà degli Everyeye Awards è stata consegnata, ma non allontanatevi troppo dalle vostre poltrone virtuali, perché presto lo spettacolo ricomincerà con l'assegnazione dei premi dedicati alle categorie di genere, tecniche e artistiche.

Nel frattempo, Joel delizierà i presenti con la sua bellissima cover di Future Days dei Pearl Jam. A prestissimo!