Indivisible arriva su Nintendo Switch: ripartiamo verso l'avventura

L'esotica avventura dei creatori di Skullgirls debutta (a sorpresa!) su Nintendo Switch, con un porting di pregio accompagnato da qualche polemica.

speciale Indivisible arriva su Nintendo Switch: ripartiamo verso l'avventura
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Nato grazie a una fortunata campagna di raccolta fondi da oltre due milioni di dollari sulla piattaforma Indiegogo, Indivisible è il secondo progetto di Lab Zero Games, team americano già responsabile dell'apprezzato picchiaduro a incontri Skullgirls. Un action-RPG 2D che si è subito distinto per la pregevole grafica cartoon (ormai una sorta di autentico marchio di fabbrica dei suoi creatori, qui declinata in una veste dalle sfumature esoticamente orientali) e per l'intrigante sistema di combattimento ispirato a quello di un cult indimenticato come Valkyrie Profile. Insomma, una di quelle chicche particolarmente promettenti capaci di uscire dal sottobosco degli indie per farsi notare da un publisher - nella fattispecie 505 Games, etichetta sempre piuttosto attenta a cogliere opportunità in arrivo dall'universo del crowdfunding.

    Indivisible alla prova Joy-Con

    E così, dopo un convincente debutto avvenuto lo scorso ottobre su PlayStation 4, Xbox One e PC (a proposito, eccovi la nostra recensione di Indivisible), Ajna e il resto della variopinta ciurma di combattenti del regno interiore sono alla fine sbarcati anche su Nintendo Switch.

    Un approdo, quello sulla console ibrida della casa di Super Mario, particolarmente degno di interesse tanto per la potenziale portabilità dell'esperienza di gioco - ottima anche per brevi sessioni mordi e fuggi, a dispetto di una longevità di tutto rispetto che si attesta attorno alla ventina di ore - quanto per l'affinità elettiva con il pubblico della Grande N, da sempre assai sensibile al fascino di immaginari fantasiosi e estetiche da cartone animato. Dunque, Indivisible come prossimo grande candidato al trionfo su una piattaforma che sembra ormai essere diventata a tutti gli effetti una specie di Re Mida per il mercato indie? Non proprio, o comunque non senza un percorso ben più travagliato del previsto. Questo perché, in maniera stranamente imprevista da chiunque - e per "chiunque" stavolta si devono intendere non soltanto i fan, ma addirittura il publisher e il team di sviluppo! - Indivisible è apparso lo scorso 28 aprile sulle pagine dell'eShop europeo e americano.

    Così, all'improvviso, per un apparente errore di pubblicazione che ha di fatto reso disponibile un gioco che da copione avrebbe dovuto vedere la luce qualche settimana più tardi (in tempo per continuare a lavorare su una patch del day one che invece finirà per arrivare ben oltre il fatidico day one). Un inspiegabile passo falso che da un lato ha colto di sorpresa 505 Games e dall'altro sembra aver infastidito non poco sia i backer originali - che nonostante i soldi spesi per finanziare il progetto nel 2015 finiranno per ricevere il codice per ultimi! - sia gli sviluppatori, che non essendosi occupati in prima persona del porting hanno scoperto della pubblicazione della versione Switch grazie ai tweet di congratulazioni degli utenti.

    In modalità portatile le icone dei tasti corrispondenti ai vari personaggi sono al limite del leggibile, ma bastano letteralmente due minuti per ovviare al problema e procedere senza intoppi.

    Un pasticcio tra lo sfortunato e l'evitabile che ha oggettivamente guastato un po' il clima di festa per lo sbarco in orbita Nintendo di quello che si riconferma ad ogni modo un titolo interessante e degno di nota. Perché, come da previsione, Indivisible su Switch si comporta alla grande, con la sua grafica colorata che fa bella mostra di sé sullo schermo della console senza incertezze dal punto di vista della fluidità e con quell'attitudine impegnata ma non troppo che si sposa a meraviglia con la natura potenzialmente "da passeggio" dell'hardware.

    Tutti i contenuti, e quelli che arriveranno

    Ad aspettarvi c'è insomma un titolo coinvolgente, godibile e ricco di personalità, che merita di essere (ri)scoperto in questo nuovo formato. Certo, la momentanea assenza della già citata patch di lancio rende l'edizione Switch oggettivamente un passo indietro rispetto alle controparti, in virtù di una serie di rinunce che, a seconda dei punti di vista, potrebbero più o meno pesare nell'economia del prodotto.

    La patch prevista in origine per il day one resta ancora senza una data precisa, ma Lab Zero assicura che non ci sarà da aspettare troppo a lungo.

    L'ultimo aggiornamento, distribuito su PlayStation 4, Xbox One e PC lo scorso 2 aprile, aveva infatti ribilanciato la difficoltà complessiva dell'avventura (tarata decisamente verso il basso, specie nella seconda metà della campagna...), introdotto il supporto alla co-op in locale con un secondo giocatore e aggiunto la modalità New Game Plus. Feature ad oggi non pervenute sulla macchina ibrida della Grande N, che arriveranno nelle prossime settimane insieme al supporto alla risoluzione 1080p in modalità fissa, alla possibilità di scegliere un framerate dinamico o uno ancorato a 30fps e ad ulteriori piccole migliorie sparse.

    Nell'attesa di una versione contenutisticamente all'altezza delle altre, lo strano debutto di Indivisible su Switch può dirsi comunque nel complesso degno di nota: l'accoppiata Ajna/Joy-Con vince e convince, e la qualità del porting saprà regalare memorabili avventure dal fascino esotico alla platea Nintendo.

    Che voto dai a: Indivisible

    Media Voto Utenti
    Voti: 20
    7.7
    nd