Esport

Konami PES League: Andiamo a Berlino

Il circuito competitivo del calcistico Konami torna in Europa con uno dei suoi tre major event dell'anno: lo European Round. Lo seguiremo per voi.

speciale Konami PES League: Andiamo a Berlino
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox 360
  • PS3
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • La PES League torna a infiammare il panorama degli esport mondiale e lo fa in grande stile, preparando a dovere la capitale tedesca al round europeo della PES League, circuito competitivo dell'esport targato Konami. Berlino infatti ospiterà uno degli eventi più importanti del circuito, che vedrà i migliori giocatori del mondo sfidarsi per aggiudicarsi uno degli 8 posti disponibili per le World Finals, il main event in arrivo in estate.

    La PES League entra nel vivo

    Come vi abbiamo raccontato in occasione dello stage di qualificazione a Milano, il circuito competitivo di Konami si articola su tre grandi eventi, chiamati round, e su due modalità differenti: la modalità 1vs1 e la modalità co-op 3vs3.
    Questi tre eventi major, l'Asian Round, l'European Round e l'Americas Round, andranno a selezionare i giocatori che si daranno battaglia alle World Finals per il titolo di campione del mondo. Ogni round ha una propria fase di qualificazione molto articolata, che comincia dalle classiche partite online per concludersi con eventi live in cui la pressione è la vera discriminante che fa scrematura tra i giocatori di buon livello e i campioni di valore assoluto.
    Lo European Round è l'ultimo dei grandi stage in programma, quindi chiamato a tirare le somme e a sancire, tra i giocatori e le squadre più forti del pianeta, coloro che potranno continuare il proprio percorso verso le World Finals e chi invece dovrà rinunciare al proprio sogno. Almeno per quest'anno, si intende.

    La struttura dell'evento non differirà da quanto visto negli stage precedenti, ed è quanto di più classico ci sia in ambito competitivo. Ci sarà inizialmente una fase a gironi in cui ogni giocatore affronterà ogni membro del proprio girone, e i due player che avranno ottenuto più punti passeranno al tabellone finale, ovvero alla fase ad eliminazione diretta.
    Per quanto riguarda i premi, invece, Konami ha sempre avuto una politica particolare: il compenso dei giocatori viene valutato in base al numero di partite disputate. I giocatori otterranno 200 dollari se si fermeranno alla fase a gironi (400 per la modalità co-op), 600 dollari se arriveranno ai quarti di finale, 1000 dollari se otterranno il passaggio alla semifinale e 2000 dollari verranno consegnati ai finalisti. Per il vincitore, inoltre, ci sarà un bonus di 4000 dollari per essersi aggiudicato il torneo, che porta il montepremi finale a 6000 dollari per il primo classificato.

    Un passo indietro

    Nelle fasi di qualificazione a questo stage europeo hanno impressionato in particolare due giocatori, che sono stati anche i due finalisti dell'ultimo evento disputatesi a Milano: il francese Kamel "Neo_TerribleTank" El Morabet, finalista alla regionale di Barcellona, e Alex Alguacil, campione europeo 2016 e campione nella modalità co-op della Europe Regional Final di Barcellona con il team Broken Silence, capitanato dal nostro Ettore "Ettorito97" Giannuzzi.
    I due campioni, negli eventi di Barcellona e di Milano validi per la qualificazione al major di Berlino, hanno dimostrato di essere molto in forma, ottenendo solidi risultati sia nella modalità singola che nella nuova e sperimentale modalità co-op. Sono loro i favoriti della competizione? Difficile dirlo. Ciò di cui siamo sicuri è che sarà battaglia vera, e che il nostro Ettorito sarà della partita.

    Il super campione azzurro, che abbiamo avuto il piacere di intervistare a Milano, è reduce da un'annata nel complesso positiva, che l'ha visto dominare con il suo team, i "Broken Silence", senza diritto di replica a Barcellona, ma che invece nella modalità singolo l'ha visto rimanere un po' in sordina, con buoni piazzamenti ma senza squilli di carattere. Le speranze di qualificazione alle World Finals passano necessariamente da un ottimo piazzamento in questo torneo, che si preannuncia però ricco di insidie, nonostante la classe e l'esperienza del giocatore barese, professionista dal lontano 2011.
    Noi di Everyeye.it saremo presenti a Berlino, perciò il consiglio è come sempre quello di rimanere sulle nostre pagine per approfondimenti e aggiornamenti in diretta sulla PES League!

    Che voto dai a: Pro Evolution Soccer 2018

    Media Voto Utenti
    Voti: 50
    7.7
    nd