Esport

League of Legends: conosciamo i sei team partecipati ai Predator Nationals

Diamo uno sguardo ai roster dei sei team che partecipano alla lega nazionale di League of Legends Predator Nationals.

speciale League of Legends: conosciamo i sei team partecipati ai Predator Nationals
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Nel precedente appuntamento con il PG Predator Nationals abbiamo approfondito la conoscenza del regolamento e dell'ecosistema "europeo" costruito da Riot Games per League of Legends. Oggi, invece, scendiamo più nel dettaglio e andiamo a scoprire le sei formazioni che competono nel circuito nazionale.

    Team Forge

    Una delle squadre più vincenti in assoluto sul suolo nazionale e non, il Team Forge è forse la squadra più rappresentativa per l'ambiente italiano in ambito internazionale grazie agli incredibili risultati ottenuti nell'EU Challenger Series Qualifier. Quasi un anno fa infatti il Team Forge era arrivato nella finale dell'EUCS contro i Fnatic Academy. Quello, che vide vincere i FNC Academy, fu comunque il risultato più alto mai raggiunto da un team italiano.
    Il Team Forge è un'organizzazione che punta sempre all'eccellenza: nata da circa due anni si basa su fondamenta solide grazie all'inserimento della prima Gaming House sul suolo nazionale. Ad oggi sono un punto fermo per diversi giocatori e tifosi che vedono in loro i principali favoriti per questa competizione.
    Il team è composto da:
    Coach: Cristoforo Di Maggio.TOP: Jacopo Tantimonaco - 4G TheGame;
    JUNGLE: Vittorio Massolo - 4G Click (C);
    MID: Tim Aadam Laats - 4G Klaabu;
    ADC: Lauri Tarkus - 4G Endz ;
    SUPPORT: Oleksandr Yankovich - 4G Efias;
    SUB: Valerio Stelitano - 4G SOMEJOIO (JUNGLE);
    SUB: Luca Valla - 4G Guilty (ADC).

    Outplayed WaR

    Precedentemente conosciuti come Outplayed Black sono, insieme ai Forge, uno dei team più importanti e forti a livello nazionale. La rivalità con il Team Forge li ha visti spesso scontrarsi nella fase finale di quasi tutti i tornei nazionali disputati nei ultimi due anni, da Lega Prima al Red Bull Factions per arrivare all'ESL Italia Championship.
    Alle spalle hanno un'organizzazione davvero ben strutturata e solida, questo ha permesso ai Outplayed di diventare in poco tempo il principale avversario del Team Forge.
    Il team è composto da:
    Coach: Mattia Guainazzi.TOP: Andrei Popa - OP Oromë;
    JUNGLE: Zhiquian Zhao - OP Shadow;
    MID: Mattia Fazzalaro - OP DrMatt;
    ADC: Marin Vlahovic - OP Proxeyy;
    SUPPORT: Luca Brizzante - OP Brizz (C);
    SUB: Gianmarco Bastianelli - OP Belze (TOP);
    SUB: Pietro Biffi - OP Sid (SUPPORT);
    SUB: Riccardo Cipollone - OP Traitor (ADC).

    iDomina eSports

    Gli iDomina sono un'organizzazione che da diversi anni è costantemente nella top 4, grazie a ottimi piazzamenti e a diverse partecipazioni alla fase finale dei tornei più importanti giocati in Italia. Sono, ad oggi, uno dei team che più di altri potrà dare del filo da torcere a tutti i contendenti in corsa per la vittoria, grazie alla coesione dei componenti della squadra che da diverso tempo, ormai, giocano assieme.
    Il team è composto da:
    Coach: Alberto Lo GrassoTOP: Yiji Cheng - iD ForsakenChina;
    JUNGLE: Claudio Pagani - iD ClaP (C);
    MID: Nikita Frunza - iD Tsuzume;
    ADC: Riccardo Tata - iD Rharesh;
    SUPPORT: Francesco Bondoni - iD Horizon;
    SUB: Edoardo Rovaretti - iD Reaper (JUNGLE);
    SUB: Riccardo Falchetta - iD Demi (TOP).

    5 Hydra esport

    I 5 Hydra nascono a inizio 2017 e, nel giro di pochi mesi, si sono affermati come rivelazione del panorama italiano di League of Legends. Una solida struttura, basata su un valido progetto come quello di Games Kingdom, li ha portati da prima a partecipare a tornei come ESL Italia Championship per arrivare alla qualificazione in Lega Seconda. Il team si è evoluto molto nelle ultime settimane e a oggi presenta un'ottima formazione che potrebbe dare parecchio fastidio alle squadre rivali con dei giovani talenti molto interessanti.
    Il team è composto da:
    Coach: Francesco AlbaneseTOP: Giuseppe Natile - 5H Ryko;
    JUNGLE: Emanuele Conti - 5H Khema;
    MID: Damir Galovac - 5H Sintax;
    ADC: Ettore Barcella - 5H Gotrek;
    SUPPORT: Mattia Dray - 5H Orgen (C);
    SUB: Mattia Pesenti - 5H Pese (TOP);
    SUB: Pietro Quadri - 5H Inquisitor (JUNGLE/SUPPORT);
    SUB: Arnau Martinez Diaz - 5H Johnarnau (TOP/SUPPORT).

    inFerno eSports

    L'organizzazione più vecchia nel panorama italiano, nati nel lontano 2007 e rifondati nel 2017. Gli InFerno sono un team che nel giro di pochissimi mesi è tornato alla ribalta con ottimi risultati e tanta voglia di fare. Nell'ultimo periodo hanno cambiato diversi giocatori, cercando di trovare la giusta sinergia per competere con le altre squadre. Se questa formazione dovesse ingranare potremmo aspettarci delle belle sorprese.

    Il team è composto da:
    Coach: Aleksanteri LeinonenTOP: Lorenzo Bonelli - inF Alwerty;
    JUNGLE: Kevin Batic - inF Tohaj;
    MID: Kim Storm - inF Phantomles (C);
    ADC: Pierpaolo Oliva - inF Saddy;
    SUPPORT: Gerardo Di Giacomo - inF jerryyyy;
    SUB: Luca Battanello - inF Luque (SUPPORT);
    SUB: Cristian Spanu - inF Sharpie (ADC);
    SUB: Claudio Scudieri - inF Infinity (TOP).

    Team QLASH Academy

    Una delle sorprese più interessanti sulla scena italiana è sicuramente quella dei QLASH. Nati inizialmente con l'acquisto dei Impact Gaming, il Team QLASH Academy ha in breve tempo messo su una formazione di tutto rispetto. Guidati dal capitano del team, Mush, i QLASH hanno raccolto ottime prestazioni e tante soddisfazioni grazie anche alla disponibilità di una Gaming House dove allenarsi quotidianamente tutti insieme.
    Nel torneo di qualificazione, a differenza delle altre squadre, hanno potuto partecipare solo all'ultimo evento, visto il rinnovamento della squadra. Dunque, per gli analisti è difficile prevedere come si piazzerà questo team nel corso del campionato.
    Il team è composto da:
    Coach: Giuseppe MaranòTOP: Eryk Kraszewski - QLS Mush (C);
    JUNGLE: Jakub Kaluzinski - QLS Mihorion;
    MID: Giulio Siena - QLS Pain;
    ADC: Riccardo Santarelli - QLS Creon;
    SUPPORT: Michele Tamanini - QLS Spikelife;
    SUB: Brayan Teepprayan - QLS Sabo (ADC);
    SUB: Christian Devo - QLS Darkchri (SUPPORT).

    Queste sono le sei squadre che lotteranno sino al prossimo 15 marzo in un torneo che vedrà soltanto una di loro qualificarsi per la fase finale della Lega europea.
    L'European Regional League è probabilmente il torneo più importante in Europa dopo le EU LCS, una competizione che vedrà sfidarsi i migliori team provenienti da ogni paese. Inutile dire che sarà un importantissimo palco per tutti i giocatori che avranno modo di partecipare, vista la visibilità che questo torneo porterà. Durante i mesi di aprile e settembre si svolgerà l'European Cup e sarà probabilmente il torneo che darà a diversi giocatori, europei e non, la possibilità di mettersi in luce davanti alle squadre delle EU LCS. Chissà che da qui a poco il successo di Daniele "Jiizuke" Di Mauro (Midlaner del Team Vitality) non resti un caso isolato.

    Che voto dai a: League of Legends

    Media Voto Utenti
    Voti: 114
    7.3
    nd