Esport

League of Legends EU LCS: Lotta serrata per la vetta

Sette squadre in appena quattro punti ma solo sei avranno la possibilità di qualificarsi ai playoff e lottare per i punti circuito in ottica mondiale.

speciale League of Legends EU LCS: Lotta serrata per la vetta
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • L'indicazione principale che arriva dal campionato europeo di League of Legends è che la cima della classifica non è mai stata così in bilico. Nemmeno i Misfits sembrano più gli schiacciasassi delle prime giornate. Un calo fisiologico dopo una partenza sprint senza sbavature che suona quasi naturale ma permette al tempo stesso alle altre di rifarsi sotto. Se la settimana precedente avevano perso contro i Fnatic, secondi, la sconfitta con gli Splyce accorcia la classifica ancora di più. Sono adesso in sette nell'arco di appena 4 vittorie di differenza.
    Un dato confermato anche dal Power Ranking delle squadre in cui sette squadre si trovano in poco più di 400 punti, tutte vicinissime: Fnatic in testa con 1.454,48, settimi i Roccat con 1.017,43, in mezzo Misfits, G2, Splyce, Vitality e Schalke04. Il problema principale è che i posti per i playoff di fine stagione sono solamente sei: una di queste dovrà necessariamente farsi da parte. Sulla carta la meno quotata è sicuramente la formazione dei Roccat: la formazione giovane e incostante non garantisce stabilità.

    Il cammino dei Roccat

    Eppure la loro crescita costante durante il campionato, senza alti e bassi, sembrerebbe assicurare un finale promettente. Il loro tasso di incremento medio è del 5,96%, simile ai G2, 5,87%, leggermente superiore agli Splyce, 5,39%, e dominante sui Vitality, fermi a 3,87%. Dati statistici che indicano quanto la formazione dei Roccat cresca più velocemente di tante altre sotto il profilo dei risultati. Il punto debole è che in sei settimana non sono mai riusciti a ottenere un 2-0 pulito: una vittoria e una sconfitta ogni sette giorni è il ruolino di marcia preferito dai Roccat.La stella più visibile è il jungler Memento, nella Top5 dei migliori giocatori per Kill Participation: 73,6%. I minion al minuto sono addirittura superiori a quelli di Jankos dei G2, indice che il giocatore svedese riesce a coniugare la raccolta di risorse nella giungla con la presenza negli scontri in corsia.

    Stella invisibile è invece il support Norskeren, la cui aggressività non sempre paga, come dimostrano le sue 32 morti e il suo KDA tra i più bassi del ruolo. Oltre i freddi numeri, però, la spiegazione: è il primo a iniziare l'azione, garantire protezione ai compagni di squadra che possono agire indisturbati e prendere tempo prezioso concentrando i danni avversari su di se. Stile di gioco che si traduce in un numero elevato di morti ma che la maggior parte delle volte è necessario per consegnare un vantaggio alla propria squadra.

    H2K: la matematica è una sentenza

    Chi è stato condannato dalla matematica sono gli H2K, protagonisti di una settimana di prestazioni raccapriccianti. Emblematica la partita contro i Fnatic, la seconda della settimana, con i giocatori quasi costretti a giocare controvoglia con l'impressione di non avere alcun interesse nella competizione. Un comportamento poco consono per una squadra che è presente sulla scena competitiva europea e internazionale da diversi anni con due partecipazioni consecutive ai mondiali nel 2015 e nel 2016.

    Due anni fa arrivarono addirittura in semifinale, prima che Odoamne, Jankos, Ryu, Forg1ven e Vander fossero eliminati dai coreani Samsung Galaxy. Fasti di un tempo che difficilmente tornerà e che anzi rischia di scomparire. Lungo l'arco del 2017 gli H2K hanno spesso mostrato i denti contro Riot Games nella richiesta dell'introduzione del franchising anche in Europa. Un'aggressività che probabilmente costerà loro cara nella decisione se approvare o meno l'ingresso degli H2K nel nuovo sistema 2019: i risultati, poi, non aiutano certo a ribaltarne il probabile esito che li vedrà fuori dalla massima scena europea.
    Possono ancora salvarsi Unicorns e Giants ma servirebbe loro davvero un miracolo e finora indizi in tal senso non ne abbiamo visti. Più speranzosi indubbiamente gli Unicorns of Love grazie alla vittoria nello scontro diretto maturata propria nella Week 6. Anche la curva di rendimento e di incremento percentuale settimana dopo settimana consegna agli UoL qualche quotazione in più. Nello Spring Split gli unicorni riuscirono a invertire la rotta proprio nelle ultime giornate, sfiorando il clamoroso colpaccio della qualificazione ai playoff di un soffio.

    Ed è subito Kikis

    La sorpresa positiva della settimana arriva dai Vitality e dal loro nuovo jungler titolare: Kikis. Ex Unicorns of Love, ex Fnatic, ex G2 Esports, il polacco Mateusz "Kikis" Szkudlarek è uno dei giocatori che più hanno cambiato maglia negli ultimi anni ma indubbiamente anche uno dei più meccanici dell'intera scena.

    Per la seconda volta in carriera ruba il posto da titolare a Gilius, realmente impalpabile in questa prima parte del Summer Split. E i risultati si sono visti subito: i Vitality tornano a vincere 2-0 e rientrano di prepotenza nella lotta per le prime posizioni. Impressionante il suo ruolino di marcia: con appena due partite disputate balza alla sesta posizione per KDA con 7,7 e si inserisce nella Top 10 delle Kill Participation con il 72%.

    Best of the Week

    Nella Week 6 la squadra migliore del Power Ranking risultano proprio i Vitality con 148,73 punti conquistati e due avversari scavalcati nella nostra speciale classifica che assegna un punteggio in base agli avversari contro cui si è usciti vincitori o sconfitti. La vittoria più importante e inattesa va però agli Splyce che superando i Misfits conquistano con un solo game 109,40 punti, appena 0,84 in più dei punti ottenuti dagli Schalke04 nell'inaspettato trionfo sui G2 Esports. La squadra peggiore, infine, i Giants con -79,66 punti, frutto della doppia sconfitta con Vitality, -34,12, e Unicorns of Love, -45,54. Più dei punti fa male aver perso lo scontro diretto per sperare ancora in un posto ai playoff.
    L'appuntamento con la Week 7 è per venerdì 3 dalle 18:00 e sabato 4 dalle 17:00.

    Che voto dai a: League of Legends

    Media Voto Utenti
    Voti: 123
    7.3
    nd